Lo Sputasentenze

Chiudono i DisneyToon Studios

toon
Qualche giorno fa tutto il web era indignato dalla “notizia” della chiusura dei DisneyToon Studios. Non io. Perché dai, lol, ancora aperti stavano? E c’è anche chi li rimpiange? Questa notizia non è altro che l’ufficializzazione di ciò che si sapeva già da molto tempo. Lo “studio” era inattivo da anni, veniva usato solo come struttura di riserva, e in programma c’era unicamente il terzo Planes (che si dice essere stato tenuto in vita finora solo per capriccio lasseteriano). In ogni caso è una notizia ottima, poiché lo studio non era nemmeno più uno studio, e soprattutto non aveva più alcun ruolo nello scenario attuale. Era il residuato di un vecchio modo (sbagliato) di intendere il mercato dei film d’animazione, il suo essere “lo studio di serie b ma non troppo per prodotti di seconda fascia ma non troppo e per film destinati all’home video che però forse uscivano anche al cinema” era un concetto grottesco, un’identità demenziale e inutile nel 2018. E confondeva le idee alla gente, che già di suo faceva fatica a capire quale fosse la “vera” animazione Disney, concetto spesso oscuro per via di una policy aziendale caotica. Hanno prodotto buone cose ogni tanto, non dico di no, ma una realtà priva di una precisa funzione e soprattutto di una forte identità non può (e non deve) fare tanta strada.

Ah, una nota da precisetti antipatico: un certo “giornalismo” web sta diffondendo la news, affermando che ha chiuso lo studio che all’epoca produsse In Viaggio con Pippo e Zio Paperone alla Ricerca della Lampada Perduta, usando questi due bei titoli per alimentare lo sdegno. Non è proprio così, anzi è un bel po’ diverso. Quei due film vennero in realtà prodotti dalla Disney Television molto tempo prima, attraverso uno studio francese, successivamente ceduto ai WDAS e divenuto loro succursale per evidenti meriti qualitativi. I DisneyToon sono il nome che si decise di attribuire in un secondo momento ai settori della Disney Television che producevano i cheapquel, rendendoli difatto indipendenti, molti anni dopo l’avvio di queste produzioni. Successivamente pure questi studi satellite vennero chiusi e DisneyToon divenne una semplice etichetta appoggiata a manodopera indiana. Ora hanno semplicemente soppresso questa etichetta. Quindi, davvero, non è davvero stato chiuso chissà quale reparto.

Qui in fondo un’immagine che rappresenta molto più onestamente l’operato dello studio 😛
toon 2

Discutine sul forum