Sogni d'Oro, Paperino

Oggettistica Impazzita

Gli artisti Disney sono ben consci del potenziale umoristico celato in Paperino, personaggio intrinsecamente buffo, e quindi lo inseriscono spesso in situazioni molto frustranti, in cui il caratteraccio di Donald possa reagire a dovere. Oltre ai classici animaletti di piccola taglia, nei corti degli anni 40 lo troviamo alle prese con oggetti inanimati, che per l'occasione sembrano animarsi di vita propria pur di ribellarsi a lui. Scritto ancora una volta da Carl Barks e Jack Hannah, Early to Bed dà inizio ad un filone di short molto peculiari, in cui questo meccanismo umoristico viene portato all'estremo, tingendosi addirittura di surreale. Il cortometraggio vede Paperino accingersi ad andare a dormire, ritrovandosi però a fronteggiare scocciature di ogni tipo: il ticchettio di una sveglia impazzita, le bizze di un letto pieghevole che non vuole saperne di rimanere aperto, e altre “piccole” noie che per l'occasione si trasformano in tragedie domestiche. Lo short è un capolavoro di comicità, che prende le distanze dai ritmi rilassati tipici del periodo, proponendo invece una raffica incessante di gag sempre più assurde e paradossali, che per certi versi ricordano l'umorismo dei corti televisivi di Paul Rudish prodotti più di settant'anni dopo.

Si Ribella Anche Faccini

Per rendere l'idea del carico di follia che si porta dietro Early to Bed, basti pensare alla sveglia che Paperino dopo molta fatica riesce a distruggere ma che, per un'incredibile casualità, si ricompone magicamente nel climax finale del cortometraggio, pronta a squillare con effetti devastanti sulla psiche del malcapitato. Altri short che si potrebbero iscrivere in questo filone sono Chef Donald (1941), Donald's Tire Trouble (1943), Wide Open Spaces (1947) e Drip Dippy Donald (1948), tutti basati sull'improbabile ribellione di oggetti di uso comune. Nel 2010, nell'ambito dell'operazione Topolino Che Risate!, viene commissionato al grande Enrico Faccini un adattamento a fumetti di Early to Bed. Il fumettista decide però di tralasciare completamente i contenuti del cortometraggio, ispirandosi invece alla surreale storia di Romano Scarpa Topolino e il Villino di Sogno (1976) e facendo così approdare sulle pagine del settimanale un racconto completamente nuovo: Topolino e la Notte a Val Dormigliona. Come da titolo, nella storia di Faccini non è più Paperino il protagonista, bensì il terzetto composto da Mickey, Donald e Goofy, che si ritrovano coinvolti in un'avventura dai risvolti onirici e irreali.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Early to Bed
  • Anno: 1941
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Jack King

Credits

Nome Ruolo
Walt Disney Produttore
Jack King Regista