Home The Disney Compendium il Fumettazzo

[Sony] Spider-Man 3

Dove c'è così tanta meraviglia che la sola carta non bastava più!

Marvel: Spider-Man 3

Messaggioda DeborohWalker » mercoledì 02 maggio 2007, 01:05

Immagine Immagine
Il numero 3 ha sempre portato sfortuna alle saghe cinematografiche tratte da fumetti di supereroi. Batman e Superman, all'epoca erano stati presi in mano da registi differenti da quelli dei primi due capitoli (rispettivamente Burton e Donner ), e il primo film Marvel di nuova generazione è stato X-Men 3, che in mano a Brett Ratner è diventato un'accozzaglia di saghe e personaggi decisamente eccessiva.
Prima che Spider-Man 3 uscisse al cinema, si era già sparsa la voce che nel film sarebbero comparsi Gwen Stacy, Venom, Green Goblin e l'Uomo Sabbia; questo fece sudare freddo i fans, che temevano un'overdose di elementi che avrebbe potuto dare effetti simili a X-Men 3.
Beh, ve lo dico subito: non è così. Sam Raimi è riuscito a fare un lavoro davvero di fino, riuscendo a incastrare alla perfezione 3-4 differenti trame in un'unica vicenda in cui ogni evento è strettamente legato agli altri.
Ma se il pericolo accozzaglia è sventato, non significa che il film sia privo di difetti, anzi.

Mary-Jane è diventata una cantante/attrice di Brodway e le cose tra lei e Peter PArker vanno per il meglio, al punto che lui vuole chiederle di sposarlo.
Ma Harry Osborn, ora che ha scoperto la sua identità segreta non ha alcuna intenzione di lasciare in pace Peter Parker, entrato in possesso delle attrezzature che nelle vesti del Green Goblin gli consentono di sbarazzarsi del suo ex-amico.
Nel frattempo dallo spazio è arrivata una misteriosa sostanza nera, un simbionte che si impossesserà del costume di Spider-Man, facendolo diventare più potente, ma amplificando al contempo l'aggressività e l'ambizione di Peter Parker, che asseconderà questi cambiamenti.
Come se questo già non bastasse, il capitano della polizia chiama alla centrale Peter e zia May per rivelargli che è stato rintracciato il vero assassino di zio Ben: è Flint Marko, un uomo che può trasformarsi in sabbia, e che continua a rubare soldi per guarire la famiglia malata.
Nel frattempo Peter dovrà avere anche fare anche con Gwen Stacy, la figlia del capitano di polizia che potrebbe mettere a rischio il suo rapporto con MJ, e Eddie Brock, un fotoreport con il quale dovrà competere per mantenere il suo posto al Daily Bugle.

Bè, da qui in poi analizzo il film con tanti spoiler, quindi proseguite solo dopo aver visto il film.

Dunque, come ho già detto il film riesce a mescolare sapientemente diversi elementi e trame che avrebbero potuto con facilità sfociare in un miscuglio indefinito.
Il film ha un equilibrio strano, dato che è sempre di più la percentuale di pellicola dedicata ai personaggi e alle loro vicende e all'introspezione, piuttosto che alle scene di azione e i combattimenti.
E le scene di lotta sono purtroppo sottotono, soprattutto se paragonate a quelle dei film precedenti; sono vere e proprie scazzottate, abbastanza disordinate, nulla a che vedere con scene coreografate bene come il combattimento tra Spidey e Octopus a bordo del treno...
Interessante la scelta di svolgere sempre più combattimenti a "volto scoperto", a cominciare dal primo scontro tra Peter e Harry, nel quale Peter preso alla sprovvista sarà obbligato a combattere in borghese.
La figura di Harry Osborn viene sviluppata, attraversando in un paio d'ore anni e anni di pubblicazioni fumettistiche, tra rabbia furente verso Peter (gli scontri tra i due sono di una violenza incredibile se si ripensa alle scene allegre e spensierate del primo film) amnesie e redenzioni.
Flint Marko (alias Uomo Sabbia) è un villain che già dal principio non è presentato come tale, ma come un padre amorevole dotato di umanità, che compie dei reati, ma unicamente per il bene della figlia malata. Tra l'altro il personaggio viene arricchito, con un'operazione di retcon rispetto a quanto mostrato nel primo film, attribuendogli l'omicidio di Zio Ben, cosa che non avviene nei fumetti ma che torna utile sia per dare retroscena interessanti al personaggio, sia per analizzare in seguito il desiderio di vendetta di Peter. Il colpo di pistola partito per "sbaglio" però, bisogna ammettere, non è di sicuro l'idea più brillante della storia del cinema. Interessante la lunga scena, dal ritmo lento, in cui Marko realizza di essersi trasformato in un uomo di sabbia, e affronta drammaticamente questa sua nuova natura, cercando di prendere confidenza con il suo nuovo corpo e il diverso modo di muoversi.
L'arrivo del simbionte è sicuramente affrettata, ma vista la quantità di elementi che vengono inseriti nella trama, non è un elemento col quale accusare Raimi. Quando il simbionte si attacca al costume da ragno, è decisamente affascinante la piega rabbiosa e vendicativa che prendono le azioni dell'Arrampicamuri. Lo stesso però non si può dire per Peter Parker che dopo questo cambiamento diventa un macho latin-lover. E se quindi è sensato e divertente vedere Peter che flirta con Betty Brant con ammiccamenti ed allusioni, ho trovato però decisamente esagerato vederlo camminare ammiccando a destra e a manca, come un pimp americano... Ci mancava che mettessero Boombastic come colonna sonora e il quadro era completo.
Abbastanza ridicolo il cambio d'aspetto appena Peter diventa cattivo, tirandosi in giù i capelli con un ciuffo darkettone, e vestendosi di scuro... già che c'erano potevano anche dotarlo di una maschera scura con respiratore annesso.
E il simbionte in un secondo momento si attaccherà ad Eddie Brock, nuovo ambizioso fotoreporter del Bugle che svilupperà una rivalità con Peter Parker; questo rapporto sfocierà nella sua trasformazione in Venom. Il famigerato simbionte alieno però non è così ben realizzato, forse perchè non è tra i personaggi preferiti di Sam Raimi: il regista infatti è cresciuto leggendo le storie di Spidey negli anni ''70-'80, mntre Venom è stato il villain principale degli anni '90. Avi Arad, il produttore del film, gli ha però fatto notare che tutti i fan volevano Venom, e Sam non poteva assecondare solo i suoi gusti e desideri, e così ha acconsentito ad inserire il personaggio nella pellicola, anche se forse non lo sente particolarmente suo.
Venom è un personaggio che si basa sul terrore, sulla paura, ed era auspicabile che un regista che proviene dal genere horror avrebbe saputo realizzarlo in modo adeguato, soprattutto se ripensaimo a scene come il risveglio dei tentacoli di OCk nella sala operatoria di Spider-Man 2. Anche il trailer lasciava suppore bene a riguardo, ma alla fine l'unica "paura" che deriva da Venom è una scena in cui Peter si guarda attorno cercandolo, sapendo che è lì intorno,e nulla di più.
Il personaggio è di dimensioni ridotte, le stesse di Eddie Brock, mentre nel fumetto è un essere molto più alto e muscoloso; inoltre quando parla, Venom ha la stessa voce dell'attore Topher Grace, decisamente inappropriata, quando invece sarebbe stata adatta una voce più sibilante, magari modificata al computer o, meglio ancora, raddoppiata e che si rivolge a sè stesso come a "noi", esattamente come nella controparte cartacea.
Anche Gwen Stacy fa la sua prima comparsa in questo film, anche se sarebbe sbagliato considerarla facente parte del dipanarsi della vicenda: come ha detto lo stesso Sam Raimi, questa è solo un'introduzione del personaggio nell'universo ragnesco dei film, anche se comunque Gwen avrà le sue influenze soprattutto nel rapporto tra Peter e MJ. Il personaggio però risulta decisamente meno approfondito che nel fumetto, e più "oca". A questo sicuramente non contribuisce il doppiaggio italiano, che inserisce addirittura risatine parishiltoniane laddove in originale non ve n'era traccia.
Jameson è sempre presente, anche se la prima scena in cui lo si vede è vittima di quella che io chiamo "sindrome di Gimli": visto che nei film precedenti le scene con lui sono state ritenute "giustamente" divertenti, premiamo il tasto sull'acceleratore e facciamolo diventare una sorta di Sbirulino che si esibisce in gag da cabaret. Vabbè, fortunatamente questo avviene solo per la scena delle pillole, dato che tutto ciò che vedremo in futuro continua quanto visto nei film precedenti, regalandoci un personaggio decisamente affine a quello dei comics.
Sono presenti i due cameo che Raimi aveva già fatto nei due precedenti capitoli, anche se i due personaggi in questione appaiono per un lasso di tempo decisamente più lungo, risultando addirittura pesanti. Il primo è Stan Lee, che si mette addirittura a parlare con Spidey, con un discorso che definire riduttivo è dir poco. Cameo sì, ma a patto che non siano inutili, non appesantiscano la storia, o che non risultino incomprensibili per chi non conosce la persona in questione. Il secondo cameo è Bruce Campbell nei panni di un maitre di un ristorante di lusso; inizialmente la scena mi sembrava fine a sè stessa come quella con Stan Lee, ma poi mi sono dovuto ricredere per i risvolti comici che ne risultano.
Molti punti della vicenda rimangono purtroppo in sospeso, primo tra tutti la relazione tra Peter Parker e Mary-Jane: i dialoghi tra i due potevano avere sviluppi interessanti, ma poi non si accenna più a quelle questioni. Più volte MJ lamenta una mancanza di attenzioni da parte di Peter, che si concentra e sembra vedere solo la sua vita da supereroe, ma alla fine tutto ciò sembra essere superato con un colpo di spugna.

