Home The Disney Compendium il Fumettazzo

[20th Century Fox] I Fantastici Quattro

Dove c'è così tanta meraviglia che la sola carta non bastava più!

Marvel: I Fantastici Quattro

Messaggioda DeborohWalker » martedì 12 giugno 2007, 21:43

Immagine Immagine
Fantastic Four è stato il primo fumetto MARVEL ad essere realizzato da Stan Lee e anche il primo film MARVEL dell'era moderna ad essere realizzato per il cinema.
Non sto parlando di quello che abbiamo visto tutti noi, ma di un film realizzato a basso budget nel 1994. La storia ricalcava fedelmente quella del fumetto, iniziando con Reed e Victor all'università, passando poi al presente con il viaggio sulla navicella spaziale che da' ai 4 i superpoteri, e poi proseguendo con uno scontro tra il quartetto di supereroi e The Jeweler (un personaggio identico all'Uomo Talpa), per concludersi poi nel palazzo di Destino, dove dopo aver sconfitto un esercito di Doom-bot, anche Destino viene sconfitto; ciliegina sulla torta l'happy ending con il matrimonio tra Reed e Susan. Il film non aveva alcun obiettivo di reinventare i personaggi o la storia, come hanno i film moderni tratti dai comics, ma aveva dalla sua una fedeltà assoluta al fumetto; vista la scarsa realizzazione tecnica, però il film non venne mai rilasciato, se non nel sottobosco dei fan.

21 anni dopo, dopo l'ondata di supereroi arrivata sul grande schermo con X-Men, Spider-Man, Hulk e compagnia bella, anche il fantastico quartetto potè godere di un lungometraggio ad alto budget, come ogni blockbuster degno di questo nome.
Gli appassionati del fumetto storsero il naso fin da subito, appena si scoprì il nome del regista: Tim Story, che fino a quel momento aveva diretto solo Barbershop, una commediola apprezzata negli USA. Ma anche Fantastic Four sarebbe stata una commediola? Come se questo non bastasse, tra i produttori figura Chris Columbus, responsabile di diversi film per famiglie... Il pericolo di una pellicola "leggera" c'era, e infatti così fu. Ma è necessariamente un male?

La fedeltà al fumetto non c'è. O meglio, la fedeltà alla storia non c'è.
Niente viaggio su una navicella spaziale, ma i raggi cosmici investono Susan, Reed, Ben e Johnny su una base spaziale. E, scandalo!, sulla navicella c'è pure Victor Von Doom, che acquisisce i suoi poteri dai medesimi raggi cosmici. Poi si torna sulla Terra e lì i quattro prenderanno coscienza dei loro poteri, della fama che ne deriverà, e poi combatteranno Destino. Punto.
Questa la storia. O meglio, la non-storia. O meglio ancora, una micro storia che può essere paragonata alle brevi storie autoconclusive di Stan Lee (che in questo film ha un cameo come Willie Lumpkin), nelle quali in poche pagine venivano presentati protagonista, nemesi, e c'era anche lo scontro.
Questo avviene per un semplice motivo: Fantastic Four è l'UNICO film MARVEL a poter essere definito un film solo sulle origini.
L'elemento centrale del primo Spider-Man era lo scontro con Goblin, Daredevil parlava di come Matt Murdock ha ottenuto i suoi poteri per circa 3 minuti (ad essere larghi) mentre X-Men di sicuro non parlava delle origini dei mutanti.

