Home The Disney Compendium il Fumettazzo

[WDAS #45] Mucche alla Riscossa

E' lo studio d'animazione più antico ma anche il più vitale. Tutto comincia da qui, e continua ancora oggi portando l'arte dell'animazione verso nuove frontiere. La mancanza di un nome riconoscibile ha portato per anni il grande pubblico a confonderne le opere con quelle delle altre filiali Disney, ma adesso tutto è cambiato. Benvenuti nel Canone Disney.

[WDAS #45] Mucche alla Riscossa

Messaggioda Valerio » martedì 06 dicembre 2005, 15:29

Immagine Immagine
Home on the Range è senza dubbio uno dei film più discussi e uno dei maggiori flop della storia della Disney. Ultimo Classico in 2d secondo le intenzioni criminali di Eisner, questo film ha deluso le aspettative un po' di tutti: alcuni l'hanno trovato sottotono, dall'umorismo fiappo e assai poco interessante, altri troppo frivolo e assolutamente inadeguato a salutare degnamente l'animazione tradizionale. Ma vediamo di andare oltre il velo: non sarà un film frizzante quanto Le Follie dell'Imperatore - che a sua volta era risultato indigesto ad una generazione di spettatori meno giovani proprio a causa del suo umorismo moderno - ma è alquanto evidente che Home on the Range sia stato concepito e realizzato come un film anni 60 in ritardo, con tutto quel che ne consegue. Il precedente Brother Bear aveva cercato di salutare il 2d riesumando un po' la formula del musical anni 90, qui si prosegue in questa strana "bilogia dei revival" andando a ripescare gli elementi caratteristici del primo periodo xerox: le atmosfere spensierate, gli animali buffi, gli umani molto caricaturizzati, la stessa trama che si basa su un singolarissimo rapimento di animali rendono Mucche alla Riscossa un vero e proprio anacronismo filmico. E' infatti molto probabile che se si invertisse l' uscita di questo film con quella di uno qualsiasi fra acclamati classici come La Carica dei 101 o Gli Aristogatti non si noterebbero grosse differenze stilistiche, anzi, adesso saremmo tutti qui a dire peste e corna dei dalmata, ritenendo Mucche un pilastro dell'animazione disneyana. Uno dei motivi per cui il film ha floppato tanto è inoltre il suo essere uscito nel periodo sbagliato, proprio a ridosso dell'invasione delle commediole umoristiche in CGI firmate Dreamworks, fatte di animali buffi. La storia dell'animazione è fatta di corsi e ricorsi, e soprattutto di alternanze tra periodi più fiabeschi e "seri" e altri più disimpegnati e propensi alla commedia. Il fatto che la fase xerox e quella in CGI presentino molte somiglianze non dovrebbe però ingannare al punto di confonderle tra loro: Mucche alla Riscossa, sia graficamente che tonalmente, è un prodotto di un garbo assolutamente Disneyano, con una nobiltà di fondo che non ha proprio nulla a che vedere con la superficialità arruffianante tipica della Dreamworks. L'umorismo è tipico della vecchia scuola, e il meccanismo narrativo è assai collaudato, quindi pur rimanendo molto dalle parti dell'esercizio di stile il film scorre via che è una meraviglia, grazie ad una sapiente sceneggiatura, che sa dosare e ritmare il tutto molto meglio del povero Brother Bear, assai meno curato sotto questo aspetto.
Senza dubbio uno dei punti di forza del film, che non sono pochi, è la colonna sonora, composta da un finalmente redivivo Alan Menken. Senza dubbio un Menken minore, ma che si conferma come il sublime artista che è, dimostrando di essere perfettamente in grado di fornire pezzi orecchiabili e "a tema" come You Ain't, la spiritosa overtoure che introduce lo spettatore nel selvaggio west o Yodle-Adle-Eedle-Idle-oo, la canzone di Alameda Slim, fantastico villain che ruba le mucche ipnotizzandole con lo yodel, senza dubbio una delle più felici intuizioni del film. La malinconica Will the Sun Ever Shine Again?, e la trasognata Little Patch of Heaven completano il quadro di un film musicalmente impeccabile, facendo dimenticare invece le due sciocchezzuole pop presenti nei titoli di coda: Wherever the Trail May Lead e Anytime You Need a Friend.
Pur non essendo certo un capolavoro questo ultimo lungometraggio in animazione tradizionale dell'era Eisner andrebbe assolutamente rivalutato, anche solo ponendolo come si è visto nella giusta ottica produttiva, quella di un omaggio ad una vecchia ma gloriosa fase dell'animazione Disney.
Ultima modifica di Valerio il lunedì 30 gennaio 2006, 04:58, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10349
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda DeborohWalker » lunedì 26 dicembre 2005, 00:54

Premetto che a una prima visione il film non mi era piaciuto un granchè.

