Home The Disney Compendium il Fumettazzo

[The NetHack DevTeam] NetHack

Qui si discute di cari vecchi ricordi da sala giochi, della gloriosa Sega, di Atari, Amiga e di tutte le altre console storiche. Per i nostalgici della concorrenza estinta.

[The NetHack DevTeam] NetHack

Messaggioda LBreda » mercoledì 16 dicembre 2009, 14:28

Immagine

« After the Creation, the cruel god Moloch rebelled against the authority of Marduk the Creator. Moloch stole from Marduk the most powerful of all the artifacts of the gods, the Amulet of Yendor, and he hid it in the dark cavities of Gehennom, the Under World, where he now lurks, and bides his time »

NetHack è probabilmente il videogioco simbolo del nerdismo informatico, ed è considerato da chiunque lo abbia giocato uno dei migliori nel suo genere. Risalente al 1987, Nethack è anche uno dei più vecchi videogiochi ancora supportati e sviluppati.

Si tratta di uno degli eredi del famosissimo Rogue, ed è quindi un gioco in stile Rogue. Ci si trova in un dungeon, e lo scopo del gioco è quello di recuperare l''Amuleto di Yendor ed uscire dal sotterraneo.

Il gioco ha diverse particolarità che lo distinguono dagli altri giochi del genere ancora giocati.

La prima, evidente dallo screenshot, è il suo essere un videogioco per terminali testuali. Nessuna grafica, quindi, ma tastiera e simboletti (che comunque si apprendono con una certa rapidità). Esistono, per i più schizzinosi, diverse interfacce grafiche più o meno elaborate (anche tridimensionali) che permettono di giocare a NetHack anche senza impararsi a memoria i simboli.

Altra interessante caratteristica è il fatto che i livelli, e il loro contenuto di oggetti e mostri, è generato in maniera casuale dal programma, in parte anche in base alle capacità dimostrate dal giocatore ( e questo porta ad alcuni banali tricks, come il visitare al volo un livello appena si scopre l'ingresso, in modo che venga creato in base alle proprie scarse capacità prima di migliorarle). Questo, unito alla grande disponibilità di personaggi (compreso il turista che passava di lì!) e di combinazioni (sesso, atteggiamento, razza) rende il gioco giocabile infinite volte senza che si possa mai arrivare a considerarlo facile o noioso.

La totale casualità di zone e situazioni rende divertentissime anche le sconfitte. In NetHack si può morire di morti che fanno ridere per giorni. La morte citata da wikipedia ("You fall into a pit! You land on a set of sharp iron spikes! The spikes were poisoned! The poison was deadly" ["Sei caduto in un pozzo! Sei atterrato su punte di ferro affilate! Le punte erano avvelenate! Il veleno era mortale!"]) non sono affatto cosa rara come si potrebbe immaginare. A questo si aggiunge la meravigliosa lapide, con tanto di causa della morte, che il videogioco mostra alla fine.

Un ultima curiosità è il fatto che il personaggio giocante ha anche un pet, che può essere un cane, un gatto o un pony (casualmente). Il pet combatte con il pg, e acquista punti abilità come il pg (è quindi necessario lasciargli qualche nemico da sconfiggere, in modo che diventi più forte). Bisogna quindi anche stare attenti che il pet segua il pg e bisogna nutrirlo.

Il gioco è disponibile per moltissime piattaforme. Nonostante sia popolarissimo su Linux, lo si può ance giocare su Windows o Mac.

Maggiori informazioni sono su it.Wiki, ed esiste anche un WikiHack. In Internet si trovano moltissime guide e manuali, anche in italiano. questo, invece, è il sito del gioco.
Lorenzo Breda
Website | Google+ | DisneyStats | deviantART

If you couldn't find any weirdness, maybe we'll just have to make some!
Hobbes, Calvin&Hobbes

[No bit was mistreated or killed to send this message]
Avatar utente
LBreda
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 3296
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 19:46
Località: Roma
Has thanked: 15 times
Been thanked: 49 times

Torna a Retrogaming

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Cookie Policy