Home The Disney Compendium il Fumettazzo

Colonne Sonore Disney

E' lo studio d'animazione più antico ma anche il più vitale. Tutto comincia da qui, e continua ancora oggi portando l'arte dell'animazione verso nuove frontiere. La mancanza di un nome riconoscibile ha portato per anni il grande pubblico a confonderne le opere con quelle delle altre filiali Disney, ma adesso tutto è cambiato. Benvenuti nel Canone Disney.

Colonne Sonore Disney

Messaggioda Valerio » venerdì 12 maggio 2006, 23:13

Immagine
Bè direi che un thread per parlare della musica Disney è sempre utile. Anche perchè è molto interessante come argomento, e noterete che ogni volta che scrivo un papir...recensione su un film Disney non manca la parte in cui passo in rassegna ad una ad una le canzoni. Il discorso è saltato fuori nel thread delle news, e prima di limitarlo per non andare troppo off topic vi invito a dire la vostra sull'annosa questione canzoni sì/canzoni no. Chi avversa le canzoni sostiene che siano parti artificiose, a proposito di questo mi sono già espresso sul thread dedicato a Biancaneve.
Il motivo per cui adoro tanto le parti cantate è perchè contribuiscono ad alzare il tono della narrazione (vedi Fiamma dell'Inferno di Frollo), e infatti quando mi guardicchio a spizzichi e bocconi un film in dvd passo subito alle parti cantate, considerandole quasi spezzoni autonomi. Di recente la meglio l'hanno avuta gli avversatori, e il panorama animato a suon di commedie only-lol si è notevolmente impoverito. Per questo non posso che schierarmi a favore di Menken e di tutti colori che auspicano la ripresa del musical disneyano. Quello da esalto, intendo.
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10361
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Icnarf » sabato 13 maggio 2006, 07:42

Le parti musicali dei film disney sono le migliori, come quando vai a sentire un'opera, ciò che ti rimane in mente è l'aria del soprano, tenore etc. oppure quei noiosissimi recitativi? Qual'è la canzone disney che preferite?
Avatar utente
Icnarf
Mickey Mouse Mystery Addicted
Mickey Mouse Mystery Addicted
 
Messaggi: 758
Iscritto il: lunedì 24 aprile 2006, 08:50
Località: Napoli
Has thanked: 0 time
Been thanked: 6 times

Messaggioda Valerio » sabato 13 maggio 2006, 10:58

Se escludiamo in toto il periodo musical anni 90 by Ashman, Menken e Rice, che mi pare ovvio abbia condizionato la mia generazione, posso segnalare tra le mie preferite When You Wish Upon a Star, Love is a Song, Once Upon a Dream, The Bare Necessities, Feed the Birds e I'm Still Here che in Italiano dovrebbero chiamarsi Una Stella cade, L'Amore è un Canzone, Io lo So, Lo Stretto Indispensabile, La Cattedrale e Ci Sono Anch'io.
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10361
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda hector » domenica 11 giugno 2006, 17:42

Credo che sia impossibile apprezzare un classico disney senza innamorarsi della musica. Per quanto esistano persone che nel guardare un film di disneyana fattura preferirebbero saltare le parti cantate, io ritengo che il modo in cui la musica si integri con tutto l'edifico narrativo di un lungometraggio disney sia insuperabile.
Anche la storia dell'animazione ci insegna come la musica abbia contribuito, grazie a disney a fare si che il cartone animato divenisse un genere cinematgraifco avente dignità equiparabile a quella di un film con attori.

Nel lontano 1923 già Disney aveva provato a sperimentare l'uso della musica sincronizzata con l'animazione in un cortometraggio di cui pare non sia rimasta nessuna traccia, fatta eccezione per un cartello pubblicitario. La serie che disney aveva in mente si sarebbe dovuta chiamare Song-O-Reel e si basava su una idea che poi negli anni ottanta i giapponesi avrebbero ripreso e reso celebre. Sullo schermo sarebbero state proiettate delle immagini e in sovraimpressione il testo di una canzone che il piansta o un'orchestra avrebbero dovuto eseguire in sala; il pubblico avrebbe intonato la canzone seguendo le parole sullo schermo. Disney si affidò alla collaborazione di Carl Stalling per la produzione del primo episodio: Martha.

Cinque anni dopo Disney aveva già completato i primi due cortometraggi di Topolino ma non aveva ancora trovato un distributore. Allora tenace come sempre cercò l'idea per lanciare in maniera convincente il suo nuovo personaggio. L'anno precdente ad Hollywood aveva visto il debutto il film The jazz singer nel quale per la prima volta le immagini erano accompagnate dal sonoro. Ecco l'idea: un cortometraggio sonoro.
Di nuovo Disney si affidò a Carl Stalling affinchè questi componesse una colonna sonora completa di musica effetti sonori e dialogo (qualche parola) da sincornizzare con l aparte animata. Il primo tentativo di incidere la colonna sonora fu fallimentare poichè i musicisti non riuscivano ad andare a tempo con il ritmo fissato dalle immagini. D'altraparte il direttore stesso doveva cercare di fare in modo che la musica rispettasse lo schema ritmico stabilito dal fluire delle immagini. Va precisato che l'animazione venne fatta basandosi sulla partitura, e considerando che ogni secondo corrispondeva ai canonici 24 fotogrammi. Tuttavia mentre oggi la musica viene incisa prima e l'animazione si basa sula registrazione, in quel caso l'aniamzione si basava sulla partitura scritta e la difficoltà, in assenza di un mixer, era notevolmente più accentuata. Come secondo tentativo si procedette come segue: sullo schermo oltre alle immagini del cartone animato venne proiettata durante l'incisione una palla animata che rimablzava a ritmo. la funzione di questa palla era quella di un metronomo che servì da guida e da punto di riferimento per i musicisti e per gli addetti agli effetti sonori. Il secondo esprimento funzionò e così Stemboat Willie debuttò come primo cortometraggio sonoro il 18 novembre 1928 gettando le basi per un impero che non avrebbe avuto rivali. Il tema musicale predominante usato fu Turkey in the straw in una sequqnza divenuta ormai memorabile, in cui topolino suona come se fossero strumenti i diversi animali della fattoria.