Poi rivedendolo in DVD il mio giudizio è diventato un po' più positivo, anche se non è certamente uno dei migliori film Disney.
Ho appena finito di guardarmi i contenuti speciali contenuti nel DVD italiano (contenuti speciali che non sono stati nè doppiati, nè sottotitolati in italiano... Strano per un DVD Disney) e mi sono chiesto il perchè di alcune scelte...
Infatti vengono mostrate 4 scene tagliate molto belle: solitamente, vedendo nei DVD le scene scartate, concordo sulle motivazioni che hanno portato a scartare una scena dal film.
Ma le quattro scene tagliate da "Mucche alla riscossa" sono, per certi versi migliori di molte scene contenute nel film.
Una su tutte la sequenza in cui Alameda Slim dichiara di voler diventare il Presidente degli Stati uniti, e che per farlo, il suo piano prevede l'invasione della Casa Bianca con tutte le mucche rapite. Un tocco di surrealtà completamente spassoso che, secondo me, avrebbe caratterizzato meglio il cattivo del film, dando anche un'atmosfera più delirante al film...
Sono molto rammaricato anche dal taglio della sequenza dell'inseguimento del calesse da parte dei coyote, scena d'azione particolarmente divertente e ben fatta.

Mah...
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Messaggioda Valerio » lunedì 26 dicembre 2005, 01:45

DeborohWalker ha scritto:Premetto che a una prima visione il film non mi era piaciuto un granchè.
Poi rivedendolo in DVD il mio giudizio è diventato un po' più positivo, anche se non è certamente uno dei migliori film Disney.


Stesso cursus che ho avuto io...

(contenuti speciali che non sono stati nè doppiati, nè sottotitolati in italiano... Strano per un DVD Disney)


I miei lo erano...

Infatti vengono mostrate 4 scene tagliate molto belle: solitamente, vedendo nei DVD le scene scartate, concordo sulle motivazioni che hanno portato a scartare una scena dal film.


E direi che quoto anche qui. Il fatto è che la genesi di Mucche non è stata quella di un normale film disney, ma assomiglia più a un aborto di idee. Doveva essere un delirio ma è stato fortemente limitato dalla disney che l'ha voluto chiudere in fretta e furia. Cè poi da tenere conto del cambio di titolo, di protagonisti e di team creativo che ha reso il tutto ancor più travagliato...
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10349
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Valerio » mercoledì 01 marzo 2006, 21:09

Immagine
Era prevedibile. Dopo Gli Incredibli e Koda, ecco che Sorrisi propone al prezzo di 12.90 euro e in confezione originale anche questo classico. Come ovvio consiglierei quellio che vogliono costruirsi una collezioncina senza spendere molto di non farselo scappare.
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10349
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda DeborohWalker » giovedì 03 agosto 2006, 20:44

Dopo una visione del film in lingua originale agiungo qualche cosuccia a quanto detto qualche mese fa.

Mucche alla riscossa è l'ultimo film 2d Disney (o almeno così si credeva) e per la chiusura di questo ciclo sembra che la casa abbia deciso di ritornare sui suoi passi, rivivendo l'era dei film con protagonisti animali parlanti...
I personaggi sono ottimamente caratterizzati, ogni soggetto è unico, divertentissimo, e anche con una caratterizzazione grafica impeccabile. Il mio preferito è Buck, puro spasso ad ogni espressione, ad ogni battuta; non posso farci nulla, amo i personaggi di questo tipo che fanno un uso smisurato di sarcasmo...
Il difetto del film è la trama, abbastanza inconsistente, pare che la sceneggiatura non sfrutti pienamente il potenziale di tutti i personaggi. Ci sono anche un paio di cadute di stile, con qualche gag basata sui rutti, come fa tanto divertire i bambini rozzi dei giorni rostri, ma a discapito del buon nome di casa Disney.. .Cioè, in Shrek ci sta anche, ma in OGNI film animato da Shrek in poi, no.
Una cosa che ho notato è la presenza qua e là di umorismo surreale come mai si era visto in altri film Disney (forse ne Le follie dell'imperatore): un cattivo che sottomette le sue prede con lo yodel, un cavallo che combatte con le arte marziali, un coniglio con una gamba di legno... Lo adoro. Faccio anche notare qualche piccola somiglianza che ho notato, sicuramente influita dall'ambientazione, con Lucky Luke: Buck ha la stessa aria da "sbruffoncello" che ha Jolly Jumper, e la stupidità degli scagnozzi di Alameda Slim (anch'essi fratelli) ricorda molto i fratelli Dalton.
Per quanto riguarda il DVD, devo ammettere di essere rimasto folgorato dalle animazioni 2d che ravvivano i menu e il corto "I tre porcellini" (mi aspettavo di ritrovarmi con il classico "Siam tre piccoli porcellin, siamo tre fratellin..."): qualcuno per caso sa con quale tecnica sono stati realizzati?
Ad occhio e croce mi sembra stop-motion utilizzata su sagome di carta o cartoncino, come fu per i primissimi episodi di South Park... Magari qualcuno più informato può ragguagliarmi in proposito.
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Messaggioda Valerio » giovedì 03 agosto 2006, 23:01

DeborohWalker ha scritto:Dopo una visione del film in lingua originale agiungo qualche cosuccia a quanto detto qualche mese fa.


