Pluto il Casanova

Dinah

È con Canine Casanova che esordisce la bassottina Dinah, nuova fiamma di Pluto. Il cucciolone fino a quel momento era stato affiancato a Fifì, la cagnolina di Minni, con la quale aveva avuto addirittura dei figli, visti in Pluto's Quin-Puplets (1937). Fifì era un personaggio nevrotico e un po' malevolo, ed è perfettamente comprensibile che ad un certo punto si sia pensato di rimpiazzarla. Negli anni 40 viene così data a Pluto una nuova partner, nell'ottica di ripopolare il suo microcosmo da cortile. L'idea di utilizzare un bassotto femmina viene da The Sleepwalker (1942), cortometraggio uscito tre anni prima, nel quale vedevamo Pluto fare il prepotente con una bassottina nera, salvo affezionarsi a lei in un secondo momento. Il personaggio era sicuramente tenero, ma non abbastanza aggraziato da diventare coprotagonista della serie, per cui si decide di mantenere la stessa idea base per dar forma ad un nuovo personaggio. È in questo modo che nasce Dinah, cagnolina graziosa, vezzosa e leggermente snob.

A Parti Invertite

Questo suo primo cortometraggio è strutturato in due sequenze distinte. Nella prima vediamo Pluto imbattersi in lei, rimanendone folgorato. Seguono i suoi tentativi di conquista: il cagnolone si comporta da stalker, assumendo atteggiamenti surreali e ridicoli che lo rendono decisamente più “umano”, rispetto al semplice cane degli esordi. Nella seconda parte Dinah verrà invece catturata dall'accalappiacani, e a Pluto toccherà salvarla conquistandone finalmente il cuore. Si tratta di una sequenza spiccatamente più action di quanto in genere offrano i corti di Pluto. Interessante che nel canile faccia un cameo il solito Butch, insieme ad un levriero dal look ispirato ai dandy dell'epoca. Da notare inoltre che il canovaccio di Canine Casanova consiste nel rovesciamento dei cliché della serie: se solitamente è Pluto che viene salvato dall'animaletto che fino a poco prima ostracizzava, adesso è lui il salvatore in cerca di riscatto. Infine, la gag conclusiva rispecchia quella di The Sleepwalker: anche qui si scopre che la bassottina è in realtà mamma di una cucciolata, ma la reazione di Pluto questa volta non sarà delle migliori.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Canine Casanova
  • Anno: 1945
  • Durata:
  • Regia: Charles Nichols
  • Storia: , ,
  • Musica: Oliver Wallace
  • Animazione: Jack Buckley, Hugh Fraser, George Nicholas, George Nicholas, Robert Youngquist

Credits

Nome Ruolo
Jack Buckley Animazione
Rex Cox Storia
Al Dempster Fondali
Hugh Fraser Animazione
Karl Karpe Layout
Jesse Marsch Storia
George Nicholas Animazione; Animazione
Charles Nichols Regista
Harry Reeves Storia
Oliver Wallace Musica
Robert Youngquist Animazione