Home The Disney Compendium il Fumettazzo

Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

E' lo studio d'animazione più antico ma anche il più vitale. Tutto comincia da qui, e continua ancora oggi portando l'arte dell'animazione verso nuove frontiere. La mancanza di un nome riconoscibile ha portato per anni il grande pubblico a confonderne le opere con quelle delle altre filiali Disney, ma adesso tutto è cambiato. Benvenuti nel Canone Disney.

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda nicolasketch » mercoledì 24 aprile 2013, 22:00

Ciao a tutti! Mi son trovato per caso sul forum e mi sono subito iscritto! Volevo rispondere al quesito Glen Keane alla Dreamworks? Bhè io ho la risposta! Due giorni fa ho avuto il piacere di conoscere al nemoland 2013 (essendo studente di cinema d'animazione alla Nemo Nt di Firenze) Sandro Cleuzo (animatore Disney e adesso Dreamworks, preciso animatore 2d! Perchè li si realizzano cortometraggi in 2D (nei contenuti speciali dei DvD, a differenza della Disney che ha chiuso letteralmente con il tradizionale). Ed è stato proprio lui a confidarci che Glen Keane è alla Dreamworks, o almeno lo era (>.<). Pare che abbia nuovamente abbandonato la Dreamworks rifugiandosi in un nuovo studio della quale non aveva notizie. Per me, che amo letteralmente Glen oltre ad imitarlo nel disegno, è una notizia fantastica perché mi fa ancora sperare in nuovi capolavori del maestro! Ricordo a chi preferisce il 3D che l'animazione 2D è ben diversa da quella CGI tecnicamente ma soprattutto artisticamente e non può assolutamente essere sostituita ma può convivere come qualsiasi altra forma d'arte differente!!! A presto!
nicolasketch
Misero Kylioniano
Misero Kylioniano
 
Messaggi: 3
Iscritto il: mercoledì 24 aprile 2013, 21:44
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Valerio » giovedì 25 aprile 2013, 00:44

nicolasketch ha scritto:Perchè li si realizzano cortometraggi in 2D (nei contenuti speciali dei DvD, a differenza della Disney che ha chiuso letteralmente con il tradizionale).


Ma è di questi giorni la smentita! Stanno preparando un nuovo corto 2D di Topolino e un corto ibrido come Paperman. E forse anche un lungo con la stessa tecnica.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10364
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 128 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda nicolasketch » venerdì 26 aprile 2013, 14:57

Hai qualche fonte?
nicolasketch
Misero Kylioniano
Misero Kylioniano
 
Messaggi: 3
Iscritto il: mercoledì 24 aprile 2013, 21:44
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Valerio » venerdì 26 aprile 2013, 20:26

Sì, anni di web.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10364
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 128 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda nicolasketch » domenica 28 aprile 2013, 12:43

Non era un'offesa, era solo per conferma della notizia. "Anni di web" cosa sono, una rassicurazione?
nicolasketch
Misero Kylioniano
Misero Kylioniano
 
Messaggi: 3
Iscritto il: mercoledì 24 aprile 2013, 21:44
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Valerio » domenica 28 aprile 2013, 16:49

Sì, nel senso che del film di Musker & Clements non saprei citarti una fonte, se ne parla da anni, un po' in tutto il web, quindi non c'è una fonte precisa. Anche in questo forum, se cerchi qua e là trovi info non solo su questo progetto che dovrebbe avere elementi di animazione tradizionale, ma nel thread canonico dei corti Mickey Mouse trovi anche l'annuncio di Get a Horse.

E ci aggiungo, è di ieri il rumor (mi pareva venisse da un sito francese) secondo cui questo corto in b/n è persino in tecnica ibrida.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10364
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 128 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Valerio » sabato 04 maggio 2013, 13:50

Tony Bancroft ha scritto:So, a friend of mine who is a top 2D animator at Disney was one of those who was recently laid off--after over 25 years! He told me one of the reasons he knew the writing was on the wall for him and other 2D animators was that the "decision makers" on the projects at Disney looked at the 2D guys as "ham actors". They compared the acting style of traditional 2D animation to CG animation saying it was like comparing Vaudeville to Shakespearian acting styles. That 2D animation was too broad to show the subtleties of performance and emotion that the studio is now trying to achieve. What do you think?


