Don's Fountain of Youth

Tre Autistici Paperotti

Nel 1953 giunge al termine la golden age dei corti Disney. Dopo la chiusura della serie di Pluto, toccherà infatti anche a Topolino e Pippo veder sospesa la produzione di short. Alla “purga” scamperà solo Paperino, che ancora per qualche tempo troverà il modo di sopravvivere all'ecatombe. Dei cinque corti su di lui usciti durante l'anno, ben due hanno come comprimari i nipotini: Don's Fountain of Youth è sicuramente un corto riuscito, in cui vengono presentate alcune situazioni decisamente nuove per la serie. In apertura vediamo Paperino viaggiare per la Florida, portando i nipoti a visitare i fortini dei conquistadores spagnoli. Per la prima volta sorge nella famigliola un contrasto generazionale che ha un corrispettivo anche nel mondo reale: i tre rifiutano infatti di interessarsi alle bellezze del luogo, preferendo immergersi nella lettura di un comic book. Per punire questa loro deriva nerd, Donald deciderà di giocare loro uno scherzo, fingendo di essere tornato bambino dopo un bagnetto nella famosa fontana della giovinezza scoperta da Ponce de Leon. Si tratta chiaramente di una fonte ordinaria, come specificato dal cartello che Paperino prontamente manomette.

Scherzetti e Alligatori

Lo spunto è decisamente elaborato rispetto allo standard dei corti di Donald, e produce effetti comici davvero efficaci. La scena in cui i nipotini piangono, credendo che lo zio sia regredito al rango di uovo, ad esempio, è davvero indicativa dello humor sferzante che sta acquisendo l'animazione Disney in questa fase. Per quanto possa sembrare strano, la seconda parte del corto non rispetta pienamente le premesse iniziali, virando verso un inseguimento tra i paperi e una famiglia di alligatori. Non per questo il ritmo ne risente, anzi, è davvero impagabile la scena finale in cui la mamma alligatore cerca di riconquistare l'affetto dei suoi piccoli starnazzando come Paperino, oggetto del loro imprinting. Le atmosfere delle paludi della Florida sono rese davvero molto bene, cosa non scontata in un momento in cui il mercato dei corti stava andando a rotoli, con conseguente impoverimento del comparto visivo. Don's Fountain of Youth è in definitiva l'ennesimo cortometraggio ottimamente riuscito. Uno spunto molto simile a questo si avrà in un episodio del serial televisivo Quack Pack (1996), in cui Paperino ringiovanisce progressivamente, regredendo anche sotto il profilo grafico.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Don's Fountain of Youth
  • Anno: 1953
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Jack Hannah
  • Storia:
  • Musica: Joseph S. Dubin
  • Animazione: Volus Jones, Bill Justice, George Kreisl

Credits

Nome Ruolo
Walt Disney Produttore
Joseph S. Dubin Musica
Yale Gracey Layout
Jack Hannah Regista
Volus Jones Animazione
Bill Justice Animazione
George Kreisl Animazione
Art Riley Fondali
George Rowley Effetti d'Animazione
Ralph Wright Storia