The Plow Boy

Quello Spaccone di Orazio

C'è sempre stata molta confusione sull'effettivo esordio di Orazio e Clarabella, nel microcosmo rurale dei corti di Mickey Mouse. Il motivo è che all'inizio, come si è visto anche in When the Cat's Away, gli artisti Disney non avevano ancora chiaro il concetto di animale antropomorfo, e poteva quindi accadere che personaggi appartenenti al regno animale potessero sconfinare nell'altra categoria e viceversa. Sin dagli esordi Topolino si era infatti circondato di animali della fattoria, tra cui si potevano individuare cavalli, mucche e altri animali piuttosto generici, spesso somiglianti fra loro a causa dell'impronta stilistica di Ub Iwerks, predominante in quella fase. In The Plowboy troviamo Topolino intento a far trainare l'aratro al suo cavallo, e l'animale in questione, pur camminando a quattro zampe, indossa una bombetta e talvolta si alza in piedi, sfoggiando quell'atteggiamento da ingenuo spaccone tipico del primissimo Orazio. Si può certamente affermare che il personaggio nasca ufficialmente qui. Per Clarabella il discorso è un po' diverso: per comodità gli storici tendono a considerare The Plowboy anche l'esordio della pettegola mucca, ma la verità è che il bovino qui raffigurato ha veramente poco a che vedere con Clarabella, e sembra più uno dei tanti animali anonimi tratteggiati da Iwerks fino a quel momento. La sequenza che introduce la mucca contiene un errore: il bovino è animato come se dovesse procedere verso sinistra, ma il fondale invece di scorrere verso destra si muove in direzione opposta dando la fastidiosa impressione che il personaggio indietreggi.

Una Collezione di Situazioni

The Plowboy non ha una trama precisa, ma è una collezione di situazioni a tema contadino. Molti cortometraggi in futuro si limiteranno ad essere semplicissimi quadretti a tema, inserendo balletti e numeri musicali per riempire il minutaggio. The Plowboy però non si appoggia alla musica bensì alle semplici gag: vediamo Topolino arare, mungere una mucca e fare delle avances a Minni, che come in Plane Crazy si ritroverà ancora una volta baciata a forza da un Mickey più irruento e politicamente scorretto che mai. Viene inoltre riciclata ancora una volta la gag, tanto cara a Iwerks, degli animali che si scontrano tra loro fondendosi in un corpo unico. È in questo corto che il design di Minni si stabilizza: le vengono aggiunti i guanti, mentre viene eliminato il reggiseno. A dire il vero, il reggiseno è presente nei primissimi minuti, salvo poi sparire all'improvviso, come se niente fosse, il che potrebbe essere indice di scarsa cura, dovuta all'improvviso impennarsi del ritmo produttivo avuto in quei mesi febbrili. La conclusione del cortometraggio, con Orazio che punto da un'ape si imbizzarrisce, serve ad aggiungere movimento alla vicenda, e prelude ad una soluzione narrativa che verrà spesso adottata in futuro, quando al cast principale si aggiungerà finalmente Pluto.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: The Plow Boy
  • Anno: 1929
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Walt Disney
  • Musica: Carl Stalling
  • Animazione: Les Clark, Burt Gillet, Ub Iwerks, Jack King, Ben Sharpesteen

Credits

Nome Ruolo
Les Clark Animazione
Walt Disney Produttore; Regista
Burt Gillet Animazione
Ub Iwerks Animazione
Jack King Animazione
Ben Sharpesteen Animazione
Carl Stalling Musica