Home The Disney Compendium il Fumettazzo

[Disney] Saving Mr. Banks

Dallo spazio profondo fin sul fondo dei mari passando per paesi meravigliosi, l'immaginazione non conosce confini.

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda chipko » mercoledì 12 febbraio 2014, 18:27

Eddy ha scritto:E qui in me nasce il terrore. Il film, si presuppone, ponga lo spettatore nei panni della Travers, quindi dovrebbe quantomeno farci stare dalla sua parte avendo in Walt una sorta di "antagonista". Se però quanto afferma chipko corrisponde alla verità, si rischia che l'atteggiamento della scrittrice di Mary Poppins la metta sotto una luce da "incontentabile stronza" (coma la chiamavano alcuni animatori), e che la spinta vera dello spettatore non sia quella di vederla soddisfatta, ma di vederla cedere i diritti e basta

Per fortuna no. Io ho amato la Travers fin dall'inizio, e non ho mai avuto di lei la percezione di "incontentabile stronza" ma di "personaggio eccentrico convita delle sue opinione". Per fortuna la Disney non è caduta in quell'errore, altrimenti sì il film avrebbe fatto schifo.
chipko
Misero Kylioniano
Misero Kylioniano
 
Messaggi: 7
Iscritto il: sabato 19 novembre 2011, 04:09
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda Valerio » mercoledì 12 febbraio 2014, 19:30

Eddy ha scritto:Questo è in effetti uno dei miei grandi timori, insieme con il rispetto per la storia e della figura della Travers.
E qui in me nasce il terrore. Il film, si presuppone, ponga lo spettatore nei panni della Travers, quindi dovrebbe quantomeno farci stare dalla sua parte avendo in Walt una sorta di "antagonista".
Se però quanto afferma chipko corrisponde alla verità, si rischia che l'atteggiamento della scrittrice di Mary Poppins la metta sotto una luce da "incontentabile stronza" (coma la chiamavano alcuni animatori), e che la spinta vera dello spettatore non sia quella di vederla soddisfatta, ma di vederla cedere i diritti e basta.


Vuoi sapere come io, spettatore che dei romanzi di Mary freganiente e che ha nel cuore Walt, ho recepito la Travers? Me la volevo sposare. E ha pure la sua età. Questo dovrebbe dire tutto.

Perché qui si è veramente lavorato di fino, per renderla simpatica, altroché. Ogni suo eccesso da stronza viene edulcorato in modo buffo, in modo che non urti, ogni suo comportamento strano stimola curiosità e ogni rivelazione avuta nei flashback non fa che produrre empatia e comprensione. Certo, il suo percorso di crescita come personaggio la porterà ad imparare a farsene una ragione e rompere meno le palle, perché Mary Poppins dovrà essere realizzato alla fine, e non da un cretino qualsiasi ma da Walt. Ma lungo tutta la durata del film lo spettatore è tutt'uno con questo personaggio.

Su Walt non è stato fatto un quarto del lavoro di esaltazione e approfondimento fatto sulla Travers. I suoi meriti vengono dati per scontati, e una volta avuto il suo momento di gloria, con quel colloquio a due in cui la convincerà, la sua figura torna ad appiattirsi e a somigliare a quella di un ingenuone.

Anzi, l'unica sbavatura narrativa, se vogliamo si ha proprio quando il film cerca di essere il più possibile corretto storicamente. Walt infatti non invita la Travers alla prima, una mossa un po' opportunista, fatta per non avere problemi con i media, e questo ci viene fatto vedere...immediatamente dopo il famoso colloquio risolutivo in cui la convince a cedergli i diritti. Certo, c'è un bel salto temporale, ma di certo è una cosa che stona, che si sarebbe potuta glissare, raccontare diversamente, e invece è stata messa in scena per amor del vero, anche a scapito del corretto fluire emotivo a cui il film aveva portato lo spettatore fino a quel punto. E anche qui io ci ho visto onestà.

Il film dovrebbe avere un finale amaro secondo me, uno dove sentiamo che le cose non sono andate per il verso giusto. Perché se mi poni nell'ottica della Travers, so che assisterò (in teoria) ad un fallimento.


