Home Chat The Disney Compendium
di Valerio
il Fumettazzo
di Valerio

[DC/Johns & AAVV] Universo DC: Rinascita

Non solo Marvel e DC ma anche le classicissime strips e il fumetto autoriale di Alan Moore, Frank Miller o Jeff Smith.

[DC/Johns & AAVV] Universo DC: Rinascita

Messaggioda Ilja Topovic » venerdì 17 febbraio 2017, 18:10:27

Immagine

Sono tornati il retaggio, l’amore e la vita nell’universo DC.

Circa 5 anni fa la DC aveva rilanciato il suo universo narrativo con l'evento Flashpoint, facendo ripartire da zero, o quasi, le vicende dei propri personaggi e sperimentando nel modificare elementi classici per avvicinare diverse generazioni alle gesta dei suoi eroi. Si era deciso di uniformare le testate ed i personaggi ad un particolare registro, un po’ meno luminoso, privo della speranza e della fiducia insufflata all'umanità dai suoi campioni (come afferma il Superman del vecchio universo in una miniserie che fa da apripista a questo nuovo starting point, Superman: Lois & Clark).

Il passo indietro rispetto ai nuovi 52 è qui evidente. Si vuole riscoprire quell’insieme di valori e suggestioni che ha caratterizzato iconicamente la Dc nei suoi anni d'oro. E chi meglio di Johns, il maestro delle rinascite e della moderna Silver Age, poteva gestire la cosa?
In questa sessantina di pagine ci vengono restituiti personaggi e sensazioni, riuscendo a toccare ciò che era stato precedentemente, forse, ignorato. Il cuore. E due espedienti.

Il primo, in lungo e largo annunciato e base fondante di tutto, di far ritornare Wally West, vera incarnazione del post-Crisis, è intelligente e accompagnato da una scrittura sentita. Johns ci accompagna col Flash desaparecido alla ricerca di tutti i passaggi che il 2011 aveva condannato all'oblio, i concept, le relazioni, gli eroi abbandonati, alla ricerca di un'ancora per la salvezza propria e di questo universo, su cui si profila una sinistra minaccia.
Il secondo, che fa entrare in gioco i personaggi di Watchmen, potrebbe apparire narrativamente forzato, ma risplende di significato metatestuale. Chi se non gli avventurieri mascherati di Alan Moore hanno rappresentato perfettamente la morte dell’età d’argento, incatenando i superumani alle grettezze e alle psicosi terrene, diffondendo un taglio realistico e moralmente ambiguo? Se i Watchmen hanno ucciso la sospensione di incredulità, il sense of wonder, ha il profumo della chiusura del cerchio vedere gli eroi più grandi ritrovare se stessi affrontando queste controparti oscure e dannate. Certo, in realtà può essere un'analisi semplicistica, i Watchmen non hanno ucciso un bel niente, come Moore si ostina a ripetere, sono stati gli emuli, che hanno colto solo la superficie a portare verso una caratterizzazione oscura il concetto di supereroe, ma l'esemplificazione pare avere in questa narrazione un ruolo calzante.

In generale è un albo di raccordo, che lega gli effetti di Convergence, della Darkseid War e del fato dell'ultimo figlio di Krypton ai futuri sviluppi, quivi abbozzati e ancora inespressi negli states (legione dei supereroi, jsa, ecc.). L'amore che traspare da queste pagine riempie però di sincera emozione il lettore, anche quello meno avvezzo a determinati elementi di continuity, passata e presente (ad esempio io ignoro la quasi totalità dei nuovi 52, avendo seguito, con buona costanza, solo l'Action Comics di Morrison).
Personalmente, seguirò, per ora, le testate dedicate a Superman e comprimari, probabilmente con qualche incursione sullo spillato di Flash, anch'esso molto solido, riguardo alle serie ospitate.

Immagine
Immagine
Avatar utente
Ilja Topovic
da X-Mickey
da X-Mickey
 
Messaggi: 55
Iscritto il: venerdì 12 giugno 2015, 21:00:18
Has thanked: 5 times
Been thanked: 0 time

Re: [DC/Johns & AAVV] Universo DC: Rinascita

Messaggioda Milo » domenica 06 agosto 2017, 16:51:35

Non si può certo dire che fossi entusiasta di questo rilancio, le mie residue illusioni si erano infrante sui nuovi 52.
Ho deciso, così, di dare fiducia solo batman, la cui gestione Snyder, pur senza esaltarmi, mi aveva convinto.
Dopo più di 10 numeri di "rinascita", purtroppo, devo dire che se non ho ancora interrotto la collezione è solo per l'affetto che nutro per il personaggio.

La testata principale scorre piatta e senza alcuna componente investigativa (la scorribanda sull'isola di bane è emblematica), su detective comics ci si aggrappa a temi triti e ritriti mentre nightwing non ha mai incontrato il mio interesse, quindi, magari, la sua mediocrità è solo nei miei occhi...

Insomma, tempi grami! Credo proprio che finirò per tornare ad acquistare solo i volumoni...in fondo è merito loro se mi sono appassionato ai comics...
Avatar utente
Milo
Misero Kylioniano
Misero Kylioniano
 
Messaggi: 12
Iscritto il: lunedì 13 marzo 2017, 16:29:12
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: [DC/Johns & AAVV] Universo DC: Rinascita

Messaggioda Ilja Topovic » venerdì 15 settembre 2017, 17:45:34

Devo dire di avere, sulla Rinascita, delle opinioni alquanto differenti, ma devo anche ammettere di seguire serie differenti.
In particolare, la gestione di Superman mi ha regalato molte soddisfazioni, compresa la risoluzione delle grane di continuity, che inizialmente mi aveva lasciato basito. Sia Superman, Action Comics che Superwoman sono procedute in modo interessante e appassionante, puntando sulle relazioni fra i personaggi, mentre tendo a bocciare fin da subito New Superman e Supergirl, che ho ben presto tagliato. Purtroppo da un paio di mesi tutte e tre le serie si sono incartate, ma rivelazioni di questo autunno dovrebbero smuovere la situazione.
Inoltre sto seguendo Green Arrow, Titans e Deathstroke. Se le prime due tentavano di riappropriarsi di strutture tipiche del periodo pre-Flashpoint, riuscendoci GA abbastanza e Titans egregiamente, in Deathstroke Priest va per la sua strada, proponendo una narrazione frammentaria, che dipana ampiamente la mentalità del terminatore, usando intelligentemente e pensando adeguatamente un insolito folto cast di comprimari e riuscendo a sfruttare in modo coerente l'altrimenti poco intrigante crossover "interfamiliare" Lazarus Contract.
Insomma un menù alquanto vario e ricco, che col passare del tempo ha attestato la media delle serie su livelli inferiori a quelli iniziali, ma comunque buoni.
Certo, il maxi-evento Metal si sta profilando un po' come una baracconata ipertrofica, che spezza il tono dei micro-eventi che Johns aveva cesellato nell'anno precedente (Penso, oltre che a Rebirth, a The Botton), ma spero che questo comunque non incrini il quadro che si stava delineando.

Inviato dal mio HUAWEI RIO-L01 utilizzando Tapatalk
Immagine
Avatar utente
Ilja Topovic
da X-Mickey
da X-Mickey
 
Messaggi: 55
Iscritto il: venerdì 12 giugno 2015, 21:00:18
Has thanked: 5 times
Been thanked: 0 time


Torna a Fumetti a Stelle e Strisce

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Cookie Policy