Ma oltre ai buchi narrativi e le questioni rimaste in sospeso, il problema maggiore di questo film sono le ingenuità, davvero tante:
1 - Spider-Man arriva alla festa nel corso della quale gli verranno consegnate le chiavi ella città, atterrando su un palazzo vicino alla folla, senza indossare la maschera ma mettendola solo lì. Certo, conveniente, in un luogo dove ci sono migliaia di persone, giornalisti con macchine fotografiche e telecamere, che potrebbero casualmente voltarsi e vederlo.
2 - Peter Parker, nei panni di Spider-Man, bacia sul palco Gwen Stacy, tra l'altro sapendo che MJ è lì a guardarlo. MA PERCHE'?!?!?!?!
3 - Le origini dell'Uomo Sabbia sonoun tantinello forzate. Innanzitutto Flint Marko scappa inseguito dai poliziotti, partendo dalla città, e arrivando di corsa fino all'aperta campagna, dove non c'è nulla intorno a sè. E cade nella buca dove si sta effettuando l'esperimento... E quando si fanno solitamente gli esperimenti scientifici? In piena notte, ovvio! E non mettiamo neanche una telecamera nella fossa in cui si fa l'esperimento, così da vedere che è un uomo quello che ci è caduto dentro...
4 - Appena ritorna in città, dopo essersi trasformato nell'Uomo Sabbia, Flint Marko viene riconosciuto da due poliziotti... Tempo di fare due passi e cosa c'è lì? Un bel camion pieno di sabbia! Pensa un po', che coincidenza!
5 - Peter indossa il costume da Uom Ragno, e poi si stende sul letto, dove mentre dorme viene assalito dal simbionte... Capisco che così la scena ha più effetto, ma perchè cavolo ha indossato il costume? Forse lo usa anche come pigiama?
6 - In chiesa, Eddie Brock viene attirato nella torre dal rumore delle campane, e appena sento un "AAAARGHHH!" riconosce che sono di Peter Parker... Accidenti, che memoria, e che udito!
7 - Quando Venom avvicina l'Uomo Sabbia per chiedergli di collaborare, fa riferimento alla figlia malata; ma come fa ad esserne a conoscenza?
8 - Durante il combattimento finale l'Uomo Sabbia infierisce con violenza sull'Uomo Ragno, quando è già immobilizzato, rischiando seriamente di ucciderlo; perchè mai, dato che in fondo Flint Marko, come ci viene ripetuto milioni di volte, è un bestione dal cuore d'oro?
9 - Il maggiordomo di casa Goblin, dopo 4 anni, casualmente rivela proprio prima del combattimento finale che Hary Osborn è in realtà morto per colpa delle sue stesse armi? Capisco la scena "arriva la cavalleria", ma perchè diamine se n'è stato zitto per tutto questo tempo?
10 - Ultima menzione d'onore all'arrivo di Spider-Man sul luogo del combattimento finale, passando davanti ad una bandiera americana, in un'inquadratura che sarebbe perfetta per Capitan America, ma così puzzava davvero troppo di patriottismo.

Riguardando quanto ho scritto, ho speso migliaia di male parole su questo film, ma in fondo regala due ore e mezzo di divertimento, tirando le fila di tutta la trilogia. E anche tutti gli elementi del film sono finalizzati alla scena finale, il combattimento Spidey e Goblin VS Venom e Uomo Sabbia, quello che, in senso lato, potrebbe essere definito il primo team-up della storia dei film supereroistici.
Quindi, nonostante i difetti che ho elencato forse con un cipiglio troppo nerd, il film ha una sua dignità, ma qualitativamente si posiziona al di sotto degli altri due capitoli della saga.
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Marvel: Spider-Man 3

Messaggioda Quackmore » mercoledì 02 maggio 2007, 10:57

Conoscendo i nostri gusti, stranamente affermo che la tua analisi è molto azzeccata e precisa.
Io, però, mi sono divertito molto, se escludiamo la ridicola sequenza a cui accenni anche tu di Peter che tenta invano di essere figo. (Avrebbero potuto renderlo cool per davvero).