Il film è soprattutto sulla Travers, perché è lei che va scoperta e "riabilitata", non Walt, men che meno Mary Poppins. Ma rimane il film sul making of di un capolavoro, la cui esistenza è cosa buona e giusta, e che quindi non va presa con amarezza, tutt'altro. E di questo ce ne ricordiamo nel finale. Eppure...io la sensazione di amarezza un po' l'ho avuta. Quella battuta sferzante, il mancato invito e tutti quei piccoli disagi suggeriscono che la divergenza creativa non viene del tutto sanata e questo dispiace.

In realtà per me è stato un bellissimo film e mi verrebbe paradossalmente da dire "fino a quando ho letto la tua recensione" che quasi ha rischiato di farmi cambiare idea sul film che per fortuna ho visto prima.


Ma se leggo che il film è un capolavoro che è perfetto che non ha sbavature e che le critiche di agiografia sono infondate e inesistenti mi trovo quasi "costretto" a entrare in modalità "ipercritica on"


Io probabilmente non avrei mai parlato di agiografia, ma se uno mi scrive che le accuse di agiografia sono infondate è inevitabile che allora rianalizzo il film e vedo che alla fine il punto di vista vincente è sicuramente quello di Walt e che è stato messo oggettivamente nella luce migliore possibile, tuttavia senza strafare e senza cattivo gusto.


Quindi fammi capire. Se reputi bello un film bello, poi se ne vedi uno entusiasta, tu squalifichi il film?

Se un film non ti sembra agiografico, e arriva uno a dire che difatto non è agiografico, questo significa che per te lo diventa?

Guarda che tra l'avere stima di Walt e del suo operato ed essere agiografici ci passa un po' di differenza. E proprio perché, come tu stesso dici, hanno evitato la piaggeria, non hanno voluto strafare e non sono caduti nell'esaltazione e nel cattivo gusto, direi che l'accusa di agiografia cade da sola.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10345
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda chipko » mercoledì 12 febbraio 2014, 20:06

Quindi fammi capire. Se reputi bello un film bello, poi se ne vedi uno entusiasta, tu squalifichi il film?

Se un film non ti sembra agiografico, e arriva uno a dire che difatto non è agiografico, questo significa che per te lo diventa?

Guarda che tra l'avere stima di Walt e del suo operato ed essere agiografici ci passa un po' di differenza. E proprio perché, come tu stesso dici, hanno evitato la piaggeria, non hanno voluto strafare e non sono caduti nell'esaltazione e nel cattivo gusto, direi che l'accusa di agiografia cade da sola.

Quello che volevo dirti è che spingere in modo eccessivo una cosa, con le sue eccezioni, produce spesso e volentieri effetti contrari fino a divenire tragici errori di comunicazione. Ad esempio, per buttarla in politica, io non mai provato la benché minima simpatia per i grillini che sono, a dir poco, agli antipodi rispetto al mio pensiero, ma quando tutta la tv gli si schiera contro, dando loro degli eversivi, dicendo che il loro comportamento in aula è inqualificabile (quando ne abbiamo visto di cotte e di crude), e che, e cito, "è per colpa dei messaggi sessisti di Grillo che poi esistono uomini che gettano in faccia alle donne l'acido", dopo che una loro parlamentare è stata picchiata in aula capisci bene che mi trovo a solidarizzare con i grillini e a stare (su questa cosa) dalla loro parte. Questo vuol dire che cambio opinione su di loro? No, però è innegabile che le esagerazioni, in positivo o in negativo, portino le persone di buon senso, a diffidare dell'interlocutore. Un conto è limare una critica al film dicendo che forse è esagerato definirlo un'agiografia, un altro attaccare di chi dice che lo è lasciando intendere che è una cosa totalmente priva di fondamento, mentre invece una qualche base per dire lo è c'è. Un conto, per tornare ai grillini, è dire che il loro comportamento non li aiuta e che ci sono modi più consoni di comportarsi in aula, un conto è dire che comportamenti del genere non si erano mai visti. Che Walt in questo film sia stato messo nella luce migliore è un dato di fatto poco discutibile, che questo dato debba interpretarsi come agiografia o meno può essere discutibile.