La sfortuna di Fantastici 4 è di non portare nulla di nuovo, arrivando nel bel mezzo del trend di film supereroistici al cinema. Lo scontro tra bene e male è già stato affrontato da X-Men, la confusione che nasce durante la scoperta dei nuovi poteri era già presente in Spider-Man, mentre la famiglia di supereroi era già stata presa in considerazione da Gli Incredibili. E così F4 si ritrova a dover riproporre elementi già visti altrove.
Ma lo fa in modo completamente nuovo, ovvero con un tono più leggero di tutti i suoi predecessori, con dei toni che sono stati definiti "da commedia".
Ma è davvero così?
O forse sono stati gli altri film ad essere stati troppo "seri"?
D'altronde anche personaggi come Spider-Man sono stati trattati unicamente sotto l'aspetto epico, mentre le prime storie di Stan Lee sono sempre state abbastanza leggere, mentre i toni più pomposi si confanno alle storie più attuali. Quindi verrebbe da dire che F4 riesce a restituire alle storie da supereroi quella spensieratezza che li caratterizzava agli inizi, dato che erano rivolti ad un pubblico più giovane di quello odierno.
Ma i battibecchi tra Ben e Johnny ci sono sempre stati, e allora perchè disprezzarli se occupano buona parte del film? Forse il più grande difetto del film è di non avere una trama particolarmente sviluppata, concentrandosi più sui personagi. Ma in questo modo i protagonisti sono stati sviluppati meglio che in qualunque altro primo film.
La Cosa è perfetta: l'utilizzo di un costume (bellissimo) ha i suoi benefici, e la recitazione dell'attore traspaiono molto più che se fosse stato realizzato in computer graphic (vedi Hulk), in particolare la maschera riesce a restituire tutte le espressioni facciali. Micheal Chiklis è sempre stato un grande fan dei Fantastici 4 fin da bambino, in particolare della Cosa, e ha personalmente richiesto e insistito per poter rivestire i panni rocciosi di Ben Grimm, e questo amore e conoscenza del personaggio traspare nella profondità che riesce a dare al personaggio, che avrebbe potuto benissimo essere reso solo come un bestione spaccatutto.
Johnny Storm è a mio parere il personaggio trasposto meglio, addirittura migliore della sua versione cartacea. Johnny è un adolescente entusiasta, e la carica d'energia che sprigiona con il suo essere playboy, coi suoi sfottò nei confronti di Ben, e nelle sue acrobazie a bordo di motociclette, snowboard e motocross lo rendono un personaggio affascinante che nonostante la sua caratterizzazione forte non sfocia nella macchietta.
Reed Richard è forse il personaggio meno complesso da rendere dal punto di vista recitativo, ma quello più pericoloso dal punto di vista degli effetti speciali, assieme alla Cosa. Infatti sarebbe stato facilissimo far apparire ridicolo un uomo di gomma, rendendo i suoi allungamenti troppo "cartooneschi", ma la resa è più che buona.
Susan Storm è... bè, è Jessica Alba. E non mi sentirete mai dire nulla su di lei che non sia una spassionata adulazione. Bella, bellissima, perfetta nel ruolo della "mammina" dei Fantastici 4, nonostante gli iniziali dubbi dei fan per le origini sudamericani della fanciulla che poco si adattano al personaggio. Ma subito sono stati obbligati a ritirare tutto,a fronte anche di una recitazione buona: basti guardare l'incontro tra Reed e Susan, quando in una sola inquadratura con uno scambio di sguardi viene spiegato perfettamente cosa si nasconde nel loro passato.
L?unico personaggio che forse difetta nella trasposizione è Destino. Se nulla si può dire sulla recitazione dell'attore nei panni di Victor (anche lui fan dei F4 fin da bambino), un attore assolutamente folle, che però in questo ruolo riesce a trasmettere uno status alto alla perfezione, gli stessi elogi però non si possono indirizzare agli sceneggiatori, che hanno trasformato in un villain spara-scintille un personaggio ben più affascinante. Peccato, perchè le premesse c'erano, soprattutto vista la scelta iniziale di mostrare un Destino innamorato di Susan, come Leo Ortolani aveva ipotizzato nella sua conclusione dei Fantastici Quattro, ovvero il motivo per cui Victor odiava spassionatamente Reed.

E ora, con i protagonisti caratterizzati così bene, a mio parere sono state gettate le basi per ottimi sequel, che potranno concentrarsi sullo sviluppo di una trama più complessa, come sembra proprio avverrà nel sequel in uscita tra qualche giorno, che dovrebbe contenere anche una buona dose di epicità sotto forma di surfista argentato.
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Messaggioda camera9 » giovedì 14 giugno 2007, 19:43

Ho avuto idee non molto differenti dopo averlo visto.
Dopo averlo visto ho provato la soddisfazione che si prova dopo aver visto un bel film, perchè questo è un bel film.
(C'è Jessica Alba, come fa a non essere un bel film?)
Ottimi gli effetti speciali, l'aspetto della Cosa e le manifestazioni dei superpoteri sono dati realisticamente e in modo convincente.
Ho avuto anch'io l'idea di leggerezza, se paragonato ad altri film dello stesso genere, ma neanche io l'ho vista come un fatto negativo.

