Home The Disney Compendium il Fumettazzo

[20th Century Fox] X-Men 3

Dove c'è così tanta meraviglia che la sola carta non bastava più!

Marvel: X-Men 3

Messaggioda Scacchino » venerdì 02 giugno 2006, 21:56

Immagine Immagine
Attenzione: Questa recensione contiene Spoiler!!
Di Bret Ratner pensavo tutto il male
possibile, ma per avvicinarmi anche solo minimamente alla realtà avrei
dovuto visualizzare intensamente l'immagine di Chojin, che è il
male.
Dialoghi al limite del ridicolo (perchè te ne sei andato Brian???),
nessuna idea di regia che non sia più che convenzionale (ti pagavano
proprio così tanto di più per Superman??) Gestione dei personaggi
talmente assurda da far pensare che il regista e lo sceneggiatore
volessero semplicemente liberarsene per non avere il problema di
pensare a cosa avrebbero dovuto fargli fare. In alternativa questi
chiedevano troppi soldi e si è deciso di far fare loro soltanto dei
cammeo, o parti ristrette.
Tutti i personaggi ridotti a poco più che
un guscio ed un pretesto per raccontare una storia che..non c'è.
Ma vi
ricordate i primi due film (Brian, perchè mi hai lasciato?), in cui
tutto accadeva per un motivo? Ecco, continuate a fare sforzo di
memoria, perchè qui ci sono più buchi nella sceneggiatura che nel
groviera nel mio frigorifero.
Tristissima battuta finale di Wolverine,
tratta direttamente da un film per ragazzini imbecilli di
quart'ordine.
Sconcertante la conversazione post morte di Xavier: i
superstiti, invece di sembrare una famiglia a pezzi i dopo la dipartita
di un padre somigliano ad un consiglio di amministrazione.
Pessimo
Angelo, persino visivamente.
Nightcrawler che fine ha fatto?
Pyro,
che sarebbestato IL personaggio da sviluppare, fa mezza apparizione e
solo come scagnozzo idiota.
Qualcuno dica a Bret Ratner che NON SI DA
FENICE SENZA CICLOPE.
Nessuno dei cattivi ha un barlume di
personalità, tranne Magneto.
Non ci sono buoni tranne gli x - men, e
al limite Angelo: possibile che la società mutante non si sia divisa in
due come quella umana? Non ha senso.
Ratner ha trovato persino il modo
di rassicurare il popolo americano dando un'immagine del governo e
dell'esercito molto più edulcorata, meno contraddittoria, meno
interessante di quanto ha fatto il buon Singer (perchè Brian,
perchè???).
Persino Magneto è reso molto piattamente un malvagio.
Tutto
il film risulta un confuso guazzabuglio informe.
L'aggravante è che
Ratner è consapevole di avere per le mani personaggi con cui si
potrebbe raccontare una storia sensata, ricca di significato, e ci
prova....peccato che sia un scarpa di regista con una ciabatta di
sceneggiatore, e che i risultati che ottiene siano una sfilza di
"vorrei ma non posso" (essere Brian Singer, ovviamente).
Dannazione,
che film del carciofo!
Who Watches the Watchmen?
Avatar utente
Scacchino
da PkFrittole
da PkFrittole
 
Messaggi: 44
Iscritto il: sabato 17 dicembre 2005, 15:00
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda Quackmore » sabato 03 giugno 2006, 19:42

Dissento nella maniera più totale.
Il film è orgasmico, pieno di colpi di scena ed è sulla linea dei precedenti!
A presto,
Michele
Avatar utente
Quackmore
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 341
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 15:46
Has thanked: 3 times
Been thanked: 0 time

Messaggioda Scacchino » domenica 04 giugno 2006, 09:34

Questo commento contiene Spoiler!