Disney era solito ripetere che tutto aveva avuto origine da un topo, ma non dimenticò mai il ruolo fondamentale della musica. Nel 1929 diede vita ancora con la collaborazione di Stalling alla celeberrina serie delle Silly Symphony: cortometraggi animati la cui azione era basata su brani musicali tratti dal repertorio classico, operistico e leggero. Nei cortometraggi di Topolino l'azione dei perosnaggi era la fonte di ispirazione per il compositore della colonna sonora. nell Silly Symphony invece gli animatori avrebbero dovuto interpretare la partitura musicale attraverso la loro matita. La prima Silly Symphony fu teh skeleton dance, che debuttò nel 1929. A questa seguirono altre 74 suilly symphonies che per un decennio costituirono il terreno per la sperimentazione di nuove tecniche e nuove soluzioni artistiche non necessariamente legate alla musica. Il primo cortometraggio a colori fu la silly symphony del 1932, Flowers and Trees, che disney fece ricolorare dopo che i fotogrammi erano già stati parzialmente dipinti in bianco e nero. Nella silly symphony Three Orphan Kittens per la prima volta si fa uso della prospettiva con punto di fuga mobile, ed ottenendo così un fondale dinamico con un senso di relaismo soprendete. In The old mill si sperimenta per la prima volta l'uso della multiplane camera che oltre a rendere il fondale dinamico ne accentuò la profondità. La prima canzone di successo per Disney fu Who's afraid of the big bad wolf? composta da Frnak Churchill per la silly symphony Three little Pigs (I tre porcellini) nel 1933. Non fu di certo l'unica canzone di successo di quel periodo; riscossero favore di pubblico anche i temi musicali You're nothing but a nothing tratta da The Flying Mouse (1934) e The world owes me a living da The grasshopper and the ants (1934). Quest0ultima è divenuta ancora più famosa poichè il doppiatore della cicala, Pinto Colvig, si affezionò talmente a questo tema musica da riproporlo in seguito come citazione nin alcuni cortometraggi in cui prestò la voce a Pippo.
Avatar utente
hector
da Pk²
da Pk²
 
Messaggi: 105
Iscritto il: domenica 04 dicembre 2005, 19:32
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: Colonne Sonore Disney

Messaggioda Zangief » martedì 13 giugno 2006, 01:35

Grrodon ha scritto:Immagine
Bè direi che un thread per parlare della musica Disney è sempre utile. Anche perchè è molto interessante come argomento, e noterete che ogni volta che scrivo un papir...recensione su un film Disney non manca la parte in cui passo in rassegna ad una ad una le canzoni. Il discorso è saltato fuori nel thread delle news, e prima di limitarlo per non andare troppo off topic vi invito a dire la vostra sull'annosa questione canzoni sì/canzoni no. Chi avversa le canzoni sostiene che siano parti artificiose, a proposito di questo mi sono già espresso sul thread dedicato a Biancaneve.
Il motivo per cui adoro tanto le parti cantate è perchè contribuiscono ad alzare il tono della narrazione (vedi Fiamma dell'Inferno di Frollo), e infatti quando mi guardicchio a spizzichi e bocconi un film in dvd passo subito alle parti cantate, considerandole quasi spezzoni autonomi. Di recente la meglio l'hanno avuta gli avversatori, e il panorama animato a suon di commedie only-lol si è notevolmente impoverito. Per questo non posso che schierarmi a favore di Menken e di tutti colori che auspicano la ripresa del musical disneyano. Quello da esalto, intendo.


Il tono della narrazione non necessita affatto di canzoni per essere innalzato. Di musica in sottofondo, magari, si può discutere, ma non è certo obbligatorio che un personaggio si metta a cantare per "essere elevato". Anzi, appena vedo che attacca solitamente mi cascano le braccia, e il pathos mi scende sotto le scarpe. Mi fa l'effetto di una dichiarazione come: "Ok non prendetemi sul serio, è tutto finto, al punto che posso mettermi a cantare senza che nessuno lo trovi assurdo"...
Ti rammento altresí che in Giappone vanno avanti da decenni a suon di film privi di canzoni cantate dai personaggî, e non mi pare proprio che Miyazaki, Oshii, Ôtomo, Dezaki... ne abbiano bisogno per "alzare il tono". IMHO il robot giardiniere che consegna il fiore a Sheeta in Tenkû no shiro Laputa è uno dei momenti piú alti dell'animazione mondiale, e aveva solo un picco musicale, non cantato. Per fortuna.
Che poi le canzoni siano un binomio pressoché inscindibile dai lungometraggî Disney, posso anche capire. Io stesso non riuscirei a concepire una Sirenetta senza canzoni... ma anche perché sono sempre stato abituato a vederla cosí. Di certo non vorrei mai immaginarmi una Nausicäa che si mette a cantare nel bel mezzo del film... -_-
Avatar utente
Zangief
Monster Allergico
Monster Allergico
 
Messaggi: 595
Iscritto il: lunedì 05 dicembre 2005, 18:47
Has thanked: 23 times
Been thanked: 18 times

Messaggioda Valerio » martedì 13 giugno 2006, 01:49

Bè quella nenia che si sente a metà film come la chiami?
In secondo luogo non ti nascondo che ho aperto il thread proprio con lo scopo di tenderti una trappola. Cosa che farò anche con Max prima o poi, s'intende...
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10361
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Zangief » martedì 13 giugno 2006, 02:02

Grrodon ha scritto:Bè quella nenia che si sente a metà film come la chiami?


È forse cantata dai personaggî? Hai visto Nausicäa mettersi a cantare "poverino il mostrotarlino"? :omg:
Un coro in sottofondo non è il personaggio che si mette a cantarlo. Se è per questo allora anche i cori di Ghost in the Shell, primo e secondo, sono cantati, in giapponese classico per la precisione - a far ancora piú contrasto col tema -, e posti in splendidi momenti "d'ambiente". Ma non è certo Motoko Kusanagi che si mette a cantare... (questo significa che perlomeno a Oshii è rimasto qualche neurone, tra tutti i funghetti che si è trangugiato per fare quei film).

In secondo luogo non ti nascondo che ho aperto il thread proprio con lo scopo di tenderti una trappola. Cosa che farò anche con Max prima o poi, s'intende...


Sai che trappola... tanto Max non esiste :asd:
Cosí come non sono mai esistiti i "Bassotti diversi" delle DT (bel nome però, altro che Gemelli Diversi...) del resto.
Avatar utente
Zangief
Monster Allergico
Monster Allergico
 
Messaggi: 595
Iscritto il: lunedì 05 dicembre 2005, 18:47
Has thanked: 23 times
Been thanked: 18 times

Messaggioda Valerio » martedì 13 giugno 2006, 02:53

Un buon numero di musical Disney sono costituiti da canzoni fuori campo. Circle of Life lo è, lo è pure Son of Man, I'm Still Here. E non solo nel patrimonio moderno, ovviamente: di motivi fuoricampo ne è piena anche la tradizione come Efelanti e Noddole, Elefanti Rosa, tutta la colonna sonora di Bambi e il tema d'amore di Cenerentola. Lì lo tolleri?

In secondo luogo, i Bassotti deformi sono esistiti solo nelle Duck Tales, Max no. Guardati In Viaggio con Pippo, eretico.
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10361
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Zangief » martedì 13 giugno 2006, 09:40

Grrodon ha scritto:Un buon numero di musical Disney sono costituiti da canzoni fuori campo. Circle of Life lo è, lo è pure Son of Man, I'm Still Here. E non solo nel patrimonio moderno, ovviamente: di motivi fuoricampo ne è piena anche la tradizione come Efelanti e Noddole, Elefanti Rosa, tutta la colonna sonora di Bambi e il tema d'amore di Cenerentola. Lì lo tolleri?


