I'm No Fool As A Pedestrian

Ci Voleva il Marciapiede

Nel 1956 il Mickey Mouse Club arriva trionfalmente alla sua seconda stagione. Lo show è popolarissimo presso le famiglie, e la produzione di cortometraggi educativi con il Grillo Parlante viene così felicemente portata avanti. Il filone degli I'm No Fool continua con una tripletta di episodi, il primo dei quali è I'm No Fool as a Pedestrian, in cui viene nuovamente esplorato il tema della prevenzione stradale, già toccato nel primo corto della serie, I'm No Fool with a Bicycle. Qui però non sono i ciclisti ad essere presi in esame, bensì i pedoni. Come sempre, nella prima metà viene fatta una retrospettiva storica sull'argomento, partendo dalla preistoria, e arrivando ai giorni nostri. Per l'occasione ritroviamo il personaggio del cavernicolo, già introdotto nel precedente I'm No Fool with Fire. Si tratta di una delle dissertazioni più interessanti compiute finora, in grado di mostrarci come, nel corso dei secoli, il pedone sia sempre rimasto vittima di incidenti stradali, ben prima dell'arrivo dell'automobile. A risolvere la situazione sarebbe stata una volta per tutte l'invenzione del marciapiede, che avrebbe donato ai pedoni un'area apposita per muoversi in tutta sicurezza.

Come Attraversare la Strada

Che si tratti di carri e carretti lanciati a tutta birra sulla Via Appia in epoca romana, oppure di alci molesti che circolano sui pavimenti in legno del Klondike, le gag sono come sempre molto divertenti e l'uso dell'animazione ridotta non fa che aumentare l'effetto comico. Si nota inoltre come, nello sketch del povero pedone che cerca di attraversare la strada schivando le auto, si sia riciclata parte dell'animazione del cortometraggio di Pippo Motormania (1950). Concluso l'excursus, il Grillo si dirige alla solita lavagna, e crea con i gessetti il tenero bimbetto che dovrebbe far da ponte con lo spettatore (You), insegnandogli alcune norme basilari per non rimanere vittima di incidenti. Come sempre, a concludere il corto è la divertentissima sequenza della sfida tra You e il common ordinary fool, con il Grillo che canta il tema principale mentre i due personaggi fanno del loro meglio o del loro peggio. Il primo chiaramente si comporterà in modo responsabile, mentre il secondo si metterà ripetutamente nei guai giocando in mezzo alla strada e finendo regolarmente investito. La musicalità e il ritmo della sequenza la rendono ancora una volta uno dei momenti più felici dell'intera dissertazione.

di Valerio Paccagnella - Laureato in lettere moderne, è da sempre un grande appassionato di arti mediatiche, con un occhio di riguardo per il fumetto e l'animazione disneyana. Per hobby scrive recensioni, disegna e sceneggia. Nel 2005 fonda “La Tana del Sollazzo”, piattaforma web per la quale darà vita a diverse iniziative, fra cui l'enciclopedico The Disney Compendium e Il Fumettazzo, curioso esperimento di critica a fumetti. Dal 2011 collabora inoltre anche con Disney: scrive articoli per Topolino e Paperinik, e realizza progetti come la Topopedia e I Love Paperopoli.

Scheda tecnica

  • Titolo originale: I'm No Fool As A Pedestrian
  • Anno: 1956
  • Durata:
  • Produzione: Walt Disney
  • Regia: Bill Justice
  • Cast: Cliff Edwards
  • Musica: Joseph Dubin

Credits

Nome Ruolo
Walt Disney Produttore
Joseph Dubin Musica
Cliff Edwards Cast (Jiminy Cricket)
Bill Justice Regista