Colpi di scena? Davvero? Tipo scoprire che Wolverine è così imbecille da non pensare che per salvare Fenice sarebbe bastato iniettarle la cura invece che infilarle gli artigli nell'addome?
Who Watches the Watchmen?
Avatar utente
Scacchino
da PkFrittole
da PkFrittole
 
Messaggi: 44
Iscritto il: sabato 17 dicembre 2005, 15:00
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda Quackmore » domenica 04 giugno 2006, 09:53

Questa è l'unica cosa che ti concedo :) Ma sarebbe stato un peccato non citare Grant Morrison! :elio: E poi, a parte i divertissement finali, sono avvenuti decessi e cambiamenti inaspettati, nel senso che da lettore di fumetti mi aspettavo una completa ritrattazione, invece no. Considerando che la saga cinematografica è finita, è una bella novità...
A presto,
Michele
Avatar utente
Quackmore
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 341
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 15:46
Has thanked: 3 times
Been thanked: 0 time

Messaggioda Valerio » domenica 04 giugno 2006, 10:31

Ehm non è affatto finita...
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10356
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Quackmore » domenica 04 giugno 2006, 14:10

Il sequel non è sicuro, gli spin-off non li calcolo... ad ogni modo la trilogia si chiude con il botto!
A presto,
Michele
Avatar utente
Quackmore
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 341
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 15:46
Has thanked: 3 times
Been thanked: 0 time

Messaggioda LBreda » domenica 04 giugno 2006, 21:26

Questo post contiene piccoli spoiler.

Quoto (quasi) in tutto il primo post.

Secondo me, però, il film è godibile di per sè (ok, sono molte le imprecisioni, i buchi, e le assurdità come l'uccisione di Fenice, il piattume di gan parte dei personaggi, il gesticolamento semiridicolo di Magneto e il fatto che Wolverine compare dappertutto, sia nel film che nelle locandine, anche quando non c'entra nulla).

I primi due film, però, erano decisamente molto meglio, in tutto.

Insomma, poteva essere meglio, ma non è "I fantastici 4".

Quello che dispiace, e molto, è che i primi due film promettevano la (imho) migliore trasposizione cinematografica di un Marvel (non essendo uno scopiazzamento del fumetto, ma un qualcosa di nuovo e ben fatto). Peccato.

Il finale (in particolare quello dopo i titoli di coda) lascia presupporre un seguito. Sinceramente spero non ci sia (a questo punto difficilmente sarà all'altezza dei primi due film).
Lorenzo Breda
Website | Google+ | DisneyStats | deviantART

If you couldn't find any weirdness, maybe we'll just have to make some!
Hobbes, Calvin&Hobbes

[No bit was mistreated or killed to send this message]
Avatar utente
LBreda
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 3296
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 19:46
Località: Roma
Has thanked: 15 times
Been thanked: 49 times

Messaggioda DeborohWalker » giovedì 08 giugno 2006, 18:07

Immagine Immagine

19 Luglio 2004. Mentre tutto il mondo concentra le sue attenzioni su SpiderMan 2, una notizia viene annunciata come un fulmine a ciel sereno. Bryan Singer dirigerà Superman Returns. Il regista dei primi 2 X-Men aveva accettato la regia del film che riporterà in vita l'Uomo d'Acciaio. Ci si chiedeva se avrebbe girato anche il nuovo film sui mutanti, ma nonostante lui lo desiderasse, Avi Arad non è d'accordo. Non può aspettare di guadagnare soldi, meglio prendere un altro regista e altri sceneggiatori.
Tra i papabili c'è anche Joss Whedon, grazie anche alla sua sceneggiatura di Astonishing X-Men, saga dalla quale prenderà poi spunto il film.
Ma i produttori non gradiscono Whedon, e preferiscono affidare il film a Matthew Vaughn, registucolo alle prime armi (che sta girando il film di Stardust, tratto dal romanzo di Neil Gaiman) e che si occupa anche della sceneggiatura. Ma Matthew Vaughn, per misteriosi problemi di natura personale, a 9 settimane dall'inizio delle riprese, abbandona il progetto.
La FOX non vuole mollare la gallina dalle uova d'oro, e piuttosto che rimandare il film, decide di trovare un regista quanto prima; il nome prescelto è Brett Ratner, già responsabile di film d'azione come Rush hour, al lavoro su Superman Returns prima di Synger e, scherzi del destino, candidato alla regia del primo X-Men.

