Home The Disney Compendium il Fumettazzo

[WDAS #24] Red & Toby Nemiciamici

E' lo studio d'animazione più antico ma anche il più vitale. Tutto comincia da qui, e continua ancora oggi portando l'arte dell'animazione verso nuove frontiere. La mancanza di un nome riconoscibile ha portato per anni il grande pubblico a confonderne le opere con quelle delle altre filiali Disney, ma adesso tutto è cambiato. Benvenuti nel Canone Disney.

[WDAS #24] Red & Toby Nemiciamici

Messaggioda Valerio » martedì 03 gennaio 2006, 21:09

Immagine Immagine
L'apertura di Red & Toby è l'opposto di quella di Bambi. Entrambe mostrano una foresta ma mentre in quella di Bambi regna una musica cerimoniosa che prelude alla nascita di un principe, in quella di Red & Toby incombe un inquietante silenzio, carico di presagi di morte. Red & Toby Nemiciamici è infatti un film drammatico, che tratta di valori assoluti: parla della vita, dei pregiudizi sociali e di come crescendo le amicizie possano andare perdute. Sono tematiche universali e quindi assai più vicine a quelle dei grandi kolossal anni '90, piuttosto che a quelle più umili e dimesse del concreto periodo Xerox, questo benché il setting rurale del lungometraggio cerchi in ogni modo di mimetizzarlo nello stile del periodo.
The Fox and the Hound è inoltre il film del passaggio del testimone: durante quelli che saranno gli ultimi titoli di testa della storia della Disney, si possono leggere sia i nomi di Reitherman, di Frank & Ollie, appartenenti alla vecchia guardia dei nine old men, sia quelli di Glen Keane o John Musker, i promettenti artisti della nuova generazione. Collocato infatti nella filmografia tra l'ultima opera dei nove, The Rescuers e la prima della nuova gestione, Taron e la Pentola Magica, lo si potrebbe definire il film dell'interregno, in cui vecchio e nuovo si fondono in maniera curiosa. Impostato dai grandi vecchi e, una volta avviato, consegnato nelle mani dei giovani in modo che potessero scatenarsi senza fare troppi danni, Red & Toby denota un contrasto stilistico dato da un'impostazione generale alquanto classicheggiante, in cui si inseriscono frequenti virtuosismi dal sapore moderno come ad esempio la spettacolare animazione del grizzly, realizzata da un giovanissimo Glean Keane, o le nevrosi grafiche di Cippi e Sbuccia, le spalle comiche.
Passando alle canzoni, Red & Toby presenta una colonna sonora piuttosto debole, ma molto country che ben si intona alle atmosfere bucoliche del film: la canzone principale, Best of Friends, descrive seraficamente il rapporto tra i due cuccioli, e viene cantata fuori campo. C'è poi Lack of Education, beffarda e un po' irriverente mentre Appreciate The Lady, un po' blues, è il tema d'amore e serve, un po' come tutti i comprimari coinvolti nelle scene della foresta, a sdrammatizzare dopo la tristissima scena Goodbye May Seem Forever, momento lirico, più recitato che cantato in cui Red viene abbandonato dalla sua padrona nella foresta. E' l'unica canzone non cantata da Grandma, non volendo considerare nel computo A Huntin' Man, motivetto canticchiato dal cacciatore Amos.
Di Red & Toby si ricorda volentieri un buon numero di personaggi molto ben tratteggiati, come i burberi Amos e Vecchio Fiuto, antagonisti nell'economia della storia, ma "buoni" nel loro ambito. Molto del materiale stilistico viene dritto dritto dalla tradizione Disneyana, incluso il vizietto di riciclare animazioni da altri film, che trova in Bambi, il lungometraggio più saccheggiato, vista la affinità con Red & Toby a livello di atmosfere.
Ultimo film Disney a presentare il formato 4:3, a cui sarebbe seguito il Cinemascope di Taron e il definitivo affermarsi del 16:9 con Basil, The Fox and the Hound è il film con cui si affaccia sulla scena una nuova Disney, desiderosa di rinnovamento anche se ancora bisognosa di una guida, come avrebbe dimostrato quattro anni dopo il pesante flop di Taron e la Pentola Magica.
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10359
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Valerio » domenica 10 dicembre 2006, 20:02