PS non voglio parlare di politica ma ho fatto l'esempio perché rappresenta bene quello che è per me un errore di comunicazione, paradossalmente politici e o giornalisti che pure sono più affini a quello che io penso su determinato soggetto, attraverso l'esagerazione, mi portano a simpatizzare con chi è lontanissimo da me.
chipko
Misero Kylioniano
Misero Kylioniano
 
Messaggi: 7
Iscritto il: sabato 19 novembre 2011, 04:09
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda Valerio » giovedì 20 febbraio 2014, 13:51

E' il giorno dell'uscita di questo capolavoro indiscutibilmente onesto.

Chi se lo perderà, lo denuncio.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10345
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda Mister Mxyzptlk » giovedì 20 febbraio 2014, 16:57

Ogni volta che leggo su Facebook di questo film, partono zilioni di commenti sul presunto antisemitismo, adesione alla massoneria e la reputazione di nazi sia di pensiero che sul lavoro di Walt, io comunque non ho mai capito se queste dicerie fossero solo dietrologie messe in giro dai concorrenti e poi ingantite tramite internet, come la questione messaggi subliminali messi in giro da gente che odiava la Disney in generale (non ci son cazzi, certi haters sono dei veri sociopatici, una mia amica è stata perseguitata verbalmente da un esercito di invasati, perché sulla sua pagina (Koogai Anime) ha ammesso di apprezzare di più i film d'animazione Disney, rispetto alla roba giapponese...)! Quindi boh, c'è del vero in queste dicerie? No perché certi, anche gente intelligente, non i soliti cazzari, ne parlano come se Walt-Nazi sia una verità scolpita nella pietra... Io non ho mai osato chiederlo qui sul Sollazzo, ma visto che ormai ci siamo...
Immagine
Avatar utente
Mister Mxyzptlk
Monster Allergico
Monster Allergico
 
Messaggi: 568
Iscritto il: sabato 29 dicembre 2012, 13:28
Has thanked: 3 times
Been thanked: 12 times

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda Valerio » giovedì 20 febbraio 2014, 17:02

Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10345
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda Mister Mxyzptlk » giovedì 20 febbraio 2014, 17:33

OkayXD Il fatto è che ne parlano proprio convinti certi, come se non ci fosse dubbio... e ogni volta che dicevo la mia venivo tacciato di non capire un cazzoXD

Per dire un link recitava così: "Peccato solo che il film mostrerà Walt come un santo e non come il nazista che tutti conosciamo..." Neanche avesse fondato il quarto reich... bohXD ora so cosa rispondere al prossimo che mi romperà i coglioni perché mi piacciono i film Disney...
Immagine
Avatar utente
Mister Mxyzptlk
Monster Allergico
Monster Allergico
 
Messaggi: 568
Iscritto il: sabato 29 dicembre 2012, 13:28
Has thanked: 3 times
Been thanked: 12 times

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda Mela » giovedì 20 febbraio 2014, 19:55

Lo andrò a vedere, ma non piangerò.
Ci siete già voi che lo fate anche per me.
Avatar utente
Mela
da X-Mickey
da X-Mickey
 
Messaggi: 94
Iscritto il: mercoledì 21 agosto 2013, 14:52
Has thanked: 2 times
Been thanked: 0 time

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda Valerio » domenica 23 febbraio 2014, 17:25

Ecco le FAQ per capire cosa ci sia di vero e cosa ci sia di romanzato.

Certo che la Travers era proprio una DONNACCIA, il film la ritrae pure troppo bene.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10345
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda LBreda » domenica 23 febbraio 2014, 19:52

Visto, venerdì.

Molto molto bello. Interpretato benissimo (e non solo dai due protagonisti) e raccontato meravigliosamente, al punto da essere resa come una storia davvero avvincente.

Ovviamente il punto difficile era il finale. Ed è leggermente menzognero: viene sì fatto vedere che la Travers non cederà i diritti per i nuovi libri su Mary Poppins, ma vene anche detto tra le righe che alla Travers il film sia piaciuto, e che il suo sia un atteggiamento. Che chissà, magari è anche vero, ma dubito.