Visto oggi. La cosa comincia a farsi inquietante. O forse molto più semplicemente anche tu stai facendo una sorta di visione cronologica, solo più recente. Ci si sente domani con Chicken Little?

Il difetto del film è la trama, abbastanza inconsistente, pare che la sceneggiatura non sfrutti pienamente il potenziale di tutti i personaggi.


No dai, non puoi dire questo. La trama di Mucche non è affatto inconsistente, sennò lo si dovrebbe dire sia della Carica dei 101 che degli Aristogatti. Anzi di per sé è piena di carne al fuoco tra furfanti, finti cacciatori di taglie, cavalli mitomani, rivalità tra mucche e ricettatori nevrotici. Il difetto del film è un altro: il suo essere retrò. Cosa che poi non è neanche un difetto. Solo che in una confezione come questa la gente si aspetta di trovarci dentro Madagascar, e invece ecco lo humor disneyano degli anni 60. E'anche qui questione di aspettative, esattamente come con Chicken Little. Solo che mentre qui a essere deluso è solo chi si aspettava il filmone sborone con animali strafottenti, con Chicken rimangono delusi un po' tutti perchè il film è contaminatissimo. Mucche in fin dei conti è un filmetto leggero, perfettamente godibile per chiunque abbia uno spirito disneyano aperto alle cose retrò (mica troppo poi, si parla di stile anni 60) e, cosa ancor più importante, senza alcun difetto a livello di ritmo e senza sbavature di sceneggiatura, che nell'altrimenti ottimo Koda, ahimé, erano presenti. Di certo non è l'addio al 2d col botto che si sperava, e sarebbe stato molto meglio se avessero invertito l'uscita di Mucche e Koda, permettendo a quest'ultimo di venir meglio completato e di chiudere con una trama ad ampio respiro il 2004. E poi un Mucche in uscita a Pasqua sarebbe stato più che ottimo...

Una cosa che ho notato è la presenza qua e là di umorismo surreale come mai si era visto in altri film Disney (forse ne Le follie dell'imperatore): un cattivo che sottomette le sue prede con lo yodel, un cavallo che combatte con le arte marziali, un coniglio con una gamba di legno... Lo adoro.


No dai, si era visto, se andiamo a rivangare il solito vecchio periodo xerox, dove c'erano oche turiste ubriacone, elefanti e cani da pagliaio militarizzati, gatti jazzisti e via dicendo...

Faccio anche notare qualche piccola somiglianza che ho notato, sicuramente influita dall'ambientazione, con Lucky Luke: Buck ha la stessa aria da "sbruffoncello" che ha Jolly Jumper, e la stupidità degli scagnozzi di Alameda Slim (anch'essi fratelli) ricorda molto i fratelli Dalton.


Io direi che gli scagnozzi sono la copia carbone dei tonti in stile Hanna/Barbera...

Per quanto riguarda il DVD, devo ammettere di essere rimasto folgorato dalle animazioni 2d che ravvivano i menu e il corto "I tre porcellini" (mi aspettavo di ritrovarmi con il classico "Siam tre piccoli porcellin, siamo tre fratellin..."): qualcuno per caso sa con quale tecnica sono stati realizzati?
Ad occhio e croce mi sembra stop-motion utilizzata su sagome di carta o cartoncino, come fu per i primissimi episodi di South Park... Magari qualcuno più informato può ragguagliarmi in proposito.


E' Flash. Un piccolo vezzo (che non mi fa impazzire) dei registi che hanno voluto dilettarcisi ispirati dallo stile particolarissimo dei titoli di coda. Ma vabbè ormai si è capito che il nuovo mercato del cortometraggio si è spostato dagli schermi cinematografici agli extra dei dvd...
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10349
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda DeborohWalker » giovedì 03 agosto 2006, 23:39

Grrodon ha scritto:Visto oggi. La cosa comincia a farsi inquietante. O forse molto più semplicemente anche tu stai facendo una sorta di visione cronologica, solo più recente. Ci si sente domani con Chicken Little?

