Home Chat The Disney Compendium il Fumettazzo

[Charles M. Schulz] Peanuts

Non solo Marvel e DC ma anche le classicissime strips e il fumetto autoriale di Alan Moore, Frank Miller o Jeff Smith.

Charles M. Schulz: Peanuts

Messaggioda Valerio » domenica 13 maggio 2007, 19:28

Immagine
Una delle strisce più importanti di sempre. Potevo non cogliere l'occasione che ci ha dato Panorama per aprir l'ancora mancante topic relativo? Quindi d'ora in avanti i commenti sull'iniziativa editoriale dirottiamoli qui. Innanzitutto cominciamo col dire che le grosse pecche di quest'edizione quasi-integrale sono appunto la mancanza del primo decennio (i 50s) e delle tavole domenicali. Facendo i dovuti calcoli però, se al termine della serie fanno uscire un'estensione (abitudine ormai consolidata) dovrebbe volerci solo una manciata di volumi per completare l'opera. Il problema è che pare che la fonte siano i volumi Baldini Castoldi, privi delle tavole nonchè della parte relativa agli anni 50, per cui si vedrà. Ad ogni modo ciò che quest'edizione si è ripromessa nel frattempo non è affatto poco, ed è fondamentale per chiunque voglia avere una cronologica dei peanuts quasi completa senza investire troppo tempo e danaro nella collezione di lusso "The Complete Peanuts".

Immagine
Dovendo supplire al decennio saltato, il volume si apre con una breve galleria con le strisce fondamentali dei personaggi più importanti, in modo da dare un infarinatura generale. La situazione da cui si parte è quella che vede già sul viale del tramonto Shermy, personaggio della vecchia guardia. La tendenza è appunto quella di mettere da parte, a volte anche definitivamente (Charlotte Braun, durata dieci strisce, è già sparita) i personaggi che offrono meno spunti. Oltre a Shermy, anche Patty e Violet vengono lentamente dimenticate, anche se talvolta vengono utilizzate per distruggere Charlie Brown. A predominare in questo periodo, oltre a Charlie Brown, sono Lucy, Linus, Schroeder e ovviamente Snoopy. Anche Pig-Pen fa qualche rada apparizione, mentre ancora molto in fase embrionale è Sally, appena nata.

1960
Un anno all'insegna di Linus, che è protagonista della maggior parte dei microcicli di strisce, come quello fondamentale del suo rapporto di idolatria verso l'insegnante Miss Othmar, la paura della biblioteca, il terrore per la nonna nascondicoperte o la prima crisi di fede verso il Grande Cocomero. E' anche il periodo in cui una Sally neonata inizia a provare interesse per lui. Ma è anche l'anno in cui Snoopy si inventa il personaggio del calciatore folle, una delle sue prime incarnazioni, in cui Lucy si improvvisa vignettista satirica e in cui Charlie Brown vive una tragicommedia sportiva piuttosto lunga, della durata di tre settimane.

1961
L'anno inizia con un ciclo di strisce piuttosto massiccio, quello celeberrimo del seppellimento della coperta. Molto lungo è anche il ciclo dell'ammutinamento della squadra di baseball, che si ribella a Charlie Brown. Torna inoltre il personaggio fuori campo di Miss Othmar che riprende l'insegnamento nella classe di Linus. Quest'ultimo poi subirà una lieve modifica nella sua più celebre superstizione, che d'ora in poi vedrà il Grande Cocomero sorgere solo dall'orto di cocomeri più sincero, stratagemma che permetterà di allungare il brodo per diversi anni. Ma l'evento più importante è l'introduzione nella comitiva di un nuovo e valido personaggio, Frieda, che militerà per parecchi anni nella striscia, scomparendo poco più di un decennio dopo, e dotandosi di un gatto, Faron, che diventerà una sorta di rivale passivo per Snoopy.

1962
Linus, sempre Linus, nient'altro che Linus. Ben due cicli sulla coperta, quello della scommessa con Miss Othmar, la quale uscirà di scena definitivamente per badare alla famiglia, e quello della coperta/aquilone fatta da Lucy, serie piuttosto lunga e di "ampio" respiro. Il tormentone del Grande Cocomero si arricchirà della presenza della scettica Sally, che inizierà ad andare a scuola mostrando una personalità maggiormente sopra le righe di quella del fratello, e proseguiranno pure le traversie sportive di Charlie Brown che prima invierà Linus a spiare la squadra avversaria e poi rimarrà solo sotto la pioggia ad aspettare la sua, situazione-emblema dell'intero cosmo schulziano. Ma ciò che caratterizza il 1962 è senza dubbio la parentesi occhialuta di Linus, che durerà l'intero anno, per poi venire bellamente dimenticata. E per l'estetica del personaggio di Linus è sicuramente meglio così.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Alle » lunedì 14 maggio 2007, 13:02

Sono d'accordo con quanto scrive il nostro Grrodon nella sua introduzione, sia relativamente (ovvio) all'importanza dei Peanuts nel mondo della letteratura disegnata (ed anche non disegnata, aggiungo), sia riguardo al considerare interessante questa pubblicazione quasi integrale delle strisce della serie. Per il sottoscritto, attirato da sempre sia dai volumoni B&C (che non "pare", ma sono la fonte di questa serie, come confermato indirettamente nelle primissime pagine del libro, quelle con i credits) che dalle integrali Fantagraphics e Panini, ma che per svariati motivi non può avvicinarvisi (sposatevi e capirete!), questa edizione è perfetta, e credo che lo sarà per molte altre persone, soprattutto non appassionate perse di comics come noi. Non sono invece molto fiducioso su una continuazione comprendente le domenicali, o con le strisce anni '50; se non erro, i volumi Panini-Fantagraphics sono iniziati dall'inizio (non riuscivo a spiegarmi meglio, sorry) e comprendono le tavole domenicali, e la loro pubblicazione in Italia è iniziata dopo la pubblicazione dell'ultimo volumone B&C. Mi viene da pensare che possa esserci qualche problema di diritti di pubblicazione (problema che, probabilmente, ha impedito l'arrivo in Italia dell'albo Fantagraphics del Free Comic Book Day di quest'anno, che guarda caso pubblicava proprio un centinaio di strisce "rare" dei Peanuts); altrimenti non avrebbe avuto senso pubblicare adesso questa serie, ma sarebbe stato più logico aspettare magari un anno, ed in questo lasso di tempo sarebbe potuto uscire un volumone B&C anni '50, per poi proporre questa collana veramente completa. Visto che Panini ha un accordo con Repubblica, e visto che il gruppo Repubblica-L'Espresso è il primo concorrente di quello Mondadori-Panorama, mi viene da pensare, tirate le somme, che 1) il volume B&C anni '50 è quantomeno lontano dall'essere pubblicato e che 2) il piano di quest'opera non sarà prolungato ulteriormente. Comunque, io il primo volume l'ho preso, e cercherò di prendere anche tutti gli altri della serie.
"Something not in the Guidebook? IMPOSSIBLE!"
"I never thought it would be happen in OUR lifetime!"
"... I feel faint ..."
HDL in D 2003-081

"Sei un mito, altro che misero kylioniano!" (Elikrotupos)
Avatar utente
Alle
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 302
Iscritto il: venerdì 16 dicembre 2005, 11:42
Località: Roma
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda Valerio » giovedì 24 maggio 2007, 12:28

Immagine
E secondo volume fu. Stavolta non ci sono solo tre annate, bensì quattro, con un incremento di ben 50 pagine. Un mistero restano ancora le rubriche dell'iniziativa: nel numero precedente c'era un breve sguardo sui personaggi, mentre stavolta una biografia di Schulz illustrata, in cui viene identificato proprio come Charlie Brown. Una cosa molto gradevole, per quanto non dia indizi su quale sarà appunto la regola per le prossime uscite...