DeborohWalker ha scritto:Interessante la scelta di svolgere sempre più combattimenti a "volto scoperto"


Già dallo scorso episodio c'è stata una totale incuria nel conservare segreta l'identità e la cosa si è ripresentata con uguale o maggiore forza in questo episodio -_- E va bene che ormai nel fumetto la cosa non ha più valore... :P

Molti punti della vicenda rimangono purtroppo in sospeso, primo tra tutti la relazione tra Peter Parker e Mary-Jane


Dal trailer mi ero convinto che si sposassero, alla fine ;_; :

Come dicevo, il tuo svisceramento delle ingenuità è tristemente fondato, anche se le varie coincidenze (dimentichi il meteorite che cade accanto a Peter!) sono un elemento fondante della narrativa moderna.
Vorrei annullartene uno:

5 - Peter indossa il costume da Uom Ragno, e poi si stende sul letto, dove mentre dorme viene assalito dal simbionte... Capisco che così la scena ha più effetto, ma perchè cavolo ha indossato il costume? Forse lo usa anche come pigiama?


No, la cosa ha molto senso. Peter si è preparato: non appena capterà notizie che possano portarlo dall'Uomo Sabbia, non perderà tempo, gli basterà mettersi la maschera e raggiungerlo. Solo che a furia di aspettare si addormenta, ma anche in quel caso, se sentisse notizie utili, potrebbe scattare e partire alla ricerca.
Viene tutto vanificato dal fatto che Peter poi esce nero e torna proprio nel momento in cui la radiolina gli dà la pista giusta...

6 - In chiesa, Eddie Brock viene attirato nella torre dal rumore delle campane, e appena sento un "AAAARGHHH!" riconosce che sono di Peter Parker... Accidenti, che memoria, e che udito!


Vero, una forzatura inutile! L'originale Venom scopre l'identità segreta di Spidey semplicemente perché gliela dice il costume-simbionte stesso.

7 - Quando Venom avvicina l'Uomo Sabbia per chiedergli di collaborare, fa riferimento alla figlia malata; ma come fa ad esserne a conoscenza?


Un cavillo: Brock è pur sempre un reporter...

il primo team-up della storia dei film supereroistici.


Può darsi, e tra l'altro è stato uno dei maggiori fattori di sorpresa, aspettandomi io uno scontro contro tre avversari.

ma qualitativamente si posiziona al di sotto degli altri due capitoli della saga.


Non saprei, sinceramente... :???:
A presto,
Michele
Avatar utente
Quackmore
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 341
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 15:46
Has thanked: 3 times
Been thanked: 0 time

Re: Marvel: Spider-Man 3

Messaggioda DeborohWalker » mercoledì 02 maggio 2007, 12:36

Quackmore ha scritto:
il primo team-up della storia dei film supereroistici.


Può darsi, e tra l'altro è stato uno dei maggiori fattori di sorpresa, aspettandomi io uno scontro contro tre avversari.


Anch'io! Anche se dal momento in cui Spidey va chiedergli aiuto ( e volendo anche quella è una scena abbastanza dubbia, come poteva pensare che Harry lo avrebbe aiutato, dopo tutto quello che gli aveva fatto? Se non ci fosse stato il maggiordomo..) era scontato il suo arrivo a mo' di cavalleria contro gli indiani nel momento in cui Spider-MAn sarebbe stato più in difficoltà
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Messaggioda LBreda » mercoledì 02 maggio 2007, 19:23

Probabilmente lo vedo venerdì, un mio amico mi costringe.

Mi si dice che traducono "silicon" con "silicone". -_-

Mi ha fatto male.



[però sono curioso]
Lorenzo Breda
Website | Google+ | DisneyStats | deviantART

If you couldn't find any weirdness, maybe we'll just have to make some!
Hobbes, Calvin&Hobbes

[No bit was mistreated or killed to send this message]
Avatar utente
LBreda
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 3296
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 19:46
Località: Roma
Has thanked: 15 times
Been thanked: 49 times

Re: Marvel: Spider-Man 3

Messaggioda ZER0 » mercoledì 02 maggio 2007, 20:51

Concordo in buona parte con quello che hai detto, Deboroh, ma non con tutto. Tirando le somme, direi che l'ho apprezzato maggiormente di quanto abbia fatto tu. Forse perché, da grande fan dell'Uomo Ragno, e dei supereroi in generis, parto dal presupposto che nessun film ne renderà mai veramente giustizia, e per ovvie ragioni.
E quindi so già che più che una trasposizione, vedrò un film "liberamente ispirato" all'opera originale.

DeborohWalker ha scritto:E le scene di lotta sono purtroppo sottotono, soprattutto se paragonate a quelle dei film precedenti; sono vere e proprie scazzottate, abbastanza disordinate, nulla a che vedere con scene coreografate bene come il combattimento tra Spidey e Octopus a bordo del treno...

Forse per le scene puramente di lotta, ma per quanto riguarda le scene di azione in generale le ho trovate migliori e più coreografiche.

DeborohWalker ha scritto:La figura di Harry Osborn viene sviluppata, attraversando in un paio d'ore anni e anni di pubblicazioni fumettistiche,
Già, difatti un poco "stride" questa concentrazione di stati d'animo. Ma del resto, tra botte in testa, siero del padre e bombe esplose in faccia... glielo possiamo concedere.

DeborohWalker ha scritto:Interessante la lunga scena, dal ritmo lento, in cui Marko realizza di essersi trasformato in un uomo di sabbia, e affronta drammaticamente questa sua nuova natura, cercando di prendere confidenza con il suo nuovo corpo e il diverso modo di muoversi.

Molto interessante, sia da un punto di vista prettamente tecnico che cinematografico. Da sottolineare che ci riesce solo grazie alla volontà di guarire la figlia. Entrambe le volte che deve ritrovare "coesione" ci riesce grazie al medaglione.

DeborohWalker ha scritto:L'arrivo del simbionte è sicuramente affrettata

Beh, del resto non poteva essere come nel fumetto :) E già sarebbe stato troppo se avessero fatto come nel cartone animato.

Concordo appieno sui comportamenti ridicoli di Peter da "cattivo", ma c'è da dire che in tutto il film mi ha dato l'impressione di essere più nerd, impacciato e - appunto - ridicolo rispetto al film precedente.

Eh si, Gwen è decisamente un'oca. E per chi ha amato il personaggio cartaceo, è stato un brutto colpo.

