DuckTales

S01 E03 – The Great Dime Chase

vlcsnap-2017-09-25-18h20m35s195

Come al solito, spoiler!

The Great Dime Chase è l’episodio più interessante dei due usciti questa settimana. L’azione stavolta si svolge tutta nel Deposito, seguendo due plot paralleli molto più ben collegati della scorsa puntata: Paperone porta Qua con sé in ufficio per insegnarli i benefici del lavoro, mentre Quo e Gaia scroccano un passaggio per esplorare il Deposito per conto loro, in cerca di risposte al mistero chiave del cartone: Della. Ebbene sì, continua il plot su Della Duck, che a quanto pare è un argomento tabù nel mondo di Paperone, e va detto che viene spontaneo vedere in ciò un commento anche involontario allo status del personaggio nella storia di Disney.
E mentre Quo e Gaia indagano, Qua si ritrova a sua volta con dei grattacapi dopo aver speso per sbaglio niente meno che la Numero Uno (o almeno così crede…), e nel cercare di recuperarla dovrà mettere in azione tutte le sue doti di evil triplet.

Che dire, è un episodio che introduce un sacco di elementi. Primi fra tutti i due impiegati di Paperone, Archimede Pitagorico e Mrs. Quackfaster (il cui equivalente nostrano più vicino è Miss Paperett). Entrambi sono stati reinterpretati nell’ottica della nuova serie: Archimede è molto più scontroso e veniale del solito, un cambiamento a detta di Angones motivato dal bisogno di integrarlo meglio nei rapporti della serie e di differenziarlo da altri futuri personaggi; c’è da dire però che è una versione di Archi che funziona, e l’episodio fa un buon lavoro nel rappresentarlo come acido e disilluso, ma non del tutto sociopatico, e il suo rapporto con le sue invenzioni, che vede come figli e che lo mettono costantemente nei guai diventando pericolose, aiuta a renderlo simpatetico. Con Archimede debutta anche Edi, che allo stesso modo diventa più imprevedibile, causando problemi a non finire a Qua fino a quando il suo creatore non troverà il modo di farlo tornare docile.

Funziona un po’ meno Quackfaster. Per quanto sia innegabilmente divertente vedere una bibliotecaria fuori di testa che attacca i visitatori a sciabolate, non sembra un personaggio particolarmente interessante e anche la sua “pazzia” sembra un po’ gratuita.

Mentre tutto questo accade, Paperone ci offre un lungo e divertente dibattito con gli avvoltoi-contabili, che discutono con lui la stessa necessità del Deposito, che comporta un sacco di costi in antifurti e stipendi per dipendenti alquanto strambi. E questa è anche un’occasione per mostrarci come il Paperone di Ducktales 2017 sia più avventuroso che tirchio, e difende a spada tratta i costi superflui per motivi sentimentali o idealistici (e per paura della furia dei suoi stipendiati). È un cambiamento che può sembrare strano agli spettatori italiani, che sono abituati ad un Paperone caricaturialmente avaro, ma ha già più senso se si guarda ai fumetti americani, dove l’avidità dello zione è più una gag che salta fuori quando necessaria che una caratteristica costante del personaggio. In America Paperone non vive sempre e solo al bancone del deposito pranzando con gallette e té riciclato, ma si muove per la città tra uffici e ville varie, mantenendo comunque uno stile di vita relativamente spartano. In questa occasione vediamo anche per la prima volta un accenno al passato di Paperone, che ci narra di come ha guadagnato la Numero Uno lustrando scarpe in una sequenza presa pari dalla Saga di Don Rosa per la gioia dei fan.

Dal canto dei nipotini, questa prima tripletta di episodi ha fatto un buon lavoro nel differenziare Gaia da altre protagoniste femminili contemporanee, caratterizzandola come un divertente misto di fangirl ed avventuriera in erba. Dei maschietti, per ora Qua la fa da padrone, “cattivo” e intraprendente com’è, mentre il povero Qui ha ricevuto a malapena un paio di minuti a lui dedicati.

Ultimo ma non ultimo, il finale, che ci rivela che Della potrebbe aver avuto un ruolo più attivo di quanto credessimo nella sua sparizione. Misteri che attendono risposte, e per fortuna ormai gli episodi “introduttivi” sembrano finiti.

vlcsnap-2017-09-25-20h12m49s776

Trivia

  • Tante citazioni in questo episodio: prima tra tutte, una lista di città nel resoconto degli avvoltoi, che altro non sono che riferimenti a storie di Don Rosa: Dawson (L’ultima slitta per Dawson), Lillehammer (Paperino da Paperopoli a Lillehammer), El Dorado (L’ultimo signore dell’Eldorado), e Culebra (L’astuto papero del varco di Culebra)
  • Il taccuino dove Archimede annota le invenzioni diventante cattive è a sua volta un gruppo di citazioni, stavolta al DuckTales originale:
    Armstrong il robot, Robotica, e assurdamente, la vasca temporale di Sir Gyro de Gearloose sono tutti listati come invenzioni che sono eventualmente diventate cattive. I “cogs”, invece, potrbbero essere una citazione al MMORPG ToonTown Online.
  • Uno dei libri trovati da Gaia negli archivi parla di Testaquadramento, e il titolo del libro (quasi vuoto) su Della, Life And Times of Della Duck, è un ovvia citazione al titolo inglese della $aga di Paperone.
  • Anche Archimede sembra avere qualcosa in serbo per il futuro. In una scena dell’episodio, esclama la frase “Blathering Blatherskite” (tradotto qui come “Blaterone Blateroso”), che ogni fan di DuckTales riconoscerà come la password di Robopap. Dato che alla fine dell’episodio l’inventore dà inizio al cosiddetto “Progetto Blaterone”,
    e che è già stato confermato che Fenton Paperconchiglia sarà l’aiutante di Archimede in questa serie, pare che avremo presto notizie del supereroe robotico.
  • La stanza segreta della biblioteca contiene, tra le altre cose,
    una nave in miniatura, potenzialmente intesa come citazione alla nave-mappa di Il Tesoro dei Soli d’Oro.
  • Appena arrivati al Deposito, Qua tente subito di tuffarsi nelle monete, prima di venire fermato da Paperone che gli spiega che solo lui ne è capace, e chiunque altro finirebbe per spaccarsi la testa. Una divertente sovversione della caratteristica più famosa di Zio Paperone,
    o almeno lo sarebbe se Barks non avesse introdotto questa idea fin dalla prima storia del papero più ricco del mondo.
  • L’episodio, per finire, conferma che la Lancia di Selene menzionata da Paperino nel pilot ha avuto un ruolo chiave nella sparizione di Della, piuttosto che essere un semplice incidente citato en passant.

vlcsnap-2017-09-25-18h21m37s093

Discutine sul forum