Home The Disney Compendium il Fumettazzo

50° Premi David di Donatello 2006

Film tratti da libri, film tratti da fumetti, film tratti da storie vere, film inventati di sana pianta, blockbusters, d'autore, di serie Z, caciottari, insomma... TUTTO, tranne l'animazione.

50° Premi David di Donatello 2006

Messaggioda Francesco F » sabato 22 aprile 2006, 16:14

Piccolo speciale, prima di parlare dei David di Donatello...
SPECIALE CANNES 2006 ha scritto:Non trovando necessario aprire adesso un thread riservato, colgo l'occasione per ricordare qui che saranno presentati ben QUATTRO film italiani al prossimo festival di Cannes (dal 17 maggio). "Il Caimano" di Nanni Moretti, "L'amico di famiglia" di Paolo Sorrentino. Questi sono in concorso. Poi, nella prestigiosa sezione "Un certain règard", il nuovo film di Marco Bellocchio "Il regista di matrimoni", seguito ideale di "L'ora di religione", con lo stesso attore protagonista Sergio Castellitto. Infine il documentario di Mimmo Calopresti (candidato anche ai David, ma non vincitore) "Volevo solo vivere", fuori concorso.
Da segnalare importanti e attesissimi film internazionali in concorso a Cannes: "Maria Antonietta" di Sofia Coppola, "Volvér" di Pedro Almodòvar, "Il codice Da Vinci" (film d'apertura, fuori concorso) di Ron Howard, "Southland tales" di Richard Kelly (quello di Donnie Darko), "United 93" il film sull'aereo schiantatosi l'11 settembre 2001 in Pennsylvania(?) e non sulla Casa Bianca come previsto dai terroristi (praticamente il primo film sull'11 settembre), il terzo capitolo della saga degli X-Men "X-Men - conflitto finale", e anche il nuovo film in CGI della Dreamworks "Over the Hedge".

In giuria compaiono certi nomi... -_-
Monica Bellucci, signore e signori... e il marito Vincent Cassel è il "padrino" della manifestazione...
E poi la adorata Helena Bonham-Carter (moglie di Tim Burton), Tim Roth (protagonista di "Le Iene", "Pulp Fiction" e "La leggenda del pianista sull'oceano"), Samuel L. Jackson, Patrice Leconte, e vari altri orientali e mediorientali di cui la mia ignoranza cronica mi inibisce la conoscenza :P

fonte: Dossier de Presse (.pdf) da festival-cannes.fr


Wow, che bella edizione, quanti bei film e quanti grandi vincitori!
E' finito alle 2:30 di notte su RaiUno (in differita) e solo dopo ho scoperto che era andato in onda in diretta in prima serata anche su Raisat CinemaWorld, e che potevo andare a dormire prima -_-

Ben lungi dall'edizione orrenda condotta da Mike Bongiorno che di cinema non ne sapeva una mazza e che ha irritato tutti i premiati, in questa c'era una Veronica Pivetti simpatica e amica di molti fra i premianti e premiati, il che ha allietato il momento della consegna dei premi e dei ringraziamenti. Sorvoliamo sul finale con Fabio Volo, bastardo come al solito, ma stavolta era fuoriluogo...


I grandi film della stagione erano "Il Caimano" di Nanni Moretti, "Romanzo Criminale" di Michele Placido, "Il mio miglior nemico" di Carlo Verdone, "La terra" di Sergio Rubini, l'inaspettato successo "Notte prima degli esami" di Fausto Brizzi (questi 5 candidati come miglior film), "La guerra di Mario" di Antonio Capuano, "La bestia nel cuore" di Cristina Comencini e "Arrivederci amore, ciao" di Michele Soavi.
La lotta era fra i titani da 13 nomination "Il Caimano" e "Romanzo Criminale", ma anche "Il mio miglior nemico" e "Notte prima degli esami" avevano più di 10 nomination. Purtroppo la commedia di Verdone niente ha potuto contri i grandi concorrenti drammatici, e nemmeno il giovanile ma nostalgico "Notte prima degli esami" ha raccattato molto, a parte l'ambita statuetta per il miglior regista esordiente.
Mentre i titani hanno avuto quello che si meritavano. 6 statuette al film Moretti, 8 a quello di Placido. Ma il miglior film dell'anno è stato "Il Caimano". Andiamo ad esaminare...

"Il Caimano" si aggiudica 6 premi: Miglior fonico di presa diretta, miglior musicista (premiato da Ennio Morricone (molto commosso per la standing-ovation a lui riservata quando ha ricevuto il premio David del Cinquantenario, come miglior Compositore del Cinema italiano)! :D), miglior produttore (moretti stesso, con il barbuto Barbagallo), e poi... la crème de la crème! Miglior attore protagonista (Silvio Orlando, grandissimo), Miglior regia (Nanni Moretti) e per finire Miglior Film, con quasi lacrime di Nanni Moretti. Sono soddisfattissimo.

E se l'Accademia del cinema italiano ha premiato l'arte e la poesia di Moretti, non si è esunta (participio passato del verbo esimersi, ma non ne sono sicuro :D) dal premiare la qualità "artigianale" e professionale del film di Michele Placido. Insomma, tutto un giro di parole per dire che "Romanzo Criminale" ha vinto i premi tecnici :P. Ma non solo...
8 statuette: Premio David Giovani (assegnato da 6000 studenti delle scuole superiori di tutta Italia), migliori costumi, miglior direttore della fotografia, miglior montatore, migliore scenografia e migliori effetti speciali visivi. A coronare il tutto, il prestigioso e meritatissimo premio per la migliore sceneggiatura (a cui ha contribuito anche l'autore del romanzo da cui è tratto il film) e il migliore attore non protagonista, lo straordinario Pierfrancesco Favino. Grande peccato per Kim Rossi Stuart (candidato fra gli attori protagonisti) che meritava molto, essendo strato bravissimo in questo ruolo da infame assassino :P

Per il film di nicchia "La guerra di Mario", premio della critica e per la migliore attrice protagonista, Valeria Golino.
Per "La bestia nel cuore" candidato senza successo agli Oscar per il miglior film straniero, ha ricevuto poche candidature in patria, ma di queste ne ha vinta una importante, per la miglior attrice non protagonista Angela Finocchiaro, ottima e simpatica sopra ogni limite :D
Il cruento "Arrivederci amore, ciao" vince solo il premio per la miglior canzone originale (originale de che!? -_-) a "Arrivederci amore, ciao" di Paolo Conte, portata al successo da Caterina Caselli che ritira il premio.

Miglior Documentario lungometraggio: "Il bravo gatto prende i topi" di Francesco Conversano e Nene Grignaffini
Miglior Cortometraggio: "Un inguaribile amore" di Giovanni Covini.

Infine, i premi ovviamente snobbati dalle star di hollywood: "Match Point" di Woody Allen è per l'accademia del cinema italiano il miglior film dell'Unione Europea di quest'anno. Il miglior film straniero è invece il già premio oscar "Crash". Entrambi i premi ritirati dai gongolanti funzionari dei distributori italiani Medusa e Filmauro.

Grande edizione, signori. Mille di queste stagioni!

fonte: DavidDiDonatello.it
DISCUSSIONE, NON RECENSIONE!

:solly:
Avatar utente
Francesco F
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 5282
Iscritto il: martedì 29 novembre 2005, 00:43
Has thanked: 67 times
Been thanked: 7 times

Torna a Cinema Live Action

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Cookie Policy