No, non sto facendo una visione cronologica, erano 2 DVD che erano in cima alla pila "da vedere", dovevo ancora visionarmi Koda con il commento delle alci e Mucche in lingua originale.
E no, domani non ci si sente con Chicken Little, penso riuscirò a vedermelo su disco più o meno tra un anno (sono TROPPO ottimista)

Grrodon ha scritto:No dai, non puoi dire questo. La trama di Mucche non è affatto inconsistente, sennò lo si dovrebbe dire sia della Carica dei 101 che degli Aristogatti. Anzi di per sé è piena di carne al fuoco


Uhm, allora forse ho sbagliato ad esprimermi.
La sua lentezza, così come quella di Koda, non è per me un fattore negativo.
Anzi. Ma qui le cose avvengono in modo per me insoddisfacente. Non saprei come spiegarlo.
Come ho già detto nella rece, ho avuto l'impressione che i personaggi e le situazioni avrebbero potuto dare molto di più, ma non sono state sfruttate al 100% delle loro potenzialità.

Grrodon ha scritto:No dai, si era visto, se andiamo a rivangare il solito vecchio periodo xerox, dove c'erano oche turiste ubriacone, elefanti e cani da pagliaio militarizzati, gatti jazzisti e via dicendo...


Sì, ma non a questi livelli. Cioè, quelli potevano essere siparietti (e comunque meno surreali di questi), ma il villain che usa lo yodel è parte integrante della trama e l'ho trovato eccessivamente assurdo. E per me è una cosa positiva.
Avatar utente
DeborohWalker
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 5736
Iscritto il: mercoledì 14 dicembre 2005, 13:43
Località: Bologna
Has thanked: 0 time
Been thanked: 15 times

Messaggioda Valerio » venerdì 04 agosto 2006, 00:28

DeborohWalker ha scritto:No, non sto facendo una visione cronologica, erano 2 DVD che erano in cima alla pila "da vedere"


Due dvd, conseguenziali. Ergo, la stai facendo :P

La sua lentezza, così come quella di Koda, non è per me un fattore negativo.
Anzi. Ma qui le cose avvengono in modo per me insoddisfacente. Non saprei come spiegarlo.
Come ho già detto nella rece, ho avuto l'impressione che i personaggi e le situazioni avrebbero potuto dare molto di più, ma non sono state sfruttate al 100% delle loro potenzialità.


Ma io non ho detto che è lento, i ritmi mi sembrano perfetti. Anch'io ho avvertito qualcosa che mancava al cinema, ma poi ho inquadrato meglio il film e ci sono entrato in sintonia, cosa che non ho ancora fatto con Koda. Mucche è per me un gioiellino atipico ma perfettamente funzionale a sé stesso. Rimango dell'idea che ciò che tu non trovi in Mucche io non lo trovo in Koda, che continua a sembrarmi imperfetto.
Cmq sono entrambi buoni film, checcé se ne dica. E' che gettare fango sulla Disney post Re Leone è la cosa che la gente sa fare meglio :P

Sì, ma non a questi livelli. Cioè, quelli potevano essere siparietti (e comunque meno surreali di questi), ma il villain che usa lo yodel è parte integrante della trama e l'ho trovato eccessivamente assurdo. E per me è una cosa positiva.


C'è comunque da dire che per quanto di possa fingere di recuperare lo spirito xerox, gli elementi di modernità si infiltrano volenti o nolenti...
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10349
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Rebo » sabato 28 aprile 2007, 13:59

L'ho visto solo ora.

Trrrrremendo. Nel senso che ha delle intuizioni surreali e delle gag che, prese singolarmente, sono dei veri lampi di genio. E mi hanno fatto divertire sinceramente. Solo che sono inserite in un'agghiacciante narrazione frettolosa e stereotipata.

Il tocco di Menken è riconoscibile, per quanto le musiche non siano niente di memorabile. Mai sentito un Menken così citazionista, che infila nei vari yodel Ciaikovski, Beethoven, canzoni popolari... E nei brani strumentali fa spiritosamente man bassa di Morricone :asd:

Il citazionismo cinefilo (verbale più che altro) comunque si espande anche alla sceneggiatura, in una maniera abbastanza inconsueta per le produzioni Disney (si tirava in ballo Toro Scatenato, e anche altri film che ora francamente non ricordo).
Avatar utente
Rebo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1443
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 18:30
Has thanked: 1 time
Been thanked: 5 times

Messaggioda Valerio » sabato 28 aprile 2007, 15:51

Rebo ha scritto: Solo che sono inserite in un'agghiacciante narrazione frettolosa e stereotipata.