Bof, lo riporto per completezza ma non è che ci creda molto. A parte che è una vaccata il concetto di per sé, perché col 2D puoi fare la buffata ma anche il personaggio statuario impassibile, ed è una questione di stili, scelte e anche di animatori, ma teniamo sempre presente che è pur sempre una notizia di terza mano (Bancroft che ha il dente avvelenato di suo dice che un suo amico licenziato dice che la dirigenza pare abbia detto...).
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10364
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 128 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda FaGian » sabato 04 maggio 2013, 17:37

Valerio ha scritto:
Tony Bancroft ha scritto:So, a friend of mine who is a top 2D animator at Disney was one of those who was recently laid off--after over 25 years! He told me one of the reasons he knew the writing was on the wall for him and other 2D animators was that the "decision makers" on the projects at Disney looked at the 2D guys as "ham actors". They compared the acting style of traditional 2D animation to CG animation saying it was like comparing Vaudeville to Shakespearian acting styles. That 2D animation was too broad to show the subtleties of performance and emotion that the studio is now trying to achieve. What do you think?


Bof, lo riporto per completezza ma non è che ci creda molto. A parte che è una vaccata il concetto di per sé, perché col 2D puoi fare la buffata ma anche il personaggio statuario impassibile, ed è una questione di stili, scelte e anche di animatori, ma teniamo sempre presente che è pur sempre una notizia di terza mano (Bancroft che ha il dente avvelenato di suo dice che un suo amico licenziato dice che la dirigenza pare abbia detto...).

Tra l'altro cosa c'è di più "shakespeareano" di una Malefica nella "Bella Addormentata", e all'epoca la CGI non era nemmeno fantascienza, non esisteva proprio.
La mia gallery su Deviant Art (casomai a qualcuno interessi =^__^=)
Avatar utente
FaGian
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 447
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2011, 10:06
Has thanked: 6 times
Been thanked: 10 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Valerio » domenica 05 maggio 2013, 00:35

Questo è il post sull'argomento di uno del dvdizzy forum:

The Vaudeville and Shakespearean comparisons aren't that far off the mark if you ask me. The statement is oversimplifying things for sure, but hand drawn IS more broad and CG is capable of being more subtle just by the way they are created. Its incredibly difficult (and therefor rare) to keep hand drawn characters still and consistent enough to show as much subtleties as CG. Their lines are always shifting because drawings can never be perfect, that's part of its charm in the first place. I'm not even saying that to put hand drawn down, because personally I tend to prefer broader acting anyway in my animation. But the way CG is made makes it easier to, say, make a character's eye's tear up, without having a tear actually form and fall down the face. Little things like that affect each medium's acting styles.

Its not that you cant be subtle in hand drawn or that CG cant be broad, but overall that's whats done because it's easier to do.

That said, I don't see this as a good reason to sideline hand drawn.


Se ho ben capito è più una questione di poter tenere il personaggio fermo e immobile. Mboh.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10364
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 128 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda FaGian » domenica 05 maggio 2013, 06:45

Scusa, ma negli anime moderni ci sono miliardi di esempi di personaggi animati in loop: immobili con solo le falde del cappotto o la sciarpa che sventolano al vento, e viene fatto PROPRIO perchè costa meno che animare in full-animation, tutto il personaggio.

Come questo possa costare PIÙ di un manichino in CGI, me lo devono spiegare
La mia gallery su Deviant Art (casomai a qualcuno interessi =^__^=)
Avatar utente
FaGian
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 447
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2011, 10:06
Has thanked: 6 times
Been thanked: 10 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Scissorhands » venerdì 10 maggio 2013, 11:55

Valerio ha scritto:Questo è il post sull'argomento di uno del dvdizzy forum:

The Vaudeville and Shakespearean comparisons aren't that far off the mark if you ask me. The statement is oversimplifying things for sure, but hand drawn IS more broad and CG is capable of being more subtle just by the way they are created. Its incredibly difficult (and therefor rare) to keep hand drawn characters still and consistent enough to show as much subtleties as CG. Their lines are always shifting because drawings can never be perfect, that's part of its charm in the first place. I'm not even saying that to put hand drawn down, because personally I tend to prefer broader acting anyway in my animation. But the way CG is made makes it easier to, say, make a character's eye's tear up, without having a tear actually form and fall down the face. Little things like that affect each medium's acting styles.

Its not that you cant be subtle in hand drawn or that CG cant be broad, but overall that's whats done because it's easier to do.

That said, I don't see this as a good reason to sideline hand drawn.


Se ho ben capito è più una questione di poter tenere il personaggio fermo e immobile. Mboh.

