Home The Disney Compendium il Fumettazzo

[Bays & Thomas] How I Met Your Mother (CBS)

L'America non vive di soli hamburger ma anche di una grassissima infornata annuale di serie tv di tutti i generi, dal tentacolare procedural a piccole grandi epiche.

[Bays & Thomas] How I Met Your Mother (CBS)

Messaggioda DeborohWalker » venerdì 07 agosto 2009, 22:36

Immagine
Stagione 1
Serie di grande successo negli USA, How I Met Your Mother giunge in Italia col ridicolo titolo che potete vedere in cima al dibattito (scriverlo una volta è già stato arduo, non lo rifarò mai più) e con un doppiaggio piuttosto blando, che assieme alla programmazione ballerina (dopo una dozzina di episodi c'è stata una pausa di mesi e poi è stato trasmesso nella fascia mattutina) hanno smorzato il possibile interesse del pubblico italiano nei confronti di quella che in America è ogni settimana una delle sit-com più seguite e regolarmente ogni anno fa incetta di Emmy.
Ed è un peccato, perchè HIMYM ha davvero un enorme potenziale: è una serie che come Friends si basa sulle avventure quotidiane di un gruppo di amici, ma se per Friends ci sono volute diverse stagioni perché mi affezionassi ai personaggi, qui dopo una manciata di episodi mi ero già affezionato alla combriccola, alle loro battute e ai meccanismi interni fra i personaggi.
Insomma, come in nessun altra serie il fatto che i protagonisti siano "un gruppo di amici" è credibile, esistono le dinamiche interne con i propri tormentoni, il proprio passato, il proprio umorismo; forse tutto ciò è dovuto al fatto che gli scrittori affermano la serie sia abbastanza autobiografica, ma ovviamente il merito principale va agli attori.
Ted è un giovane architetto che confida di trovare "l'anima gemella"; è interessato a iniziare una relazione seria con quella che potrebbe diventare la donna della sua vita, e quando il ragazzo trova qualcuna che gli interessa, perde la testa.
Marshall e Lily sono i coinquilini e amici di Ted, fidanzati tra loro dai tempi del college; una coppia storica, sono profondamente innamorati l'uno dell'altro e riescono a vivere ogni giorno il loro rapporto in modo nuovo, pur spaventati all'idea di diventare una "coppia" adulta che non fa altro che stare assieme davanti alla televisione.
Robin entra nel gruppo dopo essere stata notata da Ted, che si innamora all'istante di lei; reporter televisiva, è cinica e disillusa su tutto, soprattutto sulle storie d'amore.
E poi c'è Barney... bè, Barney è IL personaggio del telefilm, uno dei meglio caratterizzati e più divertenti, quello le cui frasi e atteggiamenti sono veri e propri tormentoni ripetuti ovunque e negli USA ormai entrati a far parte dei modi di dire. Barney è il classico donnaiolo, un uomo in grado di conquistare in una sola sera più donne, che sembrano essere il suo unico scopo nella vita. Inizialmente il personaggio appare poco più che una macchietta, ma gradualmente si scoprono sempre più cose su di lui e la sua caratterizzazione si arricchisce sempre di più (fenomenali le sue "origini" con vestizione alla Darth Vader) fino a farlo un vero idolo.
Lo spunto di partenza della serie è piuttosto originale e installa un meccanismo narrativo intrigante: il telefilm inizia nel 2030 con Ted Mosby, il personaggio principale, che racconta ai suoi figli come ha conosciuto la loro madre. Ed è così che si sviluppa la serie: tutta la storia è un colossale flashback che ripercorre la vita newyorkese dei personaggi fino a quando, un giorno, scopriremo chi è la madre dei due ragazzi. Quello che stuzzica in questa struttura è che già dal primo episodio lo spettatore crede che la prima ragazza incontrata da Ted sia la madre del titolo, ma poi verrà smentito quando incontrerà la successiva, e la successiva, e la successiva... E quando ormai lo stratagemma è stato sfruttato a sufficienza e potrebbe sfociare in un abuso dello stesso, ci siamo ormai definitivamente innamorati del cast e non possiamo più fare a meno delle loro avventure, lasciando da parte momentaneamente la morbosa curiosità sulla futura madre dei figli di Ted.
Ma se questo schema narrativo di partenza è fuori dalla norma, si può dire che anche all'interno dei singoli episodi ci sia un largo utilizzo della frammentazione temprale delle vicende: ecco dunque episodi in cui la stessa storia viene raccontata attraverso flashback, oppure confrontando due versioni della medesima storia narrata da diversi personaggi, oppure seguendo la storia di ogni singolo personaggio in una data giornata scoprendone man mano le intersezioni con gli altri, o ancora partendo dalla fine ricostruendone gli eventi a ritroso. E' questo approccio moderno al racconto che mi fa apprezzare molto HIMYM dal punto di vista stilistico, subito dopo essermi innamorato dei personaggi, e questi vezzi registici si ritrovano anche nel montaggio serrato che permette di raccontare il susseguirsi degli eventi in modo molto più concitato rispetto alle sit-com anni '90 (molto più "teatrali" nel ritmo), sfruttando anche tempi comici più rapidi che appunto beneficiano del montaggio.
Come se tutto questo non bastasse, a rendere ancor più speciale HIMYM è la continuity: da un episodio all'altro capita che vengano sviluppati elementi visti qualche episodio prima, oppure che si facciano affermazioni basate su altre frasi sentite chissà quanto tempo prima, magari inserite dagli autori proprio con l'intenzione di svilupparle in futuro. Insomma, c'è un continuo richiamo alle cose già avvenute, ret-con con le quali si scoprono retroscena di fatti che ci erano mostrati solo in parte e così via... Questo, oltre a rendere il tutto un po' più nerd-oriented, fa credere ancor di più al fattore "gruppo di amici" dato che tra di loro sono successe cose, si è discusso di argomenti, ci si è dati soprannomi sulla base di aneddoti buffi come avviene nel mondo reale, e il fatto che il telespettatore sia coinvolto in questo processo contribuisce a farlo affezionare ai personaggi.
Come episodio migliore della stagione eleggerei "Drumroll, please" vera e propria odissea amorosa di Ted alle prese, solo per una notte, con una misteriosa ragazza che non vuole rivelare la sua identità; il modo in cui è caratterizzato il personaggio (impossibile non innamorarsi di lei) è fenomenale ed è un esempio di come anche i personaggi di contorno siano da manuale.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: E alla fine arriva mamma

