Home The Disney Compendium il Fumettazzo

[WDAS #48] Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

E' lo studio d'animazione più antico ma anche il più vitale. Tutto comincia da qui, e continua ancora oggi portando l'arte dell'animazione verso nuove frontiere. La mancanza di un nome riconoscibile ha portato per anni il grande pubblico a confonderne le opere con quelle delle altre filiali Disney, ma adesso tutto è cambiato. Benvenuti nel Canone Disney.

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda Scissorhands » venerdì 05 dicembre 2008, 01:31

Visto. Piaciuto tanto... ora però è tardi, domani scrivo qualcosa!
Qualcuno però.... **coff elik coff** ... dovrebbe chiedere scusa al cagnone!!!! :angel:
Avatar utente
Scissorhands
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 481
Iscritto il: domenica 15 giugno 2008, 00:26
Has thanked: 0 time
Been thanked: 2 times

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda Francesco F » venerdì 05 dicembre 2008, 11:04

intanto non l'ho ancora visto (lo farò stasera), e comunque ho già anticipato un po' di scuse quando vidi il primo trailer (e come qualcuno si sarà accorto le mie aspettative per Bolt da quel momento si sono completamente ribaltate) :P
DISCUSSIONE, NON RECENSIONE!

:solly:
Avatar utente
Francesco F
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 5282
Iscritto il: martedì 29 novembre 2005, 00:43
Has thanked: 67 times
Been thanked: 7 times

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda Scissorhands » venerdì 05 dicembre 2008, 16:41

Mannaggia!!
Ancora non lo hai visto!! Avrei dovuto dirlo dopo allora! :P
Dai dai stasera facci sapere!
Avatar utente
Scissorhands
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 481
Iscritto il: domenica 15 giugno 2008, 00:26
Has thanked: 0 time
Been thanked: 2 times

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda Francesco F » venerdì 05 dicembre 2008, 21:43

Bolt è Pixar.
Le mie immense scuse arriveranno più tardi, insieme a un commento un po' più ragionato. Ora sono un po' zuppo di pioggia...
DISCUSSIONE, NON RECENSIONE!

:solly:
Avatar utente
Francesco F
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 5282
Iscritto il: martedì 29 novembre 2005, 00:43
Has thanked: 67 times
Been thanked: 7 times

Messaggioda DeborohWalker » venerdì 05 dicembre 2008, 21:54

Perchè in questo forum Disney e Pixar sono diventati aggettivi qualificativi? :D
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda LBreda » venerdì 05 dicembre 2008, 22:18

Visto, con Elik [zuppo di pioggia anche io, insomma].

Bello, decisamente. E non è un plagio di Toy Story, dai, l'argomento è simile (e non è nulla di originale in ogni caso) ma è gestito fantasticamente e in maniera diversa da Toy Story.

Anche i personaggi secondari sono ben gestiti e non sono fastidiosi come apparivano nel trailer (le clip non le ho viste).

Non aggiungo altro a quanto già detto, se non per sottolineare che il doppiaggio (Penny a parte) mi ha molto soddisfatto, così come la colonna sonora.

Per quanto riguarda il 3D, non male, mi piace. Però è forse più utile lasciarlo ai film appositamente realizzati. Fantastico nelle scene 2D nel film e nei titoli di coda.
Lorenzo Breda
Website | Google+ | DisneyStats | deviantART

If you couldn't find any weirdness, maybe we'll just have to make some!
Hobbes, Calvin&Hobbes

[No bit was mistreated or killed to send this message]
Avatar utente
LBreda
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 3296
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 19:46
Località: Roma
Has thanked: 15 times
Been thanked: 49 times

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda Scissorhands » venerdì 05 dicembre 2008, 22:21

Elikrotupos ha scritto:Bolt è Pixar.


Questa me la spieghi...
Anche perchè anche io ho una teoriuccia sulla Pixarianità di Bolt....
Domani spiego, giuro!
Avatar utente
Scissorhands
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 481
Iscritto il: domenica 15 giugno 2008, 00:26
Has thanked: 0 time
Been thanked: 2 times

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda Francesco F » sabato 06 dicembre 2008, 17:38

DeborohWalker ha scritto:Perchè in questo forum Disney e Pixar sono diventati aggettivi qualificativi? :D

Hanno solo una funzione metaforica. Siccome abbiamo parlato molto spesso di Disney e Pixar, sappiamo tutti cosa significano questi due nomi per antonomasia, basta dire queste due paroline per far capire gran parte del nostro giudizio a riguardo di questa o quella cosa.