Sito di Red & Toby 2, con tanto di clips

Un po' di osservazioni: pare che siamo tornati indietro di brutto stavolta. Le animazioni di Red & Toby sono approssimative e gommose, e il tutto sembra colorato con Paint. E c'è la cagna vecchia che rutta. Cioè basta, non è che il sequel di un film sui cani deve esser fatto da cani -_-
Per il resto però pare una storiellina semplice semplice, con personaggi nuovi canini che ai Toon Studios riescono bene. Il film parrebbe collocarsi sulla scia di Lilli e il Vagabondo 2 e La Carica dei 101 2 anche se meno bello di entrambi.
Staremo a vedere, tanto sono gli ultimi prima della grande apocalisse. E intanto in attesa di Enchanted ci becchiamo un po' di 2d di serie B. Vabbuò.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10359
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Re: Classico Disney #24: Red & Toby Nemiciamici

Messaggioda Bramo » mercoledì 28 gennaio 2009, 13:07

Ho visto ieri per la prima volta questo Classico... e ne sono rimasto molto più favorevolmente colpito di quanto mi aspettassi... una storia d'amicizia "impossibile" tra un cane da caccia e una volpe, sbocciata nell'età dell'innocenza, quando insomma il fatto del "non poter essere amici perchè si è di due razze diverse" non poteva venire nemmeno concepito, e non c'era Grandma che reggesse coi suoi discorsi per farlo capire a Red. Bello il fatto che il passare del tempo sia stato fatto con lentezza, mostrando lo scorrere delle stagioni autunnale e invernale prima del ritorno a casa dopo il suo "addestramento" di Toby. E molto ricco di sfumature il rapporto dei due protagonisti ora che Toby ha preso coscienza del suo essere nemico naturale delle volpi, mente Red non concepisce cmome questo possa fare da impedimento alla loro amicizia. Molto ben architettato il fatto che seppur involontariamente l'incidente di Fiuto sia per colpa di Red, e che questo motivi un'avversione completa del cane contro l'altro protagonista. Elemento romantico come trame secndaria, offre nei panni di Vicky un nuovo modo di affrontare la vita a Red, ora che non ha amici nè una casa. Finale molto malinconico con la silhuette delle due volpi che fissano la fattoria dall'alto del bosco.
La donna che adotta Red non mi è piaciuta molto, mentre Amos mi ha convinto, specie per il suo non essere cattivo a tutti i costi, come faceva notare Grrodon. Grandma e Cippi e Sbuccia sono personaggi molto riusciti e ben caratterizzati. Spettacolare la scena dello scontro con il grizzly.
Unico neo è forse il fatto che mi sia sembrato fin troppo veloce lo scattare dell'amicizia tra i due protagonisti, che dopo pochi secondi da quando si sono incontrati si divertono insieme e poi si dichiarano subito amici per la vita, ma vabbè, nell'economia della storia ci sta anche.
Un film di valori assoluti nella loro veste più triste, mi è molto piaciuto, e anche se non entra nel pantheon dei miei film Disney preferiti, ne è subito sotto.
Andrea "Bramo" L'Odore della Pioggia
Osservate l'orrendo baratro su cui è affacciato l'universo! ... senza spingere...

LoSpazioBianco.it: nel cuore del fumetto!

SEGUI LOSPAZIOBIANCO SU:
Twitter | Facebook
Avatar utente
Bramo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 4687
Iscritto il: mercoledì 09 gennaio 2008, 12:51
Has thanked: 18 times
Been thanked: 62 times

Re: Classico Disney #24: Red & Toby Nemiciamici

Messaggioda Tyrrel » mercoledì 28 gennaio 2009, 17:18

Bello Red & Toby, mi è sempre piaciuto tanto. E mi ha ispirato il nome del nuovo cagnolino arrivato in casa qualche mese fa.
-- Imagine the impossibilities.
Avatar utente
Tyrrel
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 2872
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2005, 12:24
Località: Cagliari e dintorni
Has thanked: 16 times
Been thanked: 8 times

Re: Classico Disney #24: Red & Toby Nemiciamici

Messaggioda DeborohWalker » lunedì 23 maggio 2011, 01:12

L'ho rivisto e devo confessare che non mi ricordavo per niente i primi 5 minuti del film, col silenzione e la morte della madre di Red.
Non so se è dovuto a una rimozione mnmonica del sottoscritto, o più probabilmente a una situazione very anni '80 di aver registrato il film dalla tv senza i primi minuti.