La mancanza di Singer si sente, eccome, e il cambio di regia e di sceneggiatori non giova molto ai mutanti: Ratner farà agli X-Men ciò che Schumacher aveva fatto a Batman 10 anni prima, facendo precipitare la serie nel baratro dei film fracassoni.
Ma non spaliamo letame sulla pellicola immotivatamente; analizziamo tutti gli aspetti.
Cominciamo da quelli negativi, che sono di più.
Il difetto principale non è da imputare a Bratner, martirizzato dai fans; l'errore di fondo di X-Men 3 è la sceneggiatura. Non solo si vogliono unire due saghe in un'unica trama, ma si scelgono la saga della Fenice Nera e quella di Whedon, due saghe che sarebbero già state complicate da trasporre prese singolarmente.
Inoltre, non contenti di ciò, si vogliono inserire una marea di nuovi mutanti: Angelo, Colosso, Kitty Pride, Bestia, Multiple Man, Fenomeno, ecc... E'inevitabile che la caratterizzazione dei nuovi arrivati sia superficiale, ma anche lo spazio riservato alle vecchie conoscenze non è un granchè...
Wolverine - Da burbero asociale, è diventto il leader della squadra. E perchè fa tutto ciò? Per amore di Jean? Bleeeaaahhh... Il rapporto con Rogue è stato ridotto ad un dialogo che alla fine non è nanche malvagio, ma non v'è alcuna traccia della trama sul suo passato che Singer aveva usato nei 2 film precedenti.
Sentirlo ponunciare battute alla Vin Diesel come "Fatti ricrescere quelli!" dopo aver tirato un calcio nelle palle ad un mutante autorigenerante, non è il massimo della goduria, per un fan... E poi un'inquadratura finale con Wolverine che esce dallo Xavier Institute guardando il sole tutto felice, di fianco ad un cespuglio di rose rosse e ad un cipresso... Oh, mamma! Ci mancavano solo i passerotti che gli si appollaiavano sulla spalla! -_-
Jean Grey/Fenice - Il personaggio più complicato da rappresentare nella vicenda, ovviamente è stato snaturato. La Fenice viene trasformato in una doppia personalità di Jean, che fino a quel momento era stata intrappolata grazie a regolari sedute con Xavier... Quindi Xavier era in grado di trattenere la Fenice in un bozzolo, ma misteriosamente la Fenice è in grado di trasformare Xavier in un fuoco d'artificio... Mah. Poi il suo ritorno è debole, la sua ambiguità piuttosto piatta. Bof.
Xavier - Bello, forse uno dei personaggi meno devastati dalla sceneggiatura, se escludiamo i 2 minuti in cui tenta goffamente di spiegare chi/cosa sia la Fenice Nera. Caruccio il prologo con Magneto.
Magneto - E qui c'è lo scempio totale. Dal Magneto che agiva per una motvazione, per proteggere a suo modo la razza mutante, per non rivivere le crudeltà subite ad Auschwitz, qui si è trasformato in un cattivo da filmetto serie B del tipo "Bwahahah, io difentare patrone di mondo!!!". Mystica si sacrifica per proteggerlo, e lui la scavalca come se nulla fosse, Jean sotto i suoi occhi uccide Xavier, il suo migliore amico, e lui si limita ad approfittare del momento per prendersi Fenice, e alla fine, senza battere ciglio, manda decine di mutanti a morire...
Rogue - Quello che era uno dei personaggi più interessanti del primo film, e che nel secondo ruolo era già meno affascinante, qui viene sminuito completamente, utilizzata solamente per mostrare le motivazioni di un mutante che vuole curarsi... E poi che bisogno c'era di usare la Cura, se aveva bisogno di limonare o fare sesso con Bobby, bastava che pagasse Pulce, il bambino succhia-poteri, per starle accanto mentre lo facevano... :P
Ciclope - Vabbè, era spacciato fin dal primo film. Quello che nel fumetto è il leader degli X-Men, al cinema è piatto che più piatto non si può. Unico suo scopo al cinema è quello di essere il fidanzatino di jean che lei può cornificare con logan, e di essere il bersaglio del sarcasmo di Woverine... Qui muore anche, ma tanto non gliene frega niente a nessuno
Tempesta - Halle Berry aveva deciso di partecipare al ruole solo se avesse avuto un ruolo più importante. E in questo film ce l'ha. Giustamente. Non perchè lo dice la Berry, ma perchè Tempesta è una delle X-Men più importanti nel fumetto, decisamente sottovalutata nei film precedenti. Qui addirittura prendeil ruolo di leader dell'istituto, ma in fondo ci può stare.
Bestia - La nuova entrata più dignitosa. Visivamente non mi soddisfa un granchè e neanche l'attore che lo interpreta, ma pare che sia l'unico a cui non va giù, a tutti gli altri piace. Il suo ruolo nella storia è quello di mediatore tra mutanti e umani... Non che il rapporto venga approfondito, poteva benissimo essere fatto da qualche altro personaggio, ma comunque vedere finalmente Bestia è un piacere, soprattutto con la tutina da combattimento in Claremont-style, e le citazioni di Einstein nel bel mezzo della lotta!
Mystica - Beh, alla fine della fiera, è un altro tra i personaggi meno maltrattati da questo film, anche perchè a metà viene curata... L'unica cosa che non ho sopportata è stata la battuta da b'movie "Te l'avevo detta" che dice al poliziotto dopo averlo ucciso...
Angelo - Personaggio sul quale nutrivo ottime aspettative, da quanto avevo visto nei trailer. Visivamente infatti è una gioia per gli occhi (nonostante l'attore che lo interpreta, se così vogliamo chiamarlo), e il prologo con lui bambino è di enorme impatto. Peccato che poi sia utilizzato solo nella scena in cui si libera (affascinante anche questa), quando arriva allo Xavier Institute, e quando alla fine salva suo padre. Un ruolo abbastanza scarno.
Colosso - Beh, anche questo personaggio, già visto in X-Men 2, doveva essere approfondito, ma tutto ciò che fa è trasformarsi e combattere quel po' che basta per giustificare la rpesenza sulla locandina. peccato che di tutti questi personaggi affascinanti non sia minimamente analizzato l'aspetto caratteriale.
Kitty - Ecco, delle nuove entrate, assieme a Bestia, Kitty è di sicuro l'unica che abbia un minimo (e sottolineo un minimo) di caratterizzazione, solamente per via del suo inserimento nel triangolo amoroso con Bobby e Rogue... il suo combattimento contro Fenomeno è simpatico, ma come al solito, personaggio sottovalutato.
Iceman - Dal punto di vista della storia amorosa a triangolo con Kitty e Rogue si salva. Per quando riguarda i suoi poteri siamo ancora carenti: uffa, quando andavano a pattinare io mi aspettavo che creasse i suoi scivoli di ghiaccio, e invece nulla. Nel combattimento finale si limita a giocare a Dragon Ball facendo le onde energetiche con pyro, e quando si trasforma finalmente in Uomo ghiaccio tutto ghiaccio, è pure realizzato male.
Pyro - Insopportabile, come è giusto che sia. Lo scagnozzo odioso che deve solo seminare distruzione. Lui lo salvo.
Multiple Man - Bè, un cameo, tra l'altro intuile: il personaggio compare in 2 scene, la sua presentazione, e la scena in cui usa il suo potere, ovvero 2 minuti completamente inutili ai fini della storia. Ok, colpo di scena caruccio, ma visto che per la trama c'era bisogno di tempo, magari si potevano un po' approfondire gli altri elementi...