Concordo su quasi tutti gli aspetti positivi di Bolt che avete nei precedenti commenti. La cosa che mi ha sorpreso più di tutte è stata la caratterizzazione dei personaggi, per i quali mi aspettavo un disastro come quello de I Robinson e invece mi sono ritrovato una cricca simile a quella di A Bug's Life (anche se quest'ultimo ha anche degli elementi da film corale che in Bolt mancano, ma sono due cose diverse). Anche la colonna sonora mi ha piacevolmente sorpreso, sia nei momenti action che in quelli sentimentali (e John Powell è sempre stato uno abbastanza neutro e indistinguibile, quindi la cosa mi stupisce parecchio). La canzone "Barking at the Moon" è molto carina in sé e anche nel film, ma andava lasciata in inglese, altrimenti mi vedo costretto a concordare con quelli che non amano quando nei cartoni animati cominciano le canzoni. Avrei preferito più un'operazione alla Cars che non alla Toy Story (parlo della funzione delle canzoni).
Poi ci sono tante scene davvero emozionanti, che mai mi sarei aspettato dalla Disney degli ultimi anni. Anche tanto umorismo, ma quanto basta. Non ci ho visto niente di dreamworksiano nella componente umoristica del film, proprio niente. Rhino era il personaggio più a rischio in questo senso, ma si è riscattato notevolmente. Il suo ingresso piazzato a metà film è un'idea degno dei migliori road-movie, inoltre non è solo una spalla comica, ma ha un suo ruolo. Non mi aspettavo davvero che dietro quella palla di pelo simpaticona si nascondesse un nerd con il genuino desiderio di essere un eroe nonostante la sua condizione di animaletto qualunque. Le vere spalle comiche sono i vari piccioni piazzati qua e là nella storia, ma la loro presenza non è esagerata ed è divertente al punto giusto. E poi non nascondo di aver goduto alla velata critica sugli "alieni", volendo vederci una frecciatina al Darth Lucas :D
La Mittens mafiosa, sottolineata sempre dal mandolino nella colonna sonora, sarà pure l'ennesimo stereotipo italiano ma vederlo applicato a un personaggio Disney protagonista è un altro colpo di genio. Darle poi una storia triste alle spalle e una possibilità di riscatto è un tocco di disneyiano buonismo che non guasta.

Durante la visione del film ho provato a far finta di stare vedendo il nuovo film Pixar e non il nuovo classico Disney. L'effetto non è stato affatto malvagio. Bolt non sarebbe certo un Pixar dei migliori, ma sicuramente sarebbe al livello di Cars o A Bug's Life, i cosiddetti Pixar minori. Sicuramente è un film minore anche fra i Disney, ma gli elementi per dire che è l'ultimo dei minori ci sono tutti. Questo film è Pixar perché si vede che è nato (parentesi sandersiana a parte) come un film Pixar, con lo stesso processo creativo brevettato da John Lasseter & Co. per i suoi successi pixariani. E soprattutto è il frutto delle menti di talentuosi registi, scrittori e animatori giovani. Ci sono tutti gli ingredienti per la tanto attesa Rinascita, e se La principessa e la rana è stato sviluppato allo stesso modo quello che si prospetta è un capolavoro senza precedenti. Replicato l'anno dopo da Rapunzel e l'anno dopo ancora da The Bear and the Bow. Io l'idea delle principesse non la reggo molto, ma nelle mani di queste tre c'è il futuro dell'animazione. Un futuro roseo, oltre che rosa... non vorrei che le troppe principesse diventassero motivo di noia nel pubblico... la rinascita degli anni '90 vide due film con protagoniste femminili e poi due maschili (entrambi preferiti dai rispettivi generi, ho constatato), forse tre film femminili sono troppi per avere un vero trionfo popolare... vabè che in mezzo ci sono Up, Toy Story 3, Cars 2 e poi Newt e The King of Elves, però non sono dello stesso calibro delle tre principessiadi... d'altro canto ci saranno Zemeckis e Burton a risollevare il nome del marchio Disney anche presso il cinico e superficiale pubblico maschile... vedremo...