Messaggioda valsedre » venerdì 29 aprile 2011, 21:28

Ho iniziato a seguire questa serie, e che dire : fantastica, Barney è un idolo e non sono per niente d'accordo sul doppiaggio, che trovo piuttosto adatto.
valsedre
da X-Mickey
da X-Mickey
 
Messaggi: 90
Iscritto il: giovedì 03 giugno 2010, 19:29
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Stagione 2

Messaggioda DeborohWalker » domenica 22 maggio 2011, 00:12

Immagine
La prima stagione si era chiusa con un doppio ribaltamento per le due coppie protagoniste della prima stagione: da una parte Ted e Robin hanno finalmente iniziato la loro relazione (che si godranno per tutta la stagione) mentre Marshall e Lily hanno bruscamente interrotto il loro fidanzamento che sembrava invincibile. La prima parte della stagione si concentra con questo status inusuale per i due, con Marshall intento a vivere goffamente la vita da single mentre Lily cerca di adattarsi a una vita lontana dal gruppo di amici in attesa di riconquistare ciò che ha perduto. I due non durano però a lungo e la loro relazione ritorna ad essere la stessa vista nel primo anno del telefilm, una sorta di punto fisso sempre presente come esempio di coppia perfetta; per il resto della stagione Marshall e Lily recuperano le cose dove le avevano lasciate, con i preparativi del matrimonio che occupano le loro giornate fino ad arrivare alle fantastiche nozze nel penultimo episodio.
Intanto Ted e Robin vivono la loro relazione tra alti e basi, affrontando non poche difficoltà a causa delle loro diverse mentalità, ma riuscendo (quasi) sempre a superarle. Se la vita lavorativa di Robin è lasciata un po' in disparte (un bel po' rispetto a quanto visto nella prima stagione) quella di Ted invece fa un bel passo avanti: oltre a fare la conoscenza del suo (per poco) boss interpretato dal meraviglioso Bryan Cranston, già papà di Malcolm, assistiamo ad alcuni balzi in avanti della carriera che porteranno Ted a essere un architetto affermato.
Il migliore rimane Barn... ehm, Swarley, in ogni episodio messo al centro di storyline personali fantastiche che rendono sempre più speciale il suo personaggio, permettendo a Neil Patrick Harris di fare sfoggio delle sue capacità attoriali con accenti e identità fittizie, ma anche con pochi efficacissimi momenti di profondità per un personaggio che non riesce ad essere "solo" la spalla comica. Conoscendo il fratello e il suo padre immaginario (conduttore di Ok, il prezzo è giusto) vediamo anche qualche stralcio della sua infanzia, ma a renderlo interessante sono gli espedienti che si inventa per rimorchiare ragazze e la sua recente febbre del gioco. Conseguenza della sua nuova mania per le scommesse è la Slap Bet, geniale idea degli autori che fa crescere l'attesa dello schiaffo successivo, con 2 già dati e i successivi 3 in arrivo nelle stagioni successive.
Tra le altre trovate più memorabili di questa stagione va annoverata la carriera da popstar teenager di Robin Sparkles con Let's Go to the Mall, video di cui gli autori hanno addirittura girato la versione completa pur non avendo trovato spazio per essa all'interno dell'episodio.
Dal punto di vista di scrittura e regia, l'episodio più intrigante mi pare sia "Il penny fortunato", grazie a una struttura à la Memento sfruttata alla perfezione. Quello che però continua ad affascinarmi sia la continuity ideata dagli autori, che mostrano come se niente fosse scene che saranno poi riprese qualche episodio dopo, oppure anticipano in modo esplicito cosa accadrà qualche anno dopo, potendoselo concedere dato che tutto il telefilm è un lungo flashback raccontato nel 2030.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: E alla fine arriva mamma

