Pasticciopoli

I Sottomondi Disneyani

Dopo lo scivolone di Water Babies la serie delle Silly Symphony riprende decisamente quota con il magnifico The Cookie Carnival. Sin dai primordi gli animatori di Walt avevano dimostrato una certa dimestichezza con quel tipo di umorismo “meccanico”, che consisteva nel mostrarci utilizzi alternativi e particolarmente ingegnosi di comuni oggetti (e persino animali). A volte era la fauna a prendere in prestito dal mondo umano degli elementi utili, piegandoli alle proprie esigenze come in The Spider and the Fly (1931) o Bugs in Love (1932), mentre altre volte erano gli stessi umani ad utilizzare in modo particolarmente creativo il mondo animale, come accadeva in Father Noah's Ark (1933) e Mickey's Man Friday (1935). Era dunque solo questione di tempo perché gli artisti Disney passassero allo stadio successivo, iniziando a costruire interi microcosmi basati proprio su questo presupposto. Come vedremo anche in Music Land (1935) o in Woodland Café (1937), questi “sottomondi” escogitati dagli animatori Disney saranno sempre ispirati e ricchi di trovate argute e geniali. Questa eredità creativa sarebbe stata raccolta molti anni dopo dagli studi Pixar, capitanati da John Lasseter che, in film come Toy Story, Monsters, Inc. e Cars avrebbero sviluppato e approfondito il principio umoristico emerso in queste Silly Symphony. I WDAS avrebbero infine ripreso in mano questa felice tradizione solo nel 2012, con l'uscita di Ralph Spaccatutto, trasportando gli spettatori nell'affascinante mondo dei videogiochi.

Musica Zuccherosa

Il mondo di dolciumi in cui è ambientata questa Silly Symphony è il perfetto esempio di questa tipologia di umorismo: al suo interno sono presenti biscotti di zenzero di forma umanoide che utilizzano altri dolci non senzienti come oggetti. Ecco quindi la crema diventare tessuto, i marshmallow farsi cipria e le caramelle alla fragola trasformarsi in rossetti. Allo stesso modo molti celebri dolciumi vengono umanizzati portandosi dietro le loro caratteristiche chiave: le fette di torta paradiso diventano angioletti effemminati, i babà al rum si rivelano essere degli ubriaconi, la gelatina si trasforma in una grassa danzatrice del ventre e così via, trovata dopo trovata, fino a creare un mondo improbabile ma irresistibile. L'intero cortometraggio è quasi interamente cantato, ed è così ricco di motivetti e temi differenti da sembrare un vero e proprio musical in più atti, firmato da Leigh Harline e Larry Morey. All'inizio vediamo i dolci intenti a festeggiare una sorta di carnevale, con tanto di reginetta di bellezza da incoronare: il tema musicale è il frizzante The Cookie Carnival. Ben presto però ci si focalizzerà sui due protagonisti, il vagabondo Pan di Zenzero (doppiato da Pinto Colvig) e una triste e dimessa biscottina, in lacrime per il suo non poter partecipare alla festa. Attraverso un'ispiratissima sequenza musicale, The Sweetest One of All, la biscottina verrà rimessa a nuovo, pronta per figurare alla festa. Il terzo brano, Hail the Queen, accompagna le sequenze successive: l'entrata in scena della ragazza, la sua incoronazione e infine il momento in cui mostrerà gratitudine verso il suo benefattore, scegliendolo come re. Quest'ultima sequenza è una sorta di “corto nel corto”: prima dell'incoronazione di Pan di Zenzero sfileranno infatti tutti gli altri candidati, che uno dopo l'altro improvviseranno dei brevi ma gustosi siparietti musicali.

Da Cookieland a Sugar Rush

Poche Silly Symphony possono dirsi ricche quanto The Cookie Carnival. Un tale concentrato di gag, musica e meraviglie visive è l'ulteriore dimostrazione dell'immensa qualità dell'animazione Disney in questa fase produttiva. Il cortometraggio viene oggi considerato una delle Silly Symphony più amate e vanta anche una stupenda trasposizione cartacea in tavole domenicali, firmata da Ted Osborne e Al Taliaferro. Cookie Land – A Romance of the Cake and the Candy World! viene infatti pubblicata nell'arco di tredici settimane come settimo ciclo delle Silly Symphony a fumetti. La versione su carta presenta una trama completamente diversa rispetto al cortometraggio, in cui alle spiritose carnevalate si sostituisce invece una storia d'amore vissuta sullo sfondo di un intrigo di palazzo: la ragazza in quest'occasione è una vera principessa, travestitasi di stracci per visitare la città in incognito, mentre il suo eroe Pan di Zenzero si ritroverà a gareggiare per la sua mano contro l'infido demonietto Fettaditorta, che sullo schermo appariva di sfuggita in coppia con un suo clone durante la godibilissima carrellata dei pretendenti. L'idea di un mondo interamente fatto di dolciumi sarebbe stata ripresa quasi ottant'anni dopo agli studios in occasione del sovracitato Ralph Spaccatutto (2012), in cui l'universo dei videogiochi sarebbe stato esplorato a fondo. Una delle dimensioni fittize visitate dal protagonista Ralph, il gioco di corse Sugar Rush, avrebbe infatti presentato una tematizzazione pressocché identica a quella della gloriosa Silly Symphony del 1935.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: The Cookie Carnival
  • Anno: 1935
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Ben Sharpsteen
  • Storia:
  • Cast: Pinto Colvig
  • Musica: Leigh Harline, Larry Morey
  • Animazione: Paul Allen, Johnny Cannon, Ferdinand Huzsti Horvath, Jack Kinney, John McManus, Grim Natwick, Milt Shaffer, Fred Spencer, Eddie Strickland, Don Towsley, Vladimir "Bill" Tytla

Credits

Nome Ruolo
Paul Allen Animazione
Johnny Cannon Animazione
Pinto Colvig Cast (Cookie Hero); Storia
Walt Disney Produttore
Leigh Harline Canzoni ("The Cookie Carnival", "The Sweetest One of All", "Hail the Queen"); Musica
Ferdinand Huzsti Horvath Fondali; Progettazione Personaggi; Animazione
Albert Hurter Progettazione Personaggi
Jack Kinney Animazione
John McManus Animazione
Larry Morey Canzoni ("The Cookie Carnival", "The Sweetest One of All", "Hail the Queen")
Grim Natwick Progettazione Personaggi; Animazione
Milt Shaffer Animazione
Ben Sharpsteen Regista
Fred Spencer Animazione
Eddie Strickland Animazione
Don Towsley Animazione
Vladimir "Bill" Tytla Animazione