Non solo lo tollero, è semplicemente come dovrebbe essere una colonna sonora. I due "innalzamenti di tono" migliori del Re Leone sono il dialogo di Simba con la nuvola-Mufasa e il suo incedere lento prima del ruggito finale. Musica in sottofondo, e niente canzoni.

In secondo luogo, i Bassotti deformi sono esistiti solo nelle Duck Tales, Max no. Guardati In Viaggio con Pippo, eretico.


Finché qualche pazzoide non lo infilerà nei fumetti in Italia, Max continuerà a non esistere per me. Ma neanche dopo, a onor del vero...
Avatar utente
Zangief
Monster Allergico
Monster Allergico
 
Messaggi: 595
Iscritto il: lunedì 05 dicembre 2005, 18:47
Has thanked: 23 times
Been thanked: 18 times

Messaggioda Valerio » mercoledì 14 giugno 2006, 08:57

Tagliato un pezzo di discussione. Segue qui.
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10361
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Pacuvio » lunedì 19 giugno 2006, 08:14

La canzone del secolo Disney, imho, è la versione di "Il mondo è mio" cantata dalla coppia Alessio/Tatangelo... :omg: :cazz:
L'ho appena ascoltata, complimenti alla Disney Italia per la scelta... -_- ma, il motivo di questo scempio?
Avatar utente
Pacuvio
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1192
Iscritto il: lunedì 05 dicembre 2005, 09:37
Località: Palermo
Has thanked: 12 times
Been thanked: 4 times

Messaggioda hector » sabato 24 giugno 2006, 21:47

E' indubbiamente vero che per narrare una storia non è indispensabile la musica. Tuttavia Walt Disney, che pur non essendo un musicista aveva un ottimo intuito musicale, scelse di usare anche la musica nelle sue opere come ulteriore mezzo narrativo. La sua sfida fu quella di accostare la musica agli altri mezzi espressivi quali il dialogo, la pantomima e il simbolismo grafico di alcune sequenze e di fare in modo che la musica non fosse una alternativa agli altri canali di comunicazione ed espressione, ma parte integrante di tutto l'edifico narrativo. Pertanto sin da Biancaneve e i sette nani, Disney pretese che la musica fosse utilizzata per scandire il ritmo della narrazione o per arricchirla creando particolari situazioni di pathos o di intensità emotiva che difficilmente si sarebbero potute ottenere con altri espedienti. Non si affidò però solo alla colonna sonora strumentale, al cosiddetto commento musicale. Intuì che anche la canzone poteva costituire un modo per conciliare le due esigenze di far progredire la storia e di farlo in maniera tale da intrattenere il pubblico rendendolo maggiormente partecipe. L'uso che fece però della canzone nella sua epoca fu piuttosto innovativo. Il genere del musical a hollywood con l'introduzione del sonoro aveva riscontrato un enorme successo. Tuttavia spesso la tentazione di introdurre un numero musicale per fare spettacolo, per sbalordire attraveso coreografie maestose o solo per dare alla voce di richiamo del momento l'occasione di ritagliarsi uno spazio all'interno del film, aveva prevalso sulla scelta di usare la canzone come strumento per facilitare la narrazione della storia. Disney invece con Biancaneve puntò su questo aspetto. Non voleva che le canzoni fossero inserite a caso lasciando lo spettatore disorientato di fronte ad un numero musicale inaspettato. Cercò al contrario di studiare con precisione i momenti della storia che maggiormente necessitassero di un numero musicale come alternativa preferibile agli altri mezzi espressivi che il cinema d'animazione offriva. Questo modo di usare le canzoni, anticipò di alcuni anni l'uso innovativo che se ne fece nei musical americani degli anni 40, con Oklhaoma come capostipite.
Per chi conosce Biancaneve e i sette nani, è quasi impossibile separare l'idea dei sette nani dal loro caratteristico tema musicale, la canzone che evoca i personaggi in maniera inequivocabile: Heigh Ho. Questo connubio indissolubile tra personaggi e musica ha segnato tutta la storia dell'animazione degli studi Disney. Roy Disney stesso affermò in una intervista rilasciata in occasione del 40esimo aniversario di fantasia, altro superbo esperimento di fusione tra musica e animazione, che non si può non pensare a Biancaneve nel momento in cui si ascolta Heigh -Ho.

Esiste tutta una serie di 'NON-sense' song, così largamente utilizzate con una efficacia strabiliante quali Zip-e-di-doo-dah, Bibbidi-Bobbidi-Bu, Chim chim-cheree o Supercalifragilistixespiaìlidocious (due addirittura nello stesso film), o il recente Hakuna Matata.
Ma queste canzoni che usano parole apparentemente senza significato spesso oltre a caratterizzare dei momenti memorabili dei diversi film costituiscono anche una efficacissima sintesi di quelle che sono alcune delle filosofie intrecciate con le rispettive storie.
Spesso sono affidate ai personaggi comici di turno che sono però anche quelli che permettono al protagonista di elaborare una propria situazione di difficoltà e di superarla. Sono quindi tutt'altro che canzoni prive di senso, questo spiega perchè il termine 'NON SENSE' è usato tra virgolette. Eliminare tali canzoni significherebbe buttare via un pezzo di storia, compremettendo lo svolgimento della storia stessa.
Il piccolo protagonista di I racconti dello zio Tom, ha bisogno di evadere dalle rigidità imposte da una famiglia forse troppo legata ancora a stereotipi che poco si confanno alla natura spontanea e innocente di un ragazzino. L'inno alla serenità, alla gioia che Uncle Remus, lo zio Tom appunto, gli propone, costituisce un mezzo di evasione. Allo stesso modo Cenerentola sta perdendo la speranza. La fata smemorina prova a ricordarle che la fede nel domani è un modo per fare si che le cose pian piano si avverino. Nel film c'è già un altro brano che rievoca lo spirito di when you wish , I sogni son desideri, che però non può più funzionare come motto della protagonista che è già piombata nella fase della disillusione e del disincanto. Il modo migliore per risvegliare la speranza è quella di sdrammatizzare con un brano comico che tuttosommato ci dice che basta poco perchè le cose avvengano: è una metafora.
In mary poppins si hanno due canzoni che possono essere paragonate ai due brani già citati. Supercalifragilistiexspialidocious funziona come propulsore per proiettare i bambini e tutta la famiglia banks anzi soprattutto la famiglia Banks, in una realtà meno rigida e più serena, non compromessa dal grigiore e dalla monotonia dell'indifferenza. Con Chim-chim-cheree invece i bambini vengono incoraggiati a superare una situazione difficile attraverso un cambio di prospettive e di atteggiamento da parte loro.
Il discorso non è molto diverso ne il re leone dove hakuna matata vuole insegnare che per superare un trauma interiore è necessario reagire. Non è propriamente la filosifa del film quella di hakuna matata nel senso che poi il protagonista da adulto si troverà cmq costretto a scontrarsi nuovamente con un passato non rimosso ma solo accantonato. Tuttavia affrontarlo da adulto è più fruttuoso per Simba che ha avuto il tempo di rafforzarsi e di maturare acquisendo i mezzi necessari per affrontare il trauma. Un bambino/cucciolo non ce l'avrebbe fatta ed è stato perciò provvidenziale l'intervento più o meno consapevole di Timon e Pumba che lo hanno alleggerito della sua responsabilità incitandolo a non avere pensieri, Hakuna Matata appunto, per crescere sereno e felice, e quindi sano, lontano dalle brutture del mondo che lo aveva rifiutato.