DeborohWalker ha scritto:Il famigerato simbionte alieno però non è così ben realizzato,

Io l'ho trovato abbastanza ben realizzato. Del resto fin dall'inizio il simbionte, nell'aspetto e nei movimenti (anche da "poltiglia") è completamente differente dalla sua controparte cartacea. Per non parlare di quando diventa il costume "nero" di Peter. Ho apprezzato la versione personale di Raimi di Venom, compresi i nuovi "denti" di Eddie Brock che si vedono quando si toglie la maschera.
Ed ho apprezzato che non abbia fatto sparare ragnatele a Venom...

DeborohWalker ha scritto:Venom è un personaggio che si basa sul terrore, sulla paura,
Ma no, quello al massimo è Carnage.

DeborohWalker ha scritto:Il personaggio è di dimensioni ridotte, le stesse di Eddie Brock,

No, se ci fai caso è un poco più massiccio. Si nota quando si staglia in piedi, invece che accucciato come suo solito, davanti a un Peter disteso. Ovviamente non è la montagna di muscoli che è nel fumetto, ma lì è perché Eddie Brock è decisamente più muscoloso (scaricava la sua rabbia repressa in palestra, ed ha continuato anche dopo che ha ottenuto il simbionte).
Avrei preferito anche io che si rivolgesse a sé stesso come a "noi", ma penso che non l'abbiano fatto per evitare

DeborohWalker ha scritto:Vabbè, fortunatamente questo avviene solo per la scena delle pillole,

Ah, a me è piaciuta tantissimo... e anche la scena della macchina fotografica!

DeborohWalker ha scritto:Più volte MJ lamenta una mancanza di attenzioni da parte di Peter, che si concentra e sembra vedere solo la sua vita da supereroe, ma alla fine tutto ciò sembra essere superato con un colpo di spugna.

Beh, non mi sembra. Alla fine Peter capisce. Nella scena in cui rende l'anello a sua zia.

DeborohWalker ha scritto:1 - Spider-Man arriva alla festa nel corso della quale gli verranno consegnate le chiavi ella città, atterrando su un palazzo vicino alla folla, senza indossare la maschera ma mettendola solo lì. Certo, conveniente, in un luogo dove ci sono migliaia di persone, giornalisti con macchine fotografiche e telecamere, che potrebbero casualmente voltarsi e vederlo.

Il pubblico differenzia Peter Parker da Spiderman: Peter può risultare ridicolo, Spiderman no. Quell'espressione e quelle battute non potevano venire dalla bocca di Spidey. E quindi dovevano per forza di cose farle dire a Peter Parker. Da qui la maschera. E comunque, come si è visto in tutto il film, non si fa grossi problemi d'intentità, questo Peter. :)

DeborohWalker ha scritto:2 - Peter Parker, nei panni di Spider-Man, bacia sul palco Gwen Stacy, tra l'altro sapendo che MJ è lì a guardarlo. MA PERCHE'?!?!?!?!
Perché altrimenti il film non poteva prendere la piega che ha preso. :) Inoltre Peter si è solamente lasciato prendere la mano dagli eventi: Anche lui, quando indossa la maschera, diventa un altro.

DeborohWalker ha scritto:3 - Le origini dell'Uomo Sabbia sonoun tantinello forzate.
E come le volevi fare? Inoltre non sono dissimili da quelle del fumetto.

DeborohWalker ha scritto:4 - Appena ritorna in città, dopo essersi trasformato nell'Uomo Sabbia, Flint Marko viene riconosciuto da due poliziotti... Tempo di fare due passi e cosa c'è lì? Un bel camion pieno di sabbia! Pensa un po', che coincidenza!
In italia siam pieni di cantieri, immagino che sia così anche per NYC. :) Immagino che il regista avrà pensato che era sicuramente più spettacolare una cosa del genere, piuttosto che far scivolare Marko sotto a un tombino.

DeborohWalker ha scritto:5 - Peter indossa il costume da Uom Ragno, e poi si stende sul letto, dove mentre dorme viene assalito dal simbionte... Capisco che così la scena ha più effetto, ma perchè cavolo ha indossato il costume? Forse lo usa anche come pigiama?

LOL... La spiegazione di questo ti è stata già data. :)

DeborohWalker ha scritto:6 - In chiesa, Eddie Brock viene attirato nella torre dal rumore delle campane, e appena sento un "AAAARGHHH!" riconosce che sono di Peter Parker... Accidenti, che memoria, e che udito!

No, lo vede anche. Indubbiamente, ha una vista da falco...

DeborohWalker ha scritto:7 - Quando Venom avvicina l'Uomo Sabbia per chiedergli di collaborare, fa riferimento alla figlia malata; ma come fa ad esserne a conoscenza?

Anche qui ti hanno già risposto. Inoltre, non dimenticare che il simbionte è una creatura telepatica/empatica.

DeborohWalker ha scritto:8 - Durante il combattimento finale l'Uomo Sabbia infierisce con violenza sull'Uomo Ragno, quando è già immobilizzato, rischiando seriamente di ucciderlo;

E non era questo il piano? Venom lo ha convinto che l'Uomo Ragno gli impedisce di salvare sua Figlia. E Flint ha già detto che per salvarla farebbe di tutto.

DeborohWalker ha scritto:9 - Il maggiordomo di casa Goblin, dopo 4 anni, casualmente rivela proprio prima del combattimento finale che Hary Osborn è in realtà morto per colpa delle sue stesse armi? Capisco la scena "arriva la cavalleria", ma perchè diamine se n'è stato zitto per tutto questo tempo?

Immagino che abbia colto la palla al balzo: se l'avesse detto in un altro momento, in cui Harry covava ancora vendetta nei confronti di Peter, non avrebbe sortito lo stesso effetto. Anzi, magari si sarebbe ritrovato una lama nello stomaco. :)

DeborohWalker ha scritto:10 - Ultima menzione d'onore all'arrivo di Spider-Man sul luogo del combattimento finale, passando davanti ad una bandiera americana, in un'inquadratura che sarebbe perfetta per Capitan America, ma così puzzava davvero troppo di patriottismo.
Ehy, sono americani, che pretendi? Nei vecchi Superman facevano ben di peggio, ricordi?

DeborohWalker ha scritto:Quindi, nonostante i difetti che ho elencato forse con un cipiglio troppo nerd, il film ha una sua dignità, ma qualitativamente si posiziona al di sotto degli altri due capitoli della saga.

Mhm, personalmente no, come qualità non lo reputo infierore ai precedenti film.