Comunque se il film mi piace mediamente, il finale è davvero stra-efficace, con la sequenza d'azione dell'orso, gli occhioni dolci di Toby ad Amos e infine le due silhouette delle volpi.
Deboroh troppppppppo Web 2.0!
Nerdlandia - Facebook - Blog - Flickr - Youtube
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Re: Classico Disney #24: Red & Toby Nemiciamici

Messaggioda Valerio » lunedì 23 maggio 2011, 03:29

Pensare che entro l'anno esce in Blu-Ray...nello stesso disco del suo sequel :vomit:
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10359
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Re: Classico Disney #24: Red & Toby Nemiciamici

Messaggioda Vito » domenica 31 luglio 2011, 15:15

Visto, veramente bello. :)

Da alcuni è considerato "la stereotipata Disney massima", a base di cuccioletti, tanto amore e buoni sentimenti, ma a ben vedere questo film è tutt'altro che stucchevole e buonista.
Infatti la tematica presente è molto bella e inusuale (per un film Disney), ed è pure molto realistica: crescendo si possono perdere i vecchi amici.
Con quest'ottica il film ne esce inquadrato molto bene, e devo dire di averlo trovato veramente riuscito, a tratti decisamente appassionante.
L'immedesimazione stavolta era totale, proprio per l'universalità della sua tematica (altro che topini che salvano essere umani :P ), e il setting boscoso ha contribuito a renderlo gradevolissimo anche esteticamente.
Certo, a tratti è un po' moscio; le canzoni sono pessime e abbastanza inutili, ma nel complessivo l'ho trovato riuscitissimo, reale.

Bello il finale malinconico (altro che buonista, se così fosse i due sarebbero tornati amici per sempre e il cacciatore avrebbe permesso a Red di stare con loro), così come la sequenza dell'orso, veramente ben animata. Ma dopotutto era Glen Keane. :D
Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
Vito
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1356
Iscritto il: martedì 28 aprile 2009, 17:42
Has thanked: 12 times
Been thanked: 25 times

Re: Classico Disney #24: Red & Toby Nemiciamici

Messaggioda Valerio » domenica 31 luglio 2011, 16:28

Ecco, diglielo a quel carciofo di Andrea87.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10359
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Re: Classico Disney #24: Red & Toby Nemiciamici

Messaggioda Valerio » sabato 12 maggio 2012, 11:28

Immagine
E così ecco uscire una tripletta di classici in BD. La tripletta cheap. Si sapeva che prima o poi avremmo avuto disparità di trattamento da quelle edizioni di riferimento con cui la Disney aveva cominciato, del resto l'azienda divide i suoi film in materiale vendibile di serie A e cacchette di serie B. Red & Toby è ovviamente finito in serie B, e in USA ha segnato l'inizio della barbara abitudine di inserire in un unico disco il classico e il suo cheapquel, parificandoli. Piuttosto che mettere nuovamente sul mercato i sequel orrendi, io sono pienamente d'accordo a inserirli in queste edizioni, dato lo spazio disponibile, ma sono assolutamente contrario al parificarli. La cover non dovrebbe certo promuoverli sullo stesso piano, mi basta uno strillo che dice che è incluso il sequel. E invece no, in USA avranno le edizioni doppie di Red e Toby e di Pocahontas, come anche di Fantasia e Bianca e Bernie, con tanti saluti alla differenza tra sequel canonici e non.
Ad ogni modo da noi così non è stato, i film sono stati divisi. Ma è stato un bene? Fino a un certo punto. Perché dividere un BD è un'operazione che dovrebbe essere fatta da mani esperte, per evitare disastri. Che puntalmente sono avvenuti.