Unica questione che resta aperta è: ma servivano delle canzoni? Erano proprio necessarie? Io credo che se milioni di bambini sono stati catturati da questi numeri musicali allora la cosa avrebbe funzionato anche per i protagonisti del film, che fatta eccezione per Cenerentola, sono anch'essi dei bambini. E di solito un bambino difficilmente si smuove da una sua posizione. Per convincere un adulto le parole a volte bastano, ma dubito si possa affermare che sia in assoluto il mezzo più efficace, ma un bambino deve essere stupito, si deve poter divertire. Ecco il senso di certe canzoni.

Il senso delle altre? Lo troverò!
Avatar utente
hector
da Pk²
da Pk²
 
Messaggi: 105
Iscritto il: domenica 04 dicembre 2005, 19:32
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda Valerio » domenica 15 luglio 2007, 00:01

Il senso di questo post è semplice: tempo fa dovendo trovare un modo per riempire gli interminabili viaggi in macchina che mi dovevo fare ogni giorno, e arcistufo di fare zapping col dito alla ricerca di qualcosa di decente da sentire (e col rischio di fare incidenti) nella preistorica radio andante ancora a cassette, mi sono magicamente ricordato che più o meno un decennio fa avevo avuto l'accortezza di acquistare i 5 volumi della serie Classic Disney. Questi cinque ottimi album, usciti in occasione dei 60 anni di magia Disney si trovano ancora in circolazione e costituiscono un ottimo sunto di musica disneyana "globale", e in lingua originale. E il pregio/difetto è proprio questa sua globalità, cioè l'attingere dalle fonti disneyane più svariate che si tratti di Classici, cortometraggi, mediometraggi, live action, misti, pixar, stop motion, parchi a tema, special tv, e musical di broadway. Tutto, a patto che sia appunto "classico", cioè produzione di un certo livello, quindi escludendo serie televisive, direct to video e commercialate varie. La mescolanza è particolare: cioè non si salta di palo in frasca come potrebbe sembrare ma si cerca di seguire un percorso a ritroso che parte dall'ultimo film uscito per andare sempre più indietro, in ordine cronologico inverso seppur non rigoroso. Si inizierà quindi con Menken per proseguire coi fratelli Sherman e concludere con Churhill, ovviamente passando attraverso Newman, Elfman, Bruns e compagnia bella. Ricordo che a suo tempo la cosa mi lasciava un po' interdetto, proprio per il mio non conoscere parecchie canzoni presenti (sono accreditati gli autori ma non le fonti), ma oggi come oggi, e con l'aiuto di internet, sono riuscito a contestualizzarle tutte.
Questo post non vuole essere altro che una segnalazione. Se vi piace la musica disney, e vi capita in mano un cofanetto che li racchiuda tutti fateci magari un pensierino.



Classic Disney Vol. 1

Immagine
Uscito insieme al secondo, questo primo volume è il più iconico e monotematico, e raccoglie, specialmente nella prima parte, musica tratta perlopiù dai celeberrimi Il Re Leone e la Sirenetta. Andando indietro il panorama si fa più variegato, ma non mancheranno alcuni blocchi tematici come la tripletta di canzoni tratte da Mary Poppins che nella musicassetta chiudono il lato A, o Cenerentola che spopola nel lato B. Inconsueta la presenza di ben quattro canzoni tratte da film live action e in chiusura il famosissimo tema di Topolino che negli anni 30 imperversava nei credits nei cortometraggi. La versione presente di questo Minnie's Yoo-Hoo è ovviamente quella discografica fatta uscire singolarmente dallo stesso Disney.
Altre curiosità sono la presenza di un brano di musica classica, estratto dallo Schiaccianoci di Fantasia, e The Spectrum Song cantata durante un episodio della serie antologica Walt Disney's Wonderful World of Colours nientemeno che da Pico de Paperis.

1. A Whole New World (da Aladdin)
2. Circle Of Life (da Il Re Leone)
3. Beauty And The Beast (da La Bella e la Bestia)
4. Under The Sea (da La Sirenetta)
5. Hakuna Matata (da Il Re Leone)
6. Kiss The Girl (da La Sirenetta)
7. I Just Can't Wait To Be King (da Il Re Leone)
8. Poor Unfortunate Fools (da La Sirenetta)
9. Chim Chim Cher-ee (da Mary Poppins)
10. Jolly Holiday (da Mary Poppins)
11. A Spoonful Of Sugar (da Mary Poppins)
12. Let's Get Together (da Il Cow-Bow con il Velo da Sposa)
13. The Monkey's Uncle (da Lo Zio dello Scimpanzè)
14. The Ugly Bug Ball (da Magia D'Estate)
15. The Spectrum Song (da Walt Disney's Wonderful World of Colour)
16. Colonel Hathi's March (da Il Libro della Giungla)
17. A Whale Of A Tale (da 20.000 Leghe Sotto i Mari)
18. You Can Fly! You Can Fly! You Can Fly! (da Le Avventure di Peter Pan)
19. The Work Song (da Cenerentola)
20. A Dream Is A Wish Your Heart Makes (da Cenerentola)
21. Zip-A-Dee-Doo-Dah (da I Racconti dello Zio Tom)
22. Dance Of The Reed Flutes (da Fantasia)
23. Love Is A Song (da Bambi)
24. Some Day My Prince Will Come (da Biancaneve e i Sette Nani)
25. Minnie's Yoo Hoo! (rielaborazione da Mickey's Follies)



Classic Disney Vol. 2

Immagine
Questo secondo album, pur prediligendo la Bella e la Bestia, è più vario del primo, quantomeno per quanto riguarda l'area menkeniana. Ma le nuove stavolta sono presenti in minor numero, c'è più spazio per "il vecchiume", di ogni tipo, sia che si tratti di film misti come Elliott e Pomi d'Ottone, sia che si tratti della celeberrima Marcia di Topolino. Tra le particolarità si segnala la presenza di tre brani tratti dalle attrazioni di Disneyland, la Parata Elettrica di Main Street, la Tiki Room e la celeberrima It's a Small World. Oltre a Disneyland è dato largo spazio ai film misti come Pomi d'Ottone ed Elliot, con due canzoni (L'Età del Non Mi Cucchi e Sarò la Luce che ti Guida) per lunghi anni rimaste fuori dalle accorciatissime versioni italiane dei due film, quindi non immediatamente riconoscibili, per quanto la loro melodia venga spesso evocata nelle strumentali. C'è poi una canzone tratta da un live action, Magia D'Estate, e il tutto si chiude con I Tre Porcellini, altro unicum e unica Silly Simphony ad esser stata presa in considerazione nella serie di album.

