Home The Disney Compendium il Fumettazzo

[Square] Chrono Trigger (e Remake)

16 bit e una grafica 2D ai massimi storici, la console testimone dell'epoca d'oro in cui Nintendo e Sega si dividevano il mercato a colpi di capolavori come Super Mario World.

[Square] Chrono Trigger (e Remake)

Messaggioda Pacuvio » giovedì 08 dicembre 2005, 21:41

Immagine Immagine
Chrono Trigger è un RPG (Role Playing Game) cioè un gioco di ruolo, creato dalla Squaresoft nel 1995 per SNES. Un RPG è un gioco nel quale si seguono le avventure di un singolo personaggio: si assume un ruolo particolare quindi ma improvvisato cioè senza "preparazione". Si inizia il gioco con quel personaggio (maschile o femminile...) e si vivono le sue esperienze attraverso il videogame. Il personaggio si "sviluppa" con il progredire del gioco e acquista forza ed altri poteri speciali. Naturalmente quasi sempre accade che, durante l'avventura, si incontrino degli amici con cui dividerla e dei nemici da combattere... È un po' come giocare una partita a scacchi ma con una grafica e degli scenari bellissimi... è come vedere un film o leggere un libro: non sai mai cosa avverrà dopo...
Chi preferisce questo tipo di videogame non può non amare Chrono Trigger... :P
Chrono Trigger racconta la storia di un ragazzo chiamato Crono, più o meno un ragazzo come tanti altri! Un bel giorno il destino bussa alla sua porta...... Quel giorno comincia come tutti gli altri: sua madre lo sveglia e lui si prepara per andare alla Fiera del Millennio che si terrà in città per festeggiare la costruzione del campanile della citta', lascia la sua casa e si dirige verso i campi della fiera per incontrare la sua amica inventrice Lucca che gli ha promesso di rivelargli la sua ultima invenzione. E qui la sorte lo fa incontrare, o meglio dire scontrare, con una ragazza di nome Marle. Nello scontro con Crono, Marle, che è in realtà la figlia del re, perde il suo ciondolo ma il ragazzo lo ritrova e glielo rende. Così i due se ne vanno in giro per la fiera insieme e Crono finisce per portare Marle con sé a conoscere la nuova invenzione di Lucca: un congegno che può teletrasportare un qualsiasi corpo da un posto all'altro. Tutto sembra andare per il meglio fino a quando Marle chiede di provare anche lei l'esperimento di teletrasporto: quando si avvicina al congegno, il suo ciondolo reagisce e si viene a formare un varco temporale che inghiottisce la ragazza, lasciando a Crono e a Lucca la responsabilità di tirarla fuori di lì. Il ragazzo indossa il ciondolo, che era rimasto sulla piattaforma, Lucca aziona di nuovo la macchina e di nuovo si forma quel varco temporale che vi inghiottirà in un'avventura che vi porterà nel passato, nel presente e anche nel futuro, dove incontrerete amici e nemici nella vostra gara per evitare la fine del mondo...
E' un po vecchiotto ma consigliatissimo... Qualcuno di voi ci ha mai giocato? :?:
Immagine
Avatar utente
Pacuvio
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1192
Iscritto il: lunedì 05 dicembre 2005, 09:37
Località: Palermo
Has thanked: 12 times
Been thanked: 4 times

Messaggioda DeborohWalker » giovedì 02 febbraio 2006, 13:14

Piccola curiosità che aggiungo (pur non avendo giocato a nessun gioco della saga):
il charachter design di tutti i personaggi è fatto da Akira Toriyama, il papà di Dragon ball.
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Square: Chrono Trigger (SNES)

Messaggioda Valerio » lunedì 27 settembre 2010, 17:21

Mio!

Vedrò di mettere da parte l'avversione rpggiosa e di godermelo il più possibile.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10349
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Re: Square: Chrono Trigger (SNES)

Messaggioda Valerio » giovedì 23 dicembre 2010, 12:56

Immagine Immagine
Se si esclude il sequel/spin-off uscito per PS, Chrono Trigger sta da solo nel vasto panorama dei giochi di ruolo Square. Un unicum che non lo fa rientrare in serie quali Final Fantasy o Dragonquest ma non meno di culto. Un gioco in cui la storia è basata sui viaggi nel tempo, e che ogni volta che si decide di rigiocare può apparire diverso a seconda delle scelte che si fanno. Bé a dire il vero questo non è esattamente vero, Chrono Trigger non è strutturato a bivi quanto un Majora's Mask ma a seconda della preparazione del giocatore si può decidere di affrontare il boss finale prima di questo o quell'evento creando finali sempre diversi. Ce ne sono più di una decina, con uno creato apposta per la versione Ds. Eh già, perché da grande classico qual'è, il gioco è stato convertito per Ds di recente con piccolissimi ritocchi, e appare ancora fresco e nuovo. Anzi, ad apparire un po' datati e poco interessanti sono i ritocchi, un paio di aree aggiuntive assolutamente poco ispirate, quando in realtà è la quest storica ad apparire frizzante e allegra. I ritocchi d'altro tipo, come i filmati animati, o l'interfaccia ottimizzata per il Ds invece sono più che benvenuti.
Si tratta di vestire i panni di Chrono, un ragazzo che non si sa bene per quale assurda logica si sobbarca la sbatta di salvare il pianeta da una minaccia che non avverrà nel suo tempo ma parecchi secoli dopo. Nel fare questo si troverà a viaggiare attraverso varie epoche, un medioevo, un età antica, la preistoria, un futuro distopico, raccogliendo nella sua strada amici e alleati di ogni tipologia, che andranno a comporre il party e ai quali ci si affezionerà parecchio andando avanti con la storia. Storia che è abbastanza su binari per tutta la prima metà, ma che diventa affrontabile in modo molto più stimolante da un certo punto in poi quando al giocatore sarà riservata la scelta tra andare a sconfiggere il boss o potenziarsi a suon di subquest. E le subquest sono una più bella dell'altra, inventive, intriganti, persino disturbanti visto che riguardano gli sconvolgimenti che i viaggi nel presente, nel passato e nel futuro porteranno alle loro vite.
Sonoro e ambientazioni sono indimenticabili mentre il gameplay è quello abbastannza classico dei giochi di ruolo, ma non pesa poi tanto perché non è mai eccessivo, e non servirà mai andarsene in giro a livellare o rompersi la testa per sconfiggere un boss. E' tutto molto naturale, si prosegue e si avanza di livello, per giunta uniformemente nel party, e se si fanno le cose per benino - e visto quanto sono belle e piacevoli le subquest direi che farle per benino è un imperativo - si arriverà al boss finale abbastanza forti per sconfiggerlo senza troppi problemi.
Il difficile sarà staccarsi da questi personaggi una volta finito il gioco visto che il character design, come nella saga di Dragonquest, lo cura il buon vecchio Akira Toriyama, che sa infondere personalità e calore ai suoi personaggi, specie quando non fa troppo lo sborone. Insomma, se si chiude un occhio su alcuni pastrocchi di trama (non si capisce bene ancora se ci si sta muovendo in un sistema a tempo fisso o a supertempo, anche se la maggior parte degli indizi ci portano verso la seconda ipotesi) ci si ritroverà davanti ad un remake da avvere a tutti i costi.
Immagine
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10349
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times


Torna a Super Nintendo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Cookie Policy