P.S.
E non vedo l'ora, dopodomani, di lanciare ragnatele con il Wiimote e Nunchuck. :P
Immagine
"Accadono cose che sono come domande.
Passa un minuto, oppure anni e poi la vita risponde."
(A. Baricco)
Avatar utente
ZER0
da X-Mickey
da X-Mickey
 
Messaggi: 64
Iscritto il: martedì 27 marzo 2007, 10:06
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: Marvel: Spider-Man 3

Messaggioda DeborohWalker » mercoledì 02 maggio 2007, 21:54

ZER0 ha scritto:Forse per le scene puramente di lotta, ma per quanto riguarda le scene di azione in generale le ho trovate migliori e più coreografiche.

A quali scene d'azione ma "non di lotta" ti riferisci?
Io ho trovato le scene peggiori anche dal punto di vista tecnico, la camera viene usata in un modo abbastanza piatto, se ripensaimo alla sensazione di vertigine in certi momenti del secondo film nel quale veniva utilizzata magistralmente la Spidey-cam...

ZERO ha scritto:
DeborohWalker ha scritto:Più volte MJ lamenta una mancanza di attenzioni da parte di Peter, che si concentra e sembra vedere solo la sua vita da supereroe, ma alla fine tutto ciò sembra essere superato con un colpo di spugna.
Beh, non mi sembra. Alla fine Peter capisce. Nella scena in cui rende l'anello a sua zia
.
Bè, a parole sì. Ma MJ non sa nulla di ciò che passa nella testa di Peter, e il riavvicinamento mi è sembrato decisamente gratuito. Va però apprezzato il finale del film che non è un vero e proprio "happy end", ma un abbraccio malinconico di una coppia che ha l'intenzione di riavvicinarsi, ma sapendo di dover fronteggiare dei problemi.

ZERO ha scritto:
DeborohWalker ha scritto:2 - Peter Parker, nei panni di Spider-Man, bacia sul palco Gwen Stacy, tra l'altro sapendo che MJ è lì a guardarlo. MA PERCHE'?!?!?!?!
Perché altrimenti il film non poteva prendere la piega che ha preso. :) Inoltre Peter si è solamente lasciato prendere la mano dagli eventi: Anche lui, quando indossa la maschera, diventa un altro.

Eh, "perchè il film potesse prendere la piega che ha preso" lo so anch'io, sta proprio alla bravura dello sceneggiatore e del regista far susseguire questi eventi facendoli sembrare naturali, qualcosa che farebbero i personaggi dei quali ormai conosciamo il carattere...
Capisco che Peter si sia fatto prendere la mano, ma da qui a baciare un'altra donna... Tra l'altro a testa in giù, deve per forza di cose esserle saltata in testa Mary-Jane!

ZERO ha scritto:
DeborohWalker ha scritto:3 - Le origini dell'Uomo Sabbia sonoun tantinello forzate.

E come le volevi fare? Inoltre non sono dissimili da quelle del fumetto.

Boh. Così mi sono sembrate davvero assurde, con lui che finisce in piena notte in aperta campagna in mezzo ad un esperimento dove gli scienziati neanche si sincerano di cosa abbia modificato il peso della vasca, e non ci sono telecamere.
Un conto sono coincidenze sfortunate (vedi origini cinematografiche di Spider-Man, Hulk, Devil, ecc.) ma così è proprio forzato.

ZERO ha scritto:
DeborohWalker ha scritto:4 - Appena ritorna in città, dopo essersi trasformato nell'Uomo Sabbia, Flint Marko viene riconosciuto da due poliziotti... Tempo di fare due passi e cosa c'è lì? Un bel camion pieno di sabbia! Pensa un po', che coincidenza!
In italia siam pieni di cantieri, immagino che sia così anche per NYC. :) Immagino che il regista avrà pensato che era sicuramente più spettacolare una cosa del genere, piuttosto che far scivolare Marko sotto a un tombino.

Assolutamente d'accordo, ma come ho detto poco sopra sta nel merito degli autori far sembrare questi eventi non forzati. Oddio, un camion di sabbia posizionato proprio lì mi ha fatto uno strano effetto, ma vabbè, non è la cosa peggiore del film ^^

ZERO ha scritto:Mhm, personalmente no, come qualità non lo reputo infierore ai precedenti film.

Ma neanch'io lo considero nettamente inferiore agli altri film, sia ben chiaro, è più o meno sullo stesso livello, anche se ho una mia personale scala di gradimento, che vede in cima Spider-Man 2, e in coda questo capitolo.

ZERO ha scritto:E non vedo l'ora, dopodomani, di lanciare ragnatele con il Wiimote e Nunchuck. :P

Oddio, no... I videogiochi su licenza tratti da questi film mi hanno sempre fatto rabbrividire, sono poche le eccezioni che si salvavano...
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Messaggioda K-Ra » giovedì 03 maggio 2007, 18:00

Mamma mia che mal d testa quanto scrivete!!!! =)



L'ho visto martedì sera...sinceramente boh io ero andata a vedere un film d'azione non d'amore... mi sembra "Spideman 3 -Problemi di coppia"... sono una donnina quindi vabbè non mi ha proprio fatto schifo...

citando la mia migliore amica hanno cercato di mettere troppe cose tutte in un colpo e hanno fatto u po' un pasticcio....

questo è il mio sassolino di commento buttato nel mare dei vostri commenti da espertoni :P
Don't worry be penguin!
Avatar utente
K-Ra
Misero Kylioniano
Misero Kylioniano
 
Messaggi: 23
Iscritto il: mercoledì 18 aprile 2007, 06:54
Località: Reggio Emilia
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: Marvel: Spider-Man 3

Messaggioda ZER0 » venerdì 04 maggio 2007, 08:49

DeborohWalker ha scritto:A quali scene d'azione ma "non di lotta" ti riferisci?

I volteggi dell'Uomo Ragno in generis, la Gru, il salvataggio di Gwen, la nascita dell' Uomo Sabbia (che non è d'azione, ok, l'ho messa solo perché è coreografica. :D )

DeborohWalker ha scritto:Io ho trovato le scene peggiori anche dal punto di vista tecnico, la camera viene usata in un modo abbastanza piatto, se ripensaimo alla sensazione di vertigine in certi momenti del secondo film nel quale veniva utilizzata magistralmente la Spidey-cam...
Sinceramente non mi è sembrato che vi sia questo stacco. C'è anche da dire che se da un lato vedere l'Uomo Ragno volteggiare in un certo modo è una novità, al terzo film non appare più così.
Ma ti lascio il beneficio del dubbio, per quando uscirà il DVD del tre, così potrò fare una comparazione effettiva con i precedenti due :)
A sensazione, comunque, non ho trovato le scene peggiori da un punto di vista tecnico. Per non parlare poi della CG, che l'ho trovata abbastanza notevole.

