Il Pappagallo di Topolino

Il Thriller del Killer

Alla fine degli anni 30 la crescente popolarità di Paperino e Pippo porta lo staff di Disney a dedicare delle serie di cortometraggi a loro espressamente intitolati. La produzione massiccia di short incentrati sul terzetto viene così frenata e Topolino torna ad essere il protagonista della sua serie. O almeno in apparenza, dato che al netto di felici eccezioni come Brave Little Tailor, i pochi Mickey Mouse Short ancora prodotti lo vedranno nuovamente messo in ombra dal suo stesso cane Pluto. È il caso di Mickey's Parrot, in cui lo screen time del povero Topolino è poca cosa, in confronto a quello del cucciolone. Si tratta in ogni caso di un cortometraggio davvero molto riuscito, diretto magistralmente e ricco di atmosfera. Durante una notte di tempesta, un pappagallo parlante si introduce in casa di Topolino, il quale suggestionato da un annuncio radiofonico lo scambierà per un pericoloso killer, evaso di prigione. La prima sequenza è davvero divertente e la regia parodizza le tipiche atmosfere da thriller, mostrandoci un Topolino in preda all'ansia. La gag in cui scende le scale armato di fucile e per errore aggancia un paio di scarponi, scambiandone il rumore per i passi di Pluto, è a dir poco memorabile.

La Commedia degli Equivoci

La seconda parte del cortometraggio scopre le carte ed elegge Pluto a protagonista assoluto. Il cane si ritroverà coinvolto nella scaramuccia con il pappagallo, che nel frattempo esce allo scoperto dopo una prima parte in cui aveva fatto sentire la sua voce solo attraverso le condutture della casa. La sequenza è divertentissima perché basata ancora una volta su una serie di equivoci, che porteranno Pluto a credere che il pappagallo lo sfidi prendendolo a male parole, quando in realtà si tratta di frasi che la bestiola ripete meccanicamente, imparate probabilmente stando a stretto contatto con un marinaio. Quando il volatile si introdurrà accidentalmente all'interno di un pollo surgelato, il meccanismo umoristico sfiora il grottesco, portando Pluto a credere che il cadavere abbia preso magicamente vita. Il climax che porta allo svelamento dell'identità del presunto killer, avviene sulle note de L'Amour D'Apache, tratta dal balletto Le Papillon di Offenbach, già utilizzato l'anno precedente in Woodland Café. Probabilmente la presenza di un pappagallo dai modi di fare pirateschi ispirerà nel 1942 Carl Barks e Jack Hannah, al momento di inventare il pappagallo marinaio Yellow Beak (Bacicin Parodi), che esordisce nel 1942 in Donald Duck Finds Pirate Gold (Paperino e l'Oro del Pirata), prima avventura a fumetti di Paperino realizzata per un comic book.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Mickey's Parrot
  • Anno: 1938
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: William "Bill" O. Roberts
  • Storia:
  • Cast: Walt Disney, Leon M. Leon, Lee Millar, Ernie Stanton
  • Musica: Oliver Wallace
  • Animazione: Les Clark, James H. Culhane, Richard Lundy, Arthur W. Palmer, Fred Spencer, Bob Wickersham, Cornett Wood

Credits

Nome Ruolo
Les Clark Animazione
James H. Culhane Animazione
Walt Disney Cast; Produttore
Hal Doughty Layout
Emil Flohri Fondali
Jack Kinney Storia
Leon M. Leon Cast
Richard Lundy Animazione
Joshua Meador Effetti Speciali
Lee Millar Cast
Arthur W. Palmer Animazione
William "Bill" O. Roberts Regista
Fred Spencer Animazione
Ernie Stanton Cast
Oliver Wallace Musica
Bob Wickersham Animazione
Cornett Wood Animazione