1963
L'anno inizia e finisce con Linus, protagonista di alcuni minicicli, come quello sulla menzione d'onore, quello della recita scolastica nonchè il solito tormentone sulla nonna rubacoperte. Viene confutata la "regola" secondo cui la squadra di Charlie Brown dovrebbe perdere sempre, visto che qui si trova a un passo dal vincere il campionato, cosa che non accadrà per colpa di Charlie Brown. Il ciclo forse più toccante è senza dubbio quello della malattia di Snoopy, niente di grave, ma che lo vedrà ricoverato all'ospedale per ben due settimane. Ma forse la cosa più importante dell'anno sarà l'entrata in scena di alcuni personaggi nuovi, come 5 e le sue due sorelle 3 e 4, che tuttavia oltre alle battute sui loro nomi numerici e qualche comparsata per far numero non giocheranno certo un ruolo fondamentale nel microcosmo di Shulz. Al contrario un ruolo molto importante lo avrà il personaggio fuori campo che non si vede mai, la Bambina dai Capelli Rossi, l'amore infelice di Charlie Brown, osservata in lontananza da una panchina, durante l'intervallo. Inizia qui uno dei tormentoni più celebri della striscia.

1964
Un mutamento nei Peanuts. A partire da quest'anno la serie conosce una diversa continuità. Se prima le storie più lunghe erano relegate a cicli di strisce divisi tra loro a compartimenti stagni ecco che da quest'anno iniziano le compenetrazioni. Un anno di strisce diventa fittiziamente un anno di vita di questo gruppo di bambini, e tutte le tematiche e le facezie affrontate durante il corso di quest'anno tenderanno a intrecciarsi tra loro per formare un quotidiano senso di continuità. La svolta si ha con il ciclo del gomito agonistico di Charlie Brown, che avrà modo di "spalmarsi" per diversi mesi andando a contaminare altre trame, sempre mediche, come quella dell'abrasivofagia, o dell'iniezione antirabbica per Snoopy. Altre trame che vengono affrontate nel corso del 1964 sono i "difetti su diapositiva" di Charlie Brown, la paradossale magione di Snoopy o la geniale sequenza della campagna elettorale di Linus capoclasse. Si afferma definitivamente inoltre il concetto di tormentone stagionale, secondo cui l'anno sarà scandito da determinati eventi che si ripetono di continuo con varianti (ad esempio si parlerà della ragazzina dai capelli rossi a San Valentino, del Grande Cocomero in autunno, dell'anniversario di Beethoven a Dicembre, e via dicendo).

1965
L'anno inizia all'insegna dell'inettitudine di Charlie Brown, con il ciclo dei compiti del le vacanze e prosegue con una delle primissime trovate surreali di Schulz, il ciclo della coperta assassina. Una nuova trama medica inizia per Sally che fino a metà dell'anno successivo sarà costretta a portare una benda sull'occhio per curarsi l'Amblyopia. Ma sarà Snoopy il personaggio dell'anno, che introdurrà nella striscia un sacco di novità. Innanzitutto lo vediamo per la prima volta vittima di una grossa frustrazione che minerà la sua tranquilla vita, la sua prima delusione amorosa avuta da una bracchetta che incontrerà all'inizio dell'anno, e su cui avrà modo di rimuginare più volte anche nel corso dei mesi successivi. Un altro importante elemento sono le sue origini, e l'allevamento della Vecchia Quercia dove si recherà un paio di volte per reincontrare i suoi fratelli. Da questo ciclo apprendiamo che uno di loro abita in Texas, un'anticipazione del personaggio di Spike che entrerà in scena solo in seguito. Per ora è tutto infatti giocato sul fuori campo, non si vedono le nuove ambientazioni, si vede solo Snoopy in viaggio con la ciotola per cappello. Un altro evento è l'introduzione delle gag sulla macchina da scrivere, con il famoso incipit "Era una Notte Buia e Tempestosa", che verrà portato avanti nei secoli dei secoli. Viene anche introdotto un nuovo personaggio, Roy, nel primo ciclo di strisce vacanziere in trasferta. Charlie Brown lo incontrerà per caso al campeggio e diverranno amici, senza sapere l'incredibile sviluppo che la cosa avrà negli anni successivi.

1966
Charlie Brown vive alcune disavventure scolastiche, come quando si iscrive alla gara di grammatica, quando viene mandato dal preside o quando si improvvisa traversino, sarà proprio durante una di questa facezie che entrerà in scena uno dei più importanti tormentoni della striscia: l'asso della prima guerra mondiale a caccia del Barone Rosso. Snoopy si inventa una delle sue incarnazioni più celebri e durature iniziando da qui a inventarsi vere e proprie avventure, che cambieranno momentaneamente gli scenari da cortile per tramutarsi in deserti, baracche e campi di battaglia. Linus e Lucy invece traslocano. La cosa durerà poco, certo, ma nel breve periodo in cui saranno lontani la striscia regalerà alcune perle di humor malinconico, che verranno trasposte poi a meraviglia in un bellissimo e toccante episodio della serie animata. E poi torna Roy; per coincidenza stavolta è Linus a incontrarlo al campeggio estivo. Al termine delle vacanze, Roy racconterà tutto ad una sua amica che in quattro e quattrotto si metterà in viaggio attraversando la città per raggiungere la comitiva di Linus e Charlie Brown. E in questo modo la striscia conoscerà il ciclone Piperita Patty, che in breve tempo la monopolizzerà.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Valerio » giovedì 31 maggio 2007, 12:08

Immagine
Ma allora era proprio vero che a livello di rubriche ogni numero nasconderà una sorpresa. Se nel primo numero era stato inserito un essential sui Peanuts e nel secondo la biografia di Schulz ecco che nel terzo è presente una discussione tra Umberto Eco, Oreste Del Buono e Elio Vittorini su Charlie Brown e il fumetto in generale, sul significato della ripetizione nel fumetto a strisce. Il tutto apparso nel primo numero di Linus nel 1965.
Il volume di suo abbraccia altri quattro anni fino a giungere al 1970.

1967
La striscia del 2 marzo è forse la prima in cui Schulz infrange la quadrettatura standard presentando otto microvignette. Per il resto è un anno abbastanza nella norma, ci sono le avventure immaginarie di Snoopy nella prima guerra mondiale, le grane scolastiche di Sally, i bisticci di Linus con la nonna odiacoperte, e i viaggi di Snoopy, diretto stavolta alle olimpiadi invernali. Piperita Patty presenta alla squadra di Charlie Brown il piccolo Josè Peterson, ma il personaggio scomparirà dopo poche vignette, specie dopo che Piperita deciderà di formare la propria. Piperita e Roy saranno inoltre contemporaneamente presenti al campeggio estivo in cui si recherà Charlie Brown. Inizia a formarsi una specie di secondo nucleo di bambini di un altro quartiere.

