The Further Adventures of Thunderbolt

L'Anno Sabbatico

Il 2015 è un anno molto strano per i Walt Disney Animation Studios. Forti del successo degli ultimi due lungometraggi, Frozen e Big Hero 6, gli studios si prendono un anno di pausa dai lungometraggi, lasciando spazio nelle sale alle produzioni di altri reparti della Company. Dietro le quinte però i lavori procedono, e si punta al completamento di ben due nuovi film, Zootopia e Moana, previsti per l'anno successivo. Le uniche produzioni a marchio WDAS in uscita nel 2015 sono Frozen Fever e The Further Adventures of Thunderbolt, due cortometraggi spin-off, ambientati cioé negli stessi universi narrativi dei rispettivi lungometraggi. Da qualche anno a questa parte gli studios, sul modello pixariano, si divertono a realizzare questo tipo di bonus derivativi: alcuni di essi verranno mandati nelle sale, è il caso di Tangled Ever After (2012) e Frozen Fever, mentre altri, come A Dairy Tale (2004) e Super Rhino (2009), verranno invece inseriti come simpatici extra nelle edizioni home video dei lungometraggi di riferimento, premiando così gli aquirenti di dvd e blu ray.

Il Seguito di Floyd Norman

È questo il caso di Thunderbolt, un filmato di soli due minuti, che viene inserito nella nuovissima edizione del diciassettesimo film animato Disney, La Carica dei 101 (1961), prodotto mezzo secolo prima. All'epoca della sua uscita, il lungometraggio costituì una ventata di aria fresca nel panorama disneyano, che fino a quel momento non aveva mai battuto la strada “contemporanea”. In una divertente sequenza si vedevano i piccoli dalmata intenti a guardare uno show televisivo a puntate con protagonista il cane Fulmine (Thunderbolt), parodia delle ingenue serie tv coeve. In uno scenario western, questo eroe a quattro zampe se la doveva vedere con il bandito Dawson, tuttavia sul “più bello” l'episodio terminava con un cliffhanger, lasciando i cuccioli a bocca asciutta. Più di cinquant'anni dopo, un team interno allo studio, soprannominato Walt Disney Animation Studios Special Projects, si è occupato di dare seguito alla sequenza. A prendersi carico della cosa è stato Floyd Norman, attivo sin dai tempi di Sleeping Beauty (1959), un vero e proprio veterano che nel corso della sua vita ha collaborato a numerosi film WDAS, Pixar e persino alle più recenti strisce di Mickey Mouse.

Un'Unica Mano

In qualità di direttore della storia, Floyd Norman si è occupato di scrivere il proseguio della vicenda, narrando la cattura del bandito e ispirandosi al lavoro da lui stesso svolto all'epoca, insieme allo sceneggiatore Bill Peet. Invece l'animazione è opera di Phil Nibbelink, artista che lavorò negli anni 80 sia in Disney che al fianco di Don Bluth, e che nel 1993 co-diresse il lungometraggio non disneyano We're Back! - 4 Dinosauri a New York. Il lavoro di Nibbelink è più che valido, specie se si considera che al corto ha lavorato da solo, e che ogni animazione è dunque opera sua. Per omogeneità con l'originale, il corto viene presentato in bianco e nero, ma incorniciato da dei brevissimi frammenti a colori, tratti direttamente dal lungometraggio originale in cui vediamo i dalmata reagire a ciò che vedono sullo schermo. Chiaramente, non stiamo parlando di una produzione ad alto budget, ma di una chicca dal valore soprattutto filologico, un affezionato omaggio ad un'epoca produttiva differente. Questi progetti speciali potrebbero dunque essere diventati per lo studio una via percorribile per continuare a produrre animazione tradizionale.

Nota: Si ricorda che Fulmine era stato in passato protagonista anche di La Carica dei 101 II: Macchia, un Eroe a Londra (2003), “cheapquel” prodotto dai DisneyToon Studios.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: The Further Adventures of Thunderbolt
  • Anno: 2015
  • Durata:
  • Produzione: Dave Bossert, David J. Daniels, David Jessen, Brian Kwan, Daniel Ridgers
  • Regia: Floyd Norman

Credits

Nome Ruolo
Dave Bossert Produttore
David J. Daniels Produttore Associato
Ziwei Duanmu Fondali
David Jessen Produttore Esecutivo
Brian Kwan Produttore
Phil Nibbelink Animatore
Floyd Norman Regista
Daniel Ridgers Produttore