Home The Disney Compendium il Fumettazzo

[Gisaburo Sugii] Amicinemici - Le avventure di Gav e Mei

Rin Taro, Otomo, Satoshi Kon e tutto ciò che faticosamente fuoriesce dal Giappone. Film dei Pokémon compresi.

[Gisaburo Sugii] Amicinemici - Le avventure di Gav e Mei

Messaggioda Mike Haggar » venerdì 22 febbraio 2008, 09:43

Immagine Immagine

Durante un temporale, Gav e Mei si rifugiano, spaventati, in una vecchia baracca abbandonata.
Non riescono a vedersi o a toccarsi l'un l'altro, però possono parlare.
Parlando, scoprono così di avere parecchie cose in comune, e si ripromettono di ritrovarsi di persona il giorno successivo, previa parola d'ordine per riconoscersi, e approfondire così la loro neonata amicizia.
Alla luce del sole, però, i due riescono a vedere finalmente le loro reali identità, e qui sorge il problema.
Gav è un fiero lupo, mentre Mei è un indifeso capretto.
Tuttavia, in virtù di quel breve ma importante momento trascorso insieme nella scorsa notte, i due decidono di andare contro le stesse leggi della natura (con molti tormenti per il povero Gav, che a più riprese sarà tentato di mangiarsi l'amico capretto!) e di rimanere amici, incontrandosi di nascosto dai rispettivi clan.
Certo, la cosa non sarà semplice come pensavano...

Arashi no yoru ni ("Nella notte della tempesta"), questo il titolo originale, è un film del 2005, giunto nei cinema italiani inspiegabilmente con due anni di ritardo, nel mese di Agosto, in cui tendenzialmente i cinema sono chiusi, e con un titolo italiano che, come spesso accade, non vi rende giustizia.
Me lo sono ritrovato davanti in videoteca quasi per caso e sono stato attirato dal nome del regista, Gisaburo Sugii, che non sarà Miyazaki ma è pur sempre una delle personalità più autorevoli dell'animazione giapponese.
I più anzianotti lo ricorderanno come il regista di The Monkey e di Glass no Kamen (da noi Il grande sogno di Maya), i più giovani per opere più moderne e giovanili come Super Doll Rika-chan.
Senza poi trascurare alcuni dei suoi più grandi successi, che sono legati alle trasposizioni animate dei fumetti di Mitsuru Adachi. Suoi infatti gli anime di Nine, di Hiatari Ryoko (da noi Questa allegra gioventù), ma soprattutto la versione animata del capolavoro Touch (da noi Prendi il mondo e vai), di cui Sugii ha curato personalmente i 101 episodi della serie tv e supervisionato i cinque film.
Per i videogiocatori, invece, ricordiamo che dobbiamo a Gisaburo Sugii anche la regia di Street Fighter 2 - The animated movie e della bellissima serie televisiva che lo seguì, Street Fighter 2 Victory.
Curioso di vedere come il regista di alcuni dei miei anime preferiti (Io sono un fan della saga Capcom e "Touch" è il mio fumetto preferito, fate un pò voi... :D) si sarebbe rapportato on un film originale per il cinema, ho deciso di noleggiarlo, e non mi sono affatto pentito di questa mia decisione.

Il film è tratto dall'omonimo libro del 1998 di Yuichi Kimura (edito anche in Italia da Salani col titolo In una notte di temporale), che però è un brevissimo raccontino illustrato per bambini che mostra in una decina di pagine l'incontro tra il lupo e la capretta durante la tempesta.
Chiaro che sarebbe stato impossibile basare un film di un'ora e mezza su queste poche paginette. La versione per il grande schermo, dunque, va ben oltre, approfondendo i due personaggi, creandone di nuovi e aggiungendo una sapiente continuazione, ben mista tra commedia e dramma, alla storia della notte di tempesta.
I due protagonisti sono costruiti in maniera impeccabile. Il capretto Mei è disegnato in maniera molto kawaii e offre momenti in cui, appunto, fa il capretto, tenero, innocente e indifeso, ed altri in cui, invece, rivela un'inaspettata saggezza e un'incondizionata fiducia nel suo amico lupo. Lupo che invece si bilancia perfettamente tra i momenti in cui è fiero, duro e maestoso, quelli in cui è volutamente disegnato in maniera buffa (è lui, con i suoi tormenti interiori, la vera spalla comica della serie!) e quelli in cui anche lui si dà a tormenti ben più seri e a performances più drammatiche.
A due personaggi così ben caratterizzati è praticamente impossibile non affezionarsi, e ben presto verremo interamente coinvolti nelle loro vicende.
Disegnato ed animato con uno stile particolare, come se fossero dei disegni ad acquerello che si muovono (e probabilmente lo sono anche! :D), "Arashi no yoru ni" è un film delicato e poetico, capace di insegnare ai bambini di oggi molto di più di molti suoi colleghi hollywoodiani in tre dimensioni, che porta con sè un grande messaggio, quello dell'amicizia incondizionata, del rispetto delle diversità, che è sempre ben accetto in un mondo dove si fa la guerra a persone diverse da noi per religione o per colore della pelle.
Peccato che la scarsa distribuzione italiana (come sempre, per quel che riguarda i film animati giapponesi, del resto!) gli abbia dato scarsa visibilità nei cinema, e saranno sicuramente ben pochi coloro che sono andati a vederlo o che sono a conoscenza di questa piccola perla.

