Paperino in Tribunale

Disney in Tribunale

Con lo splendido The Trial of Donald Duck si chiude un capitolo molto importante della carriera di Paperino. Jack King, principale regista della serie sin dai suoi albori, firma quest'ultimo cortometraggio e poi si ritira, lasciando definitivamente il timone a Jack Hannah. Come si è visto, in questi ultimi anni King aveva messo la sua firma sui migliori short di Donald, concentrandosi su temi diversi rispetto alle diatribe con animali che predominavano in quelli del suo collega. Paperino si era ritrovato così a fare i conti con sé stesso, con i suoi difetti caratteriali e le sue disavventure amorose, in un ciclo di cortometraggi intelligenti e narrativamente strutturati. In quest'ultimo esponente del filone il papero non ha a che fare con Paperina bensì con una situazione del tutto insolita per lui: un processo civile. L'aula del tribunale non è un setting inedito nei corti umoristici Disney, basti pensare al maestoso e orrorifico Pluto's Judgement Day (1935), ma è sicuramente raro, date le implicazioni fortemente narrative di tale scenario. Si ritornerà in questo contesto nella famosa sequenza processuale del coevo Le Avventure di Ichabod & Mr. Toad (1949), e infine in The Story of Anyburgh, USA (1957).

Paperino Contro Pierre

A dire il vero, il processo narrato nel cortometraggio presenta una curiosa e improbabile commistione di elementi civili e penali. Il caso in questione riguarda Paperino contro Pierre, un maitre di uno sfarzoso ristorante francese. Il papero, tuttavia, più che il ruolo di un contendente alla pari, ricopre quello dell'imputato, e qua e là troviamo riferimenti al fatto che Paperino rischierebbe addirittura la prigione. Secondo Pierre, il papero si sarebbe rifugiato nel suo ristorante per sfuggire a un acquazzone, tenendo una condotta riprovevole e poco consona al rango del locale. Secondo Paperino invece sarebbe stato Pierre a comportarsi in modo disonesto nei suoi confronti. La narrazione del pregresso avviene tramite flashback, elemento ormai entrato normalmente nell'uso dei corti Disney, come si è visto l'anno precedente in Donald's Dilemma e Bootle Beetle. Da questa analessi apprendiamo come siano andate in realtà le cose, e come torto e ragione non stiano mai da una parte sola. A condurre alla situazione attuale è stata infatti una reazione a catena di microscopiche scorrettezze avvenute da ambo le parti.

Torto e Ragione

La ricostruzione dei fatti è di una finezza incredibile nel suo riuscire ad essere completamente neutra, e a mettere entrambi in luce negativa a turno. Se da un lato Paperino è effettivamente entrato nel ristorante lussuoso, comportandosi come se fosse al bar e pretendendo di pagare la consumazione con un nichelino, dall'altro lato Pierre gli ha servito una tazzina microscopica di caffè ad un prezzo esorbitante. Se Paperino ha pensato bene di vendicarsi di Pierre consumandogli in faccia un pasto portato da casa, la contromossa di Pierre è stata quella di mettere in conto a Paperino il suo stesso pranzo al sacco. Siamo molto distanti dalle semplici scaramucce contro gli animaletti cui il personaggio sarà condannato d'ora in poi, qui la contesa si gioca su un piano decisamente più sottile e psicologico. Anche il verdetto finale, in cui Paperino viene condannato a risarcire solo una parte di quanto richiesto da Pierre, e sfrutta comunque la situazione per vendicarsi, dimostra una volontà da parte degli artisti di battere sentieri narrativi sempre più originali. Un coraggio che d'ora in poi sparirà quasi del tutto, per lasciare il posto a cortometraggi pregevoli ma dai canovacci convenzionali.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: The Trial of Donald Duck
  • Anno: 1948
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Jack King
  • Musica: Oliver Wallace
  • Animazione: Ed Aardal, Paul Allen, Jack Boyd, Fred Kopietz

Credits

Nome Ruolo
Ed Aardal Animazione
Paul Allen Animazione
Jack Boyd Animazione
Merle Cox Layout
Walt Disney Produttore
Don Griffith Layout
Jack King Regista
Fred Kopietz Animazione
Oliver Wallace Musica