Home The Disney Compendium il Fumettazzo

[20th Century Fox] X-Men: Giorni di un Futuro Passato

Dove c'è così tanta meraviglia che la sola carta non bastava più!

Re: [20th Century Fox] X-Men: Giorni di un Futuro Passato

Messaggioda peter parker » martedì 16 giugno 2015, 17:55

Avatar utente
peter parker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1762
Iscritto il: giovedì 28 novembre 2013, 23:04
Has thanked: 0 time
Been thanked: 8 times

Re: [20th Century Fox] X-Men: Giorni di un Futuro Passato

Messaggioda peter parker » giovedì 25 giugno 2015, 15:14

Avatar utente
peter parker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1762
Iscritto il: giovedì 28 novembre 2013, 23:04
Has thanked: 0 time
Been thanked: 8 times

Re: [20th Century Fox] X-Men: Giorni di un Futuro Passato

Messaggioda peter parker » mercoledì 01 luglio 2015, 18:21

Avatar utente
peter parker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1762
Iscritto il: giovedì 28 novembre 2013, 23:04
Has thanked: 0 time
Been thanked: 8 times

Re: [20th Century Fox] X-Men: Giorni di un Futuro Passato

Messaggioda Bramo » martedì 22 marzo 2016, 11:46

E concludo la mia maratona mutante con questa pellicola, probabilmente la migliore di tutta la saga finora.
Certo, non esente da problemi: la partenza in medias res a livello teorico funziona per buttare lo spettatore subito nella mischia e guadagnare quindi minuti preziosi, ma il prezzo che Bryan Singer paga in questo caso è una pessima gestione dei primi venti minuti di girato, che si rivela decisamente confusionaria e quindi difficile da seguire. Ok lo scenario da futuro post-apocalittico, quello ormai è un setting classico e immediato per ogni spettatore, ma tra enormi robot/macchine che attaccano i personaggi, scene girate in modo troppo veloce per essere ben comprese, riuscendo a individuare con fatica i volti noti in battaglia (giusto Kitty spicca, grazie al bel volto pulito di Ellen Page), ho faticato parecchio a raccapezzarmi, almeno fino alla comparsa di Xavier, Magneto e Wolverine.
E anche lì, solo perché Xavier fa... lo spiegone su cos'è successo al mondo e come si è arrivati a una situazione del genere. Ma a beneplacito di chi? Non certo degli amici mutanti lì presenti, visto che credo sapessero già l'origine di 'sto disastro, quindi palesemente spiegone per gli spettatori?? Pacco!
Superato questo scoglio, però, ecco che il film diventa davvero interessante. La tecnica del simil viaggio nel tempo viene spiegata in modo sensato e non affrettato, e qui lodo, e la missione stessa di Logan appare affascinante, per quanto sia un classico della narrativa di genere: tornare indietro per cambiare un singolo evento che impedirebbe la guerra in corso.
La parte interessante sta quindi nello svolgimento, e soprattutto nel fatto che Wolverine incontra così le versioni giovanili di Xavier, Magneto e Bestia, che noi abbiamo già conosciuto in X-Men - L'inizio.
Di fatto questa pellicola è un seguito di quel First Class che ha introdotto McAvoy e Fassbender come giovani Erik e Charles, il capitolo centrale di quella che diventerà la trilogia prequel della saga con l'imminente Apocalypse. Aver reso questo tassello centrale più "speciale" perché in bilico anche con il presente narrativo, con la presenza di Stewart e McKellen e con l'opportunità di andare a modificare alcune cose (anche macroscopiche) di quanto avvenuto nella timeline dei film precedenti è senza ombra di dubbio un colpo di genio, e rende di grandissima importanza la pellicola.
McAvoy poi qui offre un'interpretazione migliore e più convincente del giovane Xavier di quanto non aveva fatto in First Class: sarà l'aria più "vissuta", la barba sfatta e la disillusione di cui è preda, ma in ogni caso il personaggio diventa più carismatico rispetto al primo film, e tutto l'impianto ne guadagna. Fassbender ne viene quasi adombrato, per quanto la sua perfomance resti comunque nella media della sua precedente comparsa, quindi molto buona.
Tyrion ( :P ) è bravo, ma fa una parte effettivamente poco incisiva nonostante sia il motore dell'azione; Mystica sempre ottima, qui forse ancora di più in considerazione dell'interpretazione sofferta e dubbiosa che deve dare, che soprattutto verso la fine raggiunge una certa intensità.

Insomma, una bella pellicola: complessa, ricca di elementi da vedere e analizzare, che in alcuni punti scricchiola, ma in generale porta a casa un risultato importante e non da poco.
Ora aspetto Apocalypse, e spero che chiudendo la trilogia prequel e collegandosi al primo X-Men, il franchise termini la sua corsa inarrestabile. Vadano avanti a spin-off (come il terzo su Wolverine, già certo) ininfluenti sulla saga principale, ma per il resto chiudano in bellezza, avendo già mostrato qui come la fine di Conflitto Finale sia cambiata e illustrando con il prossimo film cosa accade tra gli anni '80 e il 2000.
Andrea "Bramo" L'Odore della Pioggia
Osservate l'orrendo baratro su cui è affacciato l'universo! ... senza spingere...

LoSpazioBianco.it: nel cuore del fumetto!

SEGUI LOSPAZIOBIANCO SU:
Twitter | Facebook
Avatar utente
Bramo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 4687
Iscritto il: mercoledì 09 gennaio 2008, 12:51
Has thanked: 18 times
Been thanked: 62 times

Precedente

Torna a Marvel Studios

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Cookie Policy