Bello il mettere le registrazioni originali in fondo al film, dopo i titoli di coda. Spero siano nei contenuti speciali del disco.
Lorenzo Breda
Website | Google+ | DisneyStats | deviantART

If you couldn't find any weirdness, maybe we'll just have to make some!
Hobbes, Calvin&Hobbes

[No bit was mistreated or killed to send this message]
Avatar utente
LBreda
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 3296
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 19:46
Località: Roma
Has thanked: 15 times
Been thanked: 49 times

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda Valerio » domenica 23 febbraio 2014, 20:12

LBreda ha scritto:Ovviamente il punto difficile era il finale. Ed è leggermente menzognero: viene sì fatto vedere che la Travers non cederà i diritti per i nuovi libri su Mary Poppins, ma vene anche detto tra le righe che alla Travers il film sia piaciuto, e che il suo sia un atteggiamento. Che chissà, magari è anche vero, ma dubito.


Did the real P.L. Travers weep at the Mary Poppins movie premiere?

Yes. Travers's disapproval and anger over the inclusion of partially animated scenes in the film caused her to weep by the end of the 1964 Hollywood movie premiere of Mary Poppins (Telegraph.co.uk). In a letter to her lawyer, Travers described her horror over what she had seen at the premiere, "As chalk is to cheese, so is the film to the book. Tears ran down my cheeks because it was all so distorted. I was so shocked I felt that I would never write---let alone smile---again!" (The Secret Life of Mary Poppins)

In a rare 1977 interview, P.L. Travers commented on the legacy of the film, "I've seen it once or twice, and I've learned to live with it. It's glamorous and it's a good film on its own level, but I don't think it is very like my books." -The Secret Life of Mary Poppins


A me sembra che quella intellettualmente disonesta fosse lei.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10345
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda LBreda » domenica 23 febbraio 2014, 20:17

Assolutamente non improbabile, ma nessuno ci garantisce che la Travers abbia mentito sulle sue lacrime, mentre il film lo dice tra le righe. Insomma, è un'interpretazione probabilmente corretta, ma sicuramente faziosa.
Lorenzo Breda
Website | Google+ | DisneyStats | deviantART

If you couldn't find any weirdness, maybe we'll just have to make some!
Hobbes, Calvin&Hobbes

[No bit was mistreated or killed to send this message]
Avatar utente
LBreda
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 3296
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 19:46
Località: Roma
Has thanked: 15 times
Been thanked: 49 times

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda Daria » domenica 23 febbraio 2014, 20:22

Spero di poter andare a vederlo in questi giorni, l'attesa mi sta uccidendo, sappiate tutti che grazie a voi (Valerio in primis) ho delle aspettative ALTISSIME.
Avatar utente
Daria
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 743
Iscritto il: martedì 02 aprile 2013, 17:00
Has thanked: 13 times
Been thanked: 24 times

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda Tigrotta » domenica 23 febbraio 2014, 22:57

Visto anch'io.

Bello, bellissimo film (Che mi ha dato anche la scusa di festeggiare il mio compleanno!). Ne voglio altri di questo calibro dalla Disney.
Ero ansiosa di vedere come Hanks avesse reso Walt sul grande schermo e devo dire di non essere rimasta delusa, anche se il vero spettacolo lo hanno offerto Emma Thompson e la sua Travers. Magnifica attrice e grandissima interpretazione. Poi sono contenta che abbiano scelto di raccontare la storia intervallandola con i flashback sull'infanzia della scrittrice perchè è uno stile narrativo che fra Il peso dei ricordi e Once Upon a Time ho scoperto che mi piace molto. Per quanto riguarda il finale, devo dire che io non mi sono chiesta tanto se alla Travers filmica sia piaciuto o meno il film di Mary Poppins (se mi dovessi pronunciare direi che da l'impressione che le sia piaciuto anche se con qualche piccola riserva), quanto se alla vera Travers sarebbe piaciuto o meno Saving Mr. Banks :P
A volte ho paura a guardare le sue opere. Paura di quella loro perfezione assoluta. Sembra che quest'uomo non conosca solo la magia di ogni mezzo tecnico, ma sappia anche agire sulle corde più segrete dei pensieri, delle immagini mentali e dei sentimenti umani. Sergej M. Ejzenstejn su Walt Disney
Avatar utente
Tigrotta
Mickey Mouse Mystery Addicted
Mickey Mouse Mystery Addicted
 
