Il Cane Rapito

Topolino e Paperino

L'accoppiata Topolino/Pippo, sviluppata nei fumetti Disney da Floyd Gottfredson, non aveva in realtà mai avuto alcuna vera corrispondenza nell'animazione. Inizialmente lo spilungone era infatti un membro esterno al gruppo, poi divenne parte con Topolino e Paperino di un terzetto e infine si ritrovò ad agire da solo come titolare di una serie personale. Non è così strano quindi che in The Dognapper a far da partner a Topolino non ci sia Pippo bensì Paperino, qui alla sua terza apparizione cinematografica. Il papero viene qui visualizzato col look sfoggiato in Orphan's Benefit, simile a quello degli esordi ma con in più le zampe nere, adatte a far contrasto su sfondo bianco. The Dognapper è un corto d'azione, che permette a Topolino di portare sul grande schermo un po' di quel respiro che troveremo nelle sue storie a strisce. Il punto di partenza è il rapimento della cagnolina Fifì da parte di Pietro Gambadilegno, intenzionato a chiedere a Minni un riscatto. Topolino e Paperino agiscono nei panni di due agenti di polizia, il che è curioso se si pensa che in futuro nelle sue avventure poliziesche Mickey verrà identificato come il collaboratore esterno per eccellenza.

Canone Disney

Fifì era già apparsa nel cortometraggio Puppy Love (1933) e negli anni immediatamente successivi sarebbe stata sporadicamente utilizzata come controparte di Pluto. Nel corto in questione si nota l'attenzione degli artisti Disney nel mantenere una coerenza di fondo tra un cortometraggio e l'altro. Fifi, ad esempio, viene rapita in quanto vincitrice di un concorso per cani, ma non viene presentata come se fosse un nuovo personaggio: la sua appartenenza a Minni viene resa esplicita dai titoli di giornale che in apertura ne denunciano il rapimento. Anche la caratterizzazione di Pietro Gambadilegno una volta tanto è in linea con quanto di lui sappiamo dai fumetti. Saranno numerosissime le occasioni in cui Pietro presterà le sue fattezze a diversi personaggi negativi, dando vita ad un'interminabile serie di cloni, ma qui si tratta senza dubbio della sua versione ufficiale, quel criminale urbano visto così raramente nell'animazione. The Dognapper è interamente incentrato sullo scontro tra i due poliziotti e Pietro, che si svolge in una segheria. Le gag sono simpatiche, anche se non particolarmente memorabili. Il cortometraggio è però molto significativo proprio per l'uso intelligente e insolito che viene fatto del cast disneyano.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: The Dognapper
  • Anno: 1934
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Dave Hand
  • Cast: Pinto Colvig, Walt Disney, Marcellite Garner, Clarence Nash
  • Musica: Frank Churchill, Bert Lewis
  • Animazione: Johnny Cannon, Clyde Geronimi, Hardie Gramatky, William Justice, Richard Lundy, William "Bill" O. Roberts, Marvin Woodward

Credits

Nome Ruolo
Johnny Cannon Animazione
Frank Churchill Musica
Pinto Colvig Cast
Walt Disney Cast; Produttore
Marcellite Garner Cast
Clyde Geronimi Animazione
Hardie Gramatky Animazione
Dave Hand Regista
William Justice Animazione
Bert Lewis Musica
Richard Lundy Animazione
Clarence Nash Cast
William "Bill" O. Roberts Animazione
Marvin Woodward Animazione