Home The Disney Compendium il Fumettazzo

Faraci & Ziche: ¡Infierno!

Butta via l'inutilità!

Faraci & Ziche: ¡Infierno!

Messaggioda Tyrrel » giovedì 30 marzo 2006, 08:51

Può un fumetto senza dialoghi (e si parla di una storia, non di una tavola o di una strip) essere divertente, scorrevole e sopratutto mai banale e noioso?
Sicuramente per realizzarlo è necessario padroneggiare in maniera eccellente le tecniche e le soluzioni artistiche dei comics. Sicuramente Tito Faraci e Silvia Ziche sono gli autori giusti per una storia del genere.
Pubblicato in bianco e nero per la prima volta nel Marzo 1999, ¡Infierno! a 7 anni esatti di distanza viene ripubblicato dalle Edizioni BD, in grande formato (19x26), cartonato e a colori. Prezzo 12,50 €, forse un pò alto per un volume di 56 pagine (a mio avviso il prezzo ideale è sugli 8 €) ma ne vale la pena sia per chi già possiede la prima edizione, sia per chi come il sottoscritto non lo aveva ancora letto.
¡Infierno! nasce in un periodo particolare per il fumetto, quello della "rivoluzione disneyana" della quale abbiamo avuto modo di parlare in altri topic. E nonstante non si tratti di un "prodotto" Disney, proprio a questa rivoluzione è strettamente legato, partendo dai 2 autori, che di quella rivolzione furono tra i protagonisti assoluti. E che in quel periodo trovarono la loro consacrazione.
Come ho detto all'inizio, ¡Infierno! è una storia senza dialoghi. Si potrebbe pensare, a torto, che sia quindi una lettura poco impegnativa. Niente di più sbagliato, per leggere ¡Infierno! e coglierne tutti gli aspetti è necessaria un grado di concentrazione almeno pari a quello di una normale storia con dialoghi; anzi di più, trattandosi di una storia comica. Ma come si può far capire al lettore il messaggio che si vuol dare? Come si fa a dare l'impressione dei dialoghi solamente con delle scene mute? La risposta è semplice, bisogna essere eccellenti. Non si può sbagliare nemmeno una vignetta in una storia simile. La sceneggiatura deve essere dettagliata, solida e senza sbavature, i disegni comunicativi e chiari; ogni scena deve essere comprensibile, ogni cambio di umore deve essere percepito dalle espressioni e da quel che accade nella scena.
Ho già detto che Tito Faraci e Silvia Ziche sono gli autori giusti per questa storia; ma sia ben chiaro, la sceneggiatura faraciana non avrebbe dato questi risultati se non fosse stata affiancata dal disegno zichiano. E viceversa, il bellissimo tratto comico della Ziche non avrebbe reso in una storia del genere senza una sceneggiatura di Faraci.
La trama in breve. Un boss mafioso si trova moribondo sul letto circondato dai familiari, mentre una Morte slanciata e in tacchi a spillo attende che arrivi la sua ora. Quando questa arriva, la Morte lo porta tramite uno speciale ascensore agli inferi, mentre lui vorrebbe andare in paradiso. Viene affidato a due demoni che lo debbono scortare fino da Satana. Ma il boss cerca in tutti i modi di scappare, e ce la fa corrompendo un angelo con un pò di acquasanta e arrivando in paradiso. I due demoni vengono inviata da Satana a recuperarlo, ma arrivati in paradiso scoprono che il boss si è candidato contro la Trinità alle elezioni politiche; incredibilmente il boss si trova testa a testa con Dio, proponendo un paradiso all'insegna dei vizi e della maleducazione. Ma i due demoni (e il pipistrello di uno dei due), riesco a riportarlo a gli inferi; e lì sono guai per Satana.
Presenti nella storia citazioni ai faraciani nani di gesso e Baldo l'Allegro Castoro, anche questi facenti parte a pieno titolo del periodo di rivoluzione disneyana che ha portato a Pkna, MM, Ridi Topolino e Witch.
Ciliegina sulla torta di questa edizione, sono i colori del bravissimo Luca Bertelè che ho già apprezzato in "Jungle Town", ma che in questo caso, a mio avviso, è ancora meglio, adattissimo per i disegni della Ziche.
E in conclusione segnalo che in questa riedizione ci sono 2 tavole in più rispetto alla storia di 7 anni fa.
Ultima modifica di Tyrrel il giovedì 30 marzo 2006, 11:29, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Tyrrel
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 2872
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2005, 12:24
Località: Cagliari e dintorni
Has thanked: 16 times
Been thanked: 8 times

Messaggioda DeborohWalker » giovedì 30 marzo 2006, 11:10

Ahi,ahi,ahi.
Adesso Grrodon ti bastonerà, esiste già questo topic:

http://www.elikrotupos.com/sollazzo/viewtopic.php?t=284
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Messaggioda Tyrrel » giovedì 30 marzo 2006, 11:19

'azz, è vero! E non è che mi fosse sfuggito, l'avevo letto! :cazz: :cazz: :cazz:
Grrò provvedi a spostare, che io nel frattempo mi auto-bastono.
Avatar utente
Tyrrel
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 2872
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2005, 12:24
Località: Cagliari e dintorni
Has thanked: 16 times
Been thanked: 8 times

Messaggioda Valerio » giovedì 30 marzo 2006, 11:23

Provvedi a copincollare tutto, piuttosto, che di spostamenti di post non ne posso fare io...
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10351
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Tyrrel » giovedì 30 marzo 2006, 11:31

Ok, fatto.
Puoi pure cancellare questa ;)
Avatar utente
Tyrrel
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 2872
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2005, 12:24
Località: Cagliari e dintorni
Has thanked: 16 times
Been thanked: 8 times


Torna a Pattumiera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Cookie Policy