Vernice Fresca

Un Passo Indietro

Con Wet Paint la serie di Paperino rientra nei binari, dopo la parentesi “psicologica” costituita da Donald's Double Trouble. Saranno infatti cortometraggi come questo a costituire nuovamente la regola da questo momento in avanti, riportando Paperino all'umorismo slapstick e alle sue consuete diatribe con animali. In questa occasione lo vediamo intento a riverniciare l'automobile, un modello diverso dalla 313 che avevamo visto in Don Donald (1937) e che ormai ha preso piede nei fumetti. A far da disturbatrice questa volta è un'uccellina intenta a farsi il nido, che con pretesti sempre diversi finirà per interferire con il lavoro di Paperino, a volte posandosi sulla vernice fresca della carrozzeria, altre volte rubacchiando materiale dall'imbottitura dei sedili. Per quanto possa sembrare un canovaccio poco interessante e abusato, Wet Paint è tutt'altro che un cortometraggio noioso, e riesce a intrattenere lo spettatore senza mai far calare l'attenzione.

Un Passo Avanti

A farsi strada è un umorismo decisamente più estremo e surreale, rispetto al lento e banale slapstick di inizio decennio. Le gag infatti si susseguono a ritmi vertiginosi con trovate visive sempre molto riuscite: si ricordano ad esempio la scena in cui la fuoriuscita dell'imbottitura trasforma la sagoma dell'auto in quella di un peloso cagnolone, oppure le numerose gaffe di Paperino che si ritrova puntualmente a dover riverniciare l'auto dal principio, dopo averla pasticciata lui stesso. È qui che si vede la profonda differenza con gli analoghi cortometraggi prodotti tempo prima: la guerra ha lasciato un segno profondo e indelebile agli studi Disney, portando un maggior disincanto e quindi un umorismo più graffiante e fuori dalle righe, capace di resistere degnamente alla prova del tempo. A questo importante fattore si aggiungerà presto l'arrivo di nuovi comprimari animali ricorrenti, in grado di suscitare le simpatie del pubblico, rimanendo scolpiti nelle loro memorie.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: Wet Paint
  • Anno: 1946
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Jack King
  • Storia:
  • Musica: Oliver Wallace
  • Animazione: Bill Justice, Hal King, Sandy Strother, Don Towsley

Credits

Nome Ruolo
Walt Disney Produttore
Howard Dunn Fondali
Bill Justice Animazione
Hal King Animazione
Jack King Regista
Ernest Nordli Layout
Sandy Strother Animazione
Don Towsley Animazione
Oliver Wallace Musica
Roy Williams Storia