Storielle di Mamma Oca

Mamma Oca, Questa Sconosciuta

Le Mother Goose Rhymes sono il corpus di filastrocche a cui più spesso si fa riferimento negli USA e in Inghilterra. Nel corso dei secoli sotto questo stesso titolo sono apparse raccolte di rime anche molto diverse, compilate da vari autori tra cui Perrault, ma al netto di queste differenze alcuni personaggi e filastrocche sono rimasti sempre costanti, andando a radicarsi saldamente nella cultura popolare anglosassone. Trattandosi di filastrocche inglesi intraducibili, è normale che questo materiale sia poco conosciuto negli altri paesi, tuttavia è sufficiente avere un po' di familiarità con le opere di finzione prodotte oltreoceano per riuscire ad individuare alcune figure ricorrenti e molto spesso citate. Il pigro Little Boy Blue, la pastorella Bo Peep che ha perso le sue pecorelle, la vecchietta che vive in una casa a forma di scarpa, i tre topi ciechi e l'uovo Humpty Dumpty, ripreso anche da Lewis Carroll, sono solo alcuni degli esempi più famosi, in cui capita spesso di imbattersi.

Il Ritorno delle Fiabe Disney

Mother Goose Melodies è una Silly Symphony che al giorno d'oggi potrebbe apparire poco comprensibile, ma è un corto importantissimo perché costituisce il presagio di ciò che a partire dall'anno successivo diventerà la serie. L'arrivo del colore costituirà infatti il grande punto di svolta che porterà le Silly Symphony su un territorio diverso da quello dei balletti naturalistici e assai più interessante: le fiabe. Quello che si sarebbe rivelato nei decenni successivi un filone fortunatissimo per i lungometraggi Disney affondava le proprie radici proprio nelle Silly Symphony. A dire il vero già ai tempi di Kansas City le fiabe erano state protagoniste della prima serie di cortometraggi di Walt, i Laugh-O-Grams. Tuttavia si trattava più che altro di dissacranti parodie dal sapore contemporaneo, molto lontane dalle magiche suggestioni che illustratori europei come Albert Hurter e Gustav Tengrenn avrebbero creato per le Silly Symphony. Al termine del 1931 il cortometraggio The Ugly Duckling costituirà un secondo indizio del desiderio degli artisti di spostarsi nel ben più stimolante campo delle fiabe.

Alla Corte di King Cole

Il cortometraggio si apre con l'arrivo del grasso King Cole, protagonista di una delle più importanti rime della raccolta, in cui impartisce ordini ai suoi servitori. Gli artisti Disney per rappresentare in modo convincente la figura umana ricorrono ancora una volta alla caricatura, e nasce così il primo di una lunga serie di corpulenti sovrani con un vocione baritonale, che nell'era del colore avrà modo di proseguire annoverando celebri figure come Nettuno, Babbo Natale, Noè e Re Mida. King Cole convoca i suoi violinisti, i tre topolini ciechi della filastrocca Three Blind Mice, e si fa portare un libro di fiabe, all'interno del quale sfileranno tutti i più famosi personaggi delle rime di Mamma Oca. Nell'ordine appaiono: Miss Muffett, Jack e Jill, Simple Simon, Humpty Dumpty, Little Jack Horner, Bo Peep e Little Boy Blue. A questi si aggiunge Mamma Oca, che qui è rappresentata come un'anziana signora, che danza accompagnata da un'oca. Per la prima volta una Silly Symphony contiene brani cantati. La colonna sonora mescola le filastrocche tradizionali Three Blind Mice, Jack and Jill, Sing a Song of Sixpence e Mary had a Little Lamb, con le canzoni originali Old King Cole, Little Jack Horner, Little Boy Blue e I'm Little Bo Beep composte da Bert Lewis e da Frank Churchill, musicisti dello studio all'epoca. Sono inoltre presenti brani strumentali tratti da Under the Double Eagle di Wagner e da Ghost Dance di Cora Salisbury. Verso la fine è possibile individuare un riferimento alla filastrocca nonsense Hi Diddle Diddle di Hal Keidel, in cui una mucca salta sulla luna, immagine che verrà più volte ripresa in futuro in svariate opere, incluso Il Signore degli Anelli di J.R.R. Tolkien.

Walt Disney e Mamma Oca: Una Storia d'Amore

Il microcosmo creato per Mother Goose Melodies avrebbe avuto modo di tornare un paio d'anni dopo nel cortometraggio Old King Cole che ripresentava lo stesso cast di personaggi con alcune interessanti aggiunte. Oltre a questo seguito, va ricordato anche un interessante ciclo di tavole domenicali ospitato all'interno della serie a fumetti delle Silly Symphony, in cui l'insetto Bucky Bug (Buci) si recava nel paese di Mamma Oca e si imbatteva in tutti i bizzarri personaggi apparsi in questi due cortometraggi. Una differente versione di queste figure sarebbe apparsa invece in Mother Goose Goes Hollywood (1938), in cui i principali attori della Hollywood di quegli anni avrebbero vestito i panni di Bo Beep, Little Boy Blue e soci, svelando una volta di più l'importanza di questo corpus di filastrocche nell'immaginario popolare. Al di là di queste rappresentazioni “antologiche” del mondo di Mamma Oca, l'animazione Disney si sarebbe fatta ispirare da queste rime anche in altre occasioni: Who Killed Cock Robin? (1935) e Jack and Old Mac (1956) sono solo alcuni esempi. Il congedo di Walt da quel mondo sarebbe però avvenuto solo nel 1957 con il mediometraggio The Truth About Mother Goose, in cui gli artisti degli studios avrebbero provato a risalire all'origine storica di alcune fra le più celebri filastrocche.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Mother Goose Melodies
  • Anno: 1931
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Burt Gillet
  • Cast: Marion Darlington, Walt Disney, Allan Watson
  • Musica: Bert Lewis
  • Animazione: Johnny Cannon, Les Clark, Norman Ferguson, Dave Hand, Jack King, Tom Palmer, Ben Sharpsteen, Rudy Zamora

Credits

Nome Ruolo
Johnny Cannon Animazione
Les Clark Animazione
Marion Darlington Cast (Whistling)
Walt Disney Cast (Jack Horner); Produttore
Norman Ferguson Animazione
Emil Flohri Fondali
Burt Gillet Regista
Dave Hand Animazione
Jack King Animazione
Bert Lewis Musica
Carlos Manriquez Fondali
Tom Palmer Animazione
Ben Sharpsteen Animazione
Allan Watson Cast (Old King Cole)
Rudy Zamora Animazione