Messaggioda Francesco F » domenica 22 maggio 2011, 08:18

Possiamo anche cambiare il titolo della discussione visto che ormai anche la trasmissione italiana (sia su Fox che su Italia 1) ha adottato il titolo originale "How I Met Your Mother".
DISCUSSIONE, NON RECENSIONE!

:solly:
Avatar utente
Francesco F
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 5282
Iscritto il: martedì 29 novembre 2005, 00:43
Has thanked: 67 times
Been thanked: 7 times

Messaggioda DeborohWalker » domenica 22 maggio 2011, 12:49

Uh figo, non lo sapevo!
Ma sicuro? Perchè su Sorrisi & Canzoni continua a comparire il titolo bleargh.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: How I Met Your Mother

Messaggioda Francesco F » domenica 22 maggio 2011, 13:17

Nella guida elettronica di entrambi i canali compare il titolo originale, e avevo letto una news che diceva esplicitamente che Italia 1 ritentava la trasmissione della serie, stavolta col titolo originale.

EDIT:
Ecco l'articolo.
DISCUSSIONE, NON RECENSIONE!

:solly:
Avatar utente
Francesco F
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 5282
Iscritto il: martedì 29 novembre 2005, 00:43
Has thanked: 67 times
Been thanked: 7 times

Stagione 3

Messaggioda DeborohWalker » giovedì 18 agosto 2011, 23:59

Immagine
Dopo la rottura a sorpresa nel finale di stagione, Ted e Robin hanno vissuto l'estate separati, ognuno a modo suo: Ted si è fatto crescere la barba, mentre Robin si è goduta l'Argentina portandosi a New York come souvenir il bel Gael, affascinante ragazzo che sembra lontano dal suo stile di vita cittadino e infatti non durerà molto... Nel frattempo Ted vuole dimostrare di aver superato Robin, gettandosi tra le braccia di ragazze improbabili, una delle quali gli lascerà un tatuaggio a forma di farfalla sul fondoschiena; il gesto folle avrà però i suoi lati positivi, dato che le visite per rimuovere il tatuaggio permetteranno a Ted di conoscere la dermatologa Stella, con cui inizierà una storia nonostante la donna abbia già un figlio.
Nel frattempo la vita di matrimoniale di Lily e Marshall spinge la coppia a trovare un appartamento; ne troveranno uno a dowisetrepla, ma si accorgeranno troppo tardi del pavimento inclinato... Le spese per il mutuo e sistemare il dislivello saranno eccessive, spingendo Marshall ad accettare un lavoro come avvocato in una multinazionale malvagia, rinunciando a collaborare per la società di difesa dell'ambiente alla quale aveva sempre ambito, solo per un compenso superiore; il denaro però è diventato estremamente importante per i due, sopratutto dopo che vengono alla luce tutti i debiti contratti da Lily a causa dei suoi acquisti compulsivi con le carte di credito.