La fotografia e lo stile del film sono alquanto deludenti se consideriamo il design che Synger impostò nei capitoli precedenti: l'elemento presente piùmassicciamente di nuova introduzione sono i costumi della Confraternita di Magneto, i cui componenti sono stati caratterizzatti con delle tute da motociclisti, tatuaggi e piercing vari, perchè altrimenti i bambini non capirebbero che sono CATTIVI.
Disgustorama.
Oltre alle incongruenze già elencate nelle descrizioni dei personaggi ne aggiungo un'altra, la più grossolano della pellicola: perchè Wolverine deve per forza dare un finale drammatico al film uccidendo Jean Grey, quando è circondato da capsule che contengono La Cura?
E poi la questione etica: gli X-Men volevano contrastare gli umani perchè ritenevano che iniettare la Cura forzatamente fosse un atto estremamente immorale, e come sconfiggono Magneto? Iniettandogli forzatamente La Cura! E' come quelli che sono contrari alla Guerra e per ottenere la pace scatenano guerre...
Bah!
E in più, come se tutto ciò non bastasse, alla fine le scene più potenti del film vengono immediatamente smentite. Dopo 3 minuti che abbiamo visto Magneto essere privato dei poteri, e se ne sta in versione Walter Matthau a giocare a scacchi al parco, lo vediamo riacquisire i suoi poteri. E dopo i titoli di coda, scopriamo che Xavier è riuscito a salvarsi! Ma bene, rinneghiamo tutto ciò che è stato mostrato finora!

