Pagina 5 di 5

Re: [Peter Jackson] Lo Hobbit

MessaggioInviato: giovedì 22 gennaio 2015, 20:22
da Valerio
Perché ne sta avendo di per sé.

Cmq sulle orcate quasi concordo, ma attenzione che se il film è nato e pensato in un certo modo non è con una forbicina che lo trasformi in quello che deve essere.

Re: [Peter Jackson] Lo Hobbit

MessaggioInviato: giovedì 22 gennaio 2015, 21:22
da PORTAMANTELLO
...Duh? Quindi?

Non capisco il punto nè l'indignazione (e tantomeno le "conseguenze" che citavi prima o quale sia il "fail"). E' un edit di fan per (certi) fan, roba del genere nasce e dilaga a pacchi ogni giorno sul web... non vedo cosa abbia di tanto scandaloso questo particolare episodio, se non quello di spostare ancora l'attenzione sulle tante problematiche che questa trilogia effettivamente ha.

(Argomentazioni legali a parte, che non mi sembra siano quelle che ti (ci) interessano)

Re: [Peter Jackson] Lo Hobbit

MessaggioInviato: giovedì 22 gennaio 2015, 23:57
da Valerio
Ha chiaramente fatto scalpore perché risponde ad una determinata esigenza che molti hanno sentito vedendo la trilogia, no?

Molti aspettavano il "vero" Hobbit e l'ha fatto un fan. Quello che dico io è che l'operazione rimane discutibile, e non ha molto di salvifico considerando il fatto che viene tagliata anche roba che in un adattamento di Jackson dello Hobbit aveva perfettamente senso ci fosse.

Re: [Peter Jackson] Lo Hobbit

MessaggioInviato: domenica 14 giugno 2015, 10:12
da Pangur Ban
Ho visto Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate

Mi è piaciuto ma con riserva, che spero di togliere grazie alla versione estesa, come già accaduto per gli altri due film di questa trilogia.
Film visivamente stupendo, e su questo non c’erano dubbi in partenza, ma ad essere sincero non mi ha trasmesso neanche la metà del pathos de “Il ritorno del re”. Forse perché, nonostante io non sia affatto un talebano dei libri e apprezzi moltissimo il lavoro di Peter Jackson, ho avvertito comunque lo stiracchiamento della trama.
Tra uno scontro e l’altro non ho trovato abbastanza sostanza nei personaggi o forse è semplicemente la stessa sindrome di “Star Wars la vendetta dei Sith” dove sappiamo che il meglio viene dopo, soltanto che l’abbiamo già visto.

Concordo con chi sostiene che la morte di Smaug avrebbe dovuto costituire il finale del secondo film. La sua mi è sembrata quasi una comparsata da guest star, tipo attore famoso che recita nei primi minuti e poi schiatta subito °_°
Immagine

Immagine

:LOL:

(dall'honest trailer)

Questo inverno, in una super maratona di più giorni (sennò muoro), vedrò le versioni estese di tutti e sei i film partendo da Lo Hobbit. Così avrò la pancia piena come “La battaglia delle cinque armate” effettivamente non mi ha lasciato.

Re: [Peter Jackson] Lo Hobbit

MessaggioInviato: venerdì 22 aprile 2016, 16:29
da Eddy
Concedetemi di riportare in vita il topic per porre una semplice domanda:


È sbagliato preferire lo Smaug interpetato da Richard Boone della versione dei Rankin Bass a quello di Benedict Cumberbatch di questa versione firmata Peter Jackson?

Re: [Peter Jackson] Lo Hobbit

MessaggioInviato: venerdì 22 aprile 2016, 19:26
da Pangur Ban
:D

Quella di Benedict Cumberbatch, grazie anche ai tecnici del suono, è una voce più adatta ad una creatura gigantesca e antica.

https://www.youtube.com/watch?v=-XNun41aka0

Where are you? Come now, don't be shy. Step into the light!

Io devo ancora vedere la versione estesa del terzo film.

Re: [Peter Jackson] Lo Hobbit

MessaggioInviato: sabato 23 aprile 2016, 00:41
da Valerio
Mi sembrano entrambi due begli Smaug, in realtà...

Re: [Peter Jackson] Lo Hobbit

MessaggioInviato: domenica 24 aprile 2016, 11:20
da Francesco F
Va detto che analizzare la scena isolata dal resto fa apprezzare anche la versione del '77, che a questo punto ho voglia di vedere. Nonostante l'animazione urenda e il character design invecchiato malissimo, per regia e montaggio è una roba che riesce a darmi i brividi quanto il lavoro di Peter Jackson.

Quanto alle interpretazioni c'è da dire che Cumberbatch ha sì la voce profonda ma evidentemente non abbastanza per fare il drago, tanto che gliel'hanno dovuta modificare, mentre l'anziano Boone fa da solo e sembra comunque più incline alla teatralità esagerata di quello Smaug anni '70. Lo Smaug di Jackson invece si caratterizza per il profilo basso, e esplode solo quando finalmente prende il volo. Tant'è vero che poi nel terzo film, quando Smaug deve fare sfaceli, non deve parlare quasi più e non è richiesto grande sforzo a Cumberbatch. Quindi sì, ci sta che si apprezzi di più l'interpretazione di Richard Boone, a patto che si riconosca la differenza di tono (del personaggio e delle voci). Questa differenza invece, secondo me, rende vano ogni tentativo di paragonarle e piuttosto perfettamente apprezzabili ognuna per i propri meriti assoluti.

Paradossalmente Luca Ward nel doppiaggio italiano dello Smaug di Jackson secondo me trova la quadratura del cerchio, senza dover alterare la sua voce e inventandosi (lui o il direttore del doppiaggio) persino la differenza fra le linee di dialogo suadenti e quelle perentorie.

Re: [Peter Jackson] Lo Hobbit

MessaggioInviato: venerdì 07 ottobre 2016, 19:55
da Pangur Ban
Pangur Ban ha scritto:Questo inverno, in una super maratona di più giorni (sennò muoro), vedrò le versioni estese di tutti e sei i film partendo da Lo Hobbit. Così avrò la pancia piena come “La battaglia delle cinque armate” effettivamente non mi ha lasciato.
Negli ultimi giorni ho visto (finalmente) tutti e tre i capitoli della trilogia de Lo Hobbit in versione estesa e ne sono rimasto soddisfatto senza più avvertire quel senso di "stiracchiamento della trama". Forse è merito delle parti aggiuntive che completano e migliorano il racconto cinematografico, oppure è solo l'astinenza da mondo tolkiano, ma sento ora di poter valutare del tutto positivamente questo che in fondo è un unico film di 9 ore e come tale va visto.



Durante il fine settimana mi riguardo Il Signore degli Anelli in versione estesa (altre 12 ore) seguendo così gli eventi in ordine cronologico.