Hockey su Ghiaccio

La Rivincita Sportiva

In The Hockey Champ tornano in pista Qui, Quo e Qua, qui alla loro quarta apparizione nel giro di pochi mesi, dopo l'esordio in Donald's Nephews l'anno precedente. Lo spunto ricorda molto Donald's Golf Game (1938) in cui il terzetto aveva dato allo zio una bella lezione sul campo di golf, solo che tale schema è qui applicato all'hockey, sport di cui Paperino si dichiara particolarmente esperto. Emerge con prepotenza un'altra sfaccettatura del carattere di Paperino, che lo stesso Carl Barks approfondirà nei fumetti: vanesio, spaccone e sempre sul punto di strafare. Stanchi delle vanterie dello zio, i nipotini lo sfideranno, umiliandolo con trucchi di ogni tipo che lo porteranno a fare una magra figura. I nipotini tornano così a sfoggiare la loro vena più turbolenta, dopo il parziale ravvedimento visto in Good Scouts (1938), in cui apparivano più ingenui. Questo tipo di scaramucce verrà reso alla perfezione anche nei fumetti dello stesso Carl Barks, in particolare nelle tenpage, brevi storielle da dieci tavole realizzate per il comic book antologico Walt Disney's Comic and Stories, in cui “l'uomo dei paperi” dimostrerà una verve comica incredibile.

Scaramucce sul Ghiaccio

Non sono soltanto le frizzanti gag a rendere riuscito il cortometraggio, ma anche il comparto visivo, particolarmente curato. Le animazioni di Paperino e dei nipotini sono a dir poco straordinarie, e i fondali veramente accattivanti. L'atmosfera del laghetto ghiacciato rende particolarmente bene in questi cortometraggi “invernali”, come si è visto negli splendidi Peculiar Penguins (1934) e On Ice (1935), nei quali la scelta cromatica era davvero sofisticata e imprevedibilmente varia. The Hockey Champ si rivela dunque un cortometraggio molto divertente e ben ritmato, molto distante dal più debole Donald's Golf Game. È necessario tuttavia sottolineare e spiegare la gag iniziale in cui Paperino ammicca allo spettatore, “trasformandosi” in una biondina. Si tratta di una caricatura di Sonja Heine, diva pattinatrice molto famosa in quegli anni. Curiosamente Donald si ritroverà faccia a faccia con Sonja proprio pochi mesi dopo, nel cortometraggio The Autograph Hound, in cui lo vedremo aggirarsi a caccia di autografi tra le celebrità di Hollywood del periodo.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: The Hockey Champ
  • Anno: 1939
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Jack King
  • Storia: ,
  • Cast: Clarence Nash
  • Musica: Oliver Wallace
  • Animazione: Paul Allen, Larry Clemmons, James H. Culhane, Eric Larson, John McManus, Lee Morehouse, Don Towsley, Berny Wolf

Credits

Nome Ruolo
Edwin Aardal Effetti Speciali
Paul Allen Animazione
Al Amatuzio Effetti Speciali
Carl Barks Storia
Larry Clemmons Animazione
James H. Culhane Animazione
Walt Disney Produttore
Joseph Gayek Effetti Speciali
Jack Hannah Storia
Bill Herwig Layout
Jack King Regista
Eric Larson Animazione
John McManus Animazione
Lee Morehouse Animazione
Clarence Nash Cast
George Rowley Effetti Speciali
Don Towsley Animazione
Oliver Wallace Musica
Berny Wolf Animazione