Questa terza stagione è sicuramente stata un compendio di guest star meravigliose, tra le quali spiccano Enrique Iglesias nei panni di Gael e Britney Spears, perfetta come ingenua segretaria... ma il migliore è di certo James Van Der Beek: il fu Dawson è stato sfruttato alla perfezione, ribaltando l'immagine da paladino del teen drama per trasformarlo nell'ex-fidanzato di Robin, panzone, stempiato e dall'atteggiamento grezzo.
Gli autori continuano a stuzzicare il pubblico con la continuity, mostrando scorci del futuro in cui i protagonisti sono ormai uomini di mezza età, oppure inserendo l'ombrello giallo che pare avrà un ruolo fondamentale tra Ted e la futura madre dei suoi figli.
Continua anche lo sfruttamento del web per fornire contenuti aggiuntivi alla community dei fan: oltre alla versione integrale di Sandcastles in the Sand (secondo videoclip di Robin Sparkles), durante la stagione sono stati creati veramente il sito Tedmosbyisajerk e anche (ormai offline) l'album fotografico del viaggio di nozze di Lily e Marshall, così come lilyandmarshallselltheirstuff.com dove è stato messo all'asta per beneficenza materiale del telefilm. Il colpo di genio a mio parere è il sito Slapcountdown, con il conto alla rovescia per lo schiaffo che Marshall dà a Barney in "Slapsgiving": ormai gli schiaffi si confermano come un climax della serie e anche questo non fa eccezione, impreziosito dalla canzoncina di Marshall.
Continuano anche le sperimentazioni narrative, tra le quali spicca l'episodio "La regola di platino" in cui tre storie si incastrano a matriosca per spiegare le otto fasi dell'attaccamento eccessivo in una relazione.

In questa stagione è stata un po' messa in secondo piano Robin, forse a causa della freddezza che tocca il suo rapporto con Ted: dopo essersi ignorati e qualche litigio, i due però riescono a diventare amici. Si romperà però il legame da fratelli tra Ted e Barney, dopo una notte di sesso tra il playboy e Robin che infrange il Bro Code; tutto però torna come prima nel finale di stagione, complici un paio di incidenti stradali.
Ma le cose potrebbero cambiare ancora, dato che l'ultimo episodio si conclude con un nuovo sentimento che nasce e una proposta di matrimonio...
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Stagione 4

Messaggioda DeborohWalker » venerdì 09 settembre 2011, 22:44

Immagine
La proposta di matrimonio fatta da Ted a Stella non è stata un sogno, così i primi episodi sono dedicati alla vita di coppia dei due futuri sposi e ai preparativi delle nozze: col tempo però Ted si accorge che forse non conosce abbastanza Stella e potrebbe essere un sacrificio troppo grande trasferirsi in New Yersey per lei. Così quella che sembrava la donna della sua vita inizia a diventare un problema, ma il romantico Ted arriva fino all'altare... dove però Stella lo abbandona per tornare col suo ex-marito, per il bene di loro figlia.
In realtà dopo questo ciclo di episodi con Stella, la quarta stagione non ha una vera e propria trama orizzontale, dedicandosi più a sviluppare gli episodi autoconclusivi; anche il sorprendente innamoramento di Barney per Robin dopo la prima puntata viene accantonato e lasciato sotto la superficie (ad eccezione di qualche riferimento qua e là) tornando solamente nell'ultimo episodio. Insomma, una storyline rimasta congelata per un'intero anno e rinviata quindi alla stagione successiva.
Questa potrebbe essere considerata "la stagione delle carriere" dato che si portano avanti le professioni dei protagonisti.
Robin ottiene il trasferimento in Giappone dove però la situazione è ancor più assurda di quanto non fosse a Mertro News One, ma col tempo riuscirà ad avere una trasmissione (a notte inoltrata) tutta sua.
Marshall lavora ormai stabilmente per la banca in cui lavora anche Barney.
Ted inizialmente ottiene, battendo anche il meraviglioso dinosauro sputafiamme di Sven, un lavoro per la suddetta banca, ma col tempo sarà cacciato e preferirà aprire uno studio tutto suo.
Barney in questa stagione si scatena, mostrando una impressionante quantità di trovate: la festa del Not a Father's Day, la scoperta del sito Canadian Sex Acts, il tentativo di rimorchiare un gruppo di ragazze Woo, la sperimentazione della tecnica del Naked Man, il suo personale videoriassunto... per non citare il libro del Bro Code che nel frattempo è uscito anche nel mondo reale.
Dal passato di Ted invece scopriamo la sua identità segreta del Misterioso Dr. X e finalmente vediamo la sua ex Karen più volte citata in passato.
Tra gli altri momenti più divertenti della stagione citerei senza dubbio la partita di basket dei bambini allenati da Marshall che all'improvviso si vedono affrontare addirittura un licantropo, e l'episodio "The Front Porch" in cui Ted scopre che Lily ha manipolato tutte le sue relazioni sentimentali, mentre sullo sfondo Robin sta vivendo la sua trasmissione più eccitante di sempre.
Questa stagione direi che può anche essere classificata come "la stagione dell'ombrello giallo": gli autori giocano tanto (troppo?) con lun elemento che hanno già affermato essere strettamente legato alla futura madre dei figli di Ted, ma a lungo andare questo gioco rischia di stancare, dato che il collegamento sta diventando troppo flebile... Ma stavolta il cliffhanger di stagione sembra proiettarci direttamente verso il contesto in cui Ted incontrerà la "mother" che tutti aspettiamo con ansia.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Stagione 5