Confermo più o meno... rimango dell'avviso che col 2D puoi fare quello che vuoi... ha una immediatezza, nel suo minimalismo (stiamo parlando di linee, tratti), eccezionale, che ti permette qualsiasi cosa. Il punto è che con la CGI... è più facile!
Questo perchè, fin quanto hai tempo, puoi aggiungere, singolarmente, dettagli su dettagli: un piccolo scivolamento del mignolo, un piccolo eye dart, un leggero innalzamento del sopracciglio. E il tutto è facile da controllare perchè si aggiunge in un secondo momento, dopo che hai definito il movimento del corpo e l'acting. Non solo, ma ogni elemento è indipendente dall'altro (con i suoi pro e contro) quindi puoi perdere ore anche solo sull'angolo della bocca!
Col 2D lo fai sicuro... ma sono in pochissimi a saperlo fare con la maestria e tempi giusti!
Avatar utente
Scissorhands
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 481
Iscritto il: domenica 15 giugno 2008, 00:26
Has thanked: 0 time
Been thanked: 2 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Valerio » venerdì 10 maggio 2013, 13:30

A me tutto questo fa un po' ridere, perché ripenso ai primi anni, quando questa nuova tecnica si affacciò sul mercato e tutti erano scettici biasimandola e tirando in ballo i soliti luoghi comuni, che venivano puntualmente contraddetti dai cosiddetti progressisti. Poi gli anni sono passati e la verità è venuta a galla, ed è venuto fuori che i luoghi comuni erano verissimi, e che la CGI ha effettivamente prevalso in quanto più economica, comoda e automatizzata rispetto al 2D. Insomma "ormai i cartoni li fanno tutti col compiuter perchè è più facile, comodo e il compiuter fa tutto da solo" è diventato realtà. Paradossale.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10364
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 128 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Daria » sabato 11 maggio 2013, 14:14

Triste, perché stiamo vivendo nel periodo di transizione, ma inevitabile...così si evolvono le tecniche in tutti i campi: più facile e veloce -> sopravvive.

Secondo me però si dimentica l'aspetto artistico, per cui le tecniche sono ancora distinte, cioè la CGI ha la sua dignità, io ne sono una sostenitrice, ma la tecnica tradizionale ha un aspetto artistico tutto particoalre... Come se si smettesse di dipingere perché ormai esistono le tavolette grafiche! (E lo dice una che a Londra ha speso 40£ di cartoleria e di tavolette ne ha due).
Avatar utente
Daria
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 743
Iscritto il: martedì 02 aprile 2013, 17:00
Has thanked: 13 times
Been thanked: 24 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Scissorhands » domenica 12 maggio 2013, 14:30

Valerio ha scritto:A me tutto questo fa un po' ridere, perché ripenso ai primi anni, quando questa nuova tecnica si affacciò sul mercato e tutti erano scettici biasimandola e tirando in ballo i soliti luoghi comuni, che venivano puntualmente contraddetti dai cosiddetti progressisti. Poi gli anni sono passati e la verità è venuta a galla, ed è venuto fuori che i luoghi comuni erano verissimi, e che la CGI ha effettivamente prevalso in quanto più economica, comoda e automatizzata rispetto al 2D. Insomma "ormai i cartoni li fanno tutti col compiuter perchè è più facile, comodo e il compiuter fa tutto da solo" è diventato realtà. Paradossale.

Più economica non direi sai?
Considera che, colorazione a parte, un Glenn Keane ti fa il modello e te lo anima quasi completamente, qualche inbetweener colma i buchi e qualcuno te lo ripulisce (anche se boh non so magari con Toon boom questa fase non è necessaria).
Per la CGI devi avere: chi ti disegna il personaggio, chi te lo modella, chi te lo rigga (cioè chi ti crea i controlli) e ... infine chi te lo anima. Ok gli inbetween li fa il computer, ma considera che un animatore CG si occupa di tutto lo shot affidatogli... e, a meno che non sei un mostro, in genere sono molto brevi. Quindi il numero degli animatori aumenta parecchio (e di conseguenza il budget).
Questo senza contare l'enorme reparto TD.
Non è un caso se oggi un film CG oscilla tra i 70 milioni (quelli della Illumination) ai 200 milioni (Disney e Pixar). Un 2d più che decente (quanto è costato Pooh.. e diciamo che è mooolto più che decente XD) lo riesci a fare con molto meno. Certo anche con la CG si può fare roba a basso budget... ma il risultato è a dir poco osceno!
Avatar utente
Scissorhands
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 481
Iscritto il: domenica 15 giugno 2008, 00:26
Has thanked: 0 time
Been thanked: 2 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Iry Pixar » domenica 12 maggio 2013, 14:55

Ecco, questa è un'osservazione molto interessante, Scissor.
Co-founder di Impero Disney

Etre en vie, c’est être en mouvement dans sa pensée, être percuté par des concepts nouveaux, dans ses sensations aussi, dans « faire l’amour » : il y a quelque chose qui s’ouvre. C’est aussi être lié au monde. [Alain Damasio]
Avatar utente
Iry Pixar
da Pk²
da Pk²
 
Messaggi: 283
Iscritto il: domenica 09 settembre 2012, 00:30
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Valerio » domenica 12 maggio 2013, 16:20

Oh, ci credo, sei tu quello più addentro nell'ambiente della CGI, io sti tecnicismi tendo a non saperli. Però penso che per quanto possiamo scomporre il processo alla base, trovare magagne e difficoltà produttive, i fatti parlano. E cioé che l'industria si è totalmente convertita.