Comunque il film non ha solo lati negativi, ha anche i suoi lati positivi: i prologhi sono affascinanti, con dei retroscena su Jean e Angelo estremamente emozionanti. La scena all'interno della Stanza del Pericolo è fantastica, alcuni scontri che avvengono durante il combattimento sono appassionanti, e una scena come la "cura" di Magneto è stata estremamente potente, nonostante tutte le implicazioni etiche che questo gesto comporta.
Questo però non risana i numerosi difetti della sceneggiatura. (E poi uffa, io volevo Gambit! ^^)

Cosa ci riserva il futuro? Innanzitutto Superman Returns, in Italia a settembre, grazie al quale vedremo nuovamente un Synger-movie DOC, che so già amerò, ma odierò anche, essendo il film responsabile di questo scempio sui mutanti.
E poi i produttori hanno già annunciato quattro nuovi film sugli X-Men. non sequels chiariamo, ma spin-off (sembra che annunciare spin-off sia considerato motlo più nobile).
Il primo è Wolverine, film che indagherà sul passato di Logan, probabilmente ispirato a Wolverine - Origins e alla saga di Arma X.
Il secondo è Magneto, film flashback che dovrebbe narrare il passato del signore del magnetismo, partendo dall'esperienza nel campo di concentramento fino alla sua amicizia con Xavier.
E gli altri due progetti, appena annunciati, sono New X-Men (che ipotizzo racconterà le avventure dei giovani mutanti come Bobby, Rogue, Colosso, Kitty, e magari qualche nuovo personaggio) ed Emma Frost, spin-off che pare sarà diretto dall'immaginifico regista di Three Kings.

Incrociamo le dita Marvel-fan.
Io tremo già.
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Messaggioda Quackmore » giovedì 08 giugno 2006, 22:32

Io ho visto ufficialmente un altro film.. un director's cut, forse :elio:
A presto,
Michele
Avatar utente
Quackmore
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 341
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 15:46
Has thanked: 3 times
Been thanked: 0 time