Messaggioda DeborohWalker » domenica 01 gennaio 2012, 23:16

Immagine
La quinta stagione inizia con la relazione tra Robin e Barney, quel legame rimasto inespresso per tutta la quarta stagione: inizialmente entrambi sono restii a vivere una vita da coppia, per via della loro avversione ai legami, ma gradualmente i due si arrendono ai sentimentalismi. Comunque il rapporto è abbastanza strano e, anche se c'è una fase di serenità, si conclude prima del previsto: dopo la lunga preparazione che c'era stata, si poteva sfruttare questa love story almeno quanto quella tra Ted e Robin, soprattutto considerando la caratterizzazione dei personaggi.
Evidentemente però gli autori sentivano che al pubblico mancava il Barney marpione, così decidono di mettere fine alla storia tra Robin e Barney, così da fargli sfoderare altre nuove tecniche di rimorchio fenomenali, alcune delle quali contenute nel suo Playbook: la Lorenzo Von Matterhorn, la Ted Mosby, vestirsi con una muta da sub o una salopette, oppure mostrare il suo numero di telefono in tv durante il SuperBowl.
Nel frattempo Ted tiene un profilo basso nell'economia della serie: ogni tanto esce con qualche nuova ragazza, ma nessuna che faccia veramente inarcare il sopracciglio agli spettatori, o al massimo si accorge che è stato realizzato il film di successo The Wedding Bride sulla base della sua storia con Stella naufragata all'altare. C'è però un passo avanti nella storia con la Futura Madre snocciolata con avarizia dagli autori: nell'episodio Girl VS Suits, per celebrare il 100°episodio di HIMYM, Ted esce con la coinquilina della Futura Madre che rivela un po' di dettagli sulla suddetta: certo, la telecamera indugia sempre su di lei e sembra che da un momento all'altro la vedremo oppure ci sarà l'incontro con Ted, ma gli autori continuano a essere sadici come sanno essere.
Lo stesso episodio offre anche una delle migliori storyline di Barney, combattuto tra i suoi completi d'alta moda e una barista sensuale: il conflitto interiore sfocia nella meravigliosa coreografia di fine episodio "Nothing Suit Me Like a Suit", canzone in cui Neil Patrick harris può sfoderare la sua bravura come performer di musical.
Marshall ha qualche momento di gloria quando racconta del furto del portafoglio ad opera di una scimmia, o per il suo secondo Slapsgiving; con Lily non ci sono molti progressi, se non un finale interessamento alla possibilità di avere figli, influenzato dalla visualizzazione dei sosia...
Robin, una volta conclusa la storia con Barney, inizia gradualmente a interessarsi al suo nuovo partner di lavoro riuscendo addirittura a cambiare i suoi atteggiamenti rudi; peccato che per esigenze lavorative si ritrova sola e abbandonata a fine stagione.
Questa quinta stagione è forse quella con meno storyline a lungo termine o meno crescita interessante per i personaggi, ma comunque la qualità media degli episodi autoconclusivi è buona. Soprattutto sapendo che HIMYM durerà almeno fino all'ottava stagione, si può aspettare qualcosa in più assestandoci in una relativa tranquillità. L'importante per me ora è che HIMYM riesca a raggiungere la decima serie come Friends, e magari superarla.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Stagione 5

Messaggioda Bramo » domenica 01 gennaio 2012, 23:24

DeborohWalker ha scritto:L'importante per me ora è che HIMYM riesca a raggiungere la decima serie come Friends, e magari superarla.

