Serata di Gala

Le Caricature di Joe Grant

Nel 1933 Topolino è all'apice del successo. Sulla carta la sua epopea a strisce firmata da Floyd Gottfredson procede trionfalmente, la sua serie di cortometraggi ha finalmente ingranato emancipandosi dai vecchi schemi e producendo un capolavoro dietro l'altro, e i comprimari non hanno ancora iniziato ad eroderne il successo, cosa che avverrà solo con l'arrivo del colore. Cinque anni dopo il suo esordio, Mickey è una delle più grandi star di Hollywood, ed è perfettamente normale che Walt e lo staff dello Studio decidano a questo punto di celebrarne il successo, realizzando un cortometraggio molto particolare, in cui il piccolo Topo viene festeggiato dagli attori più famosi. L'anno precedente gli artisti Disney avevano realizzato una breve animazione promozionale di due minuti, Parade of the Award Nominees, per la notte degli Oscar, nella quale avevano fatto sfilare alcune importanti celebrità di quell'anno, caricaturizzate dalla felice mano di Joe Grant, al suo primo lavoro per Disney. Il lavoro di Grant sarebbe stato preso come modello di riferimento anche per realizzare le caricature che vediamo in questo Mickey's Gala Premier, in cui troviamo la créme de la créme dell'Hollywood dell'epoca riversarsi al Grauman's Chinese Theatre per assistere alla prima di un nuovo cortometraggio di Topolino. Da una limousine vediamo inoltre uscire il gruppetto di personaggi Disney che si sono affermati come principali fino a quel momento: Topolino, Minni, Orazio, Clarabella e Pluto. Assente da questa celebrazione è invece Pippo, ancora non perfettamente integrato alla gang.

Galloping Romance

Gli artisti di Walt dimostrano una certa autoironia, nel realizzare il cortometraggio fittizio che gli attori accorrono a vedere. Galloping Romance è infatti la caricatura di ciò che i corti di Mickey Mouse erano stati fino a poco tempo prima. Si apre con una consueta sequenza musicale, in cui Minni suona il piano e Topolino lo xilofono, fino a che non sopraggiunge Pietro, che rapisce la topolina lanciandosi al galoppo su un Orazio ancora quadrupede. Segue il tradizionale inseguimento, in cui vedremo Topolino cavalcare nell'ordine il suo strumento musicale, una tartaruga e persino una piovra, riuscendo infine a salvare la sua bella. Le scene di questo finto corto vengono alternate ad inquadrature delle celebrità, che si spanciano dalle risate, senza timore di esagerare. Va inoltre rilevato che il tradizionale tema di Topolino, il Minnie's Yoo-Hoo introdotto in Mickey's Follies (1929), non è presente nei credits d'apertura di Mickey's Gala Premier ma soltanto in Galloping Romance. Il messaggio è chiaro: la serie si è ormai definitivamente evoluta, ed è pronta a sganciarsi dalle antiche tradizioni, abbandonando anche la classica canzoncina che la accompagnava ormai da quattro anni, e che dopo il successivo Puppy Love verrà tolta di mezzo. Mickey's Gala Premier, come quasi tutti i corti di Topolino prodotti nel 1933, contiene invece una canzone realizzata ad hoc, che verrà canticchiata a più riprese dalle star di Hollywood, desiderose di celebrare e congratularsi con il loro beniamino.

Una Stretta di Mano

La storia insegna che questo tipo di operazioni che coinvolgono i vip del momento sono spesso rischiose, e pagano più nel breve termine che sulle lunghe distanze. Il rischio di datare troppo l'opera è grande, tuttavia qui viene scongiurato, inserendo un numero così grande di celebrità che molte di loro sono rimaste nella storia del cinema e possono essere riconosciute anche dallo spettatore moderno. Nella folla è possibile individuare infatti importanti comici come Laurel e Hardy, Charlie Chaplin e i Fratelli Marx, insieme a personalità del calibro di Clark Gable, Mae West, Douglas Fairbanks, Bela Lugosi e Jimmy Durante. Sono presenti inoltre figure che in futuro diventeranno Disney Legends come Maurice Chevalier e Ed Wynn, insieme ad un gran numero di nomi ancora oggi famosi. Il character design di Grant è incisivo, anche se qua e là un po' disturbante e tradisce una certa inesperienza nella gestione della figura umana, che sarà tuttavia corretta nel giro di pochi anni. Il cortometraggio ha tuttavia un grande valore documentativo e costituisce un validissimo spaccato di quello che poteva essere lo scenario hollywoodiano dei primi anni 30, sia pur con le ovvie licenze del caso. La sequenza in cui le celebrità fanno a gara per stringere la mano, i piedi e qualsiasi parte afferrabile del piccolo topo ha un sapore quasi romantico, ed è un peccato che al climax del cortometraggio, l'entrata in scena di Greta Garbo segua il risveglio di Topolino, rivelando trattarsi di un sogno.

Walt e Hollywood: Da Jimmy Durante a Paperica

Non sarebbe tuttavia stato questo l'ultimo incontro tra l'animazione Disney e il mondo dei vip di Hollywood. L'anno successivo, nel lungometraggio celebrativo The Hollywood Party, gli studios avrebbero realizzato alcune animazioni apposite per permettere al comico Jimmy Durante di duettare con Topolino. Successivamente avremmo visto Topolino e Paperino interagire con le celebrità in Mickey's Polo Team (1936) e in The Autograph Hound (1939). Anche nelle Silly Symphony sarebbe finalmente approdata questa tendenza: in Broken Toys (1935) alcuni celebri attori avrebbero prestato le proprie sembianze ad un gruppo di giocattoli rotti, mentre in Mother Goose Goes Hollywood (1938) li avremmo invece visti nei panni dei più celebri personaggi delle filastrocche popolari anglosassoni. Dopo gli anni 30 la moda sarebbe venuta meno, e questo tipo di ammiccamenti sarebbero rimasti appannaggio di altri studi d'animazione, come la Warner Bros. Nel 1995 tuttavia, nella storia a fumetti Paperino Oscar del Centenario, scritta dal giornalista Vincenzo Mollica e disegnata da Giorgio Cavazzano per celebrare i cento anni del cinema, avremmo visto l'esordio di Paperica, corrispettivo paperopolese dello stesso Mollica, e la partecipazione di un gran numero di stelle del cinema di ieri e di oggi, tratteggiate in modo affettuoso dalla matita di Cavazzano. In quell'occasione Topolino avrebbe parlato dei fatti di Mickey's Gala Premier come se fossero realmente avvenuti, rendendo giustizia finalmente a quel magico galà di 60 anni prima.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Mickey's Gala Premier
  • Anno: 1933
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Burt Gillet
  • Cast: Walt Disney, Marcellite Garner
  • Musica: Frank Churchill, Bert Lewis
  • Animazione: Arthur Babbit, Jack King, Richard Lundy, Hamilton Luske, Fred Moore, Ben Sharpsteen, Cy Young

Credits

Nome Ruolo
Arthur Babbit Animazione
Frank Churchill Musica
Walt Disney Cast; Produttore
Marcellite Garner Cast
Burt Gillet Regista
Joe Grant Progettazione Personaggi
Jack King Animazione
Bert Lewis Musica
Richard Lundy Animazione
Hamilton Luske Animazione
Fred Moore Animazione
Ben Sharpsteen Animazione
Cy Young Animazione