Ah, i più Disney-Nerd di voi vi avranno sicuramente trovato parecchi punti in comune col Disneyano Red & Toby Nemiciamici.
Chiaro che ci ho pensato anch'io, ma dal momento che non vedo quest'ultimo da una quindicina d'anni (la mia videocassetta è andata persa durante uno dei miei tanti traslochi) non sono molto ferrato sull'argomento, quindi ho evitato dannosi paragoni! :D
Perchè pirati si nasce, e all'arrembaggio si va, con la bandiera che sventola, per dire "siamo qua!".
Avatar utente
Mike Haggar
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 324
Iscritto il: domenica 06 gennaio 2008, 23:04
Località: Palermo
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: Gisaburo Sugii: Amicinemici - Le avventure di Gav e Mei

Messaggioda Rebo » venerdì 22 febbraio 2008, 10:24

Si sa per caso se/quando verrà messo in vendita?
Avatar utente
Rebo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1443
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 18:30
Has thanked: 1 time
Been thanked: 5 times

Re: Gisaburo Sugii: Amicinemici - Le avventure di Gav e Mei

Messaggioda Mike Haggar » venerdì 22 febbraio 2008, 23:05

E' già in vendita.
E l'ho comprato al GS ad un prezzo considerevolmente inferiore di quello che mi proponeva invece la Feltrinelli... :elio:
Perchè pirati si nasce, e all'arrembaggio si va, con la bandiera che sventola, per dire "siamo qua!".
Avatar utente
Mike Haggar
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 324
Iscritto il: domenica 06 gennaio 2008, 23:04
Località: Palermo
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda DeborohWalker » sabato 23 febbraio 2008, 02:33

Copioincollo quanto scrissi un anno fa, dopo averlo visto al Future Film Festival.

Stormy Night
Immagine

Durante uno spaventoso temporale la capretta Mei e il lupo Gav, all'insaputa l'uno dall'altro, trovano rifugio all'interno di un casolare abbandonato. Senza potersi vedere nè annusare, passeranno la notte a parlare e stringere un'amicizia, con la promessa di reincontrarsi in futuro, usando come parola d'ordine per riconoscersi "stormy night".
Sarà grande la sorpresa di entrambi, quando si troveranno di fronte, provando con fatica a superare le rispettive differenze e diventare amici.
Da una favola illustrata molto popolare in Giappone, nasce questo film che promuove il superamento dei pregiudizi, e mostra come le amicizie possano nascere anche in contesti che le ostacolano. Infatti, il gregge di Mei e il branco di Gav saranno un ostacolo per i due animali, che dovranno cercare in tutti i modi di mantenere segreto il loro rapporto.
Un film emozionante, che fonda la sua riuscita totalmente sui due protagonisti, caratterizzati in modo semplice ma affascinante, sicuramente originale. La trama invece ha qualche intoppo: in certi punti è un po' lenta, ci si sofferma troppo su certi aspetti fino a diventare quasi didascalica, e nella seconda parte è quasi ripetitiva, ridonadante, ma comunque viene sorretta dai due protagonisti e dalle vicende che portano a con spunti interessanti per una riflessione sul tema.
Dal punto di vista tecnico, nulla da eccepire: disegni e animazioni sono fantastici, la perfetta resa in movimento di un libro d'illustrazioni per bambini.
Vista l'amicizia tutta al maschile di Mei e Gav, l'ambientazione montana, e alcune scene, tra gli spettatori si è sparsa la definizione di questo film come di un Brokeback Mountain animalesco, e in effetti... Anche se ovviamente non c'è nulla di esplicito, qui è solo un'amicizia.
O forse, gli autori...

No, no :P
Trailer 1
Trailer 2
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Gisaburo Sugii: Amicinemici - Le avventure di Gav e Mei

Messaggioda Mike Haggar » sabato 23 febbraio 2008, 11:21

Ah, scusate se ne avevate già parlato altrove e non c'era bisogno di questo topic! Non me n'ero accorto! :)

No, direi che le implicazioni omosessuali tra due animali sono decisamente fuori luogo! 0_0
Perchè pirati si nasce, e all'arrembaggio si va, con la bandiera che sventola, per dire "siamo qua!".
Avatar utente
Mike Haggar
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 324
Iscritto il: domenica 06 gennaio 2008, 23:04
Località: Palermo
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time


Torna a Animazione Orientale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Cookie Policy