Lol, aspetta un attimo... perchè? Te lo chiede uno che da tempo vuole iniziare questa serie ma che è fermato nell'intento proprio dal numero esageratone di stagioni complessive in costante aumento...
Lo dici perchè la qualità media continua a rimanere alta?
Andrea "Bramo" L'Odore della Pioggia
Osservate l'orrendo baratro su cui è affacciato l'universo! ... senza spingere...

LoSpazioBianco.it: nel cuore del fumetto!

SEGUI LOSPAZIOBIANCO SU:
Twitter | Facebook
Avatar utente
Bramo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 4687
Iscritto il: mercoledì 09 gennaio 2008, 12:51
Has thanked: 18 times
Been thanked: 62 times

Messaggioda DeborohWalker » domenica 01 gennaio 2012, 23:37

Decisamente sì.
I personaggi sono decisamente superiori a quelli di Friend, le trame e l'utilizzo della "continuity" per nerd (con rimandi, citazioni e preparazioni di eventi futuri, flashback e flashforward fatti solo per stuzzicare la curiosità, storyline a lungo termine) sono nettamente superiori a quelle di Friends.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Stagione 6

Messaggioda DeborohWalker » sabato 07 gennaio 2012, 22:34

Immagine
Una Signora Sesta Stagione. Si ritorna a toccare le vette più alte toccate dalla serie, senza nulla da invidiare alle prime due stagioni.
Episodi memorabili, strutture che giocano con flashback/flashforward e narrazioni fuori dagli schemi, e soprattutto una storyline che attraversa tutta la stagione per ognuno dei protagonisti.
Ted continua a lavorare come insegnante all'università, ma ottiene anche un posto da architetto per l'edificio della Goliath National Bank; così facendo torna a collaborare con Barney e Marshall anche nel campo professionale. La sua nuova creazione però dovrebbe sostituire un vecchio palazzo della città, che è al centro di una protesta ad opera di un gruppo d'attivisti finalizzata ad impedirne la demolizioni; i ribelli sono guidati da Zoey, ragazza che inizialmente bisticcia non poco con Ted, ma poi i due si mettono assieme anche se il conflitto riguardante il palazzo continuerà ad ostacolare la loro relazione.
Il problema è che, anche se Zoey è interpretata dalla dottorina Cameron di Dr.House e ci piace il rapporto che inizia con un'antipatia per poi trasformarsi in qualcosa di più romantico, non crediamo più alle storie d'amore di Ted quando sappiamo che la madre la incontrerà in altre circostanze.
Marshall vorrebbe continuare a lavorare per la GNB per poter garantire un futuro sicuro alla sua famiglia, ma Lily non è d'accordo e preferirebbe tornare a vedere un Marshall più affezionato all'ambiente come quando si sono conosciuti; i due continuano per tutta la stagione a tentare di avere un bambino, ricordandomi così una delle ultime stagioni di Friends, come se Marshall non lo ritenessi già il corrispondente di Chandler.
Robin nel frattempo continua a lavorare nel suo telegiornale, dovendo però sopportare la compagnia di Becky, una collega che col suo atteggiamento da bambinetta riesce ad attirare le simpatie di tutti a discapito della professionalità. Per il resto Robin in questa stagione non fa granché, forse è il personaggio più trascurato del quintetto: qualche uomo ogni tanto, qualche apparente ritorno di fiamma tra lei e Barney, poi nulla di che.
Intanto il personaggio di Barney continua ad andare in una direzione sempre più profonda: in questa stagione dovrà fare i conti con l'identità del suo vero padre, arrivando addirittura ad incontrarlo negli ultimi episodi della stagione. Questo incontro lo porterà a rivalutare molti suoi principi, soprattutto sul suo futuro, come scopriremo nello sconvolgente finale con tanto di cliffangherone (forse il più shockante finora).
In questa serie ci sono stati anche un paio di episodi che hanno evidentemente cercato di creare un'atmosfera più seria, pur non rinunciando alla leggerezza e alle gag caratteristiche di una sit-com; ne sono un esempio il primo incontro tra Barney e suo padre, oppure il riuscitissimo funerale del padre di Marshall che mi ha commosso come mai prima d'ora era riuscita a fare una sit-com.
Comunque il livello medio delle puntate è aumentato, ci sono meccanismi e trame fantastici che non possono non far reinnamorare della serie: il più riuscito forse è Blitzgiving, una festa del Ringraziamento che non sfigura nonostante l'assenza di schiaffi, anche per merito della guest star hurley che regala addirittura un paio di ammiccamenti lostiani.
How I Met Your Mother è più vivo che mai.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Stagione 5

Messaggioda PdP Ninety-three » domenica 15 gennaio 2012, 21:14

Bramo ha scritto:Te lo chiede uno che da tempo vuole iniziare questa serie ma che è fermato nell'intento proprio dal numero esageratone di stagioni complessive in costante aumento...