L'unica cosa di cui mi lamento è il Dottor Doom: il grande, carismatico, amabile sovrano di Latveria trasformato in un miliardario cattivo da 4 soldi, anche se le scene in cui indossa la maschera sono belle.
Avatar utente
camera9
da Pk²
da Pk²
 
Messaggi: 245
Iscritto il: domenica 29 aprile 2007, 18:51
Località: Bari
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda Giby » giovedì 14 giugno 2007, 20:05

Io l'ho trovato urtante (come del resto tutti i film tratti dai supereroi Marvel, a parte Hulk che non ho visto). Un'americanata, pacchiano, stereotipato, prevedibile, noioso... :stronk:
"Those people who think they know everything are a great annoyance to those of us who do." -Isaac Asimov
Avatar utente
Giby
da X-Mickey
da X-Mickey
 
Messaggi: 60
Iscritto il: lunedì 16 aprile 2007, 23:57
Località: Altopiano di Thay
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda Quackmore » venerdì 15 giugno 2007, 11:11

I Fantastici Quattro sono i miei personaggi Marvel preferiti dopo l'Uomo Ragno.
Posso solo dire che, nonostante tutto, uscii dal cinema soddisfatto e divertito, e sto scalpitando per il seguito.
A presto,
Michele
Avatar utente
Quackmore
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 341
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 15:46
Has thanked: 3 times
Been thanked: 0 time

Messaggioda Giby » venerdì 15 giugno 2007, 14:24

Anche i miei. Però a me questa cosa ha fatto l'effetto diametralmente opposto. Posso arrivare a sopportare (o meglio: a ignorare) quello schifo di film che è Daredevil, ad esempio, ma sui FQ divento ipercritico...
"Those people who think they know everything are a great annoyance to those of us who do." -Isaac Asimov
Avatar utente
Giby
da X-Mickey
da X-Mickey
 
Messaggi: 60
Iscritto il: lunedì 16 aprile 2007, 23:57
Località: Altopiano di Thay
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda Quackmore » venerdì 15 giugno 2007, 14:56

Io sono appunto entrato ipercritico e sono uscito dicendo "Difficilmente si poteva fare qualcosa di meglio, senza rendere il film pesante o troppo complicato":
Avrei evitato la liasoin tra Victor e Sue e puntato più sulla rivalità universitaria con Reed, ma per il resto...
A presto,
Michele
Avatar utente
Quackmore
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 341
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 15:46
Has thanked: 3 times
Been thanked: 0 time

Re: Marvel: I Fantastici Quattro

Messaggioda Space Weaver » venerdì 19 ottobre 2007, 23:06

Uno dei film più brutti che abbia mai visto!
Avatar utente
Space Weaver
Misero Kylioniano
Misero Kylioniano
 
Messaggi: 22
Iscritto il: sabato 06 ottobre 2007, 23:28
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda DeborohWalker » sabato 20 ottobre 2007, 00:17

Le tue motivazioni mi perplimono.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re:

Messaggioda Space Weaver » sabato 20 ottobre 2007, 13:10

DeborohWalker ha scritto:Le tue motivazioni mi perplimono.

ok! Gli attori non mi sono piaciuti in primis Jessica Alba e Chris Evan. La sceneggiatura è banale i personaggi vengono trattati in maniera molto superficiale. La maggior parte delle sequenze d'azione sono futili e inutili, effetti speciali effettivamente sprecati. Insomma... non c'è niente che non si sia visto in un film della Marvel, regia priva di personalità, sensibilità e originalità. E mi fermo qui.
Avatar utente
Space Weaver
Misero Kylioniano
Misero Kylioniano
 
Messaggi: 22
Iscritto il: sabato 06 ottobre 2007, 23:28
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda DeborohWalker » sabato 20 ottobre 2007, 14:12

Guarda, sono questioni di gusti, ma di tutte le cose da te dette proprio non comprendo la critca a Evans! O_o