1968
Lila inizia a tormentare Snoopy. Inizialmente è solo il nome di un amore finito, una sorta di tormentone, ma col passare dei mesi i minicicli si susseguono, lei lo viene a trovare e lui si nasconde. Solo quando saprà che Lila è stata ricoverata in ospedale Snoopy si metterà in viaggio e noi scopriremo trattarsi di una bimba, che aveva adottato Snoopy per un breve tempo, dovendolo poi riportare all'allevamente della Vecchia Quercia, ben prima che il padrone di Snoopy diventasse Charlie Brown. Oltre a questo simpatico quadretto, ci sono le vacanze, e iniziamo a seguire Piperita Patty al campeggio, dove diventerà capotenda di un gruppo di tre bambine, che spariranno presto dalla striscia. Una di loro sembra però una Marcie in miniatura e molto probabilmente avrà fornito l'ispirazione per la spalla di Piperita che entrerà in scena solo in seguito. Un nuovo personaggio fisso invece si aggiunge al cast, è Franklin il bambino nero, che Charlie Brown incontrerà al mare e di cui poco dopo le vacanze riceverà una visita.

1969
E' tempo di partenze. Miss Othmar, in seguito a uno sciopero viene licenziata e sparirà dai discorsi di Linus. Anche la Ragazzina dai Capelli Rossi se ne andrà, in seguito a un trasloco. Lei però pur non essendo presente fisicamente (d'altronde non lo era neanche prima) rimarrà una presenza costante nei discorsi di Charlie Brown, diviso tra la nostalgia per lei e il rimpianto di non averle mai rivolto la parola. La Ragazzina verrà infatti avvistata durante una settimana bianca, le verranno scritti abbozzi di lettere, paradossalmente diverrà ancora più presente di prima. Snoopy invece partirà alla ricerca di sua madre, non trovandola, e verrà per l'estate affidato a Lucy, riuscendo a domarla. In quest'anno nasce il tormentone del Grande Bracchetto, capo di tutti i cani, e inizierà a consolidarsi il gruppetto dei bambini dell'altro quartiere composto da Piperita Patty, Roy, e adesso anche Franklin che verrà automaticamente accumunato a loro due, quando si tratterà di rappresentare "gli altri bambini".

1970
Charlie Brown conosce la squadra di Piperita Patty, e con lei Thibault il bimbo scorbutico, che verrà dimenticato nel giro di poche strisce. Il personaggio dell'anno è ancora una volta Snoopy, però, che ha un nuovo amore, conosciuto nel bel mezzo di una contestazione all'Allevamento della Quercia. Snoopy nei primi mesi verrà eletto Grande Bracchetto e si doterà di un segretario. Già da un po' di tempo il disegno di Schulz aveva fatto evolvere i suoi uccelli in una determinata direzione, spesso e volentieri accostandoli a Snoopy. Negli ultimi tempi poi Snoopy aveva iniziato a fare coppia fissa con uno di loro. Qui l'accoppiata viene ufficializzata e l'uccellino diventerà segretario di Snoopy. E quando lui lascerà la carica rimarrà al suo fianco venendo dotato da Schulz negli ultimi mesi dell'anno addirittura di un nome: nasce Woodstock.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Rebo » giovedì 31 maggio 2007, 13:11

Grrodon ha scritto:l'uccellino diventerà segretario di Snoopy. E quando lui lascerà la carica rimarrà al suo fianco venendo dotato da Schulz negli ultimi mesi dell'anno addirittura di un nome: nasce Woodstock.


Ho una vaga reminiscenza... Non c'è stato un proto-Woodstock che era "una" volatile?
Avatar utente
Rebo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1443
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 18:30
Has thanked: 1 time
Been thanked: 5 times

Messaggioda Valerio » giovedì 31 maggio 2007, 13:32

Naa, o meglio, ci sono miriadi di uccellini che progressivamente diventano Woodstock nelle annate precedenti. Ma solo in una striscia Snoopy scorpe che quell'uccello in particolare che sta sempre con lui si chiama Woodstock.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Valerio » venerdì 08 giugno 2007, 11:55

Immagine
Il quarto volume viene introdotto dalla prima metà di un dizionarietto di parole frequenti nella striscia, si arriva alla lettera "L", quindi si immagina sarà in due parti. Finora sembra che queste intro siano riciclate da fonti diverse, ma sono varie e comunque ben accette. Venendo al volume, gli anni settanta vedono un evoluzione della striscia, sempre meno legata alla struttura autoconclusiva. Le piccole storie diventano grandi storie, si comincia ad annusare un po' di continuity (anche se non rigidissima, vista l'insiepgabile ricomparsa di Miss Othmar) e il mondo da cortile dei Peanuts diventa più vivo. I rapporti tra bambini sorprendentemente evolvono arrivando in più di un caso a far scendere al lettore una lacrimuccia, riprova che la definizione di striscia umoristica và stretta a Charlie & co.

1971
Un grande anno il 1971, pieno di eventi, nuove tematiche e cicli piuttosto lunghi. In una manciata di questi la protagonista assoluta è Piperita Patty che evolve nettamente il suo personaggio, rivelando maldestramente la sua cotta per Charlie Brown. Le sue avances, il suo esser ritrosa e le sue gaffe che finiscono per avvilire Charlie Brown, non ce la mostrano però come una civettuola alla pari di Lucy, Patty e Violet. Il personaggio di Piperita ha successo perchè fondamentalmente buono e sincero, nella sua esuberante goffaggine Patty fa tenerezza e infatti attira ben presto le simpatie del pubblico e dello stesso Schulz che ce la propone sempre più frequentemente e che in occasione del campeggio estivo le affianca una spalla, Marcie. Il personaggio che entra in scena qui, deve parecchio a quella mini-marcie apparsa qualche anno prima, anche nelle dimensioni, leggermente più bassa di Piperita Patty. Per adesso Marcie è appunto relegata a comparsa estiva, ma molto presto farà ingresso nel microcosmo di Piperita (formato da Roy e Franklin) e diverrà una presenza costante. In quest'anno vediamo inoltre arrivare una nuova incarnazione fantasiosa di Snoopy, che ci porteremo dietro per un bel po': Joe Falchetto, il bullo del campus universitario. Oltre a Joe Falchetto, arriva anche Miss Helen Dolcestoria scrittrice della serie di libri dei coniglietti, che ovviamente sempre fuori campo, sarà protagonista di alcuni cicli di strisce, come grande amore platonico di Snoopy. Infine succede una cosa un po' particolare alla coperta di Linus, che dopo vari smanacciamenti da parte di Lucy verrà trasformata in una giacca da Snoopy e dall'ormai onnipresente Woodstock. Charlie Brown gliene regalerà un'altra, tuttavia non sembra che nelle strisce successive si terrà conto della cosa, visto che Linus si riferirà alla sua coperta come a quella di sempre.