PS: trovo decisamente ironico ma molto poco divertente che nello spettacolo 3D a cui ho assistito mi abbiano mandato il trailer del prossimo film Dreamworks Mostri contro Alieni e non quello di Up :grrr: :grrr: :grrr: :grrr: :grrr: :grrr: :grrr: :grrr: :grrr:

PPS: ho dimenticato la mia critica al 3D! Crossposto dal Disney Forum:
Elikrotupos, sul Disney Forum, ha scritto:devo confermare che, almeno nella versione 3D, l'immagine era tagliata sopra e sotto o_O All'inizio, del logo WALT DISNEY PICTURES non si vedeva la parola PICTURES, e alla fine i testi dei titoli di coda toccavano proprio il margine superiore-inferiore dello schermo, erano quasi fuori... una cosa del genere non è accettabile -_- Se i cinema italiani in 3D sono tutti fatti in modo che un film con AR 1.85:1 per vedersi debba essere tagliato, non andrò mai più a vedere film in 3D. Ma più che altro è colpa della Disney, che ha fatto un film in quella proporzione che di questi tempi è piuttosto sorpassata...

Inoltre gli occhialini scuriscono l'immagine. Troppo. Altra cosa intollerabile. Soprattutto per la CGI, dove si perde il contrasto e quindi i dettagli che nei film in CGI moderni (soprattutto i Pixar, ma immagino anche i Disney) i dettagli sono curatissimi.
Insomma, gli effetti 3D sono belli, ma applicati a un film nella sua interezza non aggiungono molto di più al linguaggio cinematografico, né al realismo dell'immagine. Se poi ci aggiungiamo che fanno anche i danni (scuriscono... e poi fanno male sul naso), mi ritrovo ironicamente a bocciare questa nuova tecnologia, almeno finché questi difetti non vengono corretti e non se ne scopra un utilizzo che sia un valore aggiunto al film (in questo senso speriamo che ci riesca Avatar di James Cameron, l'anno prossimo).
DISCUSSIONE, NON RECENSIONE!

:solly:
Avatar utente
Francesco F
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 5282
Iscritto il: martedì 29 novembre 2005, 00:43
Has thanked: 67 times
Been thanked: 7 times

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda LBreda » sabato 06 dicembre 2008, 18:44

Elikrotupos, sul Disney Forum, ha scritto:devo confermare che, almeno nella versione 3D, l'immagine era tagliata sopra e sotto o_O All'inizio, del logo WALT DISNEY PICTURES non si vedeva la parola PICTURES


Ciò mi successe anche alla mia prima vsione di WALL•E, ma la cosa si risistemò subito dopo il corto.
Lorenzo Breda
Website | Google+ | DisneyStats | deviantART

If you couldn't find any weirdness, maybe we'll just have to make some!
Hobbes, Calvin&Hobbes

[No bit was mistreated or killed to send this message]
Avatar utente
LBreda
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 3296
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 19:46
Località: Roma
Has thanked: 15 times
Been thanked: 49 times

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda DeborohWalker » sabato 06 dicembre 2008, 18:57

Elikrotupos, sul Disney Forum, ha scritto:devo confermare che, almeno nella versione 3D, l'immagine era tagliata sopra e sotto o_O All'inizio, del logo WALT DISNEY PICTURES non si vedeva la parola PICTURES, e alla fine i testi dei titoli di coda toccavano proprio il margine superiore-inferiore dello schermo, erano quasi fuori... una cosa del genere non è accettabile -_- Se i cinema italiani in 3D sono tutti fatti in modo che un film con AR 1.85:1 per vedersi debba essere tagliato, non andrò mai più a vedere film in 3D. Ma più che altro è colpa della Disney, che ha fatto un film in quella proporzione che di questi tempi è piuttosto sorpassata...

Nella sala in cui l'ho visto io (un UCI Cinema tra l'altro, non chissà che cinema alternativo) si vedeva normalmente...


Elikrotupos ha scritto:Insomma, gli effetti 3D sono belli, ma applicati a un film nella sua interezza non aggiungono molto di più al linguaggio cinematografico, né al realismo dell'immagine.

