Home The Disney Compendium il Fumettazzo

[Digital Leisure] Dragon's Lair

Qui si discute di cari vecchi ricordi da sala giochi, della gloriosa Sega, di Atari, Amiga e di tutte le altre console storiche. Per i nostalgici della concorrenza estinta.

[Digital Leisure] Dragon's Lair

Messaggioda Zenox » domenica 03 febbraio 2013, 20:15

Immagine


RECENSIONE DRAGON'S LAIR
Sviluppato: Advanced Microcomputer Systems, Digital Leisure
Piattaforma d'origine: Arcade
Versione provata: DSiWare/3DS

Cosa ha in comune, Robin Hood, La bella addormentata, la spada nella roccia della Disney e questo gioco Dragon's Lair? Sono tutti animati dal mitico Don Bluth, da molti il dio dell'animazione e questa recensione si parlerà di quel piccolo esperimento e originale che era Dragon's Lair, uscito nel 1983 come cabinato, Dragon's lair si faceva notare subito rispetto ai altri giochi dell'epoca per la meravigliosa "grafica" che aveva. Se il massimo della definizione fosse Pac-man, Dragon's Lair era qualcosa di assurdo, un cartone animato interattivo, infatti la tecnologia del cabinato si basava su un antenato dei DVD moderni, ovvero Laserdisc che permetteva di registrare tanti minuti di filmati. Ma in cosa consiste Dragon's Lair?
La storia è molto semplice, guidando il nostro eroe Dirk dobbiamo salvare la bellissima principessa Daphne dal drago cattivo di turno, e prima d'affrontare la malvagia bestia, dovremo sopravvivere alle tantissime trappole del castello, il gameplay è molto molto semplice, il massimo che dobbiamo fare e premere il pulsante giusto al momento giusto solo per andare avanti, controlli pari a zero, dobbiamo solo vedere il filmato e fare quello che ci dice l'istinto, se ci riesce Dirk va avanti se no vedremo una delle sue tante animazioni di morte, ed alcune sono veramente comiche. Dragon's Lair è un gioco veramente difficile ed è impossibile finirlo a prima volta è come un gioco di memoria dove tocca ricordare solamente cosa premere e cosa no. Ma nonostante sono passati 20 anni, l'animazione del gioco è veramente un vero piacere per gli occhi e il gioco continua ad essere riproposto in diversi formati, contando che negli anni 80 era impossibile convertire un gioco simile nelle console di quel periodo. Il gioco non è tanto longevo e come detto lo si può finire solo se si ha buona memoria, ma rimane sempre una piccola perla e curiosità da scoprire del mondo dei videogiochi, che non verrà mai dimenticata.

Voto 7/10
Avatar utente
Zenox
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 440
Iscritto il: domenica 16 dicembre 2012, 12:02
Località: Roma
Has thanked: 2 times
Been thanked: 11 times

Torna a Retrogaming

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Cookie Policy