DeborohWalker ha scritto:Bè, a parole sì. Ma MJ non sa nulla di ciò che passa nella testa di Peter, e il riavvicinamento mi è sembrato decisamente gratuito.
Non tanto, se consideri che è avvenuto DOPO il salvataggio da parte di Peter e, soprattutto, di Harry. Alla fine l'allontanamento effettivo era dovuto ai piani di quest'ultimo, in quanto "nemico" di Peter. MJ aveva già optato per una riconciliazione nonostate il discorso di Gwen e della cena (si veda la tardiva risposta al telefono, e la visita a casa di Peter quando viene a sapere di Flint Marko).

DeborohWalker ha scritto:
ZERO ha scritto:
DeborohWalker ha scritto:2 - Peter Parker, nei panni di Spider-Man, bacia sul palco Gwen Stacy, tra l'altro sapendo che MJ è lì a guardarlo. MA PERCHE'?!?!?!?!
Perché altrimenti il film non poteva prendere la piega che ha preso. :) Inoltre Peter si è solamente lasciato prendere la mano dagli eventi: Anche lui, quando indossa la maschera, diventa un altro.

Eh, "perchè il film potesse prendere la piega che ha preso" lo so anch'io,

Avevo messo lo smile, era ovviamente una battuta...

DeborohWalker ha scritto: sta proprio alla bravura dello sceneggiatore e del regista far susseguire questi eventi facendoli sembrare naturali, qualcosa che farebbero i personaggi dei quali ormai conosciamo il carattere...

E lo Spiderman cinematografico, che in fondo è un ancora un ragazzo, l'avrebbe fatto. In vesti di Peter no, ma come Spiderman sì.

DeborohWalker ha scritto: Tra l'altro a testa in giù, deve per forza di cose esserle saltata in testa Mary-Jane!

Ma figurati se c'ha pensato..! Cosa che poi si vede dall'espressione sorpresa di Peter, al quale non era passato neppure per l'anticamera del cervello, che quello fosse "il loro bacio".. Sono le classiche cose a cui il 90% degli uomini non fa caso, ed il 120% delle donne sì. :)
E poi ripeto, s'era lasciato prendere dalla mano, come si è visto dal film è totalmente preso in modo egoistico dal suo alter ego; ora che finalmente la città sembra apprezzarlo.

[Le origini dell'Uomo Sabbia]
DeborohWalker ha scritto:Boh. Così mi sono sembrate davvero assurde, con lui che finisce in piena notte in aperta campagna in mezzo ad un esperimento dove gli scienziati neanche si sincerano di cosa abbia modificato il peso della vasca, e non ci sono telecamere.
Un conto sono coincidenze sfortunate (vedi origini cinematografiche di Spider-Man, Hulk, Devil, ecc.) ma così è proprio forzato.

Mah, guardandola da questo punto di vista mi sembrano parimenti forzate anche le origini cinematografiche di Devil e Spiderman (lascio da parte Hulk che non ho visto).

DeborohWalker ha scritto:
ZER0 ha scritto:In italia siam pieni di cantieri, immagino che sia così anche per NYC. :) Immagino che il regista avrà pensato che era sicuramente più spettacolare una cosa del genere, piuttosto che far scivolare Marko sotto a un tombino.

Assolutamente d'accordo, ma come ho detto poco sopra sta nel merito degli autori far sembrare questi eventi non forzati.

A me non è parso particolarmente forzato. Siamo a NYC, i cantieri penso che non siano così rari, così come i camion di ghiaia o sabbia. Un conto è se me l'avessero fatto trovare sulla sommità del monte fuji, per intenderci. :)

DeborohWalker ha scritto:Oddio, no... I videogiochi su licenza tratti da questi film mi hanno sempre fatto rabbrividire, sono poche le eccezioni che si salvavano...

Ci hai mai giocato? Ai videogame di Spiderman per Playstation, intendo.
Non siamo più ai tempi degli anni 80, dove un tie-in significava un platform qualunque, con degli sprite che vagamente erano simili ai personaggi del film. Fortunatamente, direi. Premesso che "Spider-Man", per PSX, e che non era ispirato ad alcuna pellicola, è stato il primo, vero, gioco dell'Uomo Ragno (veramente eccezionale, con un sacco di chicche per gli amanti del fumetto); "Spider-Man 2", per PS2, è stato il primo gioco che ti dava, veramente la sensazione di cosa volesse dire essere l'Uomo Ragno.
Immagine
"Accadono cose che sono come domande.
Passa un minuto, oppure anni e poi la vita risponde."
(A. Baricco)
Avatar utente
ZER0
da X-Mickey
da X-Mickey
 
Messaggi: 64
Iscritto il: martedì 27 marzo 2007, 10:06
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: Marvel: Spider-Man 3

Messaggioda DeborohWalker » venerdì 04 maggio 2007, 17:17

ZER0 ha scritto:Alla fine l'allontanamento effettivo era dovuto ai piani di quest'ultimo, in quanto "nemico" di Peter. MJ aveva già optato per una riconciliazione nonostate il discorso di Gwen e della cena (si veda la tardiva risposta al telefono, e la visita a casa di Peter quando viene a sapere di Flint Marko).


Non concordo. L'allontanamento effettivo è avvenuto per colpa di Harry, ma ciò non significa che MJ abbia sfruttato quel momento per rivelare a Peter dei problemi reali che c'erano tra loro. Non era obbligata, poteva semplicemente dire ti lascio, ho un altro, ecc. E invece ha colto l'occasione per mettere davanti agli occhi di Peter quello che la opprimeva ormai da tempo.
Questo non significa che la riconciliazione non ci dovesse essere, dico solo che prima di rimettersi assieme una discussione o un tentativo di affrontare quei problemi avrebbe dovuto vedersi.

Ci hai mai giocato? Ai videogame di Spiderman per Playstation, intendo.

Ho giocato nelle postazioni di prova a due differenti giochi di Spider-man (mi pare che uno fosse ai tempi della PSX, l'altro per X-Box) e il mio giudizio rimane quello... Magari muoversi per la città era carino, ma i fattori tecnici e la struttura di gioco non faceva per me...
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Messaggioda LBreda » venerdì 04 maggio 2007, 19:55

Visto.

Premetto che non seguo i comics americani, e che di Spiderman ho letto pochissimo.

Tiro fuori le mie modestissime opinioni, buttate un po' a caso:

1. Dovevano secondo me decidere se fare un film d'azione o una commedia. In questo modo è venuto un incrocio tra un film d'azione (con scene peraltro non eccezionali) e una commedia neanche troppo ben fatta. Anche il 2, che mi è piaciuto moltissimo, era un po' un incrocio. Ma era fatto molto meglio. Aggiungo che non amo i film di sola azione (il mio ideale è il film di Hulk, più o meno).

2. Tre antagonisti sono un po' troppi, anche se uno alla fine passa dall'altra parte. Non ce non siano gestibili, ma costringono ad un finale (e anche un po' ad uno svolgimento) affrettatissimo.