Cominciamo dalla cover. Non che sia per forza un male, ma è abbastanza pacco che abbiano rifotografato e riciclato quella della precedente edizione in dvd. Il motivo è che dovendosi inventare un'edizione singola, non avevano materiale a cui attingere. Ma è un motivo del cavolo, dato che bastava prendere la genericissima copertina del BD USA e cambiare il titolo al centro. In secondo luogo il DISASTRO è avvenuto con i contenuti speciali. Non mi aspettavo che questo film venisse graziato da dei nuovi extra, ormai ho capito come ragiona la Disney. Tuttavia il dvd includeva un mini documentario "Il Passaggio del Testimone" che era DELIZIOSO, perché spiegava nel migliore dei modi perché questo è un film importante, e come avvenne il passaggio dalla vecchia alla nuova guardia, durante la lavorazione. Ora, che fine ha fatto questo documentario? Con la scusa del poco spazio su disco dovuto ai due film insieme, in USA non hanno inserito gli extra. Ma li hanno lasciati all'interno dei dvd, che da loro vengono tuttora inclusi nelle edizioni combo, uscendosene con un balzano ma in fin dei conti accettabile "3 disc pack" che includeva il BD coi due film e i due rispettivi dvd. Un mezzo schifo, sì, ma perlomeno permetteva di avere TUTTO. Qui da noi le combo non esistono più da tempo, per cui niente dvd inclusi. L'unica era sperare che si accorgessero che la suddivisione dei due film avrebbe liberato molto spazio su disco, e si preoccupassero di ripristinarlo. L'hanno fatto? Non ci hanno neanche pensato. Quindi tanti saluti al passaggio del testimone. Nel disco hanno però lasciato una clip didattica scioccherella che non si sono neanche preoccupati di sottotitolare in italiano. E come se non bastasse il menu del disco è un'ulteriore mancanza di rispetto perché mostra esclusivamente immagini che si riferiscono al sequel. Sintomo che c'è un problemino di personale al reparto home video italiano Disney.

Ma il film in che stato è? Anche quello ha suscitato polemiche. Per due motivi, essenzialmente. Il primo è che il restauro digitale pare che non sia il massimo. Un po' di grana infatti c'è ancora e a lato dell'immagine è presenza uno strano sghiribizzo. Come mai? Nunval sul Disney Forum ha spiegato che non è colpa del restauro digitale, che è stato svolto anche questa volta con perizia. Si tratta della qualità degli originali che è dubbia perché fatto con procedimenti meno buoni dei classici precedenti (sembra che il film sia stato girato in una sorta di falso technicolor). Quindi pare che il problema non sussista realmente. La seconda polemica si è avuta per il formato, che non è più il 4:3 del dvd ma una sorta di 14:9. SI è guadagnato infatti spazio ai lati ma di contro si è persa porzione di disegno in alto e in basso. Come mai? Come stanno veramente le cose? Qual'è il formato originale di questo film? Bella domanda. La risposta è "dipende". Ai tempi durante il passaggio dei cinema da 4:3 a 16: 9, i film venivano realizzati in formato quadrato, ma lasciando apposta particolari ininfluenti sopra e sotto perché il formato "inteso" era appunto il 16:9. Per cui filologicamente parlando non se ne esce, visto che intenzioni e realizzazione stridono. Addirittura questo film è un mistero ancora più grosso visto che in entrambe le versioni si perde qualcosa, e pare inoltre che si sia scelto il 14:9 perché in alto e in basso i disegni erano appunto tirati via e spesso non rifiniti. Quindi anche questo parrebbe un falso problema.

In sostanza, lo consiglio? Purtroppo sì. Non penso proprio faranno altre edizioni di questo film, e visto che il restauro pare che sia buono, a dispetto del chiacchiericcio, l'unica vera mancanza grave è quel documentario fondamentale per la storia dei WDAS. Io di mio penso che farò come con Gli Incredibili, includendo il vecchio dvd nella custodia del BD, per poter avere a portata di mano quel prezioso making of.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10359
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Re: [WDAS #24] Red & Toby Nemiciamici

Messaggioda gongoro72 » sabato 20 ottobre 2012, 21:25

L'ho rivisto oggi dopo anni (l'ultima e forse unica volta era la VHS), ed è decisamente sotto tono rispetto ad altri lungometraggi.