Io l'ho trovato un Jhonny Storm anche migliore della versione fumettistica, ha entusiasmo ed energia che sprizza da tutti i pori! :D
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Marvel: I Fantastici Quattro

Messaggioda Bramo » mercoledì 16 gennaio 2008, 17:07

Visto lunedì sera nella prima tv di Italia 1.
Il film non mi è poi dispiaciuto, anzi, è stato molto molto divertente! E sono d'accordo sul fatto che un film di supereroi non debba per forza essere tragico ma possa essere anche scanzonato come è risultato questo, con delle gustose scene di divertiemnto, con un Uomo-Torcia ben interpretato IMHO, con una bellissimo Jessica Alba che riesce pure a essere abbastanza convincente... Nonostante l'ironia regni sovrana, il film non è solo "leggero" perchè specie con la Cosa si è voluto esplorare il terriitorio del "non è poi così bello avere questi superpoteri", in contrasto con l'Uomo Torcia che vede solo i lati positivi della situazione. Infine anche il dottor Reed mi pare reso bene dall'attore che lo interpreta.
Plauso anche per Von Doom, che con tutti gli sconvolgimentyi del caso è stato reso bene anche lui, specie nelle scene verso la fine quando decide di diventare Destino.
L'unica pecca vera e proprio che mi sento di muovere è un'impressione che ho avuto alla fine del film (anche se ovviamente Italia 1 mi ha segato via i titoli di coda che mi servivano per tirare le fila di ciò che avevo visto) e che ha avuto anche mio papà, con il quale ho guardato il film: si dà poco spazio alla vita supereroistica e alle imprese degli F4. Insomma, a parte la scena sul ponte, in cui c'è azione ma i nostri devono ancora prendere coscienza dei loro poteri e di che farne, e dopo la quale ci si aspetta che sia un florilegio di missioni, non succede nient'altro se non i tentativi di Reed per riportarli normali, e il tramare vednetta di Doom, oltre che il dramma umano della Cosa. Invece si usano questi elementi per arrivare al quarto d'ora finale dove Doom affronta i fantastici 4 ma in una scena abbastanza veloce e che ha il solo scopo di sconfiggere un cattivo nel film. In realtà sono poche le occasioni che abbiamo di vedere Destino con la maschera che gli è propria.
Il tutto è giustificato dal fatto che c'è stato un seguito e forse ce ne saranno altri, e questo film funge proprio da origini pure e senmplici, ma forse ci voleva di più per me.
Nonostante ciò, il film è stato un piacevbole modo di passare la serata, anche divertente in più punti (con belle battute!).
Andrea "Bramo" L'Odore della Pioggia
Osservate l'orrendo baratro su cui è affacciato l'universo! ... senza spingere...

LoSpazioBianco.it: nel cuore del fumetto!

SEGUI LOSPAZIOBIANCO SU:
Twitter | Facebook
Avatar utente
Bramo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 4687
Iscritto il: mercoledì 09 gennaio 2008, 12:51
Has thanked: 18 times
Been thanked: 62 times

Re: Marvel: I Fantastici Quattro

Messaggioda camera9 » mercoledì 16 gennaio 2008, 20:11

Plauso anche per Von Doom, che con tutti gli sconvolgimentyi del caso è stato reso bene anche lui, specie nelle scene verso la fine quando decide di diventare Destino.


Invece,per quel che riguarda me, come ho già detto, il personaggio di Von Doom è l'unica cosa di cui mi lamento. Nei fumetti il Dottor Destino è un GRANDE personaggio, non un banale cattivo "perchè sì", ma dalla psicologia complessa e affascinante. Nel film invece abbiamo un banale cattivo "perchè sì", non fedele al suo corrispettivo fumettistico nè caratterialmente nè per quel che riguarda l'ambientazione in cui viene usato. Voglio dire, un carismatico sovrano balcanico trasformato in affarista senza scrupoli, avessero azzeccato perlomeno i poteri. Ma non mi lamento eccessivamente perchè perlomeno non hanno fatto un completo obbrobrio.
Avatar utente
camera9
da Pk²
da Pk²
 
Messaggi: 245
Iscritto il: domenica 29 aprile 2007, 18:51
Località: Bari
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time


Torna a Marvel Studios

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Cookie Policy