3. Non c'entra nulla con la qualità del film, ma, cavolo, l'errore di traduzione "aumentate la massa di silicone" se lo potevano risparmiare. Capisco che sapere che la sabbia è in massima parte silicio non è una conoscenza da traduttore di film. Ma che il silicone con la sabbia non ci azzecca nulla non è impossibile da capire...

4. Mi è piaciuta la realizzazione di Venom. Sono riusciti a fare una cosa molto buona evitando di scadere nel ridicolo.

5. Gwen è troppo, ma troppo, stupida. Non la ricordo così tanto stupida nel fumetto. Ma neanche lontanamente.

6. Peter Parker, a momenti, la raggiunge. Fa una quantità indescrivibile di coglionate in un solo film, dopo due film in cui sembrava una persona relativamente posata. No, non parlo solo di quando il simbionte gli è addosso. Capisco l'essere nerd, dapisco l'essere esaltato dalla folla, ma puoi, davanti alla tua ragazza, dare un bacio ad un altra nello stesso modo in cui hai dato il primo bacio a lei?

7. Anche se ormai pare la parodia di se stesso, JJ ha punte in cui riesce ad essere meraviglioso. E la scena in cui trova pane per i suoi denti nella ragazzina che gli vende la macchinetta c'era tutta. Stupendo.

8. Ma l'uomo sabbia come nasce nel film? A parte il ridicolo nel trovarsi in aperta campagna in 10 secondi a NYC, è un po' penoso anche il laboratorio. Il cartello dice che è un laboratorio di "particle phisics". Ne ho visti molti, qui in Italia, di laboratori di fisica delle particlle, e ho fatto due stage nel più grande. Vi assicuro che non sono neanche lontanamente così ridicoli. E immagino che non lo siano neanche in USA. E ci si fanno esperimenti di fisica, non di quasi chimica (ma che razza di esperimento era?).

Nel complesso, non era assolutamnte un brutto film, ma era peggiore del secondo (non del primo, però).

Nella media, diciamo.

Ah, e mi sono decisamente stufato di vedere la bandiera USA comparire nei momenti meno opportuni in tutti i film d'azione americani.
Lorenzo Breda
Website | Google+ | DisneyStats | deviantART

If you couldn't find any weirdness, maybe we'll just have to make some!
Hobbes, Calvin&Hobbes

[No bit was mistreated or killed to send this message]
Avatar utente
LBreda
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 3296
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 19:46
Località: Roma
Has thanked: 15 times
Been thanked: 49 times

Messaggioda DeborohWalker » venerdì 04 maggio 2007, 20:16

LBreda ha scritto:1. Dovevano secondo me decidere se fare un film d'azione o una commedia. In questo modo è venuto un incrocio tra un film d'azione (con scene peraltro non eccezionali) e una commedia neanche troppo ben fatta.


Sono d'accordo sulla scarsa riuscita dei combattimenti (o meglio risse) e di alcuni momenti comici (Peter-Boombastic è raccapricciante se solo ci ripenso). Ma come i diversi elementi sono stati fusi no, ritengo il film un perfetto equilibrio tra film d'azione, commedia, e film romantico.
Raimi nelle interviste ci infila anche il genere horror, ma se lo può sognare.

2. Tre antagonisti sono un po' troppi, anche se uno alla fine passa dall'altra parte. Non ce non siano gestibili, ma costringono ad un finale (e anche un po' ad uno svolgimento) affrettatissimo.


AffrettatissIMO non direi, poteva essere molto peggio.
E comunque tutto è in vista del climax, ovvero lo scontro 2 contro 2, quindi questa struttura multi-trama mi è piaciuta.

4. Mi è piaciuta la realizzazione di Venom. Sono riusciti a fare una cosa molto buona evitando di scadere nel ridicolo.


Già. Per i fan del fumetto un po' meno, vederlo così mingherlino (nel fumetto è un bestione) un po' delude, e soprattuto noi volevamo sentirlo parlare al plurale maestatis e con una voce sibilante!
Poi oggi, rileggendo le storie originali nel volume uscito con la Gazzetta, mi sono reso conto che Eddie Brock è totalmente diverso, un vero camionista in confronto a quello del film. L'Eddie del film però mi è piaciuto, quindi a livello di film lo promuovo, ma in effetti a livello filologico non capisco perchè sia stato trasformato in questo modo...
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Messaggioda LBreda » venerdì 04 maggio 2007, 21:23

Sulla voce sono perfettamente d'accordo, anche io mi sarei aspettato qualcosa di molto diverso. Ma non so come sia in inglese.

Aggiungo pure:

9. Maguire (Peter) mi è sembrato piuttosto inespressivo, anche rispetto alla sua media. O, almeno, cambiava espressione molto raramente. E la cosa si evidenzia anche perché Dunst (MJ) è bravina e recita con lui nella maggior parte delle scene che richiedono un minimo di espressività.

10. L'ocaggine di Gwen è anche accentuata dal fatto che, oltre ad essere la Gwen fumettistica un bel personaggio, anche l'attrice (Howard, che ho visto in "As you like it") è bravina e meritava un po' di più.
Lorenzo Breda
Website | Google+ | DisneyStats | deviantART

If you couldn't find any weirdness, maybe we'll just have to make some!
Hobbes, Calvin&Hobbes

[No bit was mistreated or killed to send this message]
Avatar utente
LBreda
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 3296
Iscritto il: martedì 27 dicembre 2005, 19:46
Località: Roma
Has thanked: 15 times
Been thanked: 49 times

Re: Marvel: Spider-Man 3

Messaggioda ZER0 » sabato 05 maggio 2007, 22:52

DeborohWalker ha scritto:Questo non significa che la riconciliazione non ci dovesse essere, dico solo che prima di rimettersi assieme una discussione o un tentativo di affrontare quei problemi avrebbe dovuto vedersi.

Ma difatti non si sono rimessi insieme, mi pare. Dato che non c'è stato alcun dialogo verbale. Quello che si vede, è semplicemente una riconciliazione, appunto, un riavvicinamento. Che non significa affatto "facciamo come se non sia successo nulla", bensì che c'è la volontà di stare assieme. I problemi non sono spariti, ma c'è la volontà di andare avanti, e di superarli.
Diversamente sarebbe stato se, alla fine, Peter avesse dato l'anello a MJ e lei avesse accettato tutta bella contenta di sposarlo dando un colpo di spugna ai problemi di cui sopra. In tal caso condividirei il tuo punto di vista.

DeborohWalker ha scritto:Ho giocato nelle postazioni di prova a due differenti giochi di Spider-man (mi pare che uno fosse ai tempi della PSX, l'altro per X-Box)

Quello per PSX, nonostante i limiti tecnici, è l'unico realmente ispirato ai fumetti senza contaminazioni cinematografiche. E difatti ha delle chicche non indifferenti.
Quello per X-Box sarà stato "Spiderman", il gioco ispirato al primo film, che - grafica a parte - per tutto il resto era decisamente inferiore al primo gioco per PSX; e difatti non lo nominato nella lista precedente.

