Pagina 1 di 1

[Luca Guadagnino] Call Me By Your Name

MessaggioInviato: lunedì 09 aprile 2018, 20:33
da parolealvento
Inizio anni ottanta. Nella campagna di Crema, un facoltosa famiglia ebraica ospita, come ogni estate, un dottorando americano. In questo caso è il prestante Oliver (Armie Hammer), di cui s'infatua il figlio diciassetenne Elio (Timothée Chalamet). Il ragazzo è attratto anche da Marzia, che ne è gelosa. E così trascorre l'estate, tra ardori giovanili e indolenza, alla ricerca della sua identità sentimentale e sessuale.

E' una storia narrata con lentezza, ma senza annoiare, complice l'ambientazione, una vera esperienza sensoriale, con la fotografia realistica e il sonoro, che ci fanno essere lì nella campagna cremasca, quasi fosse un film di Miyazaki. Tra gli altri protagonisti, un fenomale ed empatico Michael Stuhlbarg, nei panni del padre di Elio, con un monologo da brividi.

L'ambientazione anni ottanta, con un breve cenno politico per inquadrare l'epoca, non gioca sul pernicioso effetto nostalgia, che sembra pervadere molte produzioni cinematografiche e televisive odierne.

Meritato Oscar alla sceneggiatura per James Ivory, ma per me avrebbe meritato anche miglior film, al posto di The Shape of Water. Da vedere in lingua originale, perché è recitato in italiano, francese e inglese.