The Moose Hunt

Pluto il Cucciolone

The Moose Hunt segna l'esordio ufficiale di Pluto nel mondo Disney. Come per altri personaggi disneyani, anche qui più che di un esordio si tratta in realtà di un'evoluzione. In The Chain Gang avevamo infatti già visto due bloodhound molto simili a lui inseguire Topolino nella scena dell'evasione. Successivamente in The Picnic il personaggio di Pluto aveva finalmente preso la forma e il ruolo che oggi conosciamo, tuttavia non veniva chiamato Pluto, bensì Rover, e veniva detto essere il cane di Minni. In The Moose Hunt il suo percorso giunge finalmente al traguardo: Pluto acquista il suo nome e viene finalmente identificato come il cane di Topolino. Pochi mesi dopo sarà proprio il fumettista Floyd Gottfredson a svelarcene finalmente l'origine, al termine del ciclo di strisce oggi chiamato Circus Roustabout (Topolino Domatore e Saltimbanco) in cui vediamo Pluto seguire Topolino fino a casa di Minni. I due fidanzatini non perderanno tempo e il cucciolone verrà immediatamente adottato, entrando a far parte per sempre delle loro vite.

La Morte di Pluto

Il cortometraggio in questione si distacca dalla formula musicale tanto in voga in quegli anni, e propone invece una semplice trama che vede Topolino e Pluto a caccia d'alci, argomento che verrà ripreso anche in Moose Hunters (1937). L'attenzione è ovviamente spostata su Pluto, che da questo momento in poi diventerà uno dei più importanti generatori di gag della serie. In The Moose Hunt il cucciolone annusa il terreno e si trastulla con piccoli animali, sfoderando già quello che sarà il suo futuro repertorio. A dire il vero, alcune sue bizzarre abilità verranno presto messe da parte: lo vediamo infatti volare usando le orecchie come ali, in anticipo di dieci anni su Dumbo, e addirittura parlare. Si tratta ovviamente di piccole frasi (“Mammy!”, ”Kiss Me!”, “The Moose!”), nient'altro che gag ricorrenti, che però fanno capire come all'epoca non fosse ancora chiara agli studios la distinzione tra animali veri e antropomorfi. La scena più interessante rimane quella in cui Topolino spara a Pluto, scambiandolo per un alce, e ne piange la morte chiedendo aiuto addirittura al pubblico, senza sapere che il cane sta in realtà fingendo. Una scena del genere tra i due la rivedremo in Squatter's Rights (1946) ma, in generale, la finta morte diverrà presto un cliché del cinema d'animazione Disney.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: The Moose Hunt
  • Anno: 1931
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Burt Gillet
  • Musica: Bert Lewis
  • Animazione: Les Clark, Norman Ferguson, David Hand, Jack King, Richard Lundy, Tom Palmer, Ben Sharpsteen

Credits

Nome Ruolo
Les Clark Animazione
Walt Disney Produttore
Norman Ferguson Animazione
Burt Gillet Regista
David Hand Animazione
Jack King Animazione
Bert Lewis Musica
Richard Lundy Animazione
Tom Palmer Animazione
Ben Sharpsteen Animazione