Dude Duck

Grosso È Meglio

Dude Duck è il primo dei sei cortometraggi di Paperino in uscita nel 1951. In questa fase dell'animazione Disney, gli artisti si stanno accorgendo che contrapporre ai loro protagonisti solo teneri personaggi di piccole dimensioni è limitante, e che spesso un animale grande, grosso, dalle movenze ridicole può dare notevoli soddisfazioni sul fronte umoristico. È questo il motivo per cui si comincia a puntare su figure di peso, come il coyote Bent-Tail, il puma Louie o, più tardi, l'orso Humphrey. Fra questi è impossibile non ricordare il cavallo protagonista di questo divertentissimo cortometraggio che, pur non riapparendo nei successivi corti disneyani, riesce a sfruttare in Dude Duck tutto il suo potenziale, assumendo comportamenti ed espressioni esagerate e costantemente fuori dalle righe. All'inizio del corto lo vediamo, diversamente dagli altri equini, giocare a lanciare ferri di cavallo mentre aspetta di essere montato dalle belle ragazze in visita al suo ranch. Questo non avverrà e per il resto del tempo gli toccherà cercare di sottrarsi alle attenzioni dell'unico visitatore a lui assegnato: Paperino.

Cavallo Pazzo

Dude Duck presenta molte caratteristiche degne di nota: tanto per cominciare la presenza nell'introduzione di un gran numero di ragazze disegnate e animate in modo molto realistico, cosa rara nei corti Disney. Inoltre il papero entra in scena fischiettando ancora una volta Crazy Over Daisy, canzone lanciata nell'omonimo cortometraggio dell'anno precedente. La cosa che lascia impressionati è però l'umorismo assolutamente demenziale e sfrenato. Sono sempre più lontani i tempi dello slapstick lento di Norman Ferguson: qui il ritmo è velocissimo, e il personaggio del cavallo si presta a esagerazioni e nonsense di ogni tipologia, richiamando molto l'umorismo Warner Bros. Si ricordano moltissime gag impossibili, come il momento in cui il cavallo si finge morto ma, pur non muovendo un muscolo, riesce comunque a spostarsi ed evitare una secchiata d'acqua o i momenti in cui, fuori da ogni logica, lo vediamo addirittura parlare. Questo indimenticabile personaggio richiama graficamente il Cirillo Belsedere de Le Avventure di Ichabod e Mr. Toad (1949), mentre caratterialmente vedremo ereditare i suoi bollenti spiriti mezzo secolo dopo dal Buck di Mucche alla Riscossa (2004), altro memorabile cavallo matto della filmografia disneyana.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Dude Duck
  • Anno: 1951
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Jack Hannah
  • Storia: ,
  • Musica: Paul J. Smith
  • Animazione: Al Bertino, Bob Carlson, Volus Jones, Bill Justice

Credits

Nome Ruolo
Al Bertino Animazione
Jack Boyd Effetti d'Animazione
Bob Carlson Animazione
Walt Disney Produttore
Yale Gracey Layout
Jack Hannah Regista
Volus Jones Animazione
Bill Justice Animazione
Art Riley Fondali
Paul J. Smith Musica
Riley Thompson Storia
Ralph Wright Storia