Nella mia copia in BluRay (naturalmente disco singolo, praticamente senza contenuti speciali) ho notato che, pur essendo in alta definizione, alcune parti sembrano in bassa definizione.
La cosa è abbastanza fastidiosa perchè passando spesso da scene in buona definizione a quelle un po' meno definite, queste ultime sembrano sfocate.
gongoro72
Misero Kylioniano
Misero Kylioniano
 
Messaggi: 4
Iscritto il: sabato 04 febbraio 2012, 17:58
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: [WDAS #24] Red & Toby Nemiciamici

Messaggioda Valerio » domenica 21 ottobre 2012, 00:02

Premetto che i contenuti speciali c'erano ma hanno combinato un pasticcio con le edizioni americane e europee e il fatto che era stato abbinato al sequel, per cui sono saltati. Ed è un male perché manca il documentarietto "Il Passaggio del Testimone" che inquadra a meraviglia il periodo che stavano attraversando gli studios.

Per quanto riguarda il restauro, anche se non sembra, credo che sia in realtà valido. Si tratta di un restauro digitale, che parte quindi dai negativi originali e quindi per forza di cose fedele. Alcuni disegni presentano una colorazione disomogenea, quasi "pannosa", e la cosa è dovuta al fatto che in originale erano proprio così. Era un periodo di crisi, e di congiuntura tra le tecniche e gli originali stessi a quanto pare presentavano problemi. Per cui ce lo teniamo così, perché il film è questo. Anche se secondo me con qualche accorgimento in più lo si poteva ripulire di quel fastidioso sghiribizzo nero in basso a destra che spunta fuori ogni due per tre. Ma forse avrebbero dovuto modificare una parte troppo grossa dell'immagine.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10359
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Re: [WDAS #24] Red & Toby Nemiciamici

Messaggioda nunval » domenica 21 ottobre 2012, 00:28

Ciao! Per fare un pò di chiarezza, anche se per molti anni dopo il 1975 nei credits dei film Disney c'è stato il Technicolor, la filiera per stampare in Technicolor col famoso procedimento a tre matrici partendo da negativi in bianco e nero rimase in uso in America fino al 1975 e in Italia fino a tutto il 1978. Le pellicole girate e stampate dopo queste date, anche se definite "in color by Technicolor" sono stampate con il normale procedimento negativo -positivo dell' Eastmancolor della Kodak. Per questo motivo potrebbe essere che i colori e la definizione dei film posteriori a "Robin Hood" non presentino quella nitidezza e brillantezza tipica della stampa con le matrici Technicolor, perchè, anche se , come risulta da alcune fonti, in Disney continuarono a filmare i cartoni anche dopo l'abbandono del Technicolor con "l'esposizione successiva"( vale a dire utilizzando un unico negativo in bianco e nero e filmando tre volte con tre filtri colore diversi lo stesso disegno in sequenza) da questo negativo bianco e nero si ricavava un controtipo negativo a colori da cui stampare le copie. Può darsi quindi che Red e Toby sia stato realizzato scansionando un negativo colore con qualche imperfezione . Il formato 1,66 :1 utilizzato per il blu ray al posto del 4/3 del dvd è quello più valido per la visione. Infatti il film è uno di quelli che fu progettato per una visione su schermo panoramico. Nella parte superiore ed inferiore del fotogramma sono presenti parti di disegni non rifinite, che vanno coperte col mascherino panoramico. La versione in VHS e DVD presentava infatti qualche dettaglio in più sopra e sotto ma, spesso, il fotogramma era zoomato ai lati proprio per non far vedere le parti incomplete.
Nunziante
Avatar utente
nunval
Misero Kylioniano
Misero Kylioniano
 
Messaggi: 5
Iscritto il: martedì 26 settembre 2006, 13:36
Località: Aversa
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: [WDAS #24] Red & Toby Nemiciamici

Messaggioda Don Homer » giovedì 02 gennaio 2014, 17:44

Altro classico molto particolare, dato che, escludendo la sottotrama del bruco e degli uccelli (LOL una miniavventura in stile OP), ha toni molto malinconici e un finale agrodolce. Sin da piccolo ho sempre visto parecchie analogia con Bambi: madre uccisa dal cacciatore, Gufo come saggio della foresta, cacciatore come nemico (ma perchè considerano tutti Amos come cattivo del film ? Fa solo il suo lavoro), ambientazione boschiva. In definitiva è un bel film, nonostante la trama un pò lenta.
Avatar utente
Don Homer
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1258
Iscritto il: giovedì 26 luglio 2012, 12:30
Località: Latina
Has thanked: 13 times
Been thanked: 40 times


Torna a Walt Disney Animation Studios

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron

Cookie Policy