Figaro and Frankie

La Serie È Cancellata

Con Figaro e Frankie giunge al termine la carriera solista di Figaro. Dopo tre cortometraggi in solitaria, il gattino nero di Pinocchio (1940) vede terminare bruscamente il proprio ciclo, dovendosi rassegnare in futuro ad essere ospitato nella serie di Pluto. I motivi di questo cambio in corsa probabilmente dipendono dal fatto che il personaggio non reggeva da solo un'intera serie di cortometraggi, a differenza degli altri comprimari di Topolino. Come dimostra questo terzo e ultimo short infatti, il suo microcosmo domestico costituiva una sorta di doppione di quello di Pluto, caratterizzato dalle stesse tematiche. In Figaro and Frankie vediamo accendersi la sua rivalità con il canarino di Minni, personaggio che viene qui assai ben delineato, pur trattandosi di una figura one shot. Figaro da un lato è infastidito dal suo cinguettìo, dall'altro prova il desiderio di mangiarselo, seguendo i suoi istinti più ferini. Si tratta di uno scenario domestico molto simile a quello che nel frattempo alla Warner Bros veniva delineato con i personaggi di Silvestro e Titti. Pur non presentando dinamiche originali, il corto non rinuncia comunque a raccontare una semplice storia: a causa di un equivoco, Figaro verrà cacciato di casa a colpi di ramazza da Minni, convinta che abbia sbranato il canarino. Il gattino troverà tuttavia il modo di riscattarsi.

Come Pluto

Ancora una volta è Minni a beneficiare maggiormente dello spazio dato al suo gatto. Infatti, se si esclude il conteporaneo Mickey's Delayed Date, la topolina è ormai imprigionata nel ruolo della padroncina, funzionale ma estremamente riduttivo. Da notare anche che la minaccia affrontata da Figaro alla fine per salvare il canarino altri non è che il bulldog Butch, antagonista preso in prestito dalla serie di Pluto, ed ennesimo elemento di connessione tra i due filoni. A dirigere questo e il precedente corto di Figaro è infatti proprio Charles Nichols, responsabile della quasi totalità degli short sul cucciolone. Infine, è particolarmente apprezzabile la sequenza in cui, sulla spalla di Figaro, appare la classica buona coscienza, raffigurata come un suo clone in vesti angeliche. La situazione è identica a quella vissuta da Pluto in Lend a Paw (1941), Mickey's Elephant (1936) e Mickey's Pal Pluto (1933), comprese alcune battute dette dall'angioletto. Giunta al capolinea la sua personale miniserie, ritroveremo comunque Figaro insieme a Pluto in Cat Nap Pluto (1948) e Pluto's Sweater (1949), poi il personaggio verrà messo da parte. Ci si ricorderà di lui tuttavia nel lungometraggio prodotto dalla Disney Television Topolino e la Magia del Natale (1999), in cui rivedremo il gattino girovagare per la casa di Minni.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Figaro and Frankie
  • Anno: 1947
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Charles Nichols
  • Storia: ,
  • Musica: Oliver Wallace
  • Animazione: Blaine Gibson, George Nicholas, Marvin Woodward, Robert Youngquist

Credits

Nome Ruolo
Bill De La Torre Storia
Walt Disney Produttore
Blaine Gibson Animazione
Eric Gurney Storia
Karl Karpe Layout
Art Landy Fondali
George Nicholas Animazione
Charles Nichols Regista
Oliver Wallace Musica
Marvin Woodward Animazione
Robert Youngquist Animazione