Bè, secondo me sì, aggiungono un bel po'. Il solo fatto di avere una maggiore profondità, un cucciolo di Bolt che è più lontano rispetto ai suoi compagni di vetrina suggerisce qualcosa in più, e a mio parere è mooooolto piacevole da vedere; se metto questo sul piatto della bilancia, e dall'altra parte lo "scurimento" dell'immagine, sono comunque soddisfatto dell'effetto 3D.
Ah, e io la cosa del naso non l'ho avvertita minimamente, e fuori da questo forum non l'ho sentita da nessun altro...
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda Valerio » sabato 06 dicembre 2008, 18:59

Sai com'è, quelli del Sollazzo hanno i nasini delicatini...
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10356
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda DeborohWalker » sabato 06 dicembre 2008, 19:25

Avete visto troppe volte Dumbo.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda Scissorhands » domenica 07 dicembre 2008, 17:03

Eccomi (sempre in ritardo :( ) per dire qualcosina su Bolt!

Ancora una volta concordo in toto con Grrodon, quindi cercherò di non ripetere le stesse cose.

Premetto col dire che ho trovato il film toccante, divertente e nel complesso molto riuscito; e non è questione di bassa aspettativa, anzi. Le critiche Usa già ci avevano preannunciato qualcosa di molto buono!
Secondo me le punte di diamante di questo film sono il trio di personaggi straordinariamente caratterizzati, le molto espressive animazioni e il rendering.

Purtroppo bisogna anche dire che il film manca, almeno a prima vista, dell'appeal di altri titoli come Wall:E, Kung-fu Panda o Happy Feet (per dire), cioè quei film per cui la premessa è fantastica o il look davvero unico. Questo, purtroppo,credo sia il vero motivo che ha così pesantemente danneggiato Bolt al botteghino. Si spera che a questo possa porre rimedio il passaparola!

Cmq il trio di personaggi è fenomenale, come da tanto non si vedeva al cinema (posso citare Timon/Pumba/Simba o Mike/Boo/Sullivan). Ognuno è unico e nell'economia della storia ognuno ha il suo posto, nulla è forzato. Le backstory di ognuno arricchiscono non poco le loro personalità, regalando al film diversi momenti commoventi (Rhino che da' coraggio a Bolt o Mittens che racconta la sua storia). Personalmente ritengo che Mittens sia fantastica, l'ho adorata in tutto (la sua presentazione con lo strozzinaggio dei piccioni è geniale). Rhino poi è una esplosione di energia e di simpatia ed è il perfetto contraltare di Mittens. Forse Bolt ne esce un pochino penalizzato ma credo che fosse inevitabile.
Ottimo il doppiaggio, davvero tanti complimenti a Raul Bova... Grandiosi gli altri, ma ce lo aspettavamo :D !

Meravigliose le animazioni. Finalmente!!!!!!Ma quanto sono espressivi i personaggi? Uao... i particolari (per ammissione stessa di Lasseter e dei registi) sono curatissimi. Hanno studiato in tutto e per tutto cani, gatti e criceti (proprio come un tempo) e il risultato si vede!
E il rendering è meraviglioso. Non so se la causa sia la paletta cromatica particolarmente luminosa o i famosi sfondi a effetto dipinto su cui il i personaggi risaltano meglio, ma trovo questo 3d davvero unico, degno del miglior Pixar pur essendo diverso! I fiori, il cielo, gli alberi, i prati, il pelo.... trovo che visivamente siano davvero... BELLI... non saprei come altro esprimermi. Rivedrei il film anche solo per gustarmi i particolati.
Anche il design dei personaggi, per quanto non originalissimo, è ben fatto, primo fra tutti quello di Mittens.

Tuttavia ci sono anche cose meno riuscite... Trovo che alcuni passaggi di trama non siano proprio così fluidi e naturali (Rhino direbbe "poco credibile"). D'accordo che è un cartoon ma il tutto deve essere coerente con le premesse stabilite, altrimenti quella credibilità (che non è realismo) viene meno e si rompe l'incanto del cinema... La gente comincia a pensare.
Esempio: Primi 10 minuti... Belli e adrenalitici quanto volete, ma io spettatore cosa sto guardando? Una puntata Tv? ok! Ma poi c'è il ciak... Stanno girando... ok... ma allora tutti gli effetti di post-produzione già inseriti (esplosioni, rallenti etc..)?
Nella storia trovo anche abbastanza strano che siano riusciti a far credere a Bolt di vivere quella vita: dove va Penny finite le riprese? E lui? rimane sempre in roulotte? Ha mai conosciuto la famiglia di Penny? etc... Insomma piccole forzature che, per carità, non intaccano irreparabilmente il film, ma se non c'erano era meglio. In questo i Pixar sono maestri. Le loro sceneggiature sono (quasi sempre) precisissime.
Ancora: per le premesse fatte trovo perfettamente naturale che un cane, un gatto, e un criceto si rechino a Hollywood chiedendo notizie a piccioni e consultando strane cartine, ma non che un criceto sovrappeso in una palla possa inseguire un camion per chissà quanti chilometri senza sapere dove possa essere andato, e poi magicamente ritrovarlo... etc...

