Paperino Sotto le Armi

Venti di Guerra

Con l'ingresso degli USA nel secondo conflitto mondiale, molte cose cambiano agli studi Disney. Gli uffici di Burbank vengono infatti “presi in ostaggio” dalle autorità americane, ansiose di mettere l'opera di Walt al servizio della nazione. L'animazione disneyana viene infatti considerata uno dei beni culturali più preziosi per il paese, capace di unire e ispirare tante persone in nome della risata. Allo staff viene dunque commissionato un gran numero di animazioni promozionali, su incarico di differenti sponsor, insieme ad una lunga serie di filmati di addestramento per le reclute dell'esercito americano, allo scopo di insegnare loro come si utilizzano armi e altre attrezzature. L'oggetto della nostra analisi non sarà questa tipologia di materiale, bensì la semplice animazione d'intrattenimento a tema bellico. Gli studios produrranno infatti svariati cortometraggi (e persino un lungometraggio) in cui questo argomento verrà affrontato in modo spontaneo, partendo dalla volontà di documentare con un occhio ironico quei tempi difficili. Il primo di questi short è Donald Gets Drafted, in cui vediamo Paperino venir chiamato alle armi.

Donald Fauntleroy Duck e la Continuity

Per quanto possa sembrare bizzarro in questo contesto, Donald Gets Drafted dà inizio ad un ciclo di cortometraggi collegati tra loro da una leggera continuity. Il concetto di “serie nella serie” in cui gli eventi evolvono è piuttosto atipico e decisamente moderno per quella che era la sensibilità dell'epoca, in cui i “funny animals” non portavano avanti alcun discorso continuativo, ma erano semplicemente legati a sketch umoristici. Qui invece vediamo sin dal primo frame che c'è qualcosa di diverso: nella lettera di arruolamento di Paperino con cui si apre il corto appare per la prima e unica volta il suo nome completo “Donald Fauntleroy Duck”, ironico riferimento al romanzo Il Piccolo Lord di Frances Hodgson Burnett, ma anche cartina tornasole della volontà di aggiungere informazioni anagrafiche sul protagonista. Il regista del cortometraggio è Jack King, mentre alla sceneggiatura troviamo Jack Hannah insieme all'inossidabile Carl Barks, disegnatore anche degli ironici manifesti propagandistici che accolgono Paperino all'ufficio di reclutamento.

L'Esercito è Cambiato, Credi a Me!

Sebbene sia un cortometraggio a tema bellico, Donald Gets Drafted ha veramente poco di propagandistico, ma è piuttosto una spietata e graffiante parodia della propaganda stessa. La sequenza iniziale è illuminante in tal senso: al ritmo della canzoncina demenziale The Army is Not the Army Anymore, composta per l'occasione da Paul J. Smith, scorrono davanti al becco di Paperino manifesti via via sempre meno credibili, in cui si dice che da quelle parti è pieno di ragazze, che gli ufficiali sono sempre sorridenti, che i sergenti ti portano la colazione a letto, e altre amenità cui Donald abbocca immediatamente. Segue la visita militare in cui si svela tutta la fretta che l'esercito aveva all'epoca di reclutare persone: Paperino si dimostra completamente inadatto, sbagliando la risposta a domande semplicissime, ma viene comunque approvato con improbabili scuse e vestito di tutto punto con una divisa troppo larga per lui, a cui si rimedia restringendola con una secchiata d'acqua.

Il Sergente Pietro

L'ingenua richiesta di Paperino di essere arruolato nell'aviazione viene totalmente disattesa nella seconda sequenza del cortometraggio, in cui lo vedremo invece costretto a marciare agli ordini dell'arcigno sergente Pietro. Questo corpulento antagonista rientra nella tradizione tipicamente anni 40 di declinare il personaggio di Gambadilegno in modi sempre diversi, a seconda delle circostanze e dell'uso che se ne intende fare. Questo suo clone apparirà in un buon numero di cortometraggi di questo ciclo militare, costretto ogni volta a subire l'incompetenza di Paperino. Va detto che la seconda metà del cortometraggio non raggiunge il livello della prima geniale sequenza: il ritmo infatti cala leggermente e quell'arguta e dissacrante ironia viene messa da parte. In termini di continuity bisogna infine notare come la scena che chiude il cortometraggio, in cui vediamo Paperino finire a pelar patate, coincida con quella di apertura del successivo Sky Trooper, terzo corto della serie. Prima della sua uscita il pubblico avrebbe ritrovato il soldato Paperino ancora in The Vanishing Private.

Nota: Per l'occasione, il tradizionale logo della serie con la faccia di Paperino viene dotato di un berretto militare. Nei corti successivi questo elemento rimarrà ma il berretto avrà una foggia differente.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Donald Gets Drafted
  • Anno: 1942
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Jack King
  • Storia: ,

Credits

Nome Ruolo
Carl Barks Storia
Walt Disney Produttore
Jack Hannah Storia
Jack King Regista