Re: [20th Century Fox] X-Men 3

Messaggioda Bramo » sabato 19 marzo 2016, 14:01

Il mio parere su X-Men - Conflitto Finale non è così negativo come leggo in giro e come alcuni commenti in questo stesso topic.
Certo, il cambio di regia e conseguentemente di approccio si avverte, sono d'accordo: c'è molta più azione e movimento e la tematica sulla paura del diverso ne viene un po' adombrata (anche se resta comunque piuttosto presente, trovo, solo leggermente sacrificata), si punta molto di più sulla star, cioè Wolverine, e manca quella pulizia di sceneggiatura ed espositiva dei primi due capitoli, ottenendo come risultato un film che ha qualche soluzione narrativa forzata e poco ragionata (come elencato da Deboroh a suo tempo, Magneto che manda a morire la "prima linea" di mutanti come se niente fosse o Logan che invece di iniettare la cura a Jean la uccide).
Ma trovo che ci siano molti pregi, ripresi dai due film precedenti: il rapporto tra Xavier e Magneto rimane preservato e secondo me molto bene, per esempio, e in generale i rapporti interpersonali funzionano abbastanza, almeno tra i protagonisti principali. Inoltre i momenti-shock hanno avuto su di me l'effetto sperato, cioè quello di colpirmi: sia la "resurrezione" di Jean, sia la conseguente morte di Ciclope, sia la morte di Xavier mi hanno fortemente sorpreso durante la visione, e hanno contribuito a mettermi addosso l'aria da "grande evento finale della trilogia" che che probabilmente regista e sceneggiatori volevano ispirare.
L'aggiunta esagerata di nuovi mutanti invece non la apprezzo molto, rientrando nei difetti della pellicola, visto che effettivamente non consente di approfondirne nessuno e al contrario si sacrifica l'evoluzione di quelli già noti (su tutti sicuramente Pyro tra i cattivi e Rogue tra i buoni).
L'ho in sostanza trovato un film discontinuo e un po' indeciso, ma sostanzialmente buono, non all'altezza dei due di Bryan Singer ma ad ogni modo in grado di emozionare e di portare la saga avanti in modi anche apprezzabili, seppur meno elegantemente dei primi due capitoli, con diversi problemi di scrittura e con un tocco sborone invero eccessivo in alcuni punti.
Andrea "Bramo" L'Odore della Pioggia
Osservate l'orrendo baratro su cui è affacciato l'universo! ... senza spingere...

LoSpazioBianco.it: nel cuore del fumetto!

SEGUI LOSPAZIOBIANCO SU:
Twitter | Facebook
Avatar utente
Bramo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 4687
Iscritto il: mercoledì 09 gennaio 2008, 12:51
Has thanked: 18 times
Been thanked: 62 times

Re: [20th Century Fox] X-Men 3

Messaggioda Don Homer » lunedì 21 marzo 2016, 21:37

Film parecchio odiato da tipo tutti fan e sinceramente non ne capisco il perchè, ammetto che alla prima visione mi gasai parecchio.

Ovviamente a fare il paragone con la Sgaa della Fenice Nera si perde subito, il numero esagerato di mutanti coinvolti non da ad ognuno il giusto screen rime (vedi Angelo) e come al solito il maggiore screen time lo prende Logan.

Ma parte questo direi che il resto del film funziona, anche per la presenza di un ottimo Hank McCoy.
Avatar utente
Don Homer
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1258
Iscritto il: giovedì 26 luglio 2012, 12:30
Località: Latina
Has thanked: 13 times
Been thanked: 40 times

Re: [20th Century Fox] X-Men 3

Messaggioda Bramo » martedì 22 marzo 2016, 11:28

Don Homer ha scritto:Ma parte questo direi che il resto del film funziona, anche per la presenza di un ottimo Hank McCoy.

Concordo :)
Andrea "Bramo" L'Odore della Pioggia
Osservate l'orrendo baratro su cui è affacciato l'universo! ... senza spingere...

LoSpazioBianco.it: nel cuore del fumetto!

SEGUI LOSPAZIOBIANCO SU:
Twitter | Facebook
Avatar utente
Bramo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 4687
Iscritto il: mercoledì 09 gennaio 2008, 12:51
Has thanked: 18 times
Been thanked: 62 times


Torna a Marvel Studios

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Cookie Policy