Lo Sputasentenze

Natale con James Gunn

Il flashback animato malissimo apposta.

L’attore nei panni di sé stesso.

L’umorismo di Gunn.

Poco da dire, lo special natalizio dei Guardiani funziona bene, funziona tutto e sta in perfetto equilibrio tra pacchianata dichiarata e tentativo di raccontare pure qualcosa. Ma soprattutto stabilizza i personaggi e li mette in caldo in attesa del loro terzo film, mentre nel frattempo fornisce alla piattaforma un contenuto minore ma non troppo.

Non sarà questo “mediometraggio” a risollevare il MCU da quel senso di fastidio che sembra aver generato in giro dopo due anni di flood incessante, anche perché di questo flood fa pienamente parte. Né costituirà mai una reale e soddisfacente fine della quarta fase, concetto che ha sempre meno senso e su cui non sembrano aver particolarmente investito, dato che una vera e propria soluzione di continuità con la Fase 5 sembra non esistere.

Ma di sicuro intrattiene incredibilmente per ogni minuto della sua durata, e conferma che forse questo formato “speciale” potrebbe anche essere la giusta via di mezzo per nutrire Disney+ senza affollare oltremisura la pazienza degli spettatori fedeli. Si vedrà.