Nonostante sia convinto che nel film batta un cuore Disney al 100% credo però che abbia una patina di "Pixarianità" evidente e non soltanto per gli ovvi riferimenti di trama (Bolt/Buzz Mittens/Jessie)
Premetto che sono un grande fan della Pixar post Moster & co. Credo che per loro questo sia il film della svolta perchè i suoi successori presentano molto più cuore e non sono solo storie costruite perfettamente con simpatici personaggi. Questo fino ad arrivare a Ratatouille che è il più disneyano di tutti i Pixar!
Ma c'è una cosa che distingue i film Pixar da quelli Disney: sono quasi tutti film di formazione in cui il conflitto è al'interno del protagonista e l'antagonista mette soltanto in moto l'azione oppure ne determina una svolta. Insomma (fatte alcune eccezioni) i film Pixar mancano di Grandi cattivi, mentre nei film Disney essi sono essenziali; spesso finiscono per impregnare totalmente un film divenendone icone (vedi Crudelia de Mon); spesso non sono fisicamente presenti, ma si avverte comunque la loro terribile presenza (vedi l'Uomo in Bambi). In questo Bolt è una classica storia Pixar di amicizia e formazione senza grandi cattivi, che probabilemente erano anche inutili. Manca però del genio che caratterizza le storie Pixar come Monsters &co, Ratatouille, Wall-E. Ma ripeto, fortunatamente, questa è solo una patina che grattata via rivela una forte componente Disneyana, costituita proprio dal meraviglioso trio e dalle forti emozioni che sono in grado di regalare!

Insomma... ottimo film, personaggi e animazioni eccezionali, qualche forzatura, ma grandi premesse per il decennio che verrà!!
Avatar utente
Scissorhands
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 481
Iscritto il: domenica 15 giugno 2008, 00:26
Has thanked: 0 time
Been thanked: 2 times

Messaggioda DeborohWalker » domenica 07 dicembre 2008, 17:16

Scissorhands ha scritto:i particolari (per ammissione stessa di Lasseter e dei registi) sono curatissimi.

Bè, non mi sembra di aver mai sentito gli autori di un film ammettere che i particolari della propria opera non sono curati... :omg:

Scissorhands ha scritto:Primi 10 minuti... Belli e adrenalitici quanto volete, ma io spettatore cosa sto guardando? Una puntata Tv ok! Ma poi c'è il ciak... Stanno girando... ok... ma allora tutti gli effetti di post-produzione già inseriti (esplosioni, rallenti etc..)?

Bè, viene rivelato che, per far credere a Bolt di vivere realmente le sue avventure, tutto è realizzato sul set, quindi così è anche per le esplosioni... Vabbè, il ralenti no, ma mi pare un po' troppo di cercare il pelo nell'uovo.

Scissorhands ha scritto:dove va Penny finite le riprese? E lui? rimane sempre in roulotte? Ha mai conosciuto la famiglia di Penny?

Penny va a casa, e Bolt sta solo soletto nella sua roulotte, e questo è esplicitato, tanto che Penny supplica per una volta di poter portare Bolt a casa con lei... Se conosca la famiglia non si sa, ma non mi sembra fondamentale ai fini della storia, e tutto dipenderebbe dal caso in cui Bolt fosse di Penny anche prima dell'inizio della serie tv, o se è stato preso appositamente.

Scissorhands ha scritto:Ancora: per le premesse fatte trovo perfettamente naturale che un cane, un gatto, e un criceto si rechino a Hollywood chiedendo notizie a piccioni e consultando strane cartine, ma non che un criceto sovrappeso in una palla possa inseguire un camion per chissà quanti chilometri senza sapere dove possa essere andato, e poi magicamente ritrovarlo... etc...

