Qua la Zampa

Un Altro Remake

Il revival celebrativo cui viene sottoposto Topolino all'inizio degli anni 40 porta alla produzione di un secondo remake, questa volta dello short del 1933 Mickey's Pal Pluto. Il cortometraggio originale si era distinto dal resto della produzione dell'epoca per essere uno dei pochi a raccontare una storia precisa, non focalizzandosi unicamente sulla musica o sulle gag. Il protagonista era Pluto, il quale salvava un gruppo di gattini da un fiume ghiacciato... salvo poi pentirsene amaramente nel vedere i cuccioli oggetto delle attenzioni di Topolino e Minni. La gelosia di Pluto veniva raccontata attraverso l'espediente dei due lati della sua coscienza che, in forma di angioletto e diavoletto, gli davano consigli su come agire. La vicenda aveva un lieto fine, e Pluto si riscattava dai suoi cattivi sentimenti, salvando una seconda volta i gattini da un pozzo ghiacciato. In Lend a Paw viene riraccontata la stessa trama, non certo in modo pedissequo, ma con una diversa regia e impostazione. Il corto viene inoltre dedicato alla Tailwagger Foundation, come è possibile notare leggendo la dedica presente nei credits.

Molte Differenze

Stilisticamente il remake differisce moltissimo dall'originale: non solo viene aggiunto il colore, ma i personaggi vengono graficamente aggiornati ai loro nuovi modelli. Pluto arricchisce moltissimo il suo repertorio recitativo, mentre Topolino questa volta si adegua al nuovissimo restyling di Fred Moore. Non verranno raggiunti gli estremi di The Little Whirlwind e The Nifty Nineties, ma il personaggio conserverà buona parte di questo suo rinnovato dinamismo, pur avendo un ruolo secondario. Un'altra considerevole differenza è l'assenza di Minni, mentre i gattini salvati da Pluto vengono sostituiti da un unico tenero micetto, dal design accattivante. Vengono aggiunte anche delle situazioni che nel 1933 erano assenti, come il processo casalingo che Topolino improvvisa per incolpare Pluto dei disastri provocati dal suo attacco di gelosia. È assente, per ovvie ragioni, il riferimento al comico Jimmy Durante, che negli anni 30 impazzava, e che un decennio dopo risultava già datato. Lend a Paw, in questa nuova versione, piace a tal punto che l'anno dopo gli viene persino dato l'Oscar per il miglior cortometraggio, consegnandolo all'olimpo dei corti Disney più famosi.

Nota: Sebbene faccia ufficialmente parte della filmografia di Mickey Mouse, il tema musicale con cui si apre il corto e la dicitura presente sulla locandina lo accomunano invece alla serie di Pluto, creando qualche problema di attribuzione.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Lend A Paw
  • Anno: 1941
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Clyde Geronimi

Credits

Nome Ruolo
Walt Disney Produttore
Clyde Geronimi Regista