Messaggi: 705
Iscritto il: mercoledì 02 dicembre 2009, 13:34
Località: Roma
Has thanked: 53 times
Been thanked: 7 times

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda hector » lunedì 24 febbraio 2014, 13:02

Film imperdibile. Equilibrato nel modo in cui tenta di togliere un po' di zucchero dall'immagine che la Company ha voluto preservare di Walt dopo la sua morte, regalandolo alla Travers che nella realtà era molto più dura e cinica di quanto non emerga nel film. Nel film Walt viene dipinto come un narratore, un sognatore, un padre ma soprattutto come produttore alle prese con un problema. Cerca di risolvere questo problema con un approccio umano, ma certamente non viene negato quello che è l'interesse principale: ottenere i diritti del film. Non è interessato a salvare la Travers, ma a proteggere il proprio film. Certamente però non può essere dipinto come un 'principe nero', quale non era. Sopporta i capricci della scrittrice, i cui atteggiamenti sono a tratti irrispettosi e umilianti, e non capisce perché con lei sia così difficile parlare al "bambino che è in ognuno di noi". La Travers probabilmente nella realtà alla fine accettò solo per ragioni economiche e questo suo gesto le provocò una frustrazione che è evidenziata dall'ostinazione con cui evitò di lodare apertamente il lavoro di Disney. Il film tuttavia offre una chiave di lettura inedita che parzialmente riabilita una figura altrimenti molto più oscura e misteriosa. La Disney con questo film ha tentato di omaggiare P.L.Travers; è il suo modo di dire grazie ad una scrittrice per un sacrificio personale che ha reso possibile la nascita di una pietra miliare del cinema. Non credo che la scrittrice se ne dichiarerebbe felice se fosse ancora in vita. Ed è un bene, altrimenti il film avrebbe fallito nel rappresentarla. E' geniale, forse anche astuto, il modo in cui il climax emotivo di "Mary Poppins" con l'esplosione orchestrale di "Feed the Birds" si vada a sovrapporre al picco emotivo del film, con una Emma Thompson strepitosa. La scena finale funziona perchè è emozione pura e... semplice. Applausi in sala dopo la conclusione del film e pubblico incollato alle poltrone anche durante i titoli di coda (impreziositi dalle registrazioni originali delle riunioni tra la Travers, gli Sherman e Da Gradi).

P.S. Scandaloso e triste che ciò che davvero è inedito in questo film, l'interpretazione di P.L.Travers offerto da Emma Thompson, passerà inosservato agli Oscar.
Avatar utente
hector
da Pk²
da Pk²
 
Messaggi: 105
Iscritto il: domenica 04 dicembre 2005, 19:32
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda MarKeno » lunedì 24 febbraio 2014, 20:05

Mi permetto di copincollare ciò che già ebbi a scrivere sul Papersera. Voglio scoprire se da qualche parte si nasconde qualcuno che, come me, non ha amato alla follia questo film e lo ritiene qualcosa riuscito a metà.

(SPOILER)

Vado a precisare la mia personalissima opinione.
Attori strepitosi (tutti meno UNO). Icone nelle icone.
Retroscena fenomenali.
Evocazioni meravigliose e riferimenti storici azzeccatissimi.

Però... quanta, quanta stucchevolezza!
Tutto è impostato e soppalcato in modo che trasudi, grondi sentimento e phatos. E sì che io sono un tenerone e un emotivo... ma qua si esagera!
Questo si nota (e pesa!!) specialmente nella storyline del passato. Oberata da un Colin Farrel che si conferma - a mio modo di vedere - un attore non particolarmente dotato, assai limitato nel rendere un personaggio complesso e sfaccettato (e assolutamente "portante") come quello che è chiamato a interpretare.
Infatti nell'altra storyline, dove il talento di Emma e Tom giganteggia a ogni fotogramma, tutto regge. Ma che dico regge: incanta! Seguire la temibile Miss Travers, con le sue manie di controllo, che si rapporta con il povero squadrone canterino di Walt è delizioso, con picchi di spasso e delicatezza inaudita. E' questo il vero centro del film. Peccato che venga spezzettato di continuo, e ogni volta che ci si allontana da questo snodo non vedi l'ora che la parentesi si chiuda, per tornare finalmente a ciò che vuoi vedere davvero.
Vi giuro, è come quando leggendo le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco ti imbatti in un capitolo incentrato su Bran o Davos. Pensi "Cheppalleeeeeh!" e salti le righe. Anche perché sono frammenti spesso stereotipati e fin troppo prevedibili (a volte sembra che abbiano dato libero accesso al whisky al padre della famiglia felice del Mulino Bianco).

