Il Sosia di Paperino

Un Filone d'Eccezione

Già dal 1946 si può notare come il conflitto ormai concluso abbia smesso di proiettare la sua “ombra” sull'animazione disneyana. Per questioni di tempistiche legate ai tempi di lavorazione, i lungometraggi continueranno a risentire dei recenti tumulti per tutto il decennio, abbandonando il formato antologico solo con Cinderella (1950). I corti invece torneranno molto presto alle formule consuete, rinunciando alla complessità acquisita durante questi difficili anni. Qualche traccia di quanto accaduto tuttavia rimarrà nell'umorismo, decisamente più smaliziato di un tempo. In ogni caso, nel dopoguerra la serie di Paperino torna a proporre vicende minimaliste, basate sugli scontri con animaletti e oggetti ribelli: il filone “psicologico” caratterizzato dalle vicende sentimentali e famigliari di Donald continuerà comunque a regalarci perle, rimanendo però l'eccezione in un panorama nuovamente standardizzato. Donald's Double Trouble si colloca in questa seconda categoria, insieme ad illustri esponenti quali Donald's Crime (1945), Cured Duck (1946) e Donald's Dilemma (1947). Ancora una volta ad essere messo sotto processo è Paperino e quello che rappresenta: un personaggio nato per essere la summa di tutti i difetti e le debolezze dell'essere umano.

Il Sosia di Paperino

Quello che un tempo era solo un disturbatore, utile a mettere in moto gag e scenette divertenti, adesso è diventato per il pubblico un fondamentale strumento identificativo, un appiglio di reale umanità all'interno di un cast di animali antropomorfi. Strumento per la sua messa in discussione è ovviamente la fidanzata: Paperina torna a ricoprire qui un ruolo quasi negativo, accusando telefonicamente Paperino di qualsiasi cosa, a prescindere dalle sue effettive colpe. Daisy diventa così la caricatura della tipica fidanzata rompiscatole, capace persino di trasformare un difetto involontario come la voce starnazzante in un’argomentazione per colpevolizzare il fidanzato. Non è la prima volta che la voce di Paperino verrà “problematizzata” all'interno di un suo short: era già successo in una gag di Cured Duck l'anno precedente, e sarà importante qualche anno dopo in Donald's Dream Voice (1948). Elemento chiave della vicenda è l'entrata in scena di un sosia di Paperino, totalmente identico a lui tranne che per la voce e il carattere, strumenti che Donald cercherà di sfruttare a suo vantaggio incaricandolo della riconquista.

Paperino, lo Stalker

Il resto del cortometraggio percorre un binario, quello della commedia sentimentale, quasi estraneo alla produzione animata, ma ben collaudato nei fumetti. Il geniale Carl Barks infatti portava avanti proprio in quegli anni sulle pagine di Walt Disney's Comics and Stories l'epopea umoristica di Paperino, rendendolo protagonista di deliziose storielle di dieci pagine. La seconda parte di Donald's Double Trouble è a dir poco esilarante, e ci mostra Paperino pentirsi del suo stesso piano, mentre il sosia approfitta della sua posizione privilegiata per fare i propri comodi con Paperina. La sequenza in cui il povero Paperino si ritrova costretto a seguirli all'interno di un luna park è davvero graffiante e porta il livello umoristico dell'animazione disneyana su un piano decisamente più alto. Esilarante anche il finale in cui Paperino perde la pazienza e scatena un tafferuglio all'interno del tunnel dell'amore, ritrovandosi per un fatale errore a farsi le coccole col suo stesso rivale. Diretto da Jack King, Donald's Double Trouble è l'ennesimo capolavoro in cui viene dato spazio a Paperina. Pur essendo stata posta in luce negativa, sottolineandone la frivolezza e la superficialità per la facilità in cui si fa abbindolare dall'impostore, il personaggio troverà ampio riscatto nei corti successivi, in cui scopriremo invece il suo lato migliore.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Donald's Double Trouble
  • Anno: 1946
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Jack King
  • Storia:
  • Musica: Oliver Wallace
  • Animazione: Fred Kopietz, Tom Massey, Sandy Strother, Don Towsley

Credits

Nome Ruolo
Walt Disney Produttore
Howard Dunn Fondali
Jack King Regista
Fred Kopietz Animazione
Tom Massey Animazione
Ernest Nordli Layout
Sandy Strother Animazione
Don Towsley Animazione
Oliver Wallace Musica
Roy Williams Storia