DeborohWalker ha scritto:e il mio giudizio rimane quello...

Beh, una partita per qualche minuto ad una postazione pubblica non è che ti possa permettere di valutare un gioco come quello.
Poi per carità, i gusti son gusti, se personalmente non ti piace il genere è un conto, e non ci si discute :) ma indubbiamente non fa parte di quei tie-in tirati via di cui si parlava; sono giochi di tutto rispetto.

DeborohWalker ha scritto:
LBreda ha scritto:4. Mi è piaciuta la realizzazione di Venom. Sono riusciti a fare una cosa molto buona evitando di scadere nel ridicolo.


Già. Per i fan del fumetto un po' meno,

Non parlare al plurale! :D Guarda, io sono decisamente un fan del fumetto, da più di due decenni, eppure ribadisco: l'interpretazione di Venom di Raimi mi è piaciuta. E concordo con LBreda, perché sarebbe stato facile scadere nel ridicolo.
Ultima modifica di ZER0 il domenica 06 maggio 2007, 12:01, modificato 1 volta in totale.
Immagine
"Accadono cose che sono come domande.
Passa un minuto, oppure anni e poi la vita risponde."
(A. Baricco)
Avatar utente
ZER0
da X-Mickey
da X-Mickey
 
Messaggi: 64
Iscritto il: martedì 27 marzo 2007, 10:06
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: Marvel: Spider-Man 3

Messaggioda Quackmore » sabato 05 maggio 2007, 23:01

ZER0 ha scritto:sono decisamente un fan del fumetto, da più di due decenni, eppure ribadisco: l'interpretazione di Venom di Raimi mi è piaciuta. E concordo con LBreda, perché sarebbe stato facile scadere nel ridicolo.


Concordo.
Io sono anche uno dei maggiori fan di Venom, tra l'altro (credo non mi manchi nessuna delle sue apparizioni!).
In live action è il miglior risultato possibile.
A presto,
Michele
Avatar utente
Quackmore
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 341
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 15:46
Has thanked: 3 times
Been thanked: 0 time

Messaggioda DeborohWalker » domenica 06 maggio 2007, 19:31

Se può interessare, posto un commento al film scritto da qualcuno più importante di un DeborohWalker qualunque

Leo Ortolani ha scritto:Io personalmente ho amato il primo, e adoro il secondo, mentre nel terzo, pur essendo spettacolarissimo, con effetti speciali avanti anni luce rispetto ai primi due capitoli, a livello della sceneggiatura ha molti problemi.
Li avate già sviscerati, troppa carne al fuoco, la difficoltà di concentrarsi sul conflitto tra bene e male, camei di Stan Lee impazziti e senza senso( la sua frase è adatta a STAR TREK : GENERATIONS, in Spiderman 3 qualcuno mi aiuti a capire a cosa serve), buchi di sceneggiatura rappezzati in maniera brutale e la Dallas Howard ciccionissima.
Da sceneggiatore ho capito che si sono andati a insaccare in un angolo, con le sottotrame dei primi due film, e che avendo il desiderio di chiudere la trilogia abbiano forzato un pò le cose. Niente di disastroso rispetto ai "nuovi " Star Wars, per carità, ma ero così contento dei primi due, del fatto che mi sedevo in poltrona e che il "volo" era piacevole, emozionante e commovente e tutto filava senza vuoti d'aria, che in questo terzo capitolo ho sentito un pò troppi scossoni. Vedo che non sono stato il solo, ma alla fine di tutto assicuro che vale la pena andare a vederselo al cinema, anche se fosse soltanto per le trasformazioni dell'uomo sabbia, assolutamente
straordinarie.
Mi spiace che Elfman sia stato lontano con le musiche, anche se Young, che lo aveva già affiancato nel secondo, ha mantenuto il tema e ha fatto il possibile per non farlo rimpiangere. Anche a me mancava un pò la cavalcata finale, con Spiderman volteggiante...forse anche perchè tutta la storia non è riuscita a creare quel pathos che doveva confluire nella scena finale di lui che va da lei...quella famosa vignettona finale che cerco sempre di costruire come momento emotivo particolarmente intenso come ultima scena nelle saghe lunghe del Ratto.
A riprova di questo, una delle scene più drammatiche per la storia tra Petere MJ, quella sul ponticello, ha suscitato l'ilarità del pubblico in sala! Questo significa aver sbagliato completamente a costruire la sceneggiatura fino a quel punto.
Peccato. Ma, lo ripeto, merita sempre il grande schermo!
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Messaggioda Quackmore » domenica 06 maggio 2007, 20:28

Leo Ortolani ha scritto: una delle scene più drammatiche per la storia tra Petere MJ, quella sul ponticello, ha suscitato l'ilarità del pubblico in sala! Questo significa aver sbagliato completamente a costruire la sceneggiatura fino a quel punto.


(Che forte citare Leo :asd: )
Su questo non sono d'accordo. Sorrido all'idea che tutto il mondo abbia riso a quella scena (pensavo fosse solo la mentalità della nostra cittadina snob :elio: ), ma non è un problema di sceneggiatura. E' di interpretazione. Per motivi vari Tobey Maguire mi piace e mi sta simpatico, ma lì non si poteva guardare, e in generale ha dato una pessima prova nella pellicola.
A presto,
Michele
Avatar utente
Quackmore
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 341
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 15:46
Has thanked: 3 times
Been thanked: 0 time

Messaggioda Fergus DePaperoni » domenica 06 maggio 2007, 21:59

Oddio, ancora non ho visto questo terzo e già so i villains di Spiderman 4!
"... In fondo basta poco per fare felice qualcuno...come la simpatica Nocciola, che crede di volare su una scopa!" - Luciano Bottaro
Avatar utente
Fergus DePaperoni
da Pk²
da Pk²
 
Messaggi: 151
Iscritto il: giovedì 24 agosto 2006, 19:15
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda Valerio » domenica 06 maggio 2007, 23:29

Erano solo falsi rumors, niubbone.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10356
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Fergus DePaperoni » lunedì 07 maggio 2007, 08:48

"... In fondo basta poco per fare felice qualcuno...come la simpatica Nocciola, che crede di volare su una scopa!" - Luciano Bottaro
Avatar utente
Fergus DePaperoni
da Pk²
da Pk²
 
Messaggi: 151
Iscritto il: giovedì 24 agosto 2006, 19:15
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda DeborohWalker » lunedì 07 maggio 2007, 10:33

SONO false.

Non c'è ancora nemmeno uno sceneggiatore o un regista, chi li avrebbe scelti i cattivi?
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Prossimo

Torna a Marvel Studios

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Cookie Policy