1. Be Our Guest (da La Bella e la Bestia)
2. Can You Feel The Love Tonight (da Il Re Leone)
3. Part Of Your World (da La Sirenetta)
4. One Jump Ahead (da Aladdin)
5. Gaston (da La Bella e la Bestia)
6. Something There (da La Bella e la Bestia)
7. Supercalifragilisticexpialidocious (da Mary Poppins)
8. Candle On The Water (da Elliott, il Drago Invisibile)
9. Main Street Electrical Parade (da Disneyland)
10. The Age Of Not Believing (da Pomi D'Ottone e Manici di Scopa)
11. The Bare Necessities (da Il Libro della Giungla)
12. Feed The Birds (Tuppence A Bag) (da Mary Poppins)
13. Best Of Friends (da Red & Toby Nemiciamici)
14. Let's Go Fly A Kite (da Mary Poppins)
15. It's A Small World (After All) (da Disneyland)
16. The Tiki, Tiki, Tiki Room (da Disneyland)
17. Mickey Mouse Club March (da The Mickey Mouse Club)
18. On The Front Porch (da Magia d'Estate)
19. The Second Star To The Right (da Le Avventure di Peter Pan)
20. Ev'rybody Has A Laughing Place (da I Racconti dello Zio Tom)
21. Bibbidi-Bobbidi-Boo (da Cenerentola)
22. So This Is Love (da Cenerentola)
23. When You Wish Upon A Star (da Pinocchio)
24. Heigh-Ho (da Biancaneve e i Sette Nani)
25. Who's Afraid Of The Big Bad Wolf? (da I Tre Porcellini)



Classic Disney Vol. 3

Immagine
Dal terzo in poi i volumi sono usciti separatamente, quindi aggiungono all'eredità moderna dei fantastici 4 (Ariel, Belle, Aladdin e Simba) anche Pocahontas e il Gobbo, con una spruzzatina di stop motion e pixaraggine. All'onnipresente Menken si affiancano quindi Randy Newman e Danny Elfman che firmano le musiche di Toy Story e James il primo e di Nightmare Before Christmas il secondo. Il risultato è un album ottimamente equilibrato, che comprende un po' di tutto, compreso una canzone tratta da un live action (Il Più Felice tra i Miliardari) e la storica sigla di Davy Crockett, lo storico telefilm in cinque episodi che rese ancor più celebre Walt Disney negli anni 50.
E a proposito di televisione, è presente anche la canzone di presentazione di Pico de Paperis, tratta da un episodio della serie antologica Walt Disney's Wonderful World of Color.

1. Colors Of The Wind (da Pocahontas)
2. You've Got A Friend In Me (da Toy Story - Il Mondo dei Giocattoli)
3. Be Prepared (da Il Re Leone)
4. Out There (da Il Gobbo di Notre Dame)
5. Family (da James e la Pesca Gigante)
6. Les Poissons (da La Sirenetta)
7. Mine, Mine, Mine (da Pocahontas)
8. Jack's Lament (da Tim Burton's Nightmare Before Christmas)
9. My Name Is James (da da James e la Pesca Gigante)
10. Heffalumps And Woozles (da Le Avventure di Winnie the Pooh)
11. The Mob Song (da La Bella e la Bestia)
12. Portobello Road (da Pomi D'Ottone e Manici di Scopa)
13. Stay Awake (da Mary Poppins)
14. I Wan'na Be Like You (da Il Libro della Giungla)
15. Oo-De-Lally (da Robin Hood)
16. Are We Dancing (da Il Più Felice dei Miliardari)
17. Once Upon a Dream (da La Bella Addormentata nel Bosco)
18. Bella Notte (da Lilli e il Vagabondo)
19. Following The Leader (da Le Avventure di Peter Pan)
20. Trust In Me (da Il Libro della Giungla)
21. The Ballad Of Davy Crockett (da Davy Crockett)
22. I'm Professor Ludwig Von Drake (da Walt Disney's Wonderful World of Colors)
23. Pink Elephants On Parade (da Dumbo)
24. Little April Shower (da Bambi)
25. The Silly Song (Dwarfs' Yodel Song) (da Biancaneve e i Sette Nani)



Classic Disney Vol. 4

Immagine
L'album continua sulla falsariga del precedente, spostando ulteriormente la frontiera: è la volta di Hercules. Ma oltre ad Hercules, entra a far parte della classicissima eredità musicale anche In Viaggio con Pippo, che viene qui definitivamente collocato nel pantheon della produzione "alta" disneyana. Per il resto questo è forse uno degli album più spiazzanti, con una buona dose di materiale tratto da live action come Pazza Banda di Famiglia, Magia D'Estate e I Figli del Capitano Grant e addirittura una misconosciuta canzone tratta dal mediometraggio cinematografico con Pico de Paperis, A Symposium on Popular Songs. Fra le chicche moderne sono presenti invece le graditissime Fantasmic, una gemma di potenza, proveniente dritta dritta da uno spettacolo visivo di Disneyland, e la bellissima Home tratta dal musical di broadway de La Bella e la Bestia. E non va dimenticato il celebre motivetto della serie di cortometraggi I'm No Fool, cantata dal Grillo Parlante.

1. One Last Hope (da Hercules)
2. A Guy Like You (da Il Gobbo di Notre Dame)
3. On The Open Road (da In Viaggio con Pippo)
4. Just Around The Riverbend (da Pocahontas)
5. Home (da La Bella e la Bestia - Il Musical di Broadway)
6. Fantasmic! (da Disneyland)
7. Oogie Boogie's Song (da Tim Burton's Nightmare Before Christmas)
8. I Will Go Sailing No More (da Toy Story - Il Mondo dei Giocattoli)
9. Substitutiary Locomotion (da Pomi d'Ottone e Manici di Scopa)
10. Stop, Look, And Listen/I'm No Fool (da I'm No Fool as a Pedestrian)
11. Love (da Robin Hood)
12. Thomas O'Malley Cat (da Gli Aristogatti)
13. That's What Friends Are For (da Il Libro della Giungla)
14. Winnie The Pooh (da Le Avventure di Winnie the Pooh)
15. Femininity (da Magia d'Estate)
16. Ten Feet Off The Ground (da Pazza Banda di Famiglia)
17. The Siamese Cat Song (da Lilli e il Vagabondo)
18. Enjoy It! (I Figli del Capitano Grant)
19. Although I Dropped $100,000 (I Found A Million Dollars In Your Smile) (da A Symposium on Popular Songs)
20. Give A Little Whistle (da Pinocchio)
21. Oh, Sing Sweet Nightingale (da Cenerentola)
22. I Wonder (da La Bella Addormentata nel Bosco)
23. Looking For Romance (I Bring You A Song) (da Bambi)
24. Baby Mine (da Dumbo)
25. I'm Wishing/One Song (Biancaneve e i Sette Nani)