Uh, ne sei sicuro? L'ho rivisto giusto l'altro ieri sera e l'ho trovato un gioiellino per quanto riguarda ritmi narrativi, storytelling e equilibrio dei tempi di sceneggiatura. E' che è un progetto modesto, ma nel suo voler tenere un basso profilo, funziona come un orologio svizzero, molto meglio di Koda, per dirti, progetto ben più imponente. Concordo su una certa stereotipizzazione ma penso che sia quasi voluto, visto l'insieme palesemente retrò del tutto. Insomma un film a mio avviso riuscito, in cui più di altri si sente lo spirito di Walt, solo che è un progetto nato nel momento più sbagliato, in circostanze terrificanti che tolgono quello che in altri casi potrebbe essere un valore aggiunto.

Magari prova a riguardarlo, ricordo che la primissima volta al cinema non convinse neanche me. Solo in dvd ci entrai pienamente in sintonia, fino ad arrivare alla visione di un paio di giorni fa, vera e propria consacrazione di un prodotto tra i più Disneyani di sempre.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10349
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Rebo » sabato 28 aprile 2007, 17:20

Grrodon ha scritto:Magari prova a riguardarlo, ricordo che la primissima volta al cinema non convinse neanche me.


Ok, gli darò una seconda possibilità... ma lascerò trascorrere qualche tempo.

Però, giusto per sottolineare un paio di debolezze nella sceneggiatura: Maggie arriva a Patch of Heaven, sta lì giusto dieci minuti, dopodiché parte con le altre. Più avanti nel film, per gli animali della fattoria Maggie è "una grande amica".

Poi la storia del cappello di Calloway; chi ha detto che quando lo perdeva diventava furiosa e caricava come un toro? Non si limitava ad esserne infastidita?
Avatar utente
Rebo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1443
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 18:30
Has thanked: 1 time
Been thanked: 5 times

Messaggioda Valerio » sabato 28 aprile 2007, 20:17

Rebo ha scritto:Però, giusto per sottolineare un paio di debolezze nella sceneggiatura: Maggie arriva a Patch of Heaven, sta lì giusto dieci minuti, dopodiché parte con le altre. Più avanti nel film, per gli animali della fattoria Maggie è "una grande amica".
Poi la storia del cappello di Calloway; chi ha detto che quando lo perdeva diventava furiosa e caricava come un toro? Non si limitava ad esserne infastidita?


Dunque, mentre nel secondo caso è da intendersi come una gag senza starci a pensare troppo, nel primo hai già più ragione. Ma se noti nessuno degli animali fa riferimenti diretti a Maggie, dicono solo che era una tipa convinta (e lo era), lasciando qualsiasi fatterello nostalgico alle altre due. Piuttosto se dobbiamo rilevare le vere debolezze della sceneggiatura, stigmatizzerei, come ho detto sopra, alcune fra le primissime scene a Patch of Heaven: l'arrivo di Maggie, introdotta da quelle schitarrate fastidiose, che dovrebbero far ridere, ma si prendono con lo spettatore una confidenza che a quel punto del film ancora non dovrebbe esserci, la scena ruttosa, che però ha la giustificazione di essere una meta-scena ruttosa, con tanto di deprecazioni da parte di Mrs. Calloway, e l'eccessiva reazione di Pearl alla proposta di vendere i suoi animali, veramente ridondante. Per il resto il film, specie con la comparsa di Alameda Slim, Rico, Lucky Jack e del Wesley/Buscemi di Deja, guadagna non pochi punti, sapendo proporre veri e propri tocchi di humor "di una volta"..
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10349
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda Rebo » sabato 28 aprile 2007, 21:33

Grrodon ha scritto: Piuttosto se dobbiamo rilevare le vere debolezze della sceneggiatura, stigmatizzerei, come ho detto sopra, alcune fra le primissime scene a Patch of Heaven: l'arrivo di Maggie, introdotta da quelle schitarrate fastidiose, che dovrebbero far ridere, ma si prendono con lo spettatore una confidenza che a quel punto del film ancora non dovrebbe esserci, la scena ruttosa, che però ha la giustificazione di essere una meta-scena ruttosa, con tanto di deprecazioni da parte di Mrs. Calloway, e l'eccessiva reazione di Pearl alla proposta di vendere i suoi animali, veramente ridondante.


Oh sì, ma infatti io stavo notando un paio di debolezze relative solo alla fabula... Quelle cadute di stile le avevo viste eccome.

Sul fatto che ci siano reminiscenze del periodo Xerox concordo...
Avatar utente
Rebo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1443
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 18:30
Has thanked: 1 time
Been thanked: 5 times

Messaggioda Valerio » sabato 28 aprile 2007, 21:50

E non solo del periodo Xerox, ma anche del periodo immediatamente precedente, quegli anni 50 stilizzatissimi che permeano non poco alcuni personaggi umani nella scena dell'arrivo nella città del west.
Immagine
Avatar utente
Valerio
Walter Elias Disney
Walter Elias Disney
 
Messaggi: 10349
Iscritto il: lunedì 28 novembre 2005, 15:26
Località: Padova
Has thanked: 65 times
Been thanked: 127 times

Messaggioda rensel » sabato 21 luglio 2007, 00:55

Tocca a Mucche. Alla fine la discussione si tinge di giallo: chi è l'animatore di Wesley? Mark Henn o Andreas Deja? Se qualcuno conosce la risposta con certezza ce lo dica!