Va' che se lo inizi te lo recuperi più velocemente di quanto puoi credere, così tanto da dannarti che ci siano, ancora, "solo" sette stagioni.
Avatar utente
PdP Ninety-three
da X-Mickey
da X-Mickey
 
Messaggi: 74
Iscritto il: domenica 12 settembre 2010, 19:14
Has thanked: 1 time
Been thanked: 0 time

Re: Stagione 7

Messaggioda DeborohWalker » domenica 01 luglio 2012, 20:47

Immagine
Basta, io non ci credo più. Continuo a sentire ovunque commenti da "How I met Your Mother non è più come una volta" e poi mi ritrovo regolarmente davanti a una stagione all'altezza delle precedenti, se non addirittura migliore. Cerco online e scopro che il rating della serie aumenta regolarmente.
HIMYM è una certezza, punto.
È scritto divinamente, interpretato bene, gli autori trovano modi per rinnovarsi e soprattutto sanno giocare meravigliosamente con la continuity.

Sempre più profondo è il personaggio di Barney, per il quale si prospettavano grandi cambiamenti già dal cliffhanger della stagione passata, in cui ci veniva mostrato il suo futuro matrimonio... Barney si sposa? E con chi? È questo forse l'interrogativo più grande della stagione, in grado di superare in attenzione anche l'ormai stra-abusata futura madre dei figli di Ted.
Potrebbe essere Nora... La prima ragazza che sia riuscita a far mettere davvero la testa a posto a Barney facendolo diventare un "bravo ragazzo", cosa che neanche Robin era riuscita a fare.
Potrebbe essere Robin, con cui c'è un ritorno di fiamma, ma... nah.
Oppure Quinn, nuova arrivata della seconda metà di questa settima stagione che sembra proprio essere la donna perfetta per Barney: spogliarellista, sexy, spregiudicata, simpatica, in grado di tener testa al biondo playboy. Sciupafemmine con una cravatta con le anatre, grazie a una scommessa persa con Marshall.
Robin si trova una relazione con uno psichiatra, la persona giusta per analizzare il suo inconscio desiderio di infelicità; è una relazione strana ma simpatica, il personaggio si sopporta, ma c'è sempre di mezzo il mai risolto triangolo Robin-Barney-Ted. In più la scoperta che Robin potrebbe essere incinta scombina tutte le carte in tavola; l'episodio col flashforward dei futuri figli di Robin è un sapiente gioco con la continuity che aziona le rotelle nella mente dello spettatore, trasformando lo spettatore in un detective... sorpreso come al solito dagli autori che sono sempre ad un livello superiore.
Marshall e Lily si preparano all'arrivo del loro figlio, e il più grosso cambiamento nella loro vita da futuri genitori è il trasferimento in una casa residenziale fuori città, una zona perfetta per crescere un bambino in serenità; peccato che la coppia si era ormai stabilita a New York come habitat naturale, e questa nuova realtà è decisamente troppo noiosa...
E poi c'è Ted. Il protagonista ormai è chiuso nel suo ruolo da "prima o poi incontrerò la Mother, ma non è la ragazza con cui mi state vedendo ora"; una situazione difficilmente interessante, dato che noi spettatori lo vediamo alle prese con storie che sappiamo già destinate a finire, ma per miracolo gli autori riescono a tenerci incollati alla sua vicenda. Prima con una fase di singletudine che lo porta ad incontrare un po' di ragazze in completa leggerezza, l'ennesimo ritorno di fiamma per Robin, poi con la ricomparsa a sorpresa di Victoria (eletta dal pubblico in un sondaggio la ex preferita di Ted, battendo a sorpresa la stessa Robin).
Tante altre chicche interessanti, come la rivelazione dell'identità della Slutty Pumpkin (Katie Holmes in versione anti-adorabile, proseguendo il cammino iniziato col cameo di Dawson), oppure l'episodio sulla trilogia di Star Wars che viaggia nel tempo dei protagonisti... per non parlare dell'emozionante finale di stagione con la romantica (a modo suo) proposta di matrimonio di Barney.
E il solito, maledetto, cliffhanger perfetto.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: How I Met Your Mother