Classic Disney Vol. 5

Immagine
L'ultimo album della serie è relativamente recentissimo e arriva fino a Mulan. Siamo quindi già in epoca post-menkeniana, ma la riserva di canzoni di Menken non finisce certo qui: con l'introduzione dei musical di broadway nel volume precedente è come se si fosse spalancata la cornucopia, e visto che per realizzarli lo stesso Menken deve comporre un buon numero di canzoni aggiuntive ecco l'opportunità per produrre un'altra buona manciata di album come questo. Peccato che sia l'ultimo, perchè capolavori come If I Can't Love Her, anch'esso tratto dal musical della Bella e la Bestia meriterebbero di esser diffusi presso il grande pubblico. Menken viene inoltre omaggiato con la presenza di Seize The Day tratto da Newsies - Gli Strilloni, il suo primo e unico live action musicale disneyano. Cè ovviamente spazio anche per altro, più o meno noto, come ad esempio Tanto Caro al Mio Cuore, I Tre Caballeros e una canzone tratta da Pomi D'Ottone assente nella versione italiana del film. Infine l'album vede la presenza di Humphrey Hop, remixaggio del tema dell'orso Humphrey nel cortometraggio In The Bag, e la classicissima Yo-Oh (A Pirate's Life for Me) ascoltabile a Disneyland presso Pirati dei Caraibi, canzone che avrebbe avuto un rilancio in un futuro piuttosto vicino.

1. I'll Make a Man out of You (da Mulan)
2. I Won't Say (I'm in Love) (da Hercules)
3. God Help the Outcasts (da Il Gobbo di Notre Dame)
4. If I Can't Love Her (da La Bella e la Bestia - Il Musical di Broadway)
5. Steady as the Beating Drum (da Pocahontas)
6. Belle (da La Bella e la Bestia)
7. Strange Things (da Toy Story - Il Mondo dei Giocattoli)
8. Cruella de Ville (rielaborazione da La Carica dei 101)
9. Eating the Peach (da James e la Pesca Gigante)
10. Seize the Day (da Gli Strilloni)
11. What's This? (da Tim Burton's Nightmare Before Christmas)
12. Lavender Blue (Dilly Dilly) (da Tanto Caro al Mio Cuore)
13. Rain Rain Rain Came Down Down Down (da Le Avventure di Winnie the Pooh)
14. Step in the Right Direction (da Pomi D'Ottone e Manici di Scopa)
15. Boo Bop Bopbop Bop (I Love You, Too) (da Elliott il Drago Invisibile)
16. Yo Ho (A Pirate's Life for Me) (da Disneyland)
17. My Own Home (da Il Libro della Giungla)
18. Ev'rybody Wants to Be a Cat (da Gli Aristogatti)
19. In a World of My Own (da Alice nel Paese delle Meraviglie)
20. You Belong to My Heart (da I Tre Caballeros)
21. Humphrey Hop (rielaborazione da In the Bag)
22. He's a Tramp (da Lilli e il Vagabondo)
23. Song of the South (da I Racconti dello Zio Tom)
24. When I See an Elephant Fly (da Dumbo)
25. I've Got No Strings (da Pinocchio)
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10361
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Francesco F » domenica 29 luglio 2007, 16:28

Mi aggiungo anche io, con una compilation di grandi successi Disney che comprai in Irlanda anni fa, attirato dalla scritta sulla confezione "Limited Edition Packaging" :P Ma non era solo un inganno, poichè oltre alla confezione, anche il contenuto era di prima qualità.

LEGENDA:
In grassetto c'è il titolo della canzone (in originale, perchè queste sono tutte versioni in lingua originale), poi il titolo italiano del film (quando disponibile, altrimenti in originale), a capo c'è l'interprete della canzone (se non è presente, il brano è strumentale) e fra parentesi, il/i compositore/i della canzone.

DISNEY'S GREATEST HITS
Immagine

DISCO 1
Il primo disco contiene canzoni molto recenti, prese addirittura dai film in CGI (Dinosauri, e vari Pixar...), ma non mancano perle antiche, dalla classica "The bare necessities" a "Bibbidi-Bobbidi-Boo" (reinterpretata da Louis Armstrong), a "Cruella De Vil" (riarrangiata in versione swing per l'uscita del live action de La carica dei 101), alla celeberrima "L'apprendista stregone" dell'omonimo segmento di Fantasia (riutilizzato anche in Fantasia 2000).
Ma le reinterpretazioni, in questa compilation, non mancano certamente, anzi, sono la caratteristica principale che distingue questa dalle altre compilation Disney: "A whole new world" da Aladdin è in versione singolo cantata dalle due possenti voci nere di Peabo Bryson e Regina Belle; Christina Aguilera presta i suoi gargarismi all'introspettiva "Reflection"; seguono lo stesso destino Pop "Someday" dal Gobbo di Notre Dame, "A star is born" da Hercules, la splendida "Colors of the wind" dai titoli di coda di Pocahontas e "Kiss the girl" nella smielosissima versione di tal Peter Andre.
Le mie preferite da questo disco sono la strumentale "The Egg Travel" (gran pezzo di James Newton Howard), la malinconica "When she loved me" da Toy Story 2 e, ancora da un film Pixar e ancora di Randy Newman, "The time of your life" da A bug's life.

1. You'll be in my heart, Tarzan OSCAR
Phil Collins (Phil Collins)
2. The Egg Travel, Dinosauri
(James Newton Howard)
3. A whole new world, Aladdin OSCAR
Peabo Bryson e Regina Belle (Alan Menken e Tim Rice)
4. When she loved me, Toy Story 2 OSCAR NOM
Sarah McLachlan (Randy Newman)
5. The bare necessities, Il libro della giungla OSCAR NOM
Phil Harris e Bruce Reitherman (Terry Gilkyson)
6. Reflection (Pop version), Mulan
Christina Aguilera (David Zippel e Matthew Wilder)
7. Someday, Il gobbo di Notre Dame
Eternal (Alan Menken e Stephen Schwartz)
8. Heigh-Ho, Biancaneve e i sette nani
The Dwarf Chorus (Frank Churchill e Larry Morey)
9. Can you feel the love tonight, Il Re Leone OSCAR
Joseph Williams, Sally Dworksky, Nathan Lane, Ernie Sabella e Kristie Edwards (Elton John e Tim Rice)
10. Colors of the wind (End title), Pocahontas OSCAR
Vanessa Williams (Alan Menken e Stephen Schwartz)
11. Cruella De Vil, La carica dei 101 - Questa volta la magia è vera
Dr. John (Mel Leven)
12. A star is born, Hercules
Jocelyn Brown (Alan Menken e David Zippel)
13. Bibbidi-Bobbidi-Boo, Cenerentola OSCAR NOM
Louis Armstrong (Jerry Livingston, Mack David e Hal Hoffman)
14. He's a tramp, Lilli e il Vagabondo
Peggy Lee (Peggy Lee e Sonny Burke)
15. When I see an elephant fly, Dumbo
The Crow Quintet (Ned Washington e Frank Churchill)
16. Kiss the girl, La Sirenetta OSCAR NOM
Peter Andre (Alan Menken e Howard Ashman)
17. The time of your life, A bug's life
Randy Newman (Randy Newman)
18. The Sorcerer's apprentice, Fantasia 2000
The Philarmonia Orchestra (Paul Dukas)