[01:19] <rensel> ho appena visto mucche
[01:19] <Grrodon> hai visto mucche?
[01:20] <rensel> sì
[01:21] <rensel> è lol
[01:21] <rensel> cioè, è buffissimo
[01:21] <Grrodon> non è quella merda che tutti dicono
[01:21] <rensel> a me piace un sacco quel tipo di umorismo minimalista
[01:21] <rensel> se è l'umorismo xerox prospetto che i film xerox mi piaceranno
[01:22] <rensel> ha delle trovate troppo belle
[01:22] <rensel> cioè già l'assurdità dello yodel che ipnotizza le mucche
[01:22] <Grrodon> è l'umorismo disney, non xerox
[01:22] <rensel> fa morire dal ridere
[01:22] <Grrodon> è che nello xerox lo applicano molto agli animali stilizzati e alle loro storie parallele al mondo umano
[01:22] <rensel> la danza psichedelica delle mucche è fantastica
[01:22] <Grrodon> tipo bianca e bernie e carica dei 101
[01:23] <Grrodon> o gli aristogatti
[01:23] <Grrodon> mucche è un film matitoso...non matitoso
[01:23] <Grrodon> oddio i film matitosi
[01:23] <Grrodon> mezza padova li chiama così
[01:23] <Grrodon> perchè io li battezzai senza sapere che si chiamava tecnica xerox
[01:23] <Grrodon> ma tu dimmi di mucche
[01:24] <Grrodon> cioè "la merda delle vacche che corrono"
[01:24] <rensel> boh chissà perchè la gente ce l'ha tanto con lui
[01:24] <rensel> cioè, sì, è in ritardo sui tempi
[01:24] <Grrodon> bè perchè è un film insignificante, visto adesso
[01:24] <rensel> però è leggerissimo e divertente
[01:25] <rensel> ha delle belle canzoni.
[01:25] <Grrodon> cioè disgraziatamente è simile a quelli moderni in cgi sugli animali
[01:25] <Grrodon> solo che siccome è disney
[01:25] <Grrodon> e quindi è raffinato, appare fiappo
[01:25] <Grrodon> e tutti lo odiano
[01:25] <rensel> poverino
[01:26] <Grrodon> hai visto che bravo menken ad adattarsi a un registro diverso?
[01:27] <Grrodon> e cmq hai visto che bello weisley?
[01:28] <rensel> ?
[01:28] <Grrodon> il ricettatore violavestito
[01:28] <rensel> non mi ha fatto troppa impressione
[01:28] <rensel> sì so chi è
[01:28] <rensel> perchè dovrebbe essere bello proprio lui?
[01:28] <Grrodon> è un capolavoro
[01:29] <Grrodon> movimenti, recitazione. è ricalcato sul suo doppiatore, steve buscemi
[01:29] <Grrodon> e l'animatore è Andres Deja
[01:29] <Grrodon> (Scar, Gaston, Jafar, Lilo, Hercules)
[01:30] <rensel> lol
[01:30] <rensel> e ha fatto un personaggio così "da poco"?
[01:30] <Grrodon> non mi sembra tanto da poco
[01:30] <Grrodon> è un gioiello
[01:31] <rensel> nel senso che compare poco
[01:31] <rensel> mi sto riguardando le sue scene
[01:32] <rensel> sì beh ha una buona recitazione però come caratterizzazione è il classico "ricettatorucolo"
[01:32] <Grrodon> sì ma È un film di stereotipi
[01:32] <Grrodon> gestiti benissimo
[01:32] <rensel> sì vero
[01:32] <rensel> lol hahaha il bufalo
[01:32] <rensel> mi fa ridere solo a pensarci
[01:33] <rensel> quando salta fuori nel finale
[01:33] <Grrodon> sceriffo coi baffoni, cattivone buffo, servi stupidi in stile hanna e barbera
[01:33] <rensel> "e qui c'è il jolly"
[01:33] <Grrodon> <rensel> quando salta fuori nel finale << quella è la sceneggiatura ammirevole che incastra tempi, ritmi e cast nel modo giusto. solo applausi
[01:33] <rensel> sì come film umoristico funziona benissimo, in generale
[01:33] <rensel> cioè, oddio, c'è qualche scena che non è riuscita benissimo
[01:34] <Grrodon> oh bè...
[01:34] <Grrodon> bè i rutti all'inizio
[01:34] <rensel> tipo quando in città maggie e mrs. calloway si spintonano nel fango
[01:34] <Grrodon> no, è carina!
[01:34] <Grrodon> "mucche gratis! grande paese!"
[01:34] <rensel> quella è bella
[01:34] <rensel> ma proprio quando si spintonano
[01:34] <rensel> va molto "lentamente"
[01:34] <rensel> non è riuscitissima come ritmi
[01:35] <rensel> <Grrodon> bè i rutti all'inizio << ma no dai, era bella, lì non era il fatto dei rutti a far ridere
[01:35] <rensel> era il fatto della nuova arrivata che si mette a insegnare ai maialini le cose rozze
[01:35] <rensel> con mrs. calloway sdegnata
[01:35] <rensel> era buffo, poi coi maialini così stilizzati e teneri...
[01:36] <rensel> è diverso dai rutti nel fotorealismo grottesco di Shrek
[01:36] <Grrodon> sì ok, erano metarutti
[01:36] <Grrodon> ma andava sottolineato di più
[01:36] <rensel> no bof non mi aspettavo niente di questo film e mi ha proprio divertito
[01:36] <Grrodon> magari dando una stoccata all'aniamzione moderna
[01:36] <Grrodon> lol
[01:37] <rensel> <Grrodon> magari dando una stoccata all'aniamzione moderna << nah, questo sarebbe stato fuori luogo
[01:37] <rensel> non è un film SARCASTICO e IRRIVERENTE :P
[01:39] <rensel> Grrodon: ma sei sicuro che Wesley l'abbia animato Deja??
[01:39] <rensel> nei credits dice che è di Mark Henn
[01:39] <Grrodon> sì
[01:39] <Grrodon> uh?
[01:39] <Grrodon> ecco una cosa che verrà tagliata dal log ufficiale
[01:39] <rensel> lol?
[01:40] <Grrodon> ti sbagli
[01:40] <Grrodon> henn ha fatto grace
[01:41] <Grrodon> anche imdb dice che wesley è di deja
[01:42] <rensel> boh, è strano
[01:43] <rensel> perchè i credits del film lo danno a Henn insieme a Gracie e il cane Rusty
[01:43] <rensel> *Grace
[01:43] <Grrodon> assurdo
[01:43] <Grrodon> http://www.imdb.com/name/nm0215152/
[01:43] <rensel> ed ecco Deja: i credits lo mettono fra gli animatori di Alameda Slim
[01:44] <rensel> ma NON come supervising animator
[01:46] <Grrodon> deja è un animatore capo
[01:46] <Grrodon> cioè non penso si abbassi più
[01:47] <Grrodon> bah cmq va rivalutato questo filmetto
[01:47] <rensel> forse ha collaborato con Henn, boh
Oannes, the Fish-Man!
The one who taught mankind wisdom.
Avatar utente
rensel
da Pk²
da Pk²
 