Messaggioda Vito » domenica 01 luglio 2012, 23:39

Mi sa che lo inizio, porca miseria. E' da quando ho terminato Scrubs (la mia serie TV preferita in assoluto) che sono alla ricerca di un valido sostituto che possa darmi anche solo il 30% delle meraviglie avute con JD e soci. Mi riferisco a una buona comicità, una valida scrittura, bei personaggi e un utilizzo più marcato della continuity, che mi pare HIMYM contenga in quantità. Mi frena soltanto il "formato sit-com" con le risate registrate e i set farlocchi (cosa da sempre sgradita nelle serie TV, pur essendo un fan di Friends che dovrò comunque cronologicare in maniera seria, prima o poi), ma mi sembra di capire che almeno per il secondo caso si tratta di una serie con svariate location ed esterne, e potrei gradire assai. Leggo inoltre sulla wiki americana che è anche catalogata come "comedy-drama", e visto che il motivo principale per cui adoro Scrubs sono le sue scene drammatiche/riflessive (con tanto di canzoni e regia impeccabile) in contrasto con la comicità ortolaniana massicciamente presente, se anche dovessi ricevere appunto una piccola percentuale di quanto avuto con i dottori sarei più che soddisfatto.

Inoltre dico basta a questo mettersi a seguire roba che non sai mai come continuerà; in questo caso mi par di capire che la qualità è costante e gli ascolti sempre buoni. Poi ci sono sempre gli stessi sceneggiatori e lol UNA SOLA REGISTA, roba mai vista prima. Mi sa che in quanto a garanzie siamo su un livello sicuro.

Che faccio? Mi butto?

E comunque, perché ne parla solo Deboroh? :P
Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
Vito
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1356
Iscritto il: martedì 28 aprile 2009, 17:42
Has thanked: 12 times
Been thanked: 25 times

Messaggioda DeborohWalker » lunedì 02 luglio 2012, 08:41

Ma HIMYM è NETTAMENTE MEGLIO di Scrubs.
Punto.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: How I Met Your Mother

Messaggioda Vito » lunedì 02 luglio 2012, 10:11

Stocazzo.
Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
Vito
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1356
Iscritto il: martedì 28 aprile 2009, 17:42
Has thanked: 12 times
Been thanked: 25 times

Messaggioda DeborohWalker » lunedì 02 luglio 2012, 10:15

Bè, tu hai visto una sola delle due serie.
Io entrambe.
Chi ha più elementi per valutare?

(Oh, ti ricordo che io adoro Scrubs, eh.)
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: How I Met Your Mother

Messaggioda Vito » lunedì 02 luglio 2012, 10:26

Ma è comunque questione di buon senso. Scrubs è una serie comica da 20 minuti che in mezzo riesce a metterti riflessioni sulla morte, sulla vita, oltretutto girato come fosse un normale telefilm (in camera singola, con le esterne, con una regia strabiliante). E' un qualcosa di mai visto che è riuscito a fare genere a sé (è una sit-com? un comedy-drama? un medical? tutto e di più?), un qualcosa che il formato "sit-com standard" in multi-camera con le risate registrate non può per forza di cose superare.
HYMYM poi magari potrà anche FARE PIU' RIDERE o strabiliare con le sceneggiature e le finezze, ma per ora (anche per qualche episodio che mi è capitato di vedere distrattamente) pare appunto un buon erede (facciamo pure ottimo sulla fiducia) di Friends, ma tutto qua.

Poi oh, gli darò una possibilità per vedere appunto quanto meriti. Sono pronto a stupirmi.
Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
Vito
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1356
Iscritto il: martedì 28 aprile 2009, 17:42
Has thanked: 12 times
Been thanked: 25 times

Re: How I Met Your Mother

Messaggioda DeborohWalker » lunedì 02 luglio 2012, 10:54

Mh.
Guarda che tutte le cose che hai scritto di Scrubs valgono anche per HIMYM.

Poi invece di vita e morte, che comunque ci sono, ti fa riflettere ed emozionare di più riguardo ad amicizia/amore/rapporti interpersonali...
Vabbè, vedrai. Secondo me mi ringrazierai almeno quanto Alias :D

...anche se all'inizio lo valuterai negativamente per principio, ora che l'ho messo in concorrenza con Scrubs, ma un certo punto dovrai arrenderti all'evidenza.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Prossimo

Torna a Serie USA

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Cookie Policy