DISCO 2
Nel secondo disco il film più gettonato è assolutamente Hercules, e solo con brani in versioni non presenti nel film e interpretate da guest star (Boyzone, Michael Bolton (bellissima versione di "Go the distance"), Jocelyn Brown, e tali Sounds of Blackness...).
Per la Pixar abbiamo ancora una canzone malinconica ("I will go sailing no more" dal primo Toy Story).
Continuano poi le versioni pop: Stevie Wonder per "True to your heart" e Donna Summer per "Someday" dal Gobbo di Notre Dame.
Per i film dell'epoca d'oro moderna sono presenti poi "Beauty and the Beast", tratta dal film e cantata da Angela Lansbury, e "Hakuna Matata".
Il resto è tutto dedicato al VECCHIUME :) Addirittura vecchiume che non è incluso nella canonica lista dei Classici: è infatti presente la più nota canzone del musical Mary Poppins "Supercalifragilistichespiralidoso", "Zip-A-Dee-Doo-Dah" dai Racconti dello zio Tom, e anche i famosi Beach Boys con Annette Funicello nella divertente "The monkey's uncle".
Ancora il grande Satchmo per la classicissima "When you wish upon a star", diventata l'inno della Disney, e ancora un memorabile pezzo da Fantasia cioè la "Toccata e fuga" di Bach e lo "Schiacchianoci" di Tchaikovski che nel 1940 accompagnavano il segmento iniziale del grande capolavoro di musicanimazione disneyiano.
Le mie preferite di questo disco sono "I will go sailing no more" (mi piace il Randy Newman malinconico, non la cito solo perchè è Pixar :P), "Go the distance" di Michael Bolton, "Reflection" in versione strumentale con gli assoli di violino di Vanessa-Mae, e... beh sì, ho una morbosa passione anche per Annette Funicello in "The Monkey's uncle" :D

1. Shooting star, Hercules
Boyzone (Alan Menken e David Zippel)
2. Hakuna Matata, Il Re Leone OSCAR NOM
Nathan Lane, Ernie Sabella, Jason Weaver, Joseph Williams (Elton John e Tim Rice)
3. I will go sailing no more, Toy Story
Randy Newman (Randy Newman)
4. Go the distance, Hercules OSCAR NOM
Michael Bolton (Alan Menken e David Zippel)
5. I wanna be like you (The Monkey song), Il libro della giungla
Louis Prima, Phil Harris e Bruce Reitherman (Richard M. e Robert B. Sherman)
6. True to your heart (Single), Mulan
98° e Stevie Wonder (David Zippel e Matthew Wilder)
7. Beauty and the Beast, La Bella e la Bestia OSCAR
Angela Lansbury (Alan Menken e Howard Ashman)
8. Someday, Il Gobbo di Notre Dame
Donna Summer (Alan Menken e Stephen Schwartz)
9. Zip-a-dee-doo-dah, I racconti dello zio Tom OSCAR
James Baskett (Ray Gilbert e Allie Wrubel)
10. Reflection, Mulan
Vanessa-Mae (David Zippel e Matthew Wilder)
11. Little april shower, Bambi
(Frank Churchill e Larry Morey)
12. Supercalifragilisticexpialidocious, Mary Poppins
Julie Andrews, Dick Van Dyke e The Pearlie Chorus, feat. Richard M. Sherman e J. Pat. O'Malley (Richard M. e Robert B. Sherman)
13. The monkey's uncle, The monkey's uncle
Annette Funicello e i Beach Boys
14. The Gospel Truth (Todd Terry radio edit mix), Hercules
Jocelyn Brown (Alan Menken e David Zippel)
15. Some day my prince will come, Biancaneve e i sette nani
Adriana Caselotti (Frank Churchill e Larry Morey)
16. Zero to hero, Hercules
Sounds of Blackness (Alan Menken e David Zippel)
17. Toccata and Fugue in D Minor, BVW 565 / The Nutcracker Suite, Op. 71A, Fantasia
(Johann Sebastian Bach / Piotr Ilyich Tchaikovski)
18. When you wish upon a star, Pinocchio OSCAR
Louis Armstrong (Ned Washington e Leigh Harline)

DISCO 3
Ci sarebbe anche questo terzo disco, che in realtà non ho, ma su internet si dice che c'è... ma su questo ho meno informazioni. Non scriverò tutti gli interpreti, perchè in questo disco le versioni sono tutte prese dal film, quindi gli interpreti sono i doppiatori dei personaggi stessi.

1. That's what friends are for, Il libro della giungla
2. Where the people are, La sirenetta
3. Bella notte, Lilli e il Vagabondo
4. Kiss the girl, La sirenetta OSCAR NOM
5. Colonel Hathi's March, Il libro della giungla
6. When you wish upon a star, Pinocchio OSCAR
7. I've got no string, Pinocchio
8. Circle of life, Il Re Leone OSCAR NOM
9. Give a little whistle, Pinocchio
10. A whole new world, Aladdin OSCAR
11. Part of your world, La sirenetta
12. The siamese cat song, Lilli e il Vagabondo
13. Friend like me, Aladdin
14. Under the sea, La sirenetta OSCAR
15. I just can't wait to be king, Il Re Leone
16. Be our guest, La Bella e la Bestia OSCAR NOM
Ultima modifica di Francesco F il lunedì 30 luglio 2007, 09:44, modificato 3 volte in totale.
DISCUSSIONE, NON RECENSIONE!

:solly:
Avatar utente
Francesco F
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 5282
Iscritto il: martedì 29 novembre 2005, 00:43
Has thanked: 67 times
Been thanked: 7 times

Messaggioda Valerio » domenica 29 luglio 2007, 17:25

2. Where the people are, La sirenetta


?
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10361
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Francesco F » domenica 29 luglio 2007, 17:43

in realtà le sto sentendo adesso e... mi sembra che sia identica a "Part of your world"...

In effetti, questo terzo disco mi sembra molto farlocco, dato che non ha nessuna versione pop/remix/riarrangiata, ha questo "clone", e non trovo una versione "comprabile" della confezione tre dischi... trovo solo la due dischi, che è quella che ho comprato io...
Però su Gracenote (il database di tutti gli album pubblicati nel mondo) il terzo disco è presente e nella tracklist ci sono i due cloni...
DISCUSSIONE, NON RECENSIONE!

:solly:
Avatar utente
Francesco F
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 5282
Iscritto il: martedì 29 novembre 2005, 00:43
Has thanked: 67 times
Been thanked: 7 times

Messaggioda camera9 » lunedì 30 luglio 2007, 10:41

Nella lista ho letto Monkey's uncle.
Cos'è? Non credo di conoscerla
Avatar utente
camera9
da Pk²
da Pk²
 
Messaggi: 245
Iscritto il: domenica 29 aprile 2007, 18:51
Località: Bari
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda Francesco F » lunedì 30 luglio 2007, 11:29

è un film liveaction che in Italia non penso sia mai arrivato
DISCUSSIONE, NON RECENSIONE!