Messaggi: 118
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 20:37
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Messaggioda camera9 » mercoledì 05 settembre 2007, 15:15

Bello.Bello e divertente.
Ha la pecca che imho si poteva far di meglio,e infatti alla fina mi sono sentito con un senso di incompletezza, ma provavo anche la soddisfazione che si prova ne vedere un bel film.
Ho notato che graficamente ci sono dei punti in comune con la serie LA FAMIGLIA PROUD, di cui sapevo che l'autore aveva lavorato anche su ATLANTIS e LA FOLLIE DELL'IMPERATORE.Ha lavorato pure qui?
Avatar utente
camera9
da Pk²
da Pk²
 
Messaggi: 245
Iscritto il: domenica 29 aprile 2007, 18:51
Località: Bari
Has thanked: 0 time
Been thanked: 0 time

Re: Classico Disney #44: Mucche alla Riscossa

Messaggioda Icnarf » martedì 04 dicembre 2007, 23:24

Ritengo che questo classico sia stato decisamente sottovalutato. Concordo con Il Grrodoman che sia un film xerox mancato, se fosse uscito 40 anni fa avrebbe avuto successo. Mi accorgo che più lo si guarda e più lo si gradisce, un piccolo gioiello nella sua semplicità. Per non parlare della colonna sonora, un ottimo Menken disimpegnato.
Mai sentito un Menken così citazionista, che infila nei vari yodel Ciaikovski, Beethoven, canzoni popolari...
Hai dimenticato Wagner... I personaggi sono simpatici, le tre mucche ben caratterizzate; Buck, il cavallo, mi ricorda Kuzko de "le follie dell'imperatore" e il cane quando annusa il foglio, Fido di "Lilli e il vagabondo". Per finire: Yodel-adle-eedle-idle-oo...
Avatar utente
Icnarf
Mickey Mouse Mystery Addicted
Mickey Mouse Mystery Addicted
 
Messaggi: 758
Iscritto il: lunedì 24 aprile 2006, 08:50
Località: Napoli
Has thanked: 0 time
Been thanked: 6 times

Re: Classico Disney #44: Mucche alla Riscossa

Messaggioda Rebo » mercoledì 05 dicembre 2007, 09:25

Icnarf ha scritto:Hai dimenticato Wagner...

