Lanny & Wayne - Buoni vs. Cattivi

Il “Miniclassico”

Con Naughty vs. Nice il progetto Prep and Landing giunge al suo momentaneo capolinea. Dopo i due corti d'intermezzo, viene realizzata una seconda featurette che possa fungere da sequel vero e proprio del mediometraggio del 2009. La collocazione televisiva è ancora quella dell'holiday special, le modalità di diffusione pure, e questo compensa la mancanza di un lungometraggio animato targato WDAS per le feste natalizie del 2011 (il Classico di quell'anno, Winnie the Pooh, era già uscito in primavera). Dopo pochi anni i personaggi sono già entrati nei cuori del pubblico e il loro essersi fatti conoscere a poco a poco, grazie a questa sorta di appuntamento fisso, ricorda un po' le prime featurette di Winnie the Pooh, che avevano reso famoso negli anni 60 il Bosco dei Cento Acri, presentandone il cast per gradi. Anno dopo anno i WDAS hanno dato vita ad un mondo magico, pittoresco, una società parallela alla nostra assolutamente credibile e adatta ad essere approfondita.

Si Allarga il Respiro

L'inizio è parallelo a quello del primo Prep and Landing, che si apriva con la voce narrante di Wayne che spiegava “come funziona la faccenda”, solo che questa volta il focus non sono più gli elfi della pattuglia “controllo e atterraggio” ma i carbonai, che si occupano di castigare i bambini cattivi e che nel primo mediometraggio erano presenze di sfondo. Naughty vs. Nice ci mostra quindi l'altra faccia della medaglia, quella più oscura, imbastendo una trama che non riguarda più soltanto un elfo disilluso, ma che assume sin dall'inizio un respiro più ampio. La posta in gioco è alta: non si tratta più di rischiar di deludere un bambino, ma di impedire un disastro causato da una bambina “cattiva” che rischia di mettere seriamente a repentaglio il lavoro stesso degli elfi. Anche in questo caso è Wayne il protagonista, con Lanny a fargli da spalla, ma ben presto il duo si trasforma in terzetto, grazie all'arrivo del rozzo carbonaio Noel, fratello di Wayne e suo inconsapevole rivale. La trama è giocata sul parallelismo tra i problemi dei due fratelli e la situazione della bambina, con un sapiente gioco di rimandi e un intreccio davvero ben congegnato.

Un Look Pittoresco

Per quanto riguarda il comparto visivo, prosegue coerentemente il percorso stilistico dei WDAS, la cui CGI si differenzia da quella della Pixar e di altri studi concorrenti, per un approccio più astratto e meno realistico agli scenari. La città degli elfi continua ad essere l'ideale versione tridimensionale dei disegni di Mary Blair, fatti di chiazze di colore acceso, indice di un approccio alla computer grafica emotivo e pittoresco, piuttosto che verista. Anche i modelli dei personaggi risentono delle migliorie tecniche e stilistiche apportate da Glen Keane in Tangled: la bambina che scatena l'emergenza è infatti fortemente debitrice del modello di Rapunzel, della quale sembra una versione miniaturizzata.

Considerato generalmente ben riuscito, anche se con meno impatto del predecessore, Naughy Vs. Nice non ha avuto gli ascolti del primo Prep and Landing, motivo per cui la serie è stata momentaneamente messa in stand by. Fortunatamente negli USA questa è stata l'occasione per far finalmente uscire un BD contenente l'intero corpus. Nulla vieta che in futuro questa tradizione natalizia possa essere ripristinata, anche perché questi personaggi hanno ancora molto da dire.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Prep and Landing - Naughty vs. Nice
  • Anno: 2011
  • Durata:
  • Produzione: John Lasseter, Dorothy McKim, Craig Sost
  • Regia: Kevin Deters, Stevie Wermers Skelton
  • Sceneggiatura: ,
  • Storia: , , , , ,
  • Musica: Michael Giacchino
  • Supervisione dell'Animazione: Lino Di Salvo, Tony Smeed, Rebecca Wilson Bresee

Credits

Nome Ruolo
Daniel Arriaga Direzione Artistica
Scott Beattie Supervisione Layout
Doug Bennet Animazione
Allen Blaisdell Layout
Paul Briggs Storia
Darrin Butters Animazione
Youngjae Choi Animazione
Christopher Cordingley Animazione
Rahul Dabholkar Animazione
Peter DeMund Effetti d'Animazione
Kevin Deters Regista; Sceneggiatura
Lino Di Salvo Supervisore all'Animazione
Don Doughterty Storia
Hank Driskill Supervisione Tecnica
Adam Dykstra Animazione
Chadd Ferron Animazione
Jason Figliozzi Animazione
James D. Finn Sviluppo Visivo
Cory Rocco Florimonte Layout
Mac George Production Design
Michael Giacchino Musica
Adam Green Animazione
Jennifer Hager Animazione
Frank Hanner Supervisione TD - Personaggi
Brent E. Homman Animazione
Barry W. Johnson Storia
Brian Kesinger Storia
Alex Kupershmidt Animazione
Michael LaBash Storia
John Lasseter Produttore Esecutivo
Brian Leach Supervisione TD Lighting
Kevin K. Lee Effetti d'Animazione
Miyuki Kanno Long Animazione
Joe Mateo Storia
Dorothy McKim Produttore
Terry Moews Layout
Rick Moore Layout
John Murrah Supervisione Effetti Speciali
Robert Neuman Supervisione Stereoscopia
Marlon Nowe Animazione
Hyrum Virl Osmond Animazione
Zach Parrish Animazione
Daniel Martin Peixe Animazione
Bill Perkins Sviluppo Visivo
Ernest J. Petti Supervisione TD Lighting; Supervisione Look
Joel Reid Animazione
Bill Schwab Sviluppo Visivo
Chad Sellers Animazione
Tony Smeed Animatore principale
Craig Sost Produttore Associato
Kee Nam Suong Effetti d'Animazione
David Wainstain Layout
Stevie Wermers Skelton Regista; Sceneggiatura
Rebecca Wilson Bresee Animatore principale
David Womersley Sviluppo Visivo
John Wong Animazione
Bruce Wright Effetti d'Animazione