1972
Continua l'immaginario amore platonico di Snoopy con Miss Helen Dolcestoria che, grazie a Linus e Sally, salterà fuori anche un'altra volta nel corso dell'anno, e nascono nuove incarnazioni del bracchetto, come quella del celebre avvocato. Anche Lucy ha un ruolo abbastanza massiccio, visto che prima scommetterà un bacio con Schroeder (rinunciandoci all'ultimo per puro orgoglio) e in seguito Charlie Brown la caccerà dalla squadra (anche se non verrà in seguito tenuto conto della cosa) infine coglierà l'occasione per mettere alla porta il fratello Linus, poco prima che in casa Van Pelt arrivi la vera grande novità: la nascita di Ripresa, annunciato telefonicamente come accadde per Sally e, al momento, presenza ancora fuori campo.
Al campeggio estivo Piperita Patty ritroverà Marcie e si troverà poi faccia a faccia con la Ragazzina dai Capelli Rossi. Ne seguirà un pestaggio e l'allontanamento di Charlie Brown dal campo, bollato come capro espiatorio di tutto. L'episodio, di per sè anche toccante, non farà che aumentare le sfaccettature del carattere di Piperita Patty, mettendo a nudo la sua frustrazione derivata dalla sua poca femminilità.
Un altro episodio che invece mostrerà il rapporto tra Snoopy e il suo amichetto-spalla Woodstock è invece quello di Guerra e Pace, con tanto di litigio e rottura apparentemente definitiva tra i due. Ma tornerà presto la pace, visto che i due si metteranno in seguito in viaggio per raggiungere l'Allevamento della Vecchia Quercia, scoprendo che è oramai andato demolito per far posto ad un autoparcheggio a sei piani.

1973
Un altro litigio tra Snoopy e Woodstock apre l'anno, stavolta anche più tenero e poetico del precedente, si passa poi alla cena celebrativa per Charlie Brown che occuperà i bambini per qualche settimana per essere infine accantonata in quanto "cena ipocrita". La voce del buon senso è Marcie, ormai inseritasi definitivamente nella striscia. Marcie è solita tenere un basso profilo, è ragionevole, sensibile e paziente, ed è, insieme a Piperita, l'unico personaggio femminile veramente positivo. Eppure anche lei, se portata all'estremo ha i suoi scatti d'ira e le sue scenate d'isterismo, che riusciranno a dare una scrollata spesso e volentieri alle menti obnubilate degli altri. "Vittima" di uno di questi scatti sarà proprio lo scorbutico Thibault, bisbetico giocatore della squadra di Piperita, già apparso annetti prima e rispolverato per l'occasione. Scopriremo inoltre che Piperita Patty è orfana di madre, completando quindi il quadro e spiegando molte cose della psicologia di questo interessante personaggio. A un anno esatto dalla sua nascita è ora che Ripresa inizi ad apparire nella striscia, e lo fa rivelandosi essere appunto una "replica" in piccolo di Linus. Il piccolo Ripresa, attraverso i suoi pensieri dimostrerà, pur nel suo microcosmo neonato, di non essere da meno degli altri piccoli adulti, finendo addirittura per coinvolgere inconsapevolmente la squadra di Charlie Brown nello "scandalo delle scommesse". Infine va detto che questo è anche l'anno in cui Charlie Brown vive il suo quarto d'ora di celebrità in incognito, diventando presidente del campeggio sotto il nome di "Sacco", uno dei minicicli a cui Schulz teneva di più e che è stato anche trasposto in animazione.

1974
Lucy e Piperita Patty vanno a farsi forare le orecchie, Lucy si libera provvisoriamente del piano di Schroeder, e Sally inizia a parlare con l'edificio scolastico, trasformandolo in un personaggio. Ma la cosa che resta più impressa è la presa di coscienza di Piperita del fatto che Snoopy è un cane e non un buffo bambino col nasone, ovviamente ad opera di una scenata dell'altrimenti mite Marcie. E' una cosa piuttosto importante questa perchè priva la striscia di un equivoco sul quale da anni Schulz inventava battute. Ma ce ne saranno altri a coinvolgere Piperita Patty, che con la sua irruenza sarà sempre meno propensa a rendersi conto di quanto accade intorno a lei, come si vedrà nel ciclo del pattinaggio che chiuderà l'anno. I cicli di strisce inizeranno inoltre ad incrociarsi tra di loro, fermandosi per qualche giorno e riprendendo in seguito da dove si erano fermati. Questa nuova struttura che si va configurando invece di rendere tutto più frammentario aiuta a rendere il tutto più omogeneo facendo sentire il tempo che passa.
Ultima modifica di Valerio il venerdì 06 luglio 2007, 12:07, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Alle » venerdì 08 giugno 2007, 13:16

E intanto stamattina il mio edicolante non ha ricevuto il quinto volume... :cazz:
"Something not in the Guidebook? IMPOSSIBLE!"
"I never thought it would be happen in OUR lifetime!"
"... I feel faint ..."
HDL in D 2003-081

"Sei un mito, altro che misero kylioniano!" (Elikrotupos)
Avatar utente
Alle
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 302
Iscritto il: venerdì 16 dicembre 2005, 11:42
Località: Roma
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda Alle » lunedì 11 giugno 2007, 10:13

Volume giunto stamattina, ma ho avuto conferma di un sospetto: il numero di copie stampate è drasticamente diminuito. Evidentemente, dopo i primi numeri, si sono fatti un'idea di quante persone stanno acquistando i Peanuts con il giornale, di quante senza, e si stanno regolando di conseguenza.
"Something not in the Guidebook? IMPOSSIBLE!"
"I never thought it would be happen in OUR lifetime!"
"... I feel faint ..."
HDL in D 2003-081

"Sei un mito, altro che misero kylioniano!" (Elikrotupos)
Avatar utente
Alle
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 302
Iscritto il: venerdì 16 dicembre 2005, 11:42
Località: Roma
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda Valerio » lunedì 11 giugno 2007, 10:20

Idem per me, sta diventando un problema trovarlo. E non siamo neanche a metà...
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Valerio » giovedì 14 giugno 2007, 13:14

Immagine
E infatti è stato un problema trovare la settimana scorsa questo quinto volume. Comprendente anche questo quattro annate, si apre con la seconda parte del dizionario inglese-italiano dedicato ai Peanuts, quella che va dalla M alla Z. Le annate in questione si contraddistinguono per l'ingente introduzione di nuovi personaggi, di varia importanza che avranno sviluppi e utilizzi diversi. Sembra quasi che la regola sia di inserire in media un personaggio nuovo all'anno, sfruttando come occasione quasi sempre il campeggio.