È vero, e anche altre cose, mi sa. :P
Presto me lo rivedrò.
Avatar utente
Rebo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 1443
Iscritto il: sabato 03 dicembre 2005, 18:30
Has thanked: 1 time
Been thanked: 5 times

Re: Classico Disney #44: Mucche alla Riscossa

Messaggioda Blonde » giovedì 06 dicembre 2007, 22:14

Rivisto stasera.
Alterna allegramente gag divertentissime e trovate geniali ad un umorismo decisamente fiappo: chiuso in fretta e furia o semplicemente poco curato?
Tecnicamente, invece, c'è poco da dire: Menken ottimo ed animazione d'altri tempi, ah il 2d.... :adore:

Conclusione? Buono ma si poteva fare molto, molto, molto di più.
Avatar utente
Blonde
da Pk²
da Pk²
 
Messaggi: 187
Iscritto il: venerdì 15 giugno 2007, 15:32
Località: Como
Has thanked: 2 times
Been thanked: 0 time

Re: Classico Disney #44: Mucche alla Riscossa

Messaggioda Bramo » mercoledì 29 ottobre 2008, 22:20

Visto un paio di settimane fa grazie all'interessamento di Minnie - che mi sta pian piano facendo recuperare la visione di tutti quei film Disney del periodo in cui me ne ero disinteressato. E ciò non è altro che bene, perchè spesso sono piacevolissime sorprese, come è stato con Lilo & Stitch, con Koda, con i Robinson...
E, tutto sommato, anche in questo caso. Questa piccola pellicola mi ha fatto sorgere sulle labbra più di un sorriso e anche qualche bella risata, in un clima allegro e spensierato che circola per tutta la durata del film, nonostante la base di mistery presente. In effetti, perfino la scena in cui si svela l'arcano dei rapimenti di bestiame è quanto di più allegro e folle si potesse concepire, rendedola la scena memorabile (forse l'unica, intesa graficamente+narrativamente) del film.
Le canzoni di Menken sono piacevoli, anche se ci ha abituati a ben altro.
I personaggi sono buoni, molto buoni gli animali, cioè i veri protagonisti (le 3 mucche, il cavallo e perfino il canoglio con la gamba di legno), un po' meno mi sono sembrati gli esseri umani (la padrona delle mucche, lo sceriffo), mentre Alameda Slim e Rico mi hanno molto colpito.

Scenario western, erba mobile, deserto, cactus...tutto ciò poteva essere fonte di molte più gag divertenti di quante non ne siano state usate, e in effetti alla fine della visione ho pensato che gli spunti per fare un ottimo Classico c'erano ma non sono state sfruttate a dovere, non tutte almeno dato che tante idee geniali sono presenti in tutto il film.

In conclusione, un film che personalmente promuovo con un bel voto, più della sufficienza, concordo con Grrodon nel dire che è un film dell'era xerox mancato e sottolineo che il disegno e l'animazione sono spettacolari, il 2d per la Walt Disney Pictures (e per i Classici) è sempre the best, e la stilizzazione (che mi ha ricordato Kuzko) mi intriga, è molto simpatica come stile.

Post Scriptum: nessuno nei post qui sopra ha accennato al doppiaggio italiano. Che è abbastanza buono per tutti i personaggi (Alameda, Rico, Maggie), ma nessuno ha scritto che c'è uno dei famigerati "doppiatori VIP", vale a dire Marina Massironi nei "panni" di Grace. Si nota tantissimo che è la sua voce tipica da svampita che tante volte si è sentita negli sketch con Aldo Giovanni e Giacomo, e non saprei se attribuire ciò al fatto che non si è impegnata per dare un'impronta personale al personaggio o perchè per un character come Grace quella voce calzava a pennello proprio così! :P
Andrea "Bramo" L'Odore della Pioggia
Osservate l'orrendo baratro su cui è affacciato l'universo! ... senza spingere...

LoSpazioBianco.it: nel cuore del fumetto!

SEGUI LOSPAZIOBIANCO SU:
Twitter | Facebook
Avatar utente
Bramo
Pker d'annata
Pker d'annata
 
Messaggi: 4687
Iscritto il: mercoledì 09 gennaio 2008, 12:51
Has thanked: 18 times
Been thanked: 62 times

Prossimo

Torna a Walt Disney Animation Studios

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Cookie Policy