Bè, lì è un problema tuo di percezione, perchè se rileggi la tua frase dovrai ammettere che il fatto di raggiungere Hollywood seguendo la cartina di un fast food è altrettanto assurda... E comunque, non è un criceto sovrappeso qualunque, E' RHINO! Il Super-criceto!
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re:

Messaggioda Tyrrel » martedì 09 dicembre 2008, 09:46

DeborohWalker ha scritto:
Tyrrel ha scritto:sono partiti i boati di una vasta porzione del pubblico con tanto di risate a crepapelle e piedi pestati sul pavimento

:oO: Nel tuo cinema ci vanno i personaggi di Tex Avery?


Ti dirò, una roba del genere è la prima volta che mi capita, infastidendomi non poco; oltretutto poi per scene che più che divertenti sprigionano tenerezza.
Ma ripeto, il boato maggiore è stata la visione dei cani parlanti di Beverly Hills Chiuahua.

Sull'espressività dei personaggi, quoto Deboroh ma tra i personaggi meglio animati aggiungo l'agente di Penny.

Di lui non ho parlato nel commentone, ma è tra i personaggi che meno mi ha convinto; secondo la mia percezione si muove continuamente sul filo del divertente e del troppo esagerato, è l'unico personaggio che potrei accusare di dreamworksosità. Non completamente negativo, ma secondo me c'è qualche sprazzo qua e là che poteva essere smussato.[/quote]

A me è sembrata la caricaturizzazione di un certo tipo di agenti dello star system, e per questo ho apprezzato questa rappresentazione di personaggio esagitato che pensa solo al profitto e al guadagno.
-- Imagine the impossibilities.
Avatar utente
Tyrrel
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 2872
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2005, 12:24
Località: Cagliari e dintorni
Has thanked: 16 times
Been thanked: 8 times

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda Rebo » domenica 21 dicembre 2008, 10:28

E finalmente l'ho visto anche io (ho aspettato di avere un po' di tempo libero per raggiungere la più vicina sala dotata di proiezione 3D).

Per quanto mi riguarda, promosso con un buon voto: sono d'accordo con tutto quanto ho letto nella discussione a proposito della matrice pixariana, delle qualità dei personaggi e della validità dignitosa della colonna sonora. Come diceva Elik, rispetto al livello medio "ideale" della Pixar o della Disney sarebbe senz'altro un "minore", ma di certo non un "passo falso" o una "caduta di stile".

Sul 3D, invece, avrei qualcosa in più da dire. Secondo me, è una tecnologia che -visti anche i prossimi titoli che ne faranno uso- sta venendo terribilmente sprecata. Cioè: per ora, la si usa solo per stendere un'ulteriore "patina" di spettacolarità su titoli già spettacolari in sè, ma girati con un linguaggio cinematografico tutto sommato tradizionale. Sono convinto, invece, che la disponibilità della terza dimensione potrebbe portare a novità realmente sconvolgenti a livello di strategie narrative. Per iniziare, bisognerebbe riflettere con estrema attenzione sul nuovo significato che, nel 3D, assumono "figure retoriche" del cinema bidimensionale come il cambio di fuoco, la profondità di campo, il montaggio stesso... Potremmo essere sul punto di sperimentare una rivoluzione epocale nel modo di fare cinema. I presupposti ci sono tutti, e le idee sono a portata di mano. Solo che nessuno pare se ne stia rendendo conto.
Avatar utente
Rebo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1443
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 18:30
Has thanked: 1 time
Been thanked: 5 times

Messaggioda DeborohWalker » domenica 21 dicembre 2008, 13:15

Rebo ha scritto:Sul 3D, invece, avrei qualcosa in più da dire. Secondo me, è una tecnologia che -visti anche i prossimi titoli che ne faranno uso- sta venendo terribilmente sprecata.

Bè, devi tenere conto che sono film che vengono visti "normalmente" dal pubblico, quindi devono essere autosufficienti, anche perchè poi rivisti in homevideo non possono bearsi dell'effetto 3D così come al cinema.


