Paperino e il Lavaggio per Cani

Pluto, il Cane di... Paperino?

Nel 1940 le interazioni tra Paperino e Pluto aumentano sensibilmente. I due avevano già condiviso la scena in Donald and Pluto (1936) e Beach Picnic (1939), e quindi si pensa di continuare a sfruttare questo filone. Due personaggi così legati all'umorismo slapstick del resto non potevano che funzionare bene insieme, o almeno questo era il punto di vista di un'epoca in cui la lezione di Norman Ferguson (l'animazione basata sul ragionamento) era appena stata assimilata dagli artisti dello studio. Il pretesto narrativo questa volta è dato dal desiderio di Paperino di sperimentare sul povero Pluto la sua nuova invenzione: un marchingegno meccanico in grado di fare il bagnetto ai cani. Sebbene gli animatori Disney andassero a nozze con questo tipo di macchinari, come si era visto più volte nelle Silly Symphony del ciclo dei Tre Porcellini, il congegno mostra le sue potenzialità solo alla fine, e il focus del corto è invece basato sui tentativi di Paperino di attirare a sé l'ignaro Pluto.

Lo Slapstick del Tempo che Fu

Donald's Dog Laundry non è certo fra i cortometraggi Disney più memorabili. Per tutta la sua durata vediamo infatti Pluto alle prese con le esche che Donald gli mette davanti. La prima parte lo vede impegnato con un osso di gomma, una sequenza lunga e sicuramente poco efficace per il pubblico di oggi, abituato a ben altri ritmi. Il secondo espediente usato da Paperino è invece una tenera marionetta di foggia felina, che darà vita ad un siparietto leggermente più interessante, in cui vedremo proprio Donald finire tra le grinfie del suo stesso marchingegno. Questa leggera ripresa finale non riesce però a far dimenticare il calo di ritmo della prima parte, e questo è sicuramente un peccato. Paperino tornerà ad avere a che fare con Pluto, con risultati decisamente migliori, in altri due cortometraggi usciti nello stesso anno: Put-Put Troubles e Window Cleaners, dopodiché per tornare a vedere il cucciolone ospite della serie toccherà aspettare il 1945 con The Eyes Have It.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Donald's Dog Laundry
  • Anno: 1940
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Jack King
  • Cast: Pinto Colvig, Clarence Nash
  • Musica: Oliver Wallace
  • Animazione: Paul Allen, Lee Blair, Johnny Cannon, Emery Hawkins, John Lounsbery, Lee Morehouse, Kenneth Muse, Grant Simmons, Claude Smith, Norman Tate, Judge Whitaker, Nick de Tolly

Credits

Nome Ruolo
Paul Allen Animazione
Lee Blair Animazione
Johnny Cannon Animazione
Pinto Colvig Cast
Walt Disney Produttore
Emery Hawkins Animazione
Billy Herwig Layout
Jack King Regista
John Lounsbery Animazione
Lee Morehouse Animazione
Kenneth Muse Animazione
Clarence Nash Cast
Grant Simmons Animazione
Claude Smith Animazione
Norman Tate Animazione
Oliver Wallace Musica
Judge Whitaker Animazione
Nick de Tolly Animazione