Progetto DuckTales

Introduzione Paperosa

L’attesissimo esordio della nuova serie di DuckTales è finalmente alle porte, e noi intendiamo seguire e raccontarvi passo passo l’evoluzione di questo reboot.

I più curiosi dei nostri lettori si chiederanno giustamente: perché proprio DuckTales? Beh, i motivi sono diversi.

Prima di tutto bisogna volgere lo sguardo alla genesi della serie: DuckTales nasce come adattamento televisivo delle storie a fumetti di Carl Barks. Nell’adattare i fumetti allora ventennali del Maestro dei Paperi alle sensibilità dei bambini degli anni Ottanta/Novanta, diversi cambiamenti vennero applicati al materiale originale. Paperino venne messo in panchina per rafforzare la presenza di Zio Paperone e dei nipotini, e attorno a questo nucleo principale venne costruito un intero cast di personaggi secondari vecchi e nuovi. Tra questi il buon Archimede Pitagorico, la tata Mrs. Beakley e sua nipote Gaia, e Jet McQuack, la spalla comica di turno. Anche le storie furono sottoposte ad un processo di “edulcorazione”, utilizzando il lavoro di Barks con molte licenze, rimpiazzandone lo slapstick e la satira pungente (ad essere onesti, intraducibili in un media televisivo) con il genere di disavventure e gag abusate che si poteva attendere da un cartone dell’epoca. L’intera operazione, alla fine, non era molto più che un tipico cartone animato per un pubblico generale, dall’atmosfera innocua e dall’animazione a budget limitato, che cercava disperatamente di imitare la qualità dei film Disney, risultando scattosa e tratti desincronizzata.

db

La fortunata coincidenza tra la popolarità del cartone e il pedigree del suo materiale d’origine ci porta ad una situazione dove, in un periodo fertile per remake nostalgici, riproporre il primo può significare il ritorno alla fama del secondo. Dai tempi del DuckTales originale è nato un vasto fandom intorno ai fumetti Disney, che tuttavia è sempre rimasto una sorta di nicchia nel quadro generale. La crew di DuckTales 2017 è però bene a conoscenza di questo gruppo, e già nel materiale promozionale, raccolto nei link in alto, sono presenti diversi ammiccamenti sia ai fan del cartone originale che a quelli dei fumetti da cui trasse ispirazione. Non solo, la stessa animazione televisiva Disney ha fatto passi da gigante nel frattempo: lavori come i nuovi cortometraggi di Topolino e serie come Wander Over Yonder, Gravity Falls e Star vs. the Forces of Evil dimostrano che ormai il comparto televisivo disneyano non ha più nulla da invidiare alle controparti cinematografiche in quanto a qualità artistica e di storytelling. Insomma, il nuovo DuckTales potrebbe essere la cosa più vicina fino ad ora ad una trasposizione su schermo del mondo dei fumetti Disney che tutti noi abbiamo imparato ad amare. E per un vero fan Disney, solo questo dovrebbe invogliare a dare una chance a questo nuovo progetto.

Dal canto suo, la Disney stessa ha riposto molta fiducia in DuckTales, bombardando i suoi canali di pubblicità di ogni tipo e decidendo addirittura di mandare in onda il pilot di un’ora a ripetizione per un’intera giornata.

Detto pilot arriverà il 12 agosto, con il divertente anche se poco originale titolo “Woo-oo”. Trasmesso questo, non avremo altre uscite fino a settembre, quando cominceranno gli episodi regolari.

Per cui allacciamo le cinture!

scrooge_safari

Trivia

  • La nuova serie di DuckTales sarà ambientata in una continuity separata, che narrerà da capo le “origini” di Paperone e compagnia e reimmaginerà diversi personaggi e storie classiche dei Paperi, in maniera analoga al Marvel Cinematic Universe
  • Il primo corto promozionale, dedicato a Paperino, contiene un easter egg nella forma di un quadro che raffigura Fergus e Piumina de’ Paperoni, i genitori di Paperone nella Saga dell’autore americano Don Rosa.

    Il quadro con i genitori di Paperone

  • La stessa sigla contiene diversi omaggi, ricreando alcuni dei quadri più iconici di Carl Barks ispirati al mondo dei Paperi. Alcuni di questi quadri appaiono anche nella casa di Paperone.

    Riferimenti ai quadri di Barks

  • Nella sigla Edi, l’assistente robotico di Archimede, appare tra i cattivi che inseguono Paperone assieme ad un altro robot dall’aspetto simile ma più minaccioso. Questo suggerisce che Edi o lo stesso Archimede potrebbero ricoprire un ruolo da villain, anche se probabilmente in maniera temporanea.

    Edi e suo fratello

  • Tra i nuovi personaggi, avremo Mark Beaks, parodia dei nuovi miliardari della Silicon Valley, e Lena (apparsa per la prima volta sulla app di Disney XD e confermata dal tumblr di Francisco Angones), “avventuriera adolescente” che secondo indiscrezioni sarebbe la nipote di Amelia. Inoltre un leak della IDW suggerisce che Della Duck, la sorella di Paperino e la madre di Qui, Quo e Qua, avrà un ruolo di spicco nella serie.

    Lena, new entry

  • Alcuni leak (fonte: Slashfilm) suggeriscono che Darkwing Duck, protagonista del cartone omonimo, apparirà nella serie. Non sappiamo ancora in che modo, né se lo stesso leak si rivelerà accurato.

scrooge_cave