Rebo ha scritto:Sono convinto, invece, che la disponibilità della terza dimensione potrebbe portare a novità realmente sconvolgenti a livello di strategie narrative. Per iniziare, bisognerebbe riflettere con estrema attenzione sul nuovo significato che, nel 3D, assumono "figure retoriche" del cinema bidimensionale come il cambio di fuoco, la profondità di campo, il montaggio stesso...

A me da questo punto di vista Bolt non ha deluso, visto che il 3D non era utilizzato per virtuosismi ma ho visto appunto fare i primi passi in questa direzione... Ad esempio, nella prima scena con baby-Bolt, tutti gli altri cuccioli giocano lontano da lui, e oltre ad essere lontani da Bolt sullo schermo, con gli occhialini gli altri cani sono in primo piano mentre Bolt è sullo sfondo, in fondo in fondo; sicuramente questa scelta accentua ancor di più la sensazione di solitudine e di emarginazione del cucciolo.
Sono piccoli accorgimenti, ma credo che il 3D debba lavorare in questa direzione, senza strafare o evidenziare eccessivamente queste aggiunte.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda Rebo » domenica 21 dicembre 2008, 15:54

Quello che intendevo io è che, virtuosismi e/o tradizionalismi a parte, secondo me si può inventare qualcosa di radicalmente nuovo proprio nella maniera di raccontare. Ad esempio, non so -sto improvvisando-: dissolvenze incrociate con azioni simultanee su più livelli, tutti percepibili distintamente grazie al 3D. Oppure, effetti anti-realistici, con un secondo piano che, nonostante la prospettiva, balza in avanti rispetto al primo piano, magari per dar rilievo ad un evento che non viene avvertito dai personaggi in primo piano, ma che deve essere ben percepito dal pubblico. Questo potrebbe essere un corrispettivo del cambio di fuoco nel cinema bidimensionale. Ovviamente, film del genere sarebbero fruibili esclusivamente nei cinema 3D. Per ora. Non credo che ci siano particolari impedimenti a portare il 3D anche negli impianti domestici...
Avatar utente
Rebo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1443
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 18:30
Has thanked: 1 time
Been thanked: 5 times

Messaggioda DeborohWalker » domenica 21 dicembre 2008, 16:10

Rebo ha scritto:Ovviamente, film del genere sarebbero fruibili esclusivamente nei cinema 3D. Per ora. Non credo che ci siano particolari impedimenti a portare il 3D anche negli impianti domestici...

Produrre una cosa simile che, come dici tu, per ora è fruibile solo in un cinema 3D, credo sia una follia produttiva nella quale ben pochi potrebbero imbarcarsi, dato che ormai più della metà degli incassi di un film derivano dall'home video.

E sugli impedimenti a portare il 3D sugli impianti domestici, credo sia una questione di dimensioni: un conto è vedere uscire dallo schermo qualcosa che sembra venirti addosso, o qualcosa di cui distingui nettamente la distanza tra primo piano e sfondo, diverso credo sarebbe su un monitor televisivo di dimensioni più ristrette.
Insomma, dubito che indossando gli occhialini 3D in salotto potrei avere realmente la sensazione che qualcosa dal mio tv mi venga addosso, anche per una questione di dimensioni/distanze/proporzioni nettamente differenti dal megaschermo cinematografico.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Classico Disney #48: Bolt - Un Eroe a Quattro Zampe

Messaggioda LBreda » domenica 21 dicembre 2008, 18:12

Mi trovo perfettamente d'accordo con Rebo, è una delle prime cose che ho pensato appena fuori dal cinema. Sì, interessante adattare film pensati in 2D, ma non si sfruttano tutte le potenzialità che il 3D offre. Il 3D ha un futuro solo se si penseranno film in 3D.

Ma è ovvio che ciò sia un'utopia, almeno finché non inventano televisori in 3D (il prototipo al Romics dello scorso anno lasciava ben sperare). I supporti già ci sono, il Blu-ray Disc ce la dovrebbe fare, in fondo si tratta di contenere due DVD.
Lorenzo Breda
Website | Google+ | DisneyStats | deviantART

If you couldn't find any weirdness, maybe we'll just have to make some!
Hobbes, Calvin&Hobbes

[No bit was mistreated or killed to send this message]
Avatar utente
LBreda
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 3296
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 19:46
Località: Roma
Has thanked: 15 times
Been thanked: 49 times

PrecedenteProssimo

Torna a Walt Disney Animation Studios

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Cookie Policy