1975
Snoopy si improvvisa cane da guardia di Piperita finendo in una situazione demenziale e paradossale, continuano le strisce dedicate a Ripresa, sempre molto rade e che ormai si stabilizzano su una situazione univoca: i viaggi in bici con la madre. La struttura della striscia si evolve ulteriormente e adesso i cicli, che già avevano iniziato a contaminarsi e intrecciarsi, iniziano ad alternare anche due diverse situazioni: ad esempio nella sequenza estiva del campeggio viene raccontata una storia in cui Charlie Brown incontra il suo idolo di sempre, Joe Shlabotnick, ma tra una striscia e l'altra ci vengono narrate le vicende di Piperita Patty e Marcie, rimaste in città con Snoopy. E' tempo anche di nuovi personaggi, che qui inziiano anche a diventare leggeri, occasionali. Non vengono più introdotti bambini che DOVRANNO rimanere nella comitiva, ma ci si accontenta di abbozzare tante piccole figure, una di queste è la piccola Tartufo, protagonista di un dolce idillio bucolico con Linus. Ma arriva anche un nuovo personaggio, Spike, direttamente da Needles. Il primo dei fratelli di Snoopy che conosceremo fisicamente, farà visita al fratello, si soffermerà un po' e si rivedrà più avanti, quando sarà Snoopy a contraccambiare la visita. E un altro importante pezzo si aggiunge all'insieme.

1976
L'anno è "funestato" da un evento che accade in Gennaio, la scuola del quartiere di Charlie Brown, che negli ultimi tempi era diventata un vero e proprio personaggio a sè, con tanto di pensieri, decide di suicidarsi e crolla. Ne costruiranno un altra, in tutto e per tutto identica (anche nei pensieri), ma per il momento gli alunni verranno trasferiti nella scuola di Piperita Patty, che inizierà una convivenza difficile in banco con Charlie Brown. A Piperita e Marcie sono dedicati alcuni fra i migliori cicli dell'anno, come quello dei berretti per la squadra o il campeggio, in cui si avrà modo di scoprire un lato di Marcie inedito. Personaggio tanto remissivo quanto acuto, ci apparirà in quest'occasione piuttosto violenta nel respingere le avances che un bambino sinceramente innamorato di lei le farà al campeggio. Il mondo dei Peanuts continua a popolarsi di comparse anche ben caratterizzate, come i vari prepotenti o bulletti vari che faranno comparsate qua e là per poi scomparire. Snoopy si farà male a una gamba e sarà costretto a portare il gesso per un mese buono, e la cosa verrà tenuta presente nella routine della striscia, quando guarirà si metterà in viaggio per Kansas City per andare a trovare la sorella Belle (e il suo figlio adolescente), nuovo membro visibile della cucciolata di Snoopy, di cui faremo la conoscenza. Tuttavia Belle, almeno per il momento non uguaglierà Spike, quanto a presenza nella striscia.

1977
E' un anno di amori, visto che la cotta di Sally per Linus riemerge dopo anni di sopimento durante una gita scolastica in cui Linus si ritroverà faccia a faccia con la piccola Tartufo che assente da un biennio, si dichiarerà a Linus. Snoopy dal canto suo riprende a fare il cane da guardia per Piperita Patty, e si imbatte in una bracchetta che lo pianterà all'altare preferendogli il fratello Spike. Spike si rivela un personaggio completamente svagato, amorale, atarassico, e proprio per questo irresistibile. I cicli più importanti sono quelli di Piperita alla scuola per cani, o l'autoesilio di Charlie Brown, che fugge di casa per paura di essere querelato per aver dato un morso all'albero mangia-aquiloni, ritrovandosi a far da allenatore ad una squadra di bambini molto piccoli che lo eleggeranno a mito, facendogli passare uno dei suoi unici quarti d'ora di celebrità. Al gruppo si aggiunge temporaneamente la bambina scorbutica Molly Volley, grottesca compagna di Snoopy nelle partite a tennis.

1978
Woodstock, Conrad, Oliver e Bill. Se prima il collettivo di uccelli che accompagnavano Snoopy si era ridotto ad un unico caratterizzatissimo esemplare, ecco che Woodstock torna a moltiplicarsi in una multitudine di anonimi uccelletti in occasione delle escursioni di Snoopy capo-scout. I compagnetti di Woodstock tuttavia non verranno utilizzati granchè al di fuori di queste occasioni, piuttosto a sorpresa torna Molley Volley, con l'avversaria Piangina Boobey, lagnosa tennista che non si vede mai completamente in faccia visto che per sua stessa natura tiene sempre il viso verso l'alto nell'atto di lamentarsi. Lamentosa ma molto flemmatica e discretica è anche la new entry Eudora, amichetta di Sally come sempre incontrata al campeggio e poi trapiantata come personaggio fisso nel quartiere e nella classe di Sally. Eudora per ora si contraddistingue per una certa perplessità e stralunamento. Di sicuro non ha la forza emotiva di Lucy, Sally o Piperita, ma mantiene un atteggiamento più serio e a tratti alienato. Infine, cosa più importante, raffiora qua e là la cotta di Piperita per Charlie Brown, al punto di venire "diagnosticata" dalla stessa Marcie, con successiva presa di coscenza da parte della diretta interessata.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Alle » venerdì 15 giugno 2007, 08:35

Trovato regolarmente il volume stamattina; anzi, regolarmente no. Infatti, ad ulteriore conferma di quanto sopra già accennato:
1) al mio edicolante questa mattina ne avevano consegnato una sola copia, messa subito diligentemente da parte per il sottoscritto; ergo, affidatevi sempre allo stesso edicolante per essere sicuri di trovarlo
2) la copia arrivata non è incellofanata, come era accaduto fino ad ora per tutte le altre.
Questa settimana il volume è tutto strisce, in quanto non ci sono articoli di accompagnamento.
"Something not in the Guidebook? IMPOSSIBLE!"
"I never thought it would be happen in OUR lifetime!"
"... I feel faint ..."
HDL in D 2003-081

"Sei un mito, altro che misero kylioniano!" (Elikrotupos)
Avatar utente
Alle
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 302
Iscritto il: venerdì 16 dicembre 2005, 11:42
Località: Roma
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda Valerio » venerdì 15 giugno 2007, 11:10

Elik comuna che ha perso un numero, smette la cosa e si taglia un piede. Non l'avrei mai e poi mai postato ma sono sotto ricatto.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Valerio » venerdì 22 giugno 2007, 20:58

Immagine
Uhm. Sottotono questa settimana. Siamo a metà dell'opera e adesso tutti i prossimi volumi tranne due dovrebbero contenere tre annate al posto di quattro. Il volume è piuttosto sottile, e sciatto, visto che stavolta mancano i gradevoli extra a inizio volume. E la copertina è pure decentrata. E anche i contenuti non è che siano dei migliori, visto che il triennio 1979 -1980-1981 non sembra introdurrè grandi cose.

1979

Contnua ad apparire Eudora, alla quale Snoopy, nei panni dell'Asso della Prima Guerra Mondiale, fa sperticate avances, e per un certo periodo sia Lucy che Woodstock iniziano a coltivarsi un orticello personale. L'unica cosa davvero rilevante dell'anno è il lungo ciclo di Charlie Brown bloccato all'ospedale da una malattia imprecisata. Il problema è che alla fine di questo ciclo viene tirato in ballo il tormentone del pallone da football tirato via da Lucy, una situazione ormai celebre eppure mai vista per adesso nelle strisce in questione. I casi sono due: o è una cosa che risale agli anni 50, cosa di cui dubito, o il tormentone ha avuto luogo sinora solo ed esclusivamente all'interno delle tavole, cosa che mi farebbe un po' incavolare e risulterebbe un bel po' strana.