Ora, non tacciatemi come insensibile. Il climax emotivo che raggiunge il bellissimo dialogo tra Walt e Pam nel finale è da brividi e lacrimoni. Proprio per questo ho trovato eccessivo aver voluto spennellare robuste dosi di "sigh" e "sob" anche in così tanti altri ambiti. Anche l'autista ha un retroscena strappalacrime che tira fuori d'embelée!

Il retrogusto che mi ha lasciato il film, a visione ultimata, è quello di una storia un pelino carente a livello narrativo (cioè, non sufficiente per occupare 2 ore di pellicola) per cui è stata aggiunta e cucita a puntino un'intelaiatura sentimentalona, che desse all'opera un lirico senso di continuità... che in realtà già c'era! La recitazione della Thompson è già perfetta e più che sufficiente a farci percepire l'inquietudine di una donna che, evidentemente, ha dovuto ricucire ferite profonde. Per inquadrarlo meglio non bastava - che so - un unico, corposo flashback, anziché quella gragnola di schegge che hanno reso tutto più spezzato e meno fluido?
A mio modo di vedere, la PURA e ASSOLUTA forza del film è proprio nel ripercorrere quel meraviglioso making-of di uno dei capolavori Disney più iconici di sempre... peccato che la scelta finale, a mio avviso, penalizzi leggermente questa prospettiva e infiocchetti un film decisamente meno incisivo e ben riuscito di quanto avrebbe potuto essere. Che non vuol dire che "Saving Mr. Banks" fa schifo. Ma nemmeno che è un capolavoro assoluto, pazzesco e inoppugnabile.
Avatar utente
MarKeno
Misero Kylioniano
Misero Kylioniano
 
Messaggi: 4
Iscritto il: lunedì 12 marzo 2012, 09:31
Has thanked: 1 time
Been thanked: 0 time

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda Don Homer » lunedì 24 febbraio 2014, 22:59


Recensione di victorslazo88, uno youteber esperto nel cinema.
Avatar utente
Don Homer
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1256
Iscritto il: giovedì 26 luglio 2012, 12:30
Località: Latina
Has thanked: 13 times
Been thanked: 40 times

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda chipko » martedì 25 febbraio 2014, 02:13

Don Homer ha scritto:Recensione di victorslazo88, uno youteber esperto nel cinema.

Di gran lunga una recensione onesta equilibrata e coglie il "punto debole" del film, la paraculata, come la chiama lui alla fine.
chipko
Misero Kylioniano
Misero Kylioniano
 
Messaggi: 7
Iscritto il: sabato 19 novembre 2011, 04:09
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda Eddy » martedì 25 febbraio 2014, 10:04

Don Homer ha scritto: victorslazo88, uno youteber esperto nel cinema.

Un paio di balle!
Immagine
Avatar utente
Eddy
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1000
Iscritto il: mercoledì 03 settembre 2008, 18:55
Località: Jungle Town
Has thanked: 128 times
Been thanked: 20 times

Re: [Disney] Saving Mr. Banks

Messaggioda Don Homer » martedì 25 febbraio 2014, 12:02

Oh, io lo trovo bravino :D Comunque MrCheaddy di nerdsrevenge lo va a vedere oggi, quindi entro domani ci sarà il parere di Nerdsrevenge. :D
Ultima modifica di Don Homer il martedì 25 febbraio 2014, 12:03, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Don Homer
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1256
Iscritto il: giovedì 26 luglio 2012, 12:30
Località: Latina
Has thanked: 13 times
Been thanked: 40 times

PrecedenteProssimo

Torna a Walt Disney Pictures

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron

Cookie Policy