E mica perché attualmente la CGI tiri di più, nell'effettivo. Visto che è parso molto comodo prendere come capri espiatori una manciata di 2D dal successo tiepido e ignorare totalmente alcuni flop in CGI. Dei motivi un po' più concreti ci sono di sicuro, dietro questo totale e assoluto convertirsi di hollywood alla nuova tecnica. E questi motivi sono puramente economici, visto che questa è una tecnica dalle indubbie comodità. Costeranno anche di più, ma evidentemente la macchina produttiva avrà trovato un modo per mettersi in moto producendo tanto e a basso consumo. Altrimenti non si spiega, visto che tutti quelli che lavorano nel settore a parole dimostrano tanta nostalgia per il 2D.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10364
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 128 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Iry Pixar » domenica 12 maggio 2013, 22:51

Credo c'entri anche il fatto che qualsiasi studio alle prime armi può fare CGI, ma non tutti sanno e possono fare 2D.
Co-founder di Impero Disney

Etre en vie, c’est être en mouvement dans sa pensée, être percuté par des concepts nouveaux, dans ses sensations aussi, dans « faire l’amour » : il y a quelque chose qui s’ouvre. C’est aussi être lié au monde. [Alain Damasio]
Avatar utente
Iry Pixar
da Pk²
da Pk²
 
Messaggi: 283
Iscritto il: domenica 09 settembre 2012, 00:30
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda FaGian » lunedì 13 maggio 2013, 07:43

Scissorhands ha scritto:...Col 2D lo fai sicuro... ma sono in pochissimi a saperlo fare con la maestria e tempi giusti!

Secondo me il nocciolo sta tutto qui.

Con la CGI, hai mano d'opera a due lire, chiunque può farla; col 2D, devi prima formare artisti con le palle, e non tutti sono in grado di imparare, e ancora meno hanno la capacità di fare "Arte" vera.
La mia gallery su Deviant Art (casomai a qualcuno interessi =^__^=)
Avatar utente
FaGian
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 447
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2011, 10:06
Has thanked: 6 times
Been thanked: 10 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Valerio » venerdì 09 agosto 2013, 01:53

Lasseter a DISAGIO.

Q: What’s the future of 2-D, hand-drawn animation at Disney?

John Lasseter: We still are doing some … We're still doing a lot of short films. There are no features on the docket for hand-drawn, but we're definitely keeping hand drawn alive at the studio. Hand-drawn is finding it’s way in a very interesting way into the technology. There’s a lot of hand-drawing that goes into the computer animated movies at Walt Disney Animation Studios. There’s a different style to the animation from that studio, too. Even though it’s computer animation in the end the way they do it, and the feeling it has, is more the feeling of hand-drawn animation. And then there’s a little bit of work going on with shorts such as Paperman, John Kahr’s film which won the Academy Award, and has this really interesting very innovative combination of hand-drawn and CG.

Q: But a lot of veteran hand-drawn animators were let go during Disney’s layoffs last spring, and others like Glen Keane and Andreas Deja parted ways on their own. Could this become a lost art?

John Lasseter: No, I don't think so.

Q: Really? Because if you’re a kid entering Cal-Arts today, the school Walt Disney helped found to generate animators, is there any reason to study hand-drawn animation if a someone in your position says we’ve got no films like that in the pipeline?

John Lasseter: No, I mean it doesn't mean we're not doing it, we're still doing a lot of hand-drawn animation. I just don't agree with you. So go ahead.


Source: http://insidemovies.ew.com/2013/08/08/j ... awn-d23/3/
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10364
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 128 times

Re: Glen Keane, Andreas Deja e il futuro del 2D

Messaggioda Valerio » domenica 11 agosto 2013, 02:36

Da dvdizzy:

So, the "Disney Imagineering" fan Twitter posted this little tidbit today:

Quote:
So I think I just got Eric Goldberg to admit publicly to developing a feature-length film in the style of "Paperman"! #D23Expo
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10364
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 128 times

PrecedenteProssimo

Torna a Walt Disney Animation Studios

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Cookie Policy