:solly:
Avatar utente
Francesco F
Amministratore Abusivo
Amministratore Abusivo
 
Messaggi: 5282
Iscritto il: martedì 29 novembre 2005, 00:43
Has thanked: 67 times
Been thanked: 7 times

Messaggioda Alle » lunedì 30 luglio 2007, 19:04

Innanzitutto una domanda a Grrodon: come fai ad affermare che i 5 volumi Classic Disney "si trovano ancora in circolazione"? Qui a Roma li ho visti per l'ultima volta eoni fa, in occasione di un'offerta speciale di Auchan della quale non approfittai perchè li avevo già su MC. Se poi intendi che si possano trovare in altre maniere, allora posso tranquillamente confermare.

Immagine

E' il 1991; i CD stanno lentamente, ma inesorabilmente, conquistando il mondo. Il sottoscritto, che almeno in questo è stato un pioniere, avendo già da tre anni uno stereo con lettore incorporato, trova in un negozietto una collezione di tre cd, provenienti dritti dritti dagli USA, contenenti il meglio della produzione musicale disneyana fino a quel momento. Ovviamente non mi lascio scappare l'occasione, e sono quindi ormai sedici anni che questi dischi suonano prima nello stereo, poi nel computer ed infine nel lettore dvd di casa.

Volume 1

Under The Sea - The Little Mermaid
I Wanna Be Like You - The Jungle Book
Supercalifragilisticexpialidocious - Mary Poppins
Bibbidi-Bobbidi-Boo - Cinderella
Yo Ho (A Pirate Life For Me) - Disneyland/WDW
The Work Song (Cinderella)
Give A Little Whistle (Pinocchio)
Who's Afraid of the Big Bad Wolf? - Three Little Pigs
Heigh-Ho - Snow White and the Seven Dwarfs
Whistle While You Work - Snow White and the Seven Dwarfs
Zip-A-Dee-Doo-Dah - Song of the South
Hi-Diddle-Dee-Dee - Pinocchio
A Spoonful of Sugar - Mary Poppins
Following the Leader - Peter Pan
The Tiki Tiki Tiki Room - Disneyland/WDW
It's A Small World - Disneyland/WDW
Mickey Mouse March - Mickey Mouse Club
Mickey Mouse Alma Mater - Mickey Mouse Club

Primo volume che più pieno di classici non si può, ma che contiene un paio di sorprese: Tiki Tiki Tiki Room, all'epoca per me completamente sconosciuta, e soprattutto Mickey Mouse Alma Mater, la sigla di chiusura del Mickey Mouse Club che non ho più trovato in nessuna altra compilation.

Volume 2

Kiss the Girl - The Little Mermaid
Chim Chim Cher-ee - Mary Poppins
The Bare Necessities - The Jungle Book
He's a Tramp - Lady and the Tramp
Cruella De Vil - 101 Dalmatians
Ev'rybody Wants to Be a Cat - The Aristocats
The Siamese Cat Song - Lady and the Tramp
Feed the Birds (Tuppence a Bag) - Mary Poppins
Let's Go Fly a Kite - Mary Poppins
When I See an Elephant Fly - Dumbo
You Can Fly! You Can Fly! You Can Fly! - Peter Pan
I've Got No Strings - Pinocchio
The Ballad of Davy Crockett - Davy Crockett
Theme from Zorro - Zorro
Saludos Amigos - Saludos Amigos
Little April Shower - Bambi
Lavender Blue (Dilly, Dilly) - So Dear To My Heart
With a Smile and a Song - Snow White and the Seven Dwarfs

Mary Poppins la fa da padrone, ci sono anche qui vari classici, ma questo disco mi dà anche l'occasione di sentire per la prima volta Lavender Blue, la cui vhs uscirà per la prima volta in Italia solo nel 1997, e di risentire la sigla di Zorro, telefilm che adoravo vedere in tv molti anni prima.

Volume 3

Part of Your World - The Little Mermaid
Candle on the Water - Pete's Dragon
Bella Notte - Lady and the Tramp
So This Is Love - Cinderella
Someone's Waiting for You - The Rescuers
When You Wish Upon a Star - Pinocchio
Winnie the Pooh - Winnie the Pooh and the Honey Tree
Best of Friends - The Fox and the Hound
Casey Junior - Dumbo
Jolly Holiday - Mary Poppins
Once Upon a Dream - Sleeping Beauty
One Song - Snow White and the Seven Dwarfs
I Wonder - Sleeping Beauty
Some Day My Prince Will Come - Snow White and the Seven Dwarfs
The Second Star to the Right - Peter Pan
Baby Mine - Dumbo
Love Is a Song - Bambi
A Dream Is a Wish Your Heart Makes - Cinderella

Disco più omogeneo rispetto agli altri due, contiene praticamente tutte le ballads ed i lenti più famosi della cinematografia disneyana.

I cd non sono accompagnati da libretti con testi; ma poco dopo averli comprati trovo nella sezione spartiti di Ricordi (ancora oggi mi domando perchè ci capitai, visto che non suono nessuno strumento e che una campana è più intonata di me...) il libro con spartiti per pianoforte e chitarra ed i testi di tutte le canzoni dei tre cd.

Immagine

Facendo la ricerca su internet per le immagini, scopro che con questo stesso nome sono uscite in seguito altre raccolte, e che questi stessi tre cd sono stati ripubblicati con copertine diverse. Trovare la copertina "originale" di almeno uno è stata un'impresa, tanto è vero che l'ho trovata su un sito coreano... Il libro con gli spartiti invece sembra che sia ancora facilmente rintracciabile all'estero nei negozi specializzati.

Elik: secondo questo ed altri siti The Monkey's Uncle sarebbe stato trasmesso in Italia con il titolo, indicato oltretutto pure da Grrodon (vedi Classic Disney vol. 1), Lo zio dello scimpanzè. In effetti, leggendone la trama su Disney A to Z, il titolo italiano sembrerebbe essere fedele alla trama, anche se l'espressione "monkey's uncle" è una frase idiomatica che indica una grossa sorpresa.
"Something not in the Guidebook? IMPOSSIBLE!"
"I never thought it would be happen in OUR lifetime!"
"... I feel faint ..."
HDL in D 2003-081

"Sei un mito, altro che misero kylioniano!" (Elikrotupos)
Avatar utente
Alle
Witcher
Witcher
 
Messaggi: 302
Iscritto il: venerdì 16 dicembre 2005, 11:42
Località: Roma
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda Valerio » lunedì 30 luglio 2007, 20:17

Innanzitutto una domanda a Grrodon: come fai ad affermare che i 5 volumi Classic Disney "si trovano ancora in circolazione"?


A dire il vero ho affermato un po' a casaccio, perchè mi era sembrato di vederli su amazon...
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10361
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Prossimo

Torna a Walt Disney Animation Studios

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron

Cookie Policy