1980
E iniziano gli anni 80. Piperita Patty si prende accidentalmente una cotta per Pig-Pen, che riappare qui dopo una lunga latitanza. Del resto Pig-Pen non è una meteora, ma un personaggio utilizzato poco ma con regolarità. La storiella però verrà in fretta messa da parte da Schulz, preferendo dare a Piperita la solita connotazione da goffa zitellona. Altro ciclo notevole è quello del nuovo campeggio a cui vengono spediti quasi tutti i bambini del fumetto, che di cui seguiamo per la prima volta contemporamente le vacanze. Arriva un nuovo personaggio, Harriet, un'uccellina che prenderà parte insieme a Woodstock, Conrad, Olivier e Bill alle escursioni scuotistiche di Snoopy, finendo per coinvolgere verso la fine dell'anno anche Charlie Brown e Piperita.

1981
Un bel ciclo di strisce vede il reincontrarsi di Snoopy pilota con uno Spike fantaccino e una Belle crocerossina in una fantasia da prima guerra mondiale del bracchetto, che si rivelerà poi essere il contenuto di un romanzo che sta scrivendo. Per il resto le strisce collegate diventano sempre meno, e Schulz ritorna gradualmente a preferire la formula autoconclusiva. Gli unici due cicli che si fanno ricordare riguardano entrambi Piperita Patty prima alle prese con il mestiere di caddy e poi con la farfalla-angelo (ben trasposto a suo tempo in animazione). Si ricomincia a parlare della Ragazzina dai Capelli Rossi al presente, altra cosa poco chiara, ma non aveva traslocato? Non che la continuity sia granchè importante nei Peanuts, ma era una cosa che era stata a lungo rimarcata e invece adesso siamo ritornati alla situazione di partenza. Mah...
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Valerio » giovedì 28 giugno 2007, 12:21

Immagine
Un altro numero da tre sole annate, e senza rubriche iniziali. La cosa crea un po' di tristezza, e rende disomogenea la cura per quest'edizione. Ad ogni modo pare che superata la metà strada non ci siano più grandi personaggi o tematiche da introdurre. Giusto una definitiva evoluzione di Spike, e poco altro. Il che significa che il microcosmo si è finalmente formato e che da adesso in poi (altri cinque volumi) c'è abbastanza carne al fuoco da esssere sfruttata ampiamente e (si spera) senza ripetersi.

1982

Un anno molto ma molto interessante. Si comincia nei primissimi mesi con un ciclo su Piperita Patty vigile della scuola, e si prosegue poi con il ritorno dei bimbi tennisti, come la ruvida Molly Volley o Piangina Boobey. Molly Volley è terribilmente ingrassata e la stessa sorte toccherà anche a Sally nel ciclo di strisce estive, dove si recherà ad un campeggio molto particolare. Ovviamente la cosa sarà solo occasionale e nelle strisce successive il personaggio di Sally tornerà in fretta quello di sempre. Troviamo anche un personaggio nuovo, e cioè Pallino, un altro fratello di Snoopy. E così adesso oltre a Spike e Belle ne conosciamo un altro, un altro che pare destinato a non vedersi più visto che, dotato di buon senso, prova disagio di fronte alle stramberie fantasiose di Snoopy. Ma "l'avvenimento" più importante dell'anno è senza dubbio quando Charlie Brown si ritrova provvisoriamente senza campo da gioco. Sarà in quell'occasione che Marcie, che nel frattempo ha iniziato a chiamarlo rispettosamente Charles, gli rivelerà i suoi sentimenti. Così adesso Charlie Brown avrà ben due discrete spasimanti, solo che proprio in virtù della sua inettitudine sarà ben lungi dal prendere una posizione, preferendo rimanere in balia degli eventi.

1983

Continuano le escursioni scoutistiche di Snoopy che questa volta correrà in aiuto di Spike, circondato dai Coyote. Nel frattempo due uccellini facenti parti della comitiva, Bill e Harriet, decideranno di convolare a giuste nozze. Da questo momento in poi il numero di uccellini al seguito di Snoopy oscillerà da tre a quattro. Poi c'è Linus che prova nuovamente a rinunciare senza successo alla sua coperta, e Piperita Patty, coi soliti problemi di sonnolenza scolastica. Marcie nel frattempo continuerà nel suo "silenzioso dolore" a prendersi cura di Charlie Brown, evitandogli di far da mascotte, travestito da pellicano, per la squadra di Piperita, e mandandogli un sacco di tenere letterine dal campeggio. Tutto questo lo metterà in una sorta di competizione con la sua migliore amioca, da sempre anche lei desiderosa di ricevere attenzioni da "Ciccio".
Nel 1983 si ha invece l'introduzione di un nuovo nucleo autonomo, dopo quello di Piperita, nell'universo dei Peanuts, ovvero Spike, che fino ad ora era stato sempre messo in relazione con Snoopy e che invece adesso sarà spesso e volentieri presentato da solo. Come Snoopy anche Spike inizierà qui a parlare pensando, e porterà avanti le sue piccole storielle in solitaria, spesso e volentieri accompagnato dal cactus, suo unico amico.

1984

Continuano le numerosissime strisce in solitaria dedicate a Spike. Per il resto l'anno offre un solo ciclo continuativo, che si spalmerà per benino da giugno a settembre, ovvero la bocciatura di Piperita Patty. Dal terribile annuncio all'improbabilissima riammissione nella sua classe passando per un viaggio a Parigi col padre e la manifestazione del russare fantasma. Una piccola nota riguarda Pig-Pen che potrà anche essere un personaggio sporadicissimo, ma costantemente ricompare con regolarità sia pure per due strisce.
Ultima modifica di Valerio il venerdì 20 luglio 2007, 11:38, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Valerio » venerdì 06 luglio 2007, 12:27

Immagine
Ormai è ufficiale e definitivo il nuovo standard privo di rubriche e di sole tre annate, e tutti i prossimi albi tranne l'ultimo saranno così. Con questa uscita siamo a due terzi dell'opera complessiva.

1985
Non un anno intensissimo ma con dei buoni cicli, come ad esempio il campo estivo piovoso, Nessun personaggio nuovo viene inserito, ma iniziano qui timidamente due nuovi tormentoni, quello di Pierino e il Lupo, il concerto per frugoletti che viene irrimediabilmente eseguito ad ogni occasione speciale, e Snoopy da solo in auto.

1986
Snoopy si prende l'influenza del 1917, Piperita viene eletta reginetta di Maggio e riappara Molly Volley. Nello stesso anno esordiscono ben tre personaggi di cui due saranno destinati a rimanere ancora per un po', la meteora è Maynard, lo scorbutico cugino di Marcie che dà ripetizioni a Piperita Patty. I due personaggi più duraturi sono Tapioca Pudding, bambina riccioluta il cui padre "lavora nel merchandising", e la bambina anonima di cui si innamorerà Linus, respinto perchè "troppo vecchio per lei".

1987
Riappare in ben due cicli la bambina anonima (o dal nome mutevole) che fa tanto impazzire Linus, Lucy nel frattempo comincia a mostrarsi un po' più tenera con Ripresa di quanto non lo sia mai stata con Linus, e gli insegna a schioccare le dita. Ripresa, dal canto suo, ormai è indistinguibile da Linus da cui si differenzia solo per la maglietta bianca e per il suo stare prevalentemente seduto. In estate ci sarà un ritorno di fiamma di Marcie per Charlie Brown, proprio durante il campo estivo in cui, con Piperita Patty, farà l'istruttrice di nuoto ad alcune bambine. Tra le bambine in questione si distingue una certa Sophie, presumibilmente anch'essa una meteora.
Ultima modifica di Valerio il lunedì 16 luglio 2007, 11:14, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Valerio » lunedì 16 luglio 2007, 11:12

Immagine
Ero ormai abituato ad andare in eidcola e trovare volumetti sottili e striminziti, quando mi consegnano in mano un volume bello paffuto, come i primi. Eppure le annate sono solo tre. La soluzione del mistero sta nel diverso formato delle strisce.

1988
Anzichè rivelarsi un personaggio meteora, la stralunata bambina che manda Linus ai matti diventa un personaggio ricorrente, e sebbene sia presente il tormentone del nome mutevole è Lydia il modo con cui Linus la chiama più spesso. Ma la vera novità è un altra e cioè che a marzo cambia definitivamente il formato della striscia. Anzichè i canonici quattro quadratini il formato si fa più flessibile. Lo standard diventa di tre strisce con un conseguente mutamento dei ritmi di lettura. Le battute si fanno quindi più secche e spiazzanti. Ma la lunghezza della striscia non diminuisce di certo, cambiano solo rapporto e proporzioni, cosìcchè appunto si avranno tre rettangolini di grande formato che formeranno strisce assai più alte, che in questo volume vengono quindi raccolte a gruppi di quattro (anzichè cinque) per pagina, con conseguente aumento della foliazione. Va detto che lo standard di tre vignette sarà molto mutevole e spesso si avranno strisce con sole due vignette, quando non un unica lunga striscia autoconclusiva. Questo nuovo formato rende il tutto più dinamico e innoivativo, specialmente nelle strisce lunghe spesso e volentieri impostate su una constatazione "corale" da parte dei bambini di qualche strano fatto, che ognuno di loro commenta in fila indiana. Un altra novità è l'uso di retini per rappresentare la pelle nera: Franklin non ha più quegli scarabocchi sul viso e inizia ad apparire sempre più spesso chiacchierando con Charlie Brown di suo nonno, mentre nella compagnia scoutistica di Snoopy fa il suo ingresso l'uccellino nero Raymond.

1989
Mentre personaggi come Eudora, Frieda e Roy sono solo un ricordo, iniziano a riapparire alcuni esponenti della vecchia guardia come Patty e Violet, e soprattutto l'occasionale Pig-Pen. E' l'anno in cui Piperita Patty viene rimandata e si perde la consueta vacanza al campo per gli esami di riparazione. Fa il suo esordio un altro membro della cucciolata di Snoopy, dopo Spike, Belle e Pallino: Olaf, il cane più brutto del mondo. Quest'ennesima anima in pena farà però ben poche apparizioni, sparendo dalla striscia con la fine del miniciclo del concorso sul "cane più brutto del mondo".
In quest'anno sono frequenti le occasioni in cui Charlie Brown, deluso dalla vita, parlerà di volersi ritirare dalle scene e badare solo al suo cane, il quale avrà modo di "soffiargli la ragazza", quando una bambina sconosciuta rispunterà dal passato confondendo il padrone col suo cane. Una nuova incarnazione di Snoopy nasce verso la fine dell'anno: Babbo Natale.

1990
Sarebbe l'anno del primo miniciclo dedicato a Pig-Pen ma il tutto perde importanza se si considera che questo è lo storico anno dove Charlie Brown trova una ragazza. Incontrata al campo, la tenera Peggy Jean si innamora di lui, ricambiata, e guarda caso ha i capelli rossi. Una svolta non da poco nella vita del frustrato bambino, che va in diretta contraddizione con tutti gli stereotipi del personaggio. Charlie Brown rimane l'insicuro di sempre, ma questa Peggy Jean, a differenza di mille altre comprimarie femminili dimostra di avere pazienza e dedizione. Ma ovviamente è più che logico che dopo quarant'anni di routine Schulz volesse provare ad osare un po' di più. E quel che abbiamo è un ciclo bellissimo e assolutamente poetico. Peggy Jean pur rimanendo in contatto solo epistolare con lui, aleggerà per mesi nella striscia sostituendo la ragazzina dai capelli rossi, Piperita, Marcie e ogni possibile mezzo filarino del protagonista.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Valerio » venerdì 20 luglio 2007, 12:17

Immagine
Terzultimo numero, anche questo molto gonfiotto, dovuto alla nuova foliazione.

1991
Negli anni 90 cominciano a prendere definitivamente piede alcuni nuovi tormentoni e situazioni che prima apparivano più sporadicamente: gli stralunati duetti tra Linus e Lydia, Charlie Brown che fa da Caddie a Snoopy e soprattutto lo zamboni, che non si sa bene perchè viene sempre tirato in ballo da questo o quel personaggio diventando il protagonista di migliaia di gag. Per il resto le cose più rilevanti sono Snoopy che trangugia orzate a casa di Marcie, rendendola teatrino solido delle sue fantasie di guerra, e poi Charlie Brown e Sally che vengono reclutati per insegnare catechismo a un gruppo di bambini molto piccoli. Uno di loro, Larry il figlio del reverendo, innamoratosi di Sally, sarà il protagonista di un breve ciclo e avrà modo di riapparire in seguito. Ma la cosa più triste dell'anno è la sparizione di Peggy Jean, la ragazza di Charlie Brown che tutto d'un tratto trasloca senza avvertire. Le lettere di Charlie Brown tornano indietro e di lei non si sa più nulla. Probabilmente Schulz avrà scelto il modo più indolore possibile per ripristinare la situazione di partenza e rimettere Charlie Brown alle prese con la ragazzina dai capelli rossi o con le attenzioni di Marcie e Piperita Patty.

1992
Le surreali gag di Snoopy-stregatto, l'aggiornamento attualizzato dello Snoopy-Joe Falchetto, il breve soggiorno di Snoopy a casa Van Pelt e la disputa legale tra Snoopy avvocato E parte in causa e Sally, che lo accusa di non averlo portato a Hollywood col suo aereo. Snoopy è sempre molto protagonista, anche se Schulz non perde occasione per inserire nella striscia facce nuove, e il campo estivo è sicuramente la situazione più sfruttata. Ecco quindi l'ennesimo bambino spuntare durante i mesi estivi per poi ritrovarsi in classe con gli altri non appena inizia la scuola. E' la volta di Cormac, un piccoletto abbastanza sopra le righe a cui vengono dedicate un notevole numero di strisce, e che una volta a scuola avrà modo di fare avances a Sally. A questo proposito notavo una certa irregolarità nel mostrarci scenette scolastiche, visto e considerato che i bambini a volte sembrano appartenere alla stessa classe e altre volte invece si sottolinea la loro differenza di età. Ad esempio, è molto strano che Sally stia in classe con Linus, e che Linus sia in classe con Charlie Brown, quando Charlie Brown appunto non sta affatto in classe con l'assai più giovane Sally. Una classe che invece rimane regolare è quella di Marcie, Piperita e Franklin (nonchè dello scomparso Roy) che non subisce mai oscillazioni di età.

1993
Spike inizia a fare il pastore senza gregge, e nel gruppetto di uccellini scout di Snoopy comincia ad apparirne uno nuovo, anzi un nome nuovo, Fred. Degno di nota però è l'inquietante episodio che vede Charlie Brown fare finalmente un fuoricampo eliminando una bambina di nome Royanne. La cosa incredibile è che l'avvenimento si ripeterà nel corso dello stesso anno per concludersi negli ultimi mesi con la rivelazione da parte della bambina che si era stata fatta eliminare apposta perchè innamorata di lui. Dalla qual cosa si desume che 1) Charlie Brown va a ruba, a dispetto dei suoi "nessuno mi ama" 2) Schulz oscilla tra il voler rendere interessante la sua striscia evolvendone le situazioni, e il rassegnato voler tornare alla situazione di partenza dopo un po', per non perderne la connotazione autoconclusiva.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Valerio » giovedì 02 agosto 2007, 11:07

Immagine
Ed ecco il penultimo numero, che raccoglie le annate dal 1994 al 1996.

1994
Si inizia l'anno con un gradevole ciclo di strisce sulle presunte memorie del nonno ingabbiato di Woodstock, inoltre riappare la piccola giocatrice di baseball coi capelli sul viso già vista l'anno precedente. L'unico evento di una certa rilevanza è però la malattia di Snoopy, che lo costringerà in un letto d'ospedale. In quel frangente rivedremo alcuni dei fratelli di Snoopy in visita da lui. Ma oltre al celebre Spike e al meno celebre Olaf, mancheranno Belle e Pallino. In compenso apparirà un fratello nuovo di zecca, l'arruffato Andy. E' un po' strano però che Charlie Brown mostri di conoscere Andy come niente fosse, visto che i membri della cucciolata di Snoopy finora ci erano stati presentati ad uno ad uno. Ad ogni modo Andy insieme ad Olaf, darà inizio a un nuovo filone di strisce, per certi versi affine a quello del solitario Spike, solo incentrato sulla fin troppo tranquilla vita dei cani da pagliaio.

1995
Un ciclo poetico ma sottilmente anche inquietante è quello delle lezioni di ballo di Charlie Brown e del suo fugace incontro con Emily, la cui sparizione improvvisa dalla scuola di danza sembrerebbe rivelare la sua natura immaginaria. Ma se da questa storia Charlie Brown non ne esce affatto bene, avrà modo di riscattarsi finalmente in seguito, quando a colpi di biglie difenderà il piccolo Ripresa da un bullo che gli ha vinto tutte le biglie. E per un attimo vediamo finalmente un Charlie Brown a muso duro, determinato e vincente. Intanto Ripresa inizia ad apparire con una frequenza sempre maggiore, e per quanto sia praticamente identico a Linus Schulz trova sempre il modo di differenziarlo leggermente, vestendolo e pettinandolo in modo differente dal fratello maggiore.

1996
Le fantasie belliche di Snoopy si estendono definititamente anche a Spike che diventerà protagonista di fantasie da fantaccino anche indipendenti da quelle di Snoopy. E a proposito di fantasie, ecco riapparire Emily, che a questo punto sembrerebbe proprio non essere tale, ma reale. Eppure nel suo rispuntare non si fa minimamente accenno ai dubbi sulla sua esistenza, sollevati l'anno precedente. Quanto a Ripresa, ormai uno dei protagonisti della striscia, è ormai in età da asilo e il suo tormentone personale diventa il suo voler a tutti i costi un cane tutto per sé, arrivando a ingaggiare addirittura Spike per l'occasione. Ma le cose con Spike vanno male e presto si torna alla routine e quindi a scroccare Snoopy a Charlie Brown.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Messaggioda Valerio » venerdì 24 agosto 2007, 12:39

Immagine
E siamo giunti alla fine dell'opera.

1997
Inizia a delinearsi il mondo dell'asilo e i personaggini che ruotano intorno a Ripresa, tra cui una bambina dai capelli rossi e un bulletto più grosso. Viene anche ripreso il tema del tennis per l'ultima volta, anche se non comparirà Molley Volley, bensì Piangina Boobey, di cui finalmente vedremo il viso completo, abituati com'eravamo a vederla nella classica posa da pianto schulziana. Inizia qui inoltre un ciclo molto particolare che periodicamente si ripresenterà negli anni seguenti: Andy e Olaf in viaggio. I due danno qui un taglio alla loro vita di cani da pagliaio e vengono indirizzati da Snoopy verso il deserto dove vive Spike che, conoscendo Topolino, potrebbe raccomandarli e farli vivere meglio. Ma i due non riusciranno mai a trovare il deserto, saltando fuori periodicamente per gag in cui chiedono indicazioni o finiscono in posti improbabili.
Verso la fine dell'anno, inspiegabilmente iniziano ad apparire strisce già viste. Ed è così per tutto il periodo natalizio dove vengono addirittura replicate alcune sequenze su Peggy Jean. Il senso della cosa mi sfugge, molto probabilmente Shulz era impossibilitato per motivi di salute o simili. Ad ogni modo non mi risulta che in seguito questa cosa si sia ripetuta.

1998
Continuano i tormentoni più nuovi, e le nuove trame come appunto l'asilo di Ripresa e il viaggio dei fratelli di Snoopy, che finiscono stavolta tra i ghiacci. Ma continuano anche le vecchie glorie come il Charlie Brown conteso tra Marcie e Piperita nella sequenza del ballo della scuola. Ma non sono solo Andy e Olaf a viaggiare, anche Spike decide di lasciare il deserto e andare a vivere in città con le sua "scarpe di Topolino". Finirà però in ospedale col cimurro, curato da una bambina, prima di tornarsene a casa nel deserto.

1999
L'ultimo anno. Le ultime Valentine, l'ultimo aquilone, l'ultima stagione di baseball, gli ultimi screzi con Lydia. E poi l'ultima apparizione di Emily, l'ultimo giorno del veterano, gli ultimi viaggi dei cani da pagliaio. Niente campo estivo e niente grande cocomero, il cui ancora inconsapevole congedo è avvenuto nel 1998.

2000
Due sole strisce. Peraltro monovignetta, la prima che descrive un simpatico quadretto e la seconda...che contiene il definitivo addio di Schulz ai lettori, ormai troppo stanco per proseguire. Curioso che l'anno del suo autopensionamento sia anche quello della sua morte.

E ora un paio di considerazioni: se si voleva anche solo ipotizzare una prosecuzione che pubblicasse le tavole e gli anni 50 sarà meglio mettercela via. Pare che la serie non abbia avuto un grande successo, visto che gli ultimi volumi in più di una città erano diventati introvabili. Per quel che riguarda invece la MIA opinione, l'iniziativa è stata gradita oltremodo. E spero proprio che questo dia l'esempio giusto per stipare un sacco di altre ottime serie a strisce dentro iniziative del genere.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10268
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 125 times

Prossimo